Dietro le Quinte


8
maggio

BOOM! TECHETECHETE’: ECCO I CONDUTTORI DELLE PRIME SETTIMANE

Anna Tatangelo

L’amarcord funziona sempre, c’è poco da fare. Ma lo sguardo celebrativo al passato non deve per forza essere nostalgico, anzi, qualche volta può rivelarsi frizzante come accade in Techetechetè, il programma di Rai 1 pronto a ripartire il prossimo 7 giugno (inizialmente lo start era fissato per il 31 maggio). E, forte degli ascolti della passata edizione, l’azienda pubblica ha deciso di investire sull’offerta dell’access prime time rinnovando queste Teche il più possibile.

Techetechetè: il nuovo sottotitolo è “Con tutti i sentimenti”

Ecco allora che, come vi abbiamo già raccontato, nella nuova edizione ci saranno novanta personaggi che a rotazione introdurranno i filmati di repertorio, più una Hit Parade in cui le più belle canzoni degli ultimi sessant’anni verranno reinterpretate ed i testi sostituiti dal titolo del programma. Ma le novità sono ancora tante e ve ne sveliamo qualcuna in anteprima, a partire dal sottotitolo che, dopo Il Nuovo che fu – Vista la rivista e il Viva la gente dello scorso anno, per l’estate 2015 sarà Con tutti i sentimenti. Perchè gli autori vogliono colpire al cuore ed emozionare più che mai.

Techetechetè: tutti i narratori delle prime settimane

Ma saranno soprattutto i testimonial per un giorno a rendere ogni singola puntata diversa, sottolineando ognuno a modo suo i temi affrontati. Nel primo mese di messa in onda vedremo i già svelati Gigi Proietti, Fabio Fazio, Carlo Conti, Flavio Insinna, Federica Sciarelli, Pippo Franco, Fabrizio Frizzi, Alba Parietti, Claudio Lippi, Lando Buzzanca, Cristiano Malgioglio e Carmen Lasorella, ai quali si andranno ad aggiungere Maurizio Battista, Milly Carlucci, Silvan, Nino Frassica, Franco Di Mare, Serena Autieri, Massimiliano Pani, Nino Benvenuti, Francesco Giorgino, Maria Concetta Mattei, Remo Girone, Anna Tatangelo, Simone Cristicchi, Bianca Guaccero, Tullio Solenghi, Massimo Giletti, Amanda Lear, Enzo Decaro e Massimo Lopez.




6
maggio

FABIO E MINGO SOSPESI DA STRISCIA PER DUE SERVIZI FALSI. LA REPLICA DEGLI INVIATI: SEMPRE ASSECONDATO GLI AUTORI

Fabio e Mingo sospesi - Striscia la Notizia

Fabio e Mingo sospesi - Striscia la Notizia

Dopo due settimane di mistero, si inizia a fare un po’ di chiarezza sul caso di Fabio e Mingo, sospesi dal ruolo di inviati di Striscia la Notizia. E così come era toccato al Gabibbo dare l’annuncio della loro sospensione, ieri sera, sul finale di puntata (durata poco più di 7 minuti per dare spazio poi alla semifinale di Champions League Juventus-Real Madrid), è toccato di nuovo al pupazzo rosso del tg satirico spiegare i motivi della decisione:

Cari telespettatori, parliamo di Fabio e Mingo e della loro redazione. Abbiamo acclarato che il caso di qualche tempo fa della maga sudamericana non esiste. Anche quello del falso avvocato era una messa in scena e a noi già questo basta. E’ una cosa grave. Seguiranno azioni legali per accertare le responsabilità. Oh, non tutti hanno la nostra sensibilità. Per esempio alla giornalista di Sky Inghilterra che intervistava il sedicente fenomeno Golfera non risulta sia successo niente. Tutto tranquillo anche per il giornalista di RaiUno Franco Di Mare che ha intervistato un testimone finto. Forse i panni sporchi si lavano in famiglia, ma voi siete la nostra famiglia! C’è la Juve, sigla!”.

Abbiamo sempre assecondato gli autori, la replica dei due inviati

La replica dei due inviati – che finora si erano limitati a dire di non sapere il perché della sospensione – non si è fatta attendere troppo:


5
maggio

TECHETECHETE’: 90 CONDUTTORI PER LA NUOVA EDIZIONE IN PARTENZA IL 31 MAGGIO

Alba Parietti

Buone nuove per l’access prime time di Rai1. Come svelato da Sorrisi, dal 31 maggio Affari tuoi si prenderà un bel periodo di pausa e cederà il prestigioso spazio che anticipa la prima serata della prima rete al sempreverde Techetechetè, pronto sulla rampa di lancio con alcune interessanti novità. Rispetto agli anni passati, infatti, per questa nuova edizione estiva – come sempre firmata da Elisabetta Barduagni – ci saranno ben 90 diversi narratori del mondo dello spettacolo, che racconteranno i vari filmati di repertorio tra aneddoti e curiosità.

