Italia's Got Talent


9
febbraio

I MIGLIORI ANNI VS ITALIA’S GOT TALENT: ANNA OXA E ALESSANDRO SIANI DA CARLO CONTI, “VITTIMA SACRIFICALE” CONTRO LA CORAZZATA DI CANALE5

Uno degli spogliarelli di Italia's got talent 4

Siamo già alla quarta sfida tra I migliori anni e Italia’s got talent e inevitabilmente è già tempo di un primo bilancio. E’ lo stesso direttore di Rai1 Giancarlo Leone a commentare gli ascolti del sabato sera in occasione della conferenza stampa di presentazione di Sanremo, che farà stoppare i due show del sabato sera delle ammiraglie Rai e Mediaset: veniamo a sapere che il programma di Conti è la “vittima sacrificale” mandata allo sbaraglio contro Italia’s Got Talent, contro il quale nessuno vuole scontrarsi sottolineando come i risultati ottenuti fin qui dallo show di Rai 1 sono in linea con quelli della precedente edizione, quando contro non c’era il talent di Canale5 che sette giorni fa ha sfondato il muro degli 8 milioni di spettatori.

Per la tv di Stato va bene così, insomma. E intanto prolifera il parterre di Conti: questa sera si riassaporeranno gli anni ’60 con Orietta Berti e si sognerà con i successi senza tempo di Francesco De Gregori. Ospite anche Anna Oxa, ancora col dente avvelenato per l’esclusione dal Festival. Ritorna in video la meteora Valeria Rossi e poi spazio alla comicità di Alessandro Siani. Sul palco de I Migliori Anni anche un’indimenticabile coppia di poliziotti: David Soul e Paul Michael Glaser, in arte Starsky&Hutch.

Continua, intanto, “Canzonissima” con Alexia, Luca Barbarossa, Karima, Marco Masini, Mietta, Paola&Chiara, Povia ed Enrico Ruggeri. Questa settimana Karima renderà noto il suo inedito, mentre a contendersi il primo posto sono Povia con “Tanta voglia di lei”, Marco Masini con “Vivo per lei” e Luca Barbarossa con “Vita”. Chi la spunterà? Gli otto cantanti dovranno vedersela con i 100 ragazzi in studio e con i 50 giurati che dalla sede Rai di Firenze voteranno sotto la guida di Pamela Camassa.




3
febbraio

ITALIA’S GOT TALENT 4: FRA CASI UMANI E LACRIME

Italia's Got Talent-la giuria

Un altro turbine di esibizioni e di talenti per la quarta puntata di Italia’s Got Talent segnata, anche stavolta, da lacrime e casi umani. Da concorrenti con alle spalle una storia forte e drammatica, spesso passe-partout per proseguire la gara, ad artisti desiderosi di mettersi in gioco elaborando performance sempre più ricercate e originali, i giudici Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi si divertono e apprezzano le nuove e vecchie proposte, come Mister tapis roulant Roberto Deri e la sua velocità 9, non necessaria, però, per passare il turno; Bruno Orlando, autore del nuovo tormentone trash “Cozza, vino, cozza”; Patricia Bordes, già vista in quel di X Factor, performer straordinariamente disastrosa; e, infine, il principe Kelum Giordano, ghiotto di cavallette, vermi e scarafaggi vivi nonché concorrente mancato de La Talpa.

Ecco i concorrenti che hanno passato il turno:

Gli Sturdust – acrobazie e salti su un tappeto gonfiabile gigante per un gruppo di giovani artisti nonché nuovi sfidanti della forza di gravità. Malgrado il ripetuto invito dei concorrenti a Gerry Scotti con la speranza che si cimentasse nella prova, il giudice non ha ceduto alla tentazione regalando, però, il suo “si” insieme a quello di Maria e Zerbi.

Sara Venerucci e Danilo Decembrini – la coppia di sposi di Rimini propone, sulle note di “Skyfall” di Adele, una suggestiva e delicata performance sui pattini dimostrando, malgrado le anguste dimensioni del palco, una maestria e una leggerezza davvero invidiabili. Tre “si” anche per loro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


2
febbraio

I MIGLIORI ANNI VS ITALIA’S GOT TALENT: LA VANONI, PIPPI CALZELUNGHE E AMENDOLA “SALVERANNO” LO SHOW DI RAI1?

