Isola dei Famosi


2
novembre

RAI UNO E RAI DUE NEL 2010: DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA

Novità 2010 RAI

E’ ancora il Giornale di Vittorio Feltri ad anticipare, in un articolo di Laura Rio, le prime indiscrezioni sui palinsesti 2010 delle prime due reti Rai. Mauro Mazza e Massimo Liofredi avranno l’arduo compito di massimizzare gli ascolti e i guadagni pubblicitari con produzioni dal basso costo o dal successo assicurato, affinchè si argini il debito che incombe sull’azienda pubblica e che ha già influenzato il Piano di Produzione 2009 e 2010 di RaiFiction.

Tanti ritorni, molte conferme, poche facce nuove e nessun vero big: questo in sintesi il palinsesto di RaiUno che il neo Direttore sta definendo e che proporrà presto al DG Mauro Masi e al consiglio di amministrazione. A dicembre seconda sperimentazione per il talent lirico Mettiamoci all’opera, già visto la scorsa estate sulla stessa rete e apripista di un genere che piace a Mauro Mazza. I venerdì post-natalizi saranno in mano ai Raccomandati di Pupo, con la co-conduzione (in forse) di Valeria Marini ed Emanuele Filiberto, che lasceranno il posto, in garanzia, ad Eleonora Daniele (già alla guida di UnoMattina con Michele Cucuzza) e al suo show nostalgia Ciak si Canta!, vera rivelazione (in ascolti) dello scorso gennaio.  La discussa 60esima edizione del Festival di Sanremo, condotta dalla brillante Antonella Clerici (con le guest star non confermate Paolo Bonolis e Rosario Fiorello) avvierà ufficialmente a febbraio le danze degli ascolti.  Al sabato confermatissimo Ballando con le stelle, forte del successo riconquistato nel 2009, seguito – dopo la fatica sanremese – da Antonella Clerici e il  babytalent Ti Lascio una canzone. Pausa scontata per Affari Tuoi a marzo ma non per Endemol Italia che, in coproduzione con la Rai, riproporrà I soliti ignoti, alla cui guida si vocifera possa approdare Pino Insegno.

Max Giusti, ufficialmente nuovo volto di rete, sarà alla guida di un talent show sullo stile de I Raccomandati che contrasterà quasi sicuramente  l’adattamento italiano di Britain’s Got Talent firmato da Maria De Filippi e Gerry Scotti. Niente pausa in prima serata per Carlo Conti che,  forte del successo de I Migliori Anni, avrà campo libero e potrà coronare il sogno di uno spettacolo comico. Parlando di comici spicca ancora il nome di Pino Insegno a cui Mauro Mazza vuole affidare uno show sperimentale (fuori garanzia) in due puntate.




30
ottobre

TRANS CONDICIO: QUALE FUTURO (TELEVISIVO) PER PIERO MARRAZZO?

Piero Marrazzo - Trans Condicio

Mentre nelle case degli italiani si è appena conclusa la “caccia al trans” del Grande Fratello grazie al nostro scoop, nei corridoi di Magnolia fervono i preparativi per la prossima edizione dell’Isola dei Famosi. E se pure i rotocalchi televisivi “iniziano le prove tecniche” per il reality della Mona nazionale – per altro proponendo servizi (molto) vuoti e (poco) esclusivi – come facciamo noi ad esimerci dal commentare i “lavori in corso” in quel di via Mecenate?

Non possiamo, appunto. E mentre Gori & Co tengono le bocche ben cucite, in nostro soccorso arriva il prode (e senza contratto) Bruno Vespa che, nelle ultime due puntate di Porta a Porta, si è dilettato tra gli stimati ospiti  (Candida Morvillo e Vladimir Luxuria, per fare dei nomi) nel parlare dell’argomento caldo del momento. Non parliamo di Elio Letizia e la figlia neoattrice Noemi, nè di Patrizia D’Addario e delle colleghe escort di Palazzo Grazioli – per cui Simona ha già sentenziato e non c’è proprio nulla da fare. E neanche del rinato Graziano Mesina che a 67 anni, dopo 40 passati in carcere, necessita urgentemente di una vacanza (pagata) ai Caraibi (ammesso che sia a conoscenza che si tratti di un reality).

