La Pupa e il Secchione


26
aprile

INTERVISTA A PAOLA BARALE: ECCO PERCHE’ NON HO ACCETTATO DA SUBITO LA CONDUZIONE DE LA PUPA E IL SECCHIONE.

E’ tornata in grande spolvero. Raggiante, con un immancabile nuovo look e assolutamente in forma. Dopo nove anni di assenza e una parentesi “talpesca” in Sudafrica, si è riappropriata del video grazie ai reality show. Genere, quest’ultimo, che non ha mai gradito ma che, oltre ad averla aiutata a “voltar pagina” in un periodo buio, sancisce una rentrèe con un riscontro di pubblico decisamente buono. Inizialmente titubante, e non per questioni economiche – come ci tiene a sottolineare, ha accettato la conduzione dell’agognato ritorno de La Pupa e il Secchione. Per darle il bentornato anche noi, abbiamo intervistato Paola Barale mentre era in compagnia dell’amico di sempre Luca Tommasini, poco prima della messa in onda della seconda puntata del reality show di Italia1.  

Volevo iniziare con una considerazione. Sai che brava!?!

Ma io ti ringrazio. Probabilmente è perchè mi diverto, la Pupa e il Secchione è intrattenimento puro.  Devo dirti che mi sono piaciuta abbastanza anche io.

Come mai abbiamo dovuto aspettare tutti questi anni prima di vederti nuovamente in video?

Quando decisi di non far più Buona Domenica non lo feci perchè non avevo più voglia di lavorare. Era piuttosto voglia di fare altro. Potevo permettermi il lusso di fermarmi un attimo, cosa che ritengo sia una grande opportunità che non tutti hanno, e ho preso del tempo. Alcune cose che mi hanno proposto non mi sono piaciute, quelle che aspettavo non sono mai arrivate ma ora è arrivata quest’opportunità in un momento in cui avevo davvero una gran voglia di tornare. Così ho accettato.

Non subito a quanto pare…

Non ho accettato sin da subito, ma non è stata una questione economica come hanno scritto in tanti. Sin dall’inizio, da quel punto di vista, non ci sono stati problemi. Percepisco una cifra adeguata ai tempi che ci sono oggi. Era, invece, una questione di contenuti: all’epoca non vidi il programma perchè non ero in Italia ma, stando a ciò che si diceva, mi sembrava che non mi piacesse. Prima di accettare, quindi, ho voluto vedere di cosa si trattasse e capire quale sarebbe stato il mio ruolo. All’inizio mi sembrava uno show offensivo nei confronti delle donne, poi ho visto che si trattava di un gioco, una parodia. E mi piace perchè è spudoratamente onesto nel senso che non fa finta di essere un’altra cosa: è una comicità facile ma dichiarata.

A proposito di estero e viaggi, tempo fa anticipammo su DM l’arrivo di un tuo programma alla scoperta della cultura asiatica…

Era una gran bell’idea scritta da alcuni miei amici conosciuti durante la Talpa in SudAfrica. Purtroppo il progetto non è andato avanti. Ma guarda un po’ se devi sempre farmela…




25
aprile

LA PUPA E IL SECCHIONE 2, SECONDA PUNTATA. QUALE SARA’ LA COPPIA ELIMINATA TRA LUDOVICA-CORTEGGI E MARIA TERESA-BIANCO?

Preparatevi a sbellicarvi dalla risate. La Pupa e il Secchione 2 torna questa sera su Italia 1 con Enrico Papi e Paola Barale, dopo l’esordio esilarante della scorsa settimana. Certo, tutto sembrava inizialmente implastichito ed ingessato, ma pian piano le pupe si scioglieranno, rivelando la ‘vera’ ignoranza che è in loro. La premiere è stata decisamente sopra le aspettative, ma la rivelazione della nuova edizione del game-show è consistita, oltre ogni previsione, nel nuovo day-time delle 14.10, che ha trasformato le avventure dei concorrenti in una vera e propria sit-com.

Gli ingredienti della seconda puntata saranno molto ricchi e pepati. Innanzitutto, si tireranno le somme della prima settimana di convivenza forzata nella villa di Tivoli, tastando gli umori delle coppie non sempre ottimi; il primo litigio, infatti, spetta a Flo, la quale, non sopportando il suo buon De Camillis, tenta di “accoppiarsi” con il partner di Pasqualina, lo ‘zerbino’ Tassinari. Tralasciando le beghe di coppia, l’esperimento “scientifico” continua: le Pupe cercano il look ’smarrito’ dei propri compagni, i quali provano ad insegnare alle prime l’alfabeto della cultura.