Tre gli argomenti di ogni puntata, mentre è confermato il gioco dell’ospite d’onore misterioso, che verrà svelato come di consueto alla fine della trasmissione. New entry, in coda ad ogni puntata, è la Hit Parade di 60 anni di canzoni rivisitate, chiaramente in chiave Techetechetè.

Tanti i conduttori a “rotazione”: tra i nomi figurano personaggi di spessore come Gigi Proietti, Fabio Fazio, Carlo Conti, Flavio Insinna e Fabrizio Frizzi ma anche alcuni insospettabili come Federica Sciarelli – che abbandona nuovamente i panni della giornalista impegnata per dedicarsi ad un programma più leggero – e Pippo Franco.

Scopriamo ora i conduttori della prima settimana di messa in onda.

Techetechetè 2015 – Conduttori – Dal 31 maggio al 6 giugno 2015

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes





21
aprile

INVERIGO: NON SOLO LA VILLA DEI RENGONI DI UNA GRANDE FAMIGLIA. ANCHE VILLA AURORA (RAMAZZOTTI), ORA IN VENDITA

Villa Aurora (Ramazzotti)

Villa Aurora (Ramazzotti)

Avete presente Inverigo, la cittadina in provincia di Como nella quale è ambientata Una Grande Famiglia? Bene! E avete presente la villa della celebre casata di Rai 1? Altrettanto bene! Ma la residenza dei Rengoni non è l’unica dimora di rilievo della zona.

Ad Inverigo, infatti, c’è anche Villa Aurora, la casa in cui, ai tempi del loro matrimonio, vivevano Eros Ramazzotti e Michelle Hunziker. Il nome della villa fu scelto in onore della figlia della coppia, oggi diciottenne e spesso al centro delle cronache mondane (!).

Ora, una parte di Villa Aurora è in vendita. Il prezzo è abbordabile: 450.000 Euro per un appartamento al piano terra di 135 mq con 1000 mq di giardino di proprietà. Ecco alcune foto.

Villa Aurora in vendita – le foto

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


17
aprile

NIENTE AMICI PER CARLO CONTI. LIBERATORIE PRIMA CONCESSE POI REVOCATE DALLA RAI. ‘COLPA’ DELLA FERILLI

Carlo Conti

Carlo Conti

A questo punto, ve la diciamo tutta. La mancata concessione da parte della Rai delle liberatorie a Carlo Conti per la partecipazione ad Amici di Maria De Filippi ha una ragione. E questa ragione è Sabrina Ferilli.

La TV pubblica, infatti, dopo aver inizialmente accordato il permesso al conduttore fiorentino di prender parte alla puntata del talent show di Canale 5 in onda il 25 aprile (ma in registrazione domani, 18 aprile), ha chiesto – pochi giorni fa – una ‘contropartita’: la partecipazione di Sabrina Ferilli allo speciale di Fabio Fazio, in onda su Rai 1 nella stessa sera.

L’attrice romana, giudice del programma di Maria De Filippi, avrebbe dovuto partecipare – per pochi minuti in apertura di puntata – alle celebrazioni del settantesimo anniversario della liberazione dell’Italia che, per l’occasione, prenderanno il posto di Antonella Clerici e del suo Senza Parole. Il problema? Sabrina Ferilli sarebbe stata in onda contemporaneamente su Rai 1 e Canale 5.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





25
marzo

LE INVASIONI BARBARICHE, STASERA L’ULTIMA PUNTATA. DARIA BIGNARDI E CAIRO: NON E’ CHIUSURA ANTICIPATA

Daria Bignardi

Stop a Le Invasioni. Non è l’ultimo slogan anti-immigrazione di Matteo Salvini, ma la sorte del programma televisivo condotto da Daria Bignardi su La7. Dopo una stagione caratterizzata da ascolti molto bassi (media del 3% di share con 660 mila spettatori), Le Invasioni Barbariche si congedano dal pubblico con la decima puntata in onda stasera, mercoledì 25 marzo.

Le Invasioni Barbariche: chiusura anticipata?

Per alcuni si tratterebbe di una chiusura anticipata rispetto ai dodici appuntamenti di prima serata inizialmente prospettati. Non solo: il sito del Gruppo Cairo Communication riporta tutt’ora il programma in palinsesto fino al primo aprile prossimo. L’editore, però, ha smentito la tesi dello stop anzitempo, precisando all’Ansa: “erano previste dieci puntate, come da contratto con Endemol. Poi potevano essere anche undici, ma il programma ha fatto la sua stagione“. E per il futuro – ha aggiunto – si vedrà.