In periodo di crisi, si sa, le porte dell’Isola sono aperte a tutti, soprattutto se veramente famosi e fuori dal comune. E se lo scorso anno è stato il turno della transgender Vladimir Luxuria, la cui vittoria le ha permesso di ergersi ad intellettuale rappresentante del mondo omosessuale (oltre che di accedere al fantastico mondo delle ospitate, la cui leader indiscussa – però – rimane Alba Parietti), il prossimo anno, siamo certi, i tempi son maturi per portare sull’Isola il mondo degli etero curiosi, di cui Piero Marrazzo ne è ora guida spirituale. Un’occasione unica, che permetterebbe all’ex giornalista Rai di ergersi a neo rappresentante ufficiale dei di(s)messi “utilizzatori finali” e di rinascere a seconda vita televisiva. A patto che la stessa Luxuria non venga scelta come inviata, meglio scongiurare i conflitti di interesse…


27
ottobre

ISOLA DEI FAMOSI 7, GRAZIANO MESINA: “HO 67 ANNI e 40 LI HO PASSATI IN GALERA, QUALCHE SETTIMANA AI CARAIBI NON MI DISPIACEREBBE”.

Graziano Mesina, Isola dei FamosiPer mantenere in piedi un buon “cast da reality”, si sa, bisogna osare e puntare su un caleidoscopio di personaggi variegati e, magari, fuori dal comune. Se dovessimo fare un ipotetico ”album di figurine” con tutti i personaggi ”extra-ordinari” che ci vengono proposti, ci sarebbe di che divertirsi: imprenditore fallito? “Ce l’ho”; porno-star? “Ce l’ho”; transessuale (vero, presunto o operato)? “Ce l’ho”; Persona non vedente? “Ce l’ho”; ex bandito? “Mi manca”. E l’occasione diventa ghiotta.

Sarà forse questo il ragionamento che spinge la casa di produzione Magnolia e l’entourage de “L’Isola dei Famosi 7“, a non smentire (come aveva già fatto per l’acclamata Noemi Letizia) la notizia del presunto sbarco, sul programma di Raidue, di Graziano Mesina (leggi qui). E’ vero che non è ancora arrivata conferma ufficiale dell’arruolamento dell’ex rapitore, ma è altrettanto vero che il redento “Grazianeddu” continua a mandare segnali inequivocabili circa la sua volontà di partecipare.

Ne dà ulteriore conferma il settimanale “Oggi” al quale il papabile naufrago dichiara: ”Certo che mi piacerebbe partecipare all’Isola dei famosi. Ho 67 anni e 40 li ho passati in galera. Io non ho vissuto. Ecco perché qualche settimana ai Caraibi non mi dispiacerebbe“.





20
ottobre

L’ISOLA DEI BANDITI GRAZIATI: GRAZIANO MESINA PRONTO A NAUFRAGARE SULL’ISOLA DEI FAMOSI

Graziano Mesina - Isola dei Famosi

Chissà come accoglieranno la notizia i compagni d’avventura quando apprenderanno che quest’anno, per la settima edizione dell’Isola dei Famosi, si troveranno a braccetto con l’ex primula rossa del banditismo sardo, il re del Supramonte di Orgosolo. E già, Graziano Mesina, dopo 40 anni trascorsi in carcere e 5 da latitante, sembrerebbe pronto a passare da un’isola, la sua, ad un’altra, ben più famosa.

E noi che aspettavamo una repentina smentita da un altro boss, quello decisamente più buono di Magnolia, Giorgio Gori, ci siamo dovuti ricredere: la casa di produzione del più bel reality della penisola si limita a “non confermare”. Alias, ci sono buone probabilità che Graziano Mesina sull’Isola dei Famosi ci finisca davvero anche lo stesso “Grazianeddu” si affretta a chiarire: “Nessuno mi ha ancora ufficialmente contattato, ma se dovessi partecipare all’Isola dei famosi non vorrei trovarmi nelle sabbie mobili o in mezzo ai serpenti. Ho letto anch’io la notizia sui giornali, ma per ora non c’è niente. Se mi chiameranno, vedremo. Devo fare alcune valutazioni sia sul posto dove si svolgerà la trasmissione, sia sul senso della mia eventuale partecipazione”. Un modo per difendere probabilmente la propria partecipazione, vista la proverbiale riservatezza che contraddistingue il cast del reality di Simona Ventura. Altre fonti, infatti, sono pronte a giurare che sia stato contattato per entrare a far parte del cast del programma ma non abbia ancora firmato alcun contratto. “Se mi chiamano, sono pronto” avrebbe difatti dichiarato ad un’amico che, appresa la notizia da La Nuova Sardegna, lo avrebbe immediatamente contattato.

Dopo un’iniziale sconcerto, la domanda che ci poniamo è semplice: “Perchè no?“. Dopo anni in cui hanno preso parte ai reality “avanzi catodici” d’ogni tipo, l’ex bandito, forse, potrebbe affrontare con più dignità di tanti altri ”colleghi isolani” il catodico naufragio. D’altro canto, la stessa Simona Ventura ce l’aveva detto a chiare lettere: “Per il momento le donne sono molto forti e stiamo cercando gli uomini all’altezza” (qui tutta l’intervista). Se le premesse sono queste, l’eco mediatica dell’Isola mediatica più celebre del belpaese non avrà paragoni.