In studio avremo l’immancabile e rodatissimo “Zucca Quiz”, che, speriamo, diventi più improvvisato e meno preparato a tavolino: una prova in cui i Secchioni se la vedranno con le arrampicate del far west e, subito dopo, sarà il turno de “la pupa filosofale”, un originale interpretazione sul senso del mondo e dell’esistenza umana, che coinvolgerà la ‘profondità’ d’animo della Pupe. Avremo, infine, la sfida tra le coppie andate in nomination la scorsa puntata, Ludovica con Corteggi e Maria Teresa con Bianco, per decidere quale sarà la prima eliminata a parere della giuria presieduta da Vittorio Sgarbi. Anche se, a tal proposito, si vocifera che a qualcuno si possa dare un’altra chance

QUI TUTTE LE FOTO DELLE PUPE

LE COPPIE DE ‘LA PUPA E IL SECCHIONE – IL RITORNO’ (clicca sui nomi per schede e foto):

Roberto Cavazzoni e Ludovica Leoni
Federico Bianco e Maria Teresa Lombardo
Luca Tassinari e Pasqualina Sanna
Luca Garagozzo
e Monica Ricchetti
Valerio De Camillis e Florina Marincea
Andrea Corteggi
e Francesca Lukasik
Fulvio De Giovanni e Elena Morali


25
aprile

GUERRA TRA PUPE A DOMENICA CINQUE. NORA AMILE VS FRANCESCA CIPRIANI.

E’ passata solo una settimana dal ritorno de La Pupa e il Secchione, che già le polemiche sul tema infuocano nei talk show. E’ il turno di Domenica Cinque, dove si è consumata oggi una vera e propria ”sfida” tra le pupe di oggi e quelle di ieri (vecchia edizione) sull’immagine della donna rappresentata dalle suddette ragazze in tv. Il diverbio più intenso ha riguardato, non a caso, Nora Amile, reduce dalla prima edizione de La Pupa e il Secchione, e Francesca Cipriani, l’ex gieffina che ha protestato in questi giorni in ogni dove: da Pomeriggio Cinque e con tanto di cartello – oltre che di multa – immersa nelle acque della Fontana di Trevi. L’obiettivo? Prendere parte al programma, manco a dirlo.

Prendendo spunto dalle parole del Presidente della Repubblica in difesa del ruolo della donna, soprannominato da una pupa nella puntata della scorsa settimana “Napulìll”, Francesca Cipriani rivela di essere stata finalmente presa nel cast del programma, ringraziando la D’Urso per la collaborazione mediatica, e spiegando che apparirà nella puntata di questa sera. Quando, però, la Bislacca di Cologno ricorda anche a Nora il suo passato nella prima edizione, l’ex pupa va su tutte le furie per l’associazione con Francesca Cipriani: “Io non sono come lei”, dice. Non vuole sentir ragioni, tanto che rinnega quasi il suo passato: “Io non sono così nella vita privata”, e poi era un gioco divertente, ma ho fatto quel programma perchè mi pagavano, facendo intendere che gli autori de La Pupa e il Secchione le abbiano chiesto di fingere.

A quel punto, però, la D’Urso si dissocia, chiedendo a Nora dei chiarimenti. Lei smentisce, pur continuando ad affermare di non essere “cretina”, ma di aver accettato di prendere parte a cotanto programma “perchè ero sul lastrico, avevo solo 500 euro in banca”. “Ma non ho fatto solo quello” - si difende - “ho fatto anche una fiction dopo”, continuando a denigrare la Cipriani per la sola caratteristica di cui tutti si ricordano di lei, la settima di seno ‘made in silicon’ e per aver deciso di fare quel gioco “dopo anni che sei in tv”.





25
aprile

MAI DIRE PUPA: LA GIALAPPA’S BAND TORNA SU ITALIA1 TRA LE POLEMICHE

Gialappa's Band

Dopo il successo riscosso con Mai dire Grande Fratello, appendice comica del Grande Fratello che ha certamente aiutato la decima edizione a decollare dopo un inizio non proprio esaltante, la Gialappa’s Band ritorna sugli schermi di Italia1 da questa sera, domenica 25 aprile, alle 00.45 con Mai dire Pupa per commentare, a modo suo ovviamente, le gesta dei prodi concorrenti de La Pupa e il Secchione. Un ritorno tra le polemiche visto che i tre fino a pochi giorni fa non sapevano della cancellazione da Radio2 di Rai Dire Gol, irriverente programma radiofonico che ha seguito fino al 2006 tutte le partite dei Mondiali di Calcio. In un’intervista a Luca Dondoni per La Stampa (da noi ripresa), Marco Santin ha espresso tutto il proprio rammarico per la decisione di Flavio Mucciante, reo di averli epurati e sostituiti (con Simona Ventura) senza avviso. Non si è fatta attendere la risposta del Direttore di Radio2:

“Fino a poco tempo fa pareva quasi certo che la Gialappa’s avesse concluso un accordo con Sky per commentare le partite dei Mondiali di calcio. Per noi l’unica possibilità sarebbe stata quella di ritrasmettere su radio il segnale televisivo, cosa che è impensabile. Non corrisponde affatto alle nostre linee editoriali, noi vogliamo una radio con una forza propria.”