Sull’argomento è intervenuta anche la stessa Daria Bignardi, che su Facebook ha commentato:

Divertiti e compiaciuti dall’interesse generale sulla durata delle Invasioni, come se dopo undici anni fare dieci o undici o dodici puntate in una stagione fosse una notizia rilevante. La realtà come al solito è sfumata e noiosa, quindi non la riprenderà nessuno: la Rete ha sempre pensato a dieci puntate, il produttore inizialmente ne preferiva dodici (per me, con questo formato, sei sarebbero più efficaci, ma mi adatto alle esigenze produttive ed editoriali)…

Strano. Anche perchè, in relazione alla stagione scorsa, rispondendo proprio a noi su Twitter, Daria parlava di ’solite 12 puntate’…

Le Invasioni Barbariche: ospiti e interviste di stasera


13
marzo

MEDIASET PREMIUM NOVITA’: JOI E MYA DIVENTANO FUN E DRAMA E ARRIVA PREMIUM ONLINE?

Mediaset Premium

Mediaset Premium

Nuova gestione (si fa per dire) e nuovi restyling in arrivo per Mediaset Premium. Con la nascita della società – con Telefonica nuovo socio con l’11% e in attesa di nuovi investitori esteri – , per il Biscione è tempo di rivedere la propria strategia nel segmento pay, anche in vista delle novità calcistiche in arrivo in esclusiva. Con l’acquisto della Champions League per il prossimo triennio, soffiata a Sky a suon di milioni, la piccola pay tv vuole fare la parte da leone e convincere gli abbonati satellitari a passare al digitale terrestre, con l’obiettivo di raggiungere il più in fretta possibile l’agognato e desiderato pareggio di bilancio.

Mediaset Premium – Joi diventa Fun, Mya diventa Drama

Si parte con il rebranding di Joi e Mya, ancora in mano a RTI, che – stando a quanto risulta a Daily Media – dovrebbero cambiare nome in vista dell’ennesimo riposizionamento (più di forma che di sostanza però): Mya potrebbe diventare Drama, e acquisire un taglio più drama (appunto) concentrandosi maggiormente sul pubblico femminile -, mentre per Joi si punta maggiormente sulla comicità, e potrebbe cambiar nome in Fun. Insomma, due nuovi brand assolutamente anonimi con lo scopo di suggerire immediatamente il taglio dei contenuti proposti nei rispettivi palinsesti.

Mediaset Premium – I canali cinema perdono il prefisso. Nuovi canali calcio in HD

Anche sul versante cinema diverse le ipotesi in campo, come rivelato da E-duesse: tutti i canali dovrebbero definitivamente perdere il prefisso Premium o Premium Cinema, lasciando invariati i brand già assegnati anzitempo con il lancio della nuova offerta. Per quanto riguarda il calcio, allo studio vi sarebbero invece dei nuovi canali dedicati alla Champions League (questi insieme alla Serie A in capo invece a Mediaset Premium SpA), oltre al fatto che si punterà maggiormente sull’alta definizione con l’acquisto di nuova banda.

Nasce Premium Online, ispirato a Sky Online

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , , ,


13
marzo

RAI VS SKY: AGCOM IMPONE ACCORDO ECONOMICO E LO STOP ALL’OSCURAMENTO DEI CANALI RAI SU SATELLITE

Canali Rai non più oscurati su Sky

Canali Rai non più oscurati su Sky

Si conclude finalmente la battaglia tra Rai e Sky. Come riportato da Repubblica, l’AGCOM ha finalmente posto fine alla querelle che vedeva da una parte l’azienda pubblica richiedere a gran voce che i suoi palinsesti venissero trasmessi nella loro totalità sul satellite (dietro ad un lauto compenso ovviamente), dall’altra Sky che invece si ritrovava oscurati i programmi di cui non erano disponibili i diritti per la visione. Ma tra i due litiganti da oggi gli spettatori godono e nel giro di qualche settimana non dovranno (si spera) più ricorrere alla digital key né allo switch tra decoder satellitare e decoder terrestre per godere dei palinsesti delle reti generaliste Rai.

L’azienda pubblica dovrà inviare entro 30 giorni una proposta di contratto “equa e ragionevole” a Sky per la trasmissione dei suoi canali e non potrà più ricorrere a giustificazioni sui diritti pur di oscurare i propri canali sulla pay tv, mentre Sky dovrà appunto pagare viale Mazzini per i canali pubblici che mostra ai propri clienti. D’altronde – come si legge nella delibera approvata a maggioranza – è un diritto e un dovere per la Rai chiedere un compenso economico per il rilievo dei programmi e per il valore reputazionale del brand.

Per Luigi Gubitosi si tratta di una vittoria importante della sua gestione, anche se rimane ancora aperta la questione relativa alla rinuncia del rinnovo contrattuale tra Rai e Sky per i canali Rai e l’offerta RaiSat ad opera di Mauro Masi, canali passati successivamente free sul digitale terrestre. I dipendenti hanno infatti presentato un esposto alla Corte dei Conti della Regione Lazio per danno erariale (350 milioni di euro per 7 anni) e per violazione del principio di universalità della diffusione delle trasmissioni, chiedendo un risarcimento da parte dello stesso Mauro Masi e dei componenti del Consiglio di Amministrazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,