Dietro le Quinte


27
ottobre

LUCIANO RISPOLI: IL RICORDO DI ROBERTA CAPUA SU DAVIDEMAGGIO.IT

Luciano Rispoli con Rita Forte e Roberta Capua

Luciano Rispoli con Rita Forte e Roberta Capua

di Roberta Capua

Ciao Zio Luciano! Mio grande mentore, maestro di televisione e di vita. Ricordo come fosse ieri quando mi telefonasti per chiedermi di affiancarti, insieme a Rita Forte, al Tappeto Volante. Era il 1996 e io mi affacciavo molto timidamente al mondo della televisione. “Ti ho vista nel programma EuroPeo Show” mi dicesti “e secondo me nel mio salotto ci staresti proprio bene!”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,




1
agosto

LA GIALAPPA’S BAND RIMANE IN RAI. PER IL TRIO: QUELLI CHE IL CALCIO, UN PROGRAMMA IN SECONDA SERATA E IL COMMENTO DELL’ITALIA NELLE PARTITE DI QUALIFICAZIONE AI PROSSIMI MONDIALI

Gialappa's Band

Ultime notizie dal telemercato. La Gialappa’s Band rimarrà in Rai. Ad annunciare la prosecuzione di collaborazione con la tv di Stato è lo stesso trio sulla propria pagina Facebook e sul profilo Twitter.


31
luglio

NOMINE DIRETTORI TG RAI, CARLO FRECCERO: È IN ATTO UN BLITZ, UN COLPO DI MANO DEL DIRETTORE GENERALE

Carlo Freccero

Un fatto senza precedenti: un attentato alla tv. Carlo Freccero è su tutte le furie e non usa mezzi termini quando si riferisce al valzer di nomine in arrivo a Viale Mazzini. Alla vigilia del CdA che potrebbe accelerare la sostituzione dei direttori dei tg Rai, il professore savonese lancia l’allarme e parla “colpo di mano da parte del Direttore Generale della Rai“. Il tono è perentorio: in 40 anni – dice – non ricorda nulla di simile. “Nemmeno Berlusconi è arrivato a tanto“.





25
luglio

STIPENDI RAI: ECCO QUANTO GUADAGNANO DIRIGENTI E GIORNALISTI. CAMPO DALL’ORTO OLTRE I 600MILA EURO

Antonio Campo Dall'Orto

Buste paga senza segreti a Viale Mazzini. In Rai scatta l’operazione trasparenza: da oggi, sul sito del servizio pubblico verranno pubblicati gli stipendi dei dirigenti e dei giornalisti che percepiscono più di 200mila euro all’anno. Una task force ha lavorato per due mesi alla stesura della lista, che riporterà i compensi con precisione fiscale. L’azienda fa sapere che si tratta di retribuzioni in linea con quelle degli altri broadcaster europei, anche se – stando alle notizie già trapelate – non mancano situazioni eclatanti e remunerazioni d’oro. Ecco le cifre.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


24
luglio

BELEN SCENDI DAL PERO. ALBERTO DANDOLO: “MI HA PICCHIATO E INSULTATO”. SCINTILLE NEL BACKSTAGE DI TU SI QUE VALES

Belen Rodriguez

Dal botta e risposta alle botte. Quella di Belen Rodriguez pare sia stata una reazione da ‘boxeur’ più che da prima donna, almeno stando a quanto ci viene raccontato. Nel backstage degli studi televisivi Elios, dove sono partite le registrazioni per la nuova stagione di Tú sí que vales, ieri la showgirl argentina ha incrociato il giornalista Alberto Dandolo (che di recente aveva pubblicato gossip sul suo conto) ed ha perso le staffe. Sarebbero volati calci e graffi, come testimoniato dallo stesso cronista, nota firma del sito Dagospia.





20
giugno

SKY ESTATE MONDIALE: DIETRO LE QUINTE DELLO SHOW DI DILETTA LEOTTA E NICOLO’ DE DEVITIIS (VIDEO)


16
maggio

BOOM! PAOLO BONOLIS VERSO IL RINNOVO CON MEDIASET. NEL PACCHETTO C’E’ LITTLE BIG SHOTS

Paolo Bonolis

Paolo Bonolis

Paolo Bonolis resterebbe a Mediaset. A dir la verità, per il passaggio in Rai, pare non ci siano mai state trattative avanzate, ma in periodi di telemercato – si sa – sono più i cambi di casacca paventati che quelli reali.


13
maggio

CARLO FRECCERO AVVELENATISSIMO: RAI SPORT PEGGIO DELLO SCHIFO. PORRO E GIANNINI VANNO RICONFERMATI. CROZZA MI FA GIRARE I COGL*ONI

Carlo Freccero

Quando Crozza mi imita mi girano i cogl*oni“. Carlo Freccero senza freni, come piace a noi. Intervenuto a La Zanzara di Radio24, il Consigliere d’amministrazione Rai ha parlato a tutto campo, sparando a zero su alcuni aspetti del servizio pubblico. Lo sport, ad esempio, ritenuto “peggio che lo schifo“. E non sono mancati riferimenti all’attuale situazione politica, con gli interessi diffusi di Renzi. Il premier – ha affermato il professore – “ha dalla sua parte il 92 per cento dell’informazione in Italia“.