I migliori anni - Carlo Conti e Patty Pravo

Partiamo dai dati di sette giorni fa e quindi dalla vittoria schiacciante di Italia’s got talent nella seconda sfida del sabato sera “contro” I migliori anni. Lo spread tra i due programmi non si è ridotto, bensì è aumentato fino a toccare i 12 punti (30.2% per Canale5, 17.88% per Rai1). Un risultato al limite della sufficienza per Carlo Conti che stasera dovrà cercare di non peggiorare la performance della sua trasmissione contro la corazzata del Biscione.

Continua la Canzonissima 2.0 con Alexia, Luca Barbarossa, Karima, Marco Masini, Mietta, Paola&Chiara, Povia ed Enrico Ruggeri. A contendersi il primo posto in classifica Marco Masini e Povia: la sfida sarà tra “Bella senz’anima” di Riccardo Cocciante e “Amico” di Renato Zero. Si scoprirà il pezzo più gradito dai navigatori in rete che, per tutta la settimana, hanno votato i tre brani preferiti sul sito della trasmissione e poi riprenderà la gara.

Gli ospiti di questa settimana saranno Ornella Vanoni e Claudio Amendola che ripercorreranno le tappe salienti della loro carriera. Il sound anni ‘70 riecheggerà nello studio con “Bella da morire” degli Homo Sapiens e “Last train to London” e “Confusion” degli The Orchestra starring Elo. E ancora ci saranno Robertino, Daniel Sentacruz Ensamble e Giuliano dei Notturni. Grazie a Inger Nilsson inoltre si rivivranno le simpatiche avventure di “Pippi Calzelunghe”.





27
gennaio

ITALIA’S GOT TALENT. E SE LI TENESSE

Fabio Damiani e Manuel Buttarelli

Terza puntata di Italia’s got talent. Ora noi sappiamo che questo programma ha fan attaccati al televisore manco fossero koala a un albero. Ed è per loro che vogliamo batterci. Eccoci qui, pronti a firmare per farli dichiarare “spettatori protetti“. Siamo disposti anche all’inserimento di firme false, nella consapevolezza che Striscia La Notizia potrebbe smascherarci.
Comunque, a loro dedichiamo questo post che ripercorre i momenti salienti della terza puntata con la lista delle esibizioni ammesse. Per non dimenticare.
  • Face of Disco. Ballano hip hop indossando maschere di personaggi famosi. Il commento di Gerry Scotti è che “sono credibili”. E pensare che noi abbiamo visto due che ballavano con le facce della Merkel e di Monti.
  • Il signor Nino porta sul palco di Italia’s Got Talent il pappagallo Chiquito, che dice “ciao”, fa il verso dell’asino al posto di quello del cane e muove l’ala come fosse il mantello di Dracula. Non vediamo l’ora di rivederli entrambi. Contiamo i minuti. I secondi. I decimi di secondo.
  • Roberto Deri si esibisce sul tapis roulant in movimento lento prima. Poi a grande richiesta, i giudici gli fanno aumentare la velocità. Il giudice cardiologo.
  • Gli Eventi Verticali sono i due fratelli che hanno protetto il televisore dalle capocciate con cui l’avremmo inevitabilmente colpito. Arrampicandosi su una parete verticale diventano parte integrante e viva di scenografie varie. Se con loro ci fosse stato Tom Cruise sarebbero riusciti nella Mission Impossible di alzare la media del programma. Ma tra Scientology e il nuovo set, Tom è rimasto a Hollywood.
  • Stefano Giomi passa il turno con un’esibizione che è come le pennette alla vodka. Anni 80. Il ventriloquo. Come pupazzo, usa il suo braccio e la sua mano acchitati con boa, portamonete e occhiali da sole. Si chiama Mina e canta “Come tu mi vuoi”. Non diteci che non era un ventriloquo, perché stasera ci sentiamo già abbastanza destabilizzati.
  • I retroscena portano sul palco una performance di illusionismo, che quest’anno a Italia’s Got Talent “si portano”, come l’anno scorso gli uomini volanti. L’esibizione prende spunto da matrix ping pong, un’esibizione di you tube, rivisitata da sette ragazzi in chiave comica. Ok. Ci siamo illusi. Passiamo oltre.

26
gennaio

I MIGLIORI ANNI VS ITALIA’S GOT TALENT: SI RIDURRA’ LO “SPREAD” TRA I 2 PROGRAMMI?

I migliori anni - Carlo Conti con Paola & Chiara

Un milione e mezzo di spettatori, quasi il 7% di share: è questo (più o meno) lo “spread” tra Italia’s got talent e I migliori anni che si sono scontrati per la prima volta sabato scorso. Stasera una nuova sfida e Carlo Conti dovrà cercare di ridurre il differenziale con il talent show di Canale5 che, con la carrellata di esibizioni montate ad arte, sta ottenendo ottimi risultati.

