Le Pagelle della Settimana TV


30
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (22-28/10/2012). PROMOSSI BENIGNI E CARRA’, BOCCIATI DOMENICA LIVE E BBC

Cielo Che Gol

10 ai sessant’anni di Roberto Benigni. Un traguardo importante, celebrato anche dalla tv, per il mattatore dello spettacolo italiano, ad oggi ineguagliato per carisma e riconoscimenti, che presto porterà su Rai1 l’esegesi della nostra Costituzione. #lapiùbelladelmondo

9 al probabile approdo di Raffaella Carrà a The Voice. Scelta azzeccata da parte della produzione quella di puntare sulla diva del Tuca Tuca che forse perde il prestigio di una prima serata tutta sua ma si tutela dai rischi serbando intatto l’appeal.

8 a The apprentice. A programma finito possiamo promuovere senza riserve il talent di Cielo, merito di un format inusuale per gli spettatori nostrani ma anche di una realizzazione molto moderna e ritmata ad opera di FremantleMedia. L’elevata fattura – nonostante alcuni aspetti (scelta dei concorrenti su tutti) fossero migliorabili – rende anche secondario il fattore ascolti, buono ma non eccezionale se rapportato ai costi e al battage pubblicitario.

7 a Sempione Express, simpatica trovata del (numeroso) gruppo autorale di Quelli che.

6 al debutto di Servizio Pubblico su La7. Michele Santoro non riesce ad infiammare gli animi come in passato malgrado la presenza di Matteo Renzi, uomo politico del momento, e di un’intervista a Ruby. Avrà bisogno di carburare?




22
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (15-21/10/2012). PROMOSSI WILLIAMS E LE VELINE DI PECHINO EXPRESS, BOCCIATI THE CLIENT LIST E PARLIAMONE IN FAMIGLIA

Robbie Williams

9 all’ospitata di Robbie Williams ad X Factor. Il talent show targato Sky Uno non solo è riuscito ad aggiudicarsi un ospite di fama ma soprattutto l’ha messo al servizio dello show.

8 al ritorno di Maurizio Crozza, salutato positivamente dal pubblico. Malgrado la durata ridotta, Crozza nel Paese delle Meraviglie ha conquistato  il 7.71% di share con 2.149.000 spettatori.

7 a Costanza Caracciolo e Federica Nargi. Le ex veline hanno concluso anzitempo l’esperienza a Pechino Express lasciando un ottimo ricordo. Due ragazze semplici che, in barba ai pregiudizi, ce l’hanno fatta da sole ad affrontare una missione non propriamente facile.

6I Cesaroni 5. Rispetto alla stagione precedente le avventure made in Garbatella hanno” riacquistato punti”. Il glorioso passato è, però, ancora lontano.


16
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (8-14/10/2012) PROMOSSI HILL E ITALIA 2; BOCCIATI BELEN, CORONA E LA SCIMMIA

Benvenuti al sud

9 a Terence Hill. Le sue fiction (come del resto i suoi film d’annata) fanno storcere il naso e non brilleranno per originalità però il pubblico è sovrano e i quasi 7 milioni che hanno seguito – domenica 14 ottobre 2012 – la premiere di Un Passo dal Cielo non si possono ignorare.

8 alla scelta di Italia2 di puntare sul Red Bull Stratos. Con un evento di nicchia ma perfettamente in linea con il proprio target, il canale 35 ha fatto segnare in preserale uno share monstre del 4.9% con un picco di 1.856.000 totali. Sarà il primo passo verso un palinsesto all’altezza delle aspettative?

7 a Rock Economy. Il pubblico ha scelto Celentano anche stavolta, ipnotizzato dalle sue canzoni. Come a Sanremo a non funzionare sono stati i sermoni anche perchè, diciamocela tutta, in un momento come questo è quanto meno fastidioso che un cantante-icona, che non si concedeva live da diciotto anni, tolga spazio alla musica per intavolare un dibattito sui (noti) problemi economici della nostra società.