E sull’Isola potrebbe regnare almeno un po’ di ordine. Sempre che Mesina non decida di evadere anche da un’isola deserta.

Sei favorevole alla partecipazione di Graziano Mesina all'Isola dei Famosi?

Loading ... Loading ...


16
ottobre

RAIUNO A TUTTA FICTION CONTRO IL GF10. L’ISOLA DEI FAMOSI POSTICIPATA A FINE FEBBRAIO

Grande Fratello 10

Non c’è stagione televisiva senza isole sperdute, case spiate, lotta alla sopravvivenza (e alla fama), ragazzi in cerca di successo e vip pronti a rimettersi in gioco. Sono i casi televisivi degli ultimi anni: da una parte il Grande Fratello pronto a festeggiare i dieci anni da lunedì 26 ottobre, dall’altra L’isola dei famosi, giunta alla settima edizione. Reality show di punta di casa Rai e Mediaset, ogni anno, grazie a personaggi interessanti e a storie nazional-popolari, riescono a tenere incollati allo schermo milioni di telespettatori, riempire pagine di giornali e impegnare anche gli opinionisti più restii al talk show. Ma quest’anno sono cambiate le carte in tavola: il Gf gioca d’anticipo coprendo così le due garanzie (autunnale e parte della primaverile) e l’Isola lascia la collocazione autunnale (in favore di un X Factor sottotono) per debuttare a inizio 2010.

Due produzioni così importanti richiedono una programmazione e una controprogrammazione adeguata. Lo sa bene Raiuno, la quale, visti gli ottimi risultati (Tutta la verità con il 27% di share), continuerà a puntare sulla fiction cercando di contrastare al meglio il decennale del Gf. Per il debutto del Gf10 Raiuno schiera la miniserie Le segretarie del sesto con Claudia Gerini, Micaela Ramazzotti, Antonia Liskova, Tosca D’aquino e Franco Castellano nel ruolo di Romeo, come accadeva qualche anno fa in Commesse. La fiction, prodotta da Edwige Fenech, ricorda proprio la “vecchia” produzione con Sabrina Ferilli e Veronica Pivetti che allora aveva sbancato l’auditel. Una storia sul mondo femminile in trasformazione, tra lavoro e vita privata.

Dopo le minierie Le segretarie del sesto (25 e 26 ottobre) e Pinocchio (1 e 2 novembre), e un probabile speciale Porta a porta previsto il 9, sarà la famiglia Martini di Un medico in famiglia a sfidare i nuovi concorrenti della casa più famosa d’Italia per due lunedì (16 e 23), pur mantendendo anche la collocazione al martedì sera (gran finale previsto per martedì 24). Quale casa, in entrambi i casi affollata (per il Gf si parla di 40 concorrenti), sceglieranno gli italiani? Come dimostrano i dati delle ultime settimane gli italiani sembrano avere un debole per la fiction, che secondo il parere di alcuni, potrebbe essere segno della mancanza del più grande romanzo popolare televisivo, vale a dire L’isola dei famosi.

Ma quale sarà il destino catodico dei naufraghi-vip e di Mona Nostra?





7
ottobre

ISOLA DEI FAMOSI 7: CHRISTIAN VIERI CHIEDE DUE MILIONI DI EURO PER “PERDERE LA FACCIA”

Christian Vieri (L'Isola dei Famosi)Si direbbe che la costanza non sia mai stata un punto di forza di Christian Vieri: si sa, frenetico globe trotter, in vent’anni e più di carriera l’attaccante italoaustraliano ha vestito almeno quindici casacche, da quella azzurra dei Marconi Stallions a quella nerazzurra dell’Atalanta, indossata fino ad un annetto fa prima di appendere le scarpette al proverbiale chiodo. Dalla scorsa estate, poi, il Bobone nazionale s’è dato al poker professionista passando gli ultimi mesi  a zonzo su e giù per gli States in tour tra le fiches dell’Hold’em Texas. Ma, dicevamo, la costanza parrrebbe non essere un suo forte.

Stando a Chi, infatti, l’ex calciatore sarebbe già pronto ad abbandonare il tavolo verde per rispondere alla chiamata di Simona Ventura: sua grande fan, la Mona negli ultimi anni ha speso più di qualche parola di circostanza per sponsorizzare un suo ritorno in grande spolvero sui campi da gioco. E ora sembra sia disposta a spendere più di qualche spicciolo per assicurarsi la sua mastodontica presenza sull’Isola dei Famosi.

Un milione di euro lordi, a detta sempre del settimanale pettegolo di casa Mondadori, la cifra che la Magnolia di Giorgio Gori sborserebbe per blindare questo gran pezzo di naufrago con un contratto annuale; il doppio, due milioni, la cifra rilanciata da Christian Vieri per “perdere la faccia”, come andrebbe dicendo in queste ore alla sua ristretta cerchia di amici.