I telespettatori di Rai1 attenderanno il verdetto della prima manche di Canzonissima. In pole position, con un netto distacco sugli avversari, Marco Masini con il suo nuovo arrangiamento di “Una carezza in un pugno”. Ma la gara non finisce qui. Masini, Alexia, Luca Barbarossa, Karima, Marco Masini, Mietta, Paola&Chiara, Povia ed Enrico Ruggeri torneranno a contendersi la vittoria con la propria interpretazione delle hit degli anni ’60, ’70, ’80 e ’90 e saranno tre le giurie pronte a votarli: i 100 ragazzi presenti in studio, i 50 giurati dalla sede Rai di Milano, dove ad attendere il collegamento con lo studio ci sarà Pamela Camassa, e infine il popolo del web.

Ma Canzonissima non basta e così una folta schiera di ospiti è pronta a salire sul palco de I migliori anni. Sono attesi Patty Pravo che diventerà la regina del sabato sera e riproporrà le più belle canzoni della sua carriera, i Los Marcellos Ferial, vincitori del “Disco per l’estate” del 1964 e i Righeira, trionfatori del Festivalbar 1985. Inoltre  l’attrice Claudia Cardinale racconterà gli episodi più significativi della sua lunga carriera.





19
gennaio

I MIGLIORI ANNI VS ITALIA’S GOT TALENT: CHI VINCERA’?

Il cast de I migliori anni

Hanno riposato un anno intero ma ora è il momento di tornare in campo. I migliori anni di Carlo Conti affronteranno da stasera l’Italia’s got talent di Canale5, dando vita ad una sfida senz’altro difficile: l’ultima edizione è stata piuttosto debole con una media di ascolti attestatasi attorno al 18% di share. Il rinnovamento è nel segno di Canzonissima: otto cantanti fissi prenderanno parte a una gara interpretando le canzoni del passato (qui il cast). Questa nuova formula appassionerà il pubblico di Rai1?

Il direttore di rete, Giancarlo Leone, durante la conferenza stampa di presentazione del programma, non si è sbilanciato sugli obiettivi d’ascolto ma ha sostenuto che in un sistema in cui l’intrattenimento del sabato sera raccoglie tra il 50 e il 55%, quello che non fa Italia’s got talent lo dovrebbe fare I migliori anni. Sabato scorso i talenti d’Italia hanno esordito con ben 7.253.000 spettatori pari al 30.93% di share: calcolatrice alla mano Rai1 dovrebbe oscillare, salvo sorprese, tra il 20% e il 25% di share (secondo Leone!). Ma tutto è possibile: Conti può contare, perdonate il gioco di parole, su Massimo Ranieri come ospite della prima puntata.

Su Canale5 continua la carrellata di maghi, poeti, cantanti, ballerini, contorsionisti, musicisti, acrobati, attori, equilibristi, esperti nelle discipline più curiose ed originali, che trovano un’occasione per mostrare le loro abilità. A giudicarli, come sempre, Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi.


13
gennaio

ITALIA’S GOT TALENT. AND WINE. PER FORTUNA

Italia's got talent

Prima puntata di Italia’s Got Talent 4. Si va in onda il sabato sera, quindi prima della visione mettetevi in modalità nazional-popolare con tutti i pori emozionali ben aperti e abbandonate i preconcetti di quelli che “io accendo la tv solo per guardare Report, poi la uso solo per dare un tocco moderno al salone arredato con mobili Luigi XV”. E poi magari stappate una bottiglia di vino. Così, quando arriva un concorrente tipo il Cantacuoco…Ca inizierete a cantare “le tagliatelle di nonna Pina” come se non ci fosse un telecomando per cambiare canale.

L’ambiente è easy, di quelli che se ci scappa un commento sulla testa pelata di Rudy Zerbi, l’accusa non sarà di attentato tricologico aggravato come quando notiamo che sulla testa di Saviano nemmeno l’ombra di un pelo, per dire uno. E potremmo pure arrivare a fare una critica alla giacca, senza correre il rischio di essere colpiti dalle pietre preziose che la decorano e che non sono esattamente la quintessenza della discrezione. Comunque, tornando a IGT, il programma nasce da una intuizione di Maria De Filippi, che ha visto il format britannico e ha voluto portarlo in Italia. “C’avete solo Susan Boyle”, questo il grido di battaglia di Maria durante la preparazione del talent. Poi si è ridimensionata. Dopo Angela favolosa cubista, probabilmente.