6 ai progetti Rai in cantiere a dicembre. Superbrain, Still Standing, Un Minuto per Vincere sono novità (o quasi, come nel caso del game di Magnolia) ma l’impressione è che non siano progetti destinati a sfondare.





8
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (1-7/10/2012). PROMOSSI I TELEFILM DI MTV E SQUADRA ANTIMAFIA, BOCCIATA DOMENICA LIVE

Nicole Minetti

10 alla programmazione telefilmica di Mtv. Il canale 8 del digitale terrestre ha inaugurato l’autunno con l’osannata Modern Family, cui seguiranno la discussa Girls (in prima tv assoluta) e la divertente New Girl che vanno ad aggiungersi a serie come Teen Wolf e soprattutto True Blood. Tutti prodotti peraltro che sarebbero calzati a pennello ad Italia1.

9 a Tiziano Ferro. Il cantante di Latina impazza sulla tv spagnola: al C’è Posta per Te spagnolo spicca per spigliatezza e fa record d’ascolti mentre nel fortunatissimo La Voz fa da “consulente” ad un giudice.

8 a Tale e Quale show. Non sarà il programma del secolo ma il celebrity talent di Rai vince, convince e per il momento non annoia. Bene Carlo Conti sempre al posto giusto nel momento giusto.

7 al cliffhanger della quarta puntata di Squadra Antimafiaconclusasi con l’interrogativo sulla sopravvivenza di Claudia Mares (Simona Cavallari) – fatto proprio quando la serie è “costretta” a fermarsi per una settimana a causa di Rock Economy.

6 d’incoraggiamento alla cerimonia di premiazione del Roma Fiction Fest trasmessa da Rai Premium. In generale è da apprezzare il tentativo da parte del canale 25 di coprire l’evento con speciali, compresa la messa in onda della serata finale condotta da Tiberio Timperi, peccato che quest’ultima assomigliasse più ad un gran galà da scuola media.


1
ottobre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (24-30/09/2012) PROMOSSI HOMELAND E LITTIZZETTO A SANREMO, BOCCIATI PER TUTTA LA VITA E GIULIA CALCATERRA

Homeland

10 a Homeland. La serie targata Showtime – in Italia su Fox – domina meritatamente la serata degli Emmy Awards 2012. Un trionfo meritato per una serie avvincente e dall’alto livello qualitativo. Plauso in particolare ai due protagonisti Claire Danes e Damian Lewis che si sono aggiudicati rispettivamente le statuette come miglior attrice e attore in un dramma.

9 alla presenza di Robbie Williams alla prima puntata live di X Factor 6. Se lo scorso anno in molti avevano lamentato la mancanza di ospiti all’altezza dell’evento costruito da Sky, quest’anno il talent show parte col botto.

8 a Luciana Littizzetto al Festival di Sanremo 2013. L’approdo della comica torinese sul palco dell’Ariston al fianco di Fabio Fazio era cosa tanto scontata quanto auspicabile, considerato il suo enorme seguito popolare. Si spera solo, però, che le altre presenze che approderanno quest’anno in riviera non appartergano alla stessa “compagnia di giro”.

7 a Mediaset Premium che prende la palla al balzo (è proprio il caso di dirlo) e si accaparra i diritti tv del campionato australiano di calcio dove milita il nostro Alessandro Del Piero.

6 al ritorno di Raffaella Carrà con Auditorium. La regina del Tuca Tuca può dare ancora molto al panorama televisivo nostrano e aspettiamo di rivederla su Rai1. Il progetto di un talent show, che oltrettutto sfidi Italia’s got Talent, al momento però non ci convince.





24
settembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (17-23/09/2012). PROMOSSI SIMONA IZZO E THE APPRENTICE, BOCCIATI LEONE VS MAZZA

Giuliana de Sio (Tripolina)

10 a Italia loves Emilia. Bella iniziativa di solidarietà da parte dei big della musica nostrana, peccato che per condividere un palco, mettendo da parte bizze e divismi, occorra un evento drammatico.