6
ottobre

SIMONA VENTURA SI SCUSA CON PAOLA PEREGO: “LA TRIBU’ UN CLONE DELL’ISOLA? POTEVO TENERMELO PER ME”

Simona Ventura (La tribù)

In fondo fu Paola Perego in persona a chiedercelo proprio qui, sulle pagine di DM: “Trash la Tribù? Come fate a dirlo ancora prima che il programma sia iniziato?” Giusto. Chissà allora cosa avrà pensato qualche tempo dopo Paola sentendo le speziate parole spese a riguardo della sua missione indiana dalla Ventura: “La Tribù? Un clone dell’Isola dei Famosi, disse Simona in conferenza stampa presentando ai giornalisti Quelli che il calcio; “Comunque bene, i cloni non sono mai fortunati e la gente davanti alla Tribù non farà altro che chiedersi «Ma quando inizia l’Isola, chiosò la presentatrice chivassese.

Poi, com’è noto, la Tribù di rimando in rimando alla fine è naufragata e, dal momento che si può essere anche dei pessimi vincitori, intervistata dal quotidiano Libero Simona Ventura ha trovato fosse opportuno fare un bel passo indietro. Così, sfoderando un esemplare quanto raro savoir faire (ragion per cui eviteremo di affrontare in questa sede la presunta s-mutandata live su Raidue domenica scorsa, ndDM), la show-woman ha fatto pubblica ammenda chiedendo elegantemente scusa alla collega: “Quell’esternazione potevo tenermela per me anche perché non avevo visto il programma, ha dichiarato la Mona con gran signorilità, “Mi scuso con Paola Perego e Presta, non era cattiveria: non puoi farlo un reality in un mese e mezzo, per l’Isola ci mettiamo un anno” – e in fondo come darle torto, considerando l’infausto destino karmico del reality di Canale5.

Resta solo da chiarire un dubbio: com’è, Simona, che dei concorrenti della Tribù non avresti voluto nessuno, mentre ora si fa con insistenza proprio il nome di un ex indiano, il principino Emanuele Filiberto, per la prossima Isola dei Famosi? Chissà che la prossima intervista esclusiva per il web di DM a Supersimo non ci sveli l’arcano…


30
settembre

ISOLA DEI FAMOSI 7: EMANUELE FILIBERTO PRINCIPE DEI NAUFRAGHI?

Emanuele Filiberto (Rai - Mediaset)

In effetti l’imitazione che ne fece tempo addietro Maurizio Crozza, con quell’italiano così caratteristico al limite dal naif, e con quella parlata così incespicante al limite del ‘dipietresco‘, potrebbe essere stata involontariamente rivelatoria: che forse forse il giovìn savoiardo confonda ‘reale’ – nel senso di ‘regale’, ‘regnante’ -, con ‘reality‘? Che forse forse maman Marina Doria  l’abbia spedito en Italie senza avergli debitamente spiegato la differenza abissale che corre tra un mancato erede al trono e un aspirante tronista?

Ché a questo punto non ce la sentiremmo di escludere a priori un futuro da principe regnante tra madama Cipollari e Gianni Sperti (il buffone di corte?) per Emanuele Filiberto di Savoia, considerato il curriculum messo insieme dal suo debutto televisivo sulle sacre sponde italiote: prima l’ultima edizione di Ballando con le stelle (vinta, peraltro); poi l’annunciata partecipazione alla Tribù – Missione India, cancellata in extremis per i motivi che ormai tutti saprete; ora, per la regola aurea del non c’è due senza tre, ecco che il nome dell’ultimo nipotino di Umberto II si starebbe facendo strada tra i papabilissimi per entrare nel cast di un ben più fortunato reality (e parliamo dell’Isola dei Famosi, bien sûr).

Ma Sua Altezza non avrebbe dovuto iniziare proprio a gennaio, e proprio su Raidue, un nuovo programma intitolato Manuale d’amore (qui per saperne più)? Eppure Diva e Donna di questa settimana anticipa sicura: Emanuele Filiberto naufrago per Simona Ventura. E per vil danaro. Pare infatti che la produzione sarebbe stata ben contenta di offrirgli il ruolo di inviato sull’isola – certo più consono al suo nobile lignaggio -,  ma che il principino abbia alfin deciso di partecipare al reality sul secondo canale in qualità di concorrente perché meglio retribuito. D’altronde, come risulta dalle lagne riportatevi non più tardi di ieri, per la Tribù il piccolo Savoia aveva rinunciato a Miss Italia, al programma di Vincenzo Salemme e a uno spot – con relativi compensi. E anche lui tiene famiglia, si sa.