IGT, in ogni caso, ha un merito. Esistono infatti alcune categorie di persone che per età, esperienze e casi fortuiti non rientrano né in Amici né in Uomini e Donne né in Zelig. E che mica la Fornero si è presa in esclusiva tutti gli esodati? A Italia’s Got Talent è bastata la prima edizione del programma per ottenere la fiducia del pubblico e risolvere il problema. L’origine anglossassone comporta una struttura lineare e minimal del programma. Perché per gli inglesi vanno bene le facce di William e Kate su parannanze e porcellane, ma poi in tv solo lo strettamente necessario, che tutto il resto è kitsch. Così, due conduttori in un angolo, almeno fino a quando non arriverà Pippo Baudo a dire “nessuno può mettere un conduttore in un angolo”, e tre giudici a valutare le performance dei talenti italiani.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


12
gennaio

ITALIA’S GOT TALENT 4: PRIMA PUNTATA IN DIRETTA WEB SU DM

I giudici di Italia's Got Talent

La caccia al successore di Stefano Scarpa, il campione in carica, può ufficialmente iniziare. Scatta questa sera, su Canale 5 a partire dalle 21.10, la quarta edizione di Italia’s Got Talent, il fortunato talent show condotto per il secondo anno da Simone Annicchiarico e Belen Rodriguez. Occhi puntati, ovviamente, sulla giuria, sempre composta da Rudy Zerbi, Maria De Filippi e Gerry Scotti.

Lo spettacolo, almeno sulla carta, sembra assicurato, tra prove di memoria e di abilità, esibizioni di ballo e di canto, illusionismo e magia, combattimenti di arti marziali e tante altre discipline, le più impensabili o addirittura mai viste prima. Ed è un pò questo che ha fatto il successo del programma, mai uguale a se stesso, nonostante un meccanismo fin troppo ripetitivo.

La speranza, in casa Mediaset, è che il responso degli ascolti sia tale e quale a quello dello scorso anno. Carlo Conti permettendo… Ci riuscirà?

ATTENZIONE: per commentare su DavideMaggio.it non è necessario registrarsi. Tuttavia, per evitare di inserire per ciascun commento il proprio nick e indirizzo email, consigliamo la registrazione per la quale è necessario un minuto scarso del vostro tempo. Potete registrarvi qui. E’ necessario utilizzare un indirizzo email valido al quale verrà invita la password per l’accesso.

AFFILATE LE TASTIERE

ITALIA’S GOT TALENT E’ LIVE SU DM DALLE 21

Ore 21.07: Inizia Italia’s Got Talent 4 con Simone Annicchiarico e Belen Rodriguez che salutano i tre giudici, già in postazione. Si parte subito con la prima esibizione, che richiede spazi aperti. La giuria viene invitata ad uscire dallo studio. Il performer è Alessandro Barbero, 29 anni di Cuneo, che “vola” con la sua bmx. “Da brivido” è il commento di Maria De Filippi. Il ragazzo passa con tre Si.

Ore 21.16: Si torna in studio. Tocca ad Alessandro Scarpa, 40 anni da Roma, felicemente single. Dice di avere un talento nel canto… di Julio Iglesias (“Se mi lasci non vale”). Diverte ma non convince. Insomma, il talento è altra cosa. Tre No. Arriva Michael K Pax dal Friuli, fa l’ntrattenitore mentale ed indovina le parole scritte in un libro ad una determinata pagina (scelta da lui). Scotti tenta lo “smascheramento” del trucco. Confusione e genio al tempo stesso? “Non capisco come ci stai fregando?” dice Rudy Zerbi. Non passa.

Ore 21.30: Tocca ad Antonio Spagnolo, coltivatore diretto. “Collaudatore di letto?” chiede Gerry Scotti. Balla. Anzi no, canta. Non lo sa nemmeno lui. Alla fine decide di rotolarsi sul palco e spiega (ma in realtà non si capisce quando parla): “Dentro questa esibizione c’è Panariello, Fabrizio Corona e Fiorello”. Poi accenna “A modo mio”. Per Maria è un pò paraculo. Tre No.

Ore 21.36: E’ il turno del brindisino Davide Zongoli (già concorrente nella scorsa edizione), ballerino professionista ma anche acrobata. “Appeso” ad un elastico riesce a mantenere la posizione, danzando con una innaturale leggerezza. Passa con tre Si. Pubblicità.