9 a Giuliana de Sio. L’attrice salernitana si conferma interprete capace e credibile anche alle prese con le surreali sceneggiature de L’onore e il Rispetto – Parte Terza.

8 a Simona Izzo, concorrente carismatica di Pechino Express. I suoi battibecchi con il figlio valgono almeno metà prezzo del biglietto.

7 a The Apprentice. Qualche sbavatura c’è, e a primo acchito il confronto con Masterchef è perso, ma il nuovo talent di Cielo convince e spicca per la portata originale dei contenuti. La cucina, l’avventura, il canto, il dating, per citare alcuni filoni degli ultimi reality/talent sono stra abusati, a differenza del mondo del business.

6 ad Hart of Dixie. La sola Rachel Bilson non basta a portare avanti una serie un tantino monocorde che ammicca a Una Mamma per Amica senza averne la dirompenza. Il telefilm in onda su Mya comunque potrebbe non dispiacere per la linearità della trama e la profusione di “buoni sentimenti” al pubblico italiano.


18
settembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (10-16/09/2012) PROMOSSI VIRGINIA RAFFAELE E PECHINO EXPRESS, BOCCIATI BAUDO E MENTANA

Giusy Buscemi (Miss Italia) e il fidanzato

9 al lancio in grande stile di The Voice (La Voz) in Spagna. Per l’occasione Mediaset Spagna ha mandato in contemporanea in prima serata su tutti i suoi canali una brevissima anteprima del talent show che sarà in onda su Telecinco. Anche la Rai saprà creare l’evento?

8 a Virginia Raffaele che si conferma imitatrice di talento. Meglio Belen che la Minetti, però.

7 a Pechino Express. La prima puntata del nuovo reality targato Magnolia convince. D’accordo c’erano alcuni limiti (l’inizio caotico), gli ascolti non hanno brillato (ma considerata la novità e i risultati di altri programmi non sono pessimi) e su alcuni aspetti si potrebbe lavorare (un narratore più presente, no?) ma nel complesso il programma è promosso.

6 ad una Canale 5 dalla doppia faccia. Settimana brillantissima in prime time come non se ne vedevano da anni (soprattutto in autunno) contrapposta però ad un daytime che fa acqua da tutte le parti.


11
settembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (3-9/09/2012). PROMOSSI ZANARDI E CLERICI, BOCCIATI IL VIAGGIO E LA MINETTI

Antonella Clerici e Fabrizio Frizzi

10 ad Alex Zanardi. Il coraggioso pilota bolognese non smette di stupire e, dopo il trionfo alle Paralimpiadi, si prepara al debutto alla conduzione dell’affascinante Sfide di Simona Ercolani. Un esempio di vita.

9 a Iris e Rai Movie che tramite opportune rassegne e rubriche hanno offerto una buona copertura del Festival del Cinema di Venezia, kermesse negli ultimi anni quasi dimenticata dai canali tradizionali.

8 ad Antonella Clerici. Rivoluziona il suo baby talent che regge contro C’è Posta Per Te, è super ospite a Miss Italia, e tira fuori gli artigli quando si tratta di mettere a tacere le polemiche sui cachet che ‘inspiegabilmente’ colpiscono sempre e solo lei.

7 allo scoop di Corrado Formigli sul movimento Cinque Stelle (clicca qui per il video del fuorionda). Un colpaccio, vista l’incandescenza della situazione politica, che non convince pienamente nè per il metodo poco ortodosso con cui è stato raggiunto nè per il tempo trascorso dalla realizzazione alla messa in onda.

6 a Miss Italia 2012. Il concorso, vinto da Giusy Buscemi, resiste e prosegue sulla linea tradizionale che non ha mai esaltato. L’impressione è che per riportare la kermesse (almeno vicino) ai fasti di un tempo, il format – più che conduzione e ricorso ad ospiti di grido – debba essere radicalmente rivisto. Diciamo che della “pace nel mondo”, non se ne può più.