Mucciante ha tenuto inoltre a precisare che Simona Ventura seguirà sì i Mondiali su Radio Rai, ma non su Radio2:


24
aprile

INTERVISTA A PAOLA BARALE. LUNEDI, SU DAVIDEMAGGIO.IT

Paola Barale, intervista

Lunedi, su davidemaggio.it





18
aprile

LA PUPA E IL SECCHIONE 2: LE FOTO DELLE PUPE


18
aprile

LA PUPA E IL SECCHIONE, IL RITORNO: ECCO I CONCORRENTI (FOTO)

La pupa e il secchioneIl ritorno“, lente d’ingrandimento sui protagonisti. Dopo avervi fornito informazioni e regole di gioco del comedy show di Italia1 che inizierà alle 21:00 di oggi, domenica 18 aprile, DM vi fornisce un identikit dei suoi concorrenti. Sette bellissime ragazze, un po’ frivole e decisamente fashion victim, e altrettanti giovani cervelloni, topi da biblioteca con la sindrome di Fantozzi. Iniziamo a conoscerne abitudini, manie, interessi, trasgressioni e vizi, in attesa di vederli combinati a coppie a partire proprio dalla prima puntata. 

Partiamo dalle pupe, ragazze tra i 19 i 28 anni che sognano il mondo dello spettacolo, trascorrono il loro tempo tra vetrine di negozi, massaggi e discoteche, dormono con sottovesti di pizzo e ancheggiano con sensualità su tacchi 12, minimo. Segno distintivo: una bellezza stratosferica.

Pasqualina Sanna, 19 anni. Una vita fatta di aperitivi e serate in discoteca. Si sveglia tardi la mattina e non fa nulla, in casa e nella vita in generale. Crede che l’immagine sia ‘tutto’ in questa società.

Elena Morali, 20 anni. Non riuscirebbe a vivere senza il suo parrucchiere, si descrive “svampita e permalosa”. La cultura? “Una noia mortale”.

Francesca Lukasik, 23 anni. Per lei l’amore è “un panino con la nutella che ogni tanto mi concedo” . Non legge i quotidiani perché “la carta mi sporca le mani e me le secca”.

Maria Teresa Lombardo, 20 anni.  adora i massaggi (“quando me ne fanno uno vorrei fermare il tempo”), non si dedica all’istruzione perché non crede che “sapere qualcosa di tutto aiuti più di tanto” e non si informa, tanto “se succede qualcosa di grave me ne accorgo, perché sento i vecchietti parlarne alla fermata  del bus o c’è mia mamma che lo racconta”.

Monica Ricchetti, 23 anni. Sogna di diventare “manager di se stessa, come Paris Hilton”. Vive la cura del corpo come un “lavoro” e sui quotidiani legge solo l’oroscopo.

Ludovica Leoni, 28 anni. Si ritiene un po’ “snob”, dedica a se stessa buona parte della giornata, non potrebbe mai fare a meno di “tacchi e specchi” e come “compagna di shopping” vorrebbe una carta di credito illimitata.

Florina (Flo) Marincea, 26 anni. Pensa che la cultura sia “una cosa per vecchi” e che le mostre siano “troppe cose esposte senza senso”. Nella vita, però, ha un obiettivo: “conquistare chiunque, indipendentemente dal fatto che mi piaccia o meno”.

I secchioni dopo il salto:


17
aprile

MARIA TERESA LOMBARDO, LA PUPA E IL SECCHIONE 2

Maria Teresa Lombardo, Pupa e Secchione 2Età: 20

Luogo di nascita: Torino

Vive a: Torino

Stato civile: nubile

Altezza: 172 cm

Peso: 53 Kg

Studi effettuati: diplomata al liceo socio-psico-pedagogico

Lavoro: animatrice nei villaggi turistici, cubista, ragazza immagine, modella e coniglietta di Playboy

Hobby e Sport: Ama ballare. Ha praticato la pallavolo, la danza classica, il funky,  l’hip hop e adesso ha iniziato un corso di nuoto.

Cura molto il suo look e dedica molto tempo alla cura del corpo. Sin da piccola ha sempre sognato di lavorare in tv, saliva sui tavoli e ballava gli stacchetti delle veline. Ha un sogno:  diventare una valletta”. Si definisce sincera e diretta: “So che a volte è un difetto, ma dico sempre ciò che penso e preferisco tacere piuttosto che dire una bugia. E poi non sono capace di mentire, divento tutta rossa e inizio a ridere in modo incontrollato”, testarda, permalosa e “brava a rigirare la frittata”, ma anche molto sensibile e altruista. “Se posso aiutare qualcuno lo faccio senza volere nulla in cambio”, Molto legata alla sua famiglia, tende a fidarsi incondizionatamente mostrando anche la sua fragilità e insicurezza. Le piace ridere dei propri difetti perché si trova buffa e le piace essere  autoironica. Ama la moda, trascorre ore davanti alle vetrine e nei negozi a scegliere cosa comprare. Maria Teresa ha una vera e propria fobia per i peli sulle gambe, una “cerettadipendente”: “Il solo pensiero di avere le gambe come una scimmia mi fa venire la pelle d’oca”.