Scherzi a Parte


20
maggio

SCHERZI A PARTE: MARIA DE FILIPPI, PAOLA PEREGO E NOEMI TRA GLI OSPITI DELL’ULTIMA PUNTATA

Scherzi a Parte

Chiusura col botto per l’ultima puntata di Scherzi a Parte che, dopo un’edizione tutt’altro che eccezionale sotto il profilo degli ascolti, tenta di congedarsi dal pubblico con quell’agognata vittoria che Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu aspettano dal 9 aprile quando – in occasione della seconda puntata – al varietà di Canale5 bastaro 4,1 milioni di spettatori per battere Rai1 che quella sera proponeva la pellicola Alice in Wonderland.

Ed invero, terminata la fiction Una grande Famiglia sull’ammiraglia Rai e scongiurato il pericolo Quello che (non) ho, la serata di domani sera dovrebbe essere piuttosto agevole per lo show firmato da Fatma Ruffini che, oltre a doversela vedere con una delle poche fiction flop di Rai1 (va in onda Titanic – Nascita di una leggenda) potrà contare sulla presenza in studio di almeno tre ospiti di sicuro richiamo.

Maria de Filippi infatti, terminate le fatiche di Amici e Uomini e Donne, si congederà dal pubblico di Canale5 – almeno fino a settembre – con l’ospitata a Scherzi a Parte e sarà affiancata dalla cantante Noemi e da Paola Perego, in tour promozionale su Mediaset per lanciare il film tv L’una e l’altra in onda venerdì 25 maggio in prima serata.




14
maggio

SCHERZI A PARTE TRA UNA GRANDE FAMIGLIA E QUELLO CHE (NON) HO: RIUSCIRA’ A SOPRAVVIVERE?

Luca e Paolo

Scendere in battaglia con la consapevolezza di perdere non è mai facile; incassare, però, dignitosamente la sconfitta ha un peso differente dall’uscirne con le ossa rotte. Sembra il preludio di una debacle (e non è detto che non lo sia) per Scherzi a Parte, stretto questa sera nella “morsa” del finale di Una Grande Famiglia su Rai 1 e la premiere di Quello che (non) ho su La7.

La settima puntata dello storico programma di Fatma Ruffini, che quest’anno ha ammiccato senza infamia e senza lode al varietà con Luca e Paolo, si appresta a vivere una serata dove l’attenzione mediatica, inevitabilmente, è rivolta altrove. Per esempio a Rai 1, dove con la sesta ed ultima puntata si chiude uno dei successi dell’anno: la fiction Una Grande Famiglia, capace di viaggiare ad una media vicina ai 7 milioni di spettatori (25% di share). E poi c’è l’atteso debutto su La7 di Quello che (non) ho, che segna il ritorno in tv di Fabio Fazio e Roberto Saviano, a distanza di due anni dal grande successo su Rai 3 di Vieni via con me.

In realtà, però, non è la concorrenza il problema di Scherzi a Parte. O almeno, non è quello principale. A pesare, infatti, è il fiacco appeal riscontrato dalla nuova edizione del programma: si è passati dai 4.955.000 affezionati dell’esordio (share del 20.83%) ai 3.849.000 della scorsa settimana (16.97%), che hanno consegnato al lunedì di Canale 5 una media ferma a 4.373.000 spettatori, con uno share del 19.06%. Numeri di tutto rispetto per la rete (meglio fa soltanto Amici), ma di esaltante c’è ben poco.


16
aprile

SCHERZI A PARTE: BOLDI, D’URSO, ARISA E CUCCIARI TRA GLI OSPITI DELLA TERZA PUNTATA

Massimo Boldi a Scherzi a Parte (via twitter)

Se non è una prova d’appello, ci manca poco. La puntata di questa sera ha tutto il sapore di una prova decisiva per l’edizione di Scherzi a Parte targata Luca e Paolo e completamente rinnovata nei contenuti. Se infatti gli ascolti dei primi due appuntamenti vanno valutati in maniera relativa – essendosi il primo scontrato con la fortissima Maria di Nazaret e il secondo andato in onda nel giorno di Pasquetta – adesso è il momento di dimostrare che le innovazioni apportate al format dal duo genovese siano state gradite dal pubblico.

D’altronde, se anche un film stravisto come Titanic riesce a giocarsi la sfida degli ascolti con la fiction di Rai1 Una grande famiglia (leggi qui gli ascolti di ieri sera) non si vede il motivo per cui non possa riuscire nella medesima impresa anche il programma di Fatma Ruffini che già dalla seconda puntata è apparso più godibile nei contenuti.

A sottoporsi alle scomode domande di ‘Mini Luca’ e ‘Mini Paolo’ avremo l’ex Ministro delle comunicazioni Maurizio Gasparri che sarà affiancato dagli attori Roberto Farnesi e Massimo Boldi mentre le “quote rosa” saranno garantite dalle ex mattatrici di Victor Victoria, Arisa e Geppi Cucciari, e da Barbara D’Urso. Prosegue inoltre la celebrazione dei grandi varietà Mediaset degli anni ottanta: a venir omaggiato questa sera l’indimenticabile Gioco delle Coppie di Marco Predolin e Corrado Tedeschi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,





2
aprile

SCHERZI (D)A PARTE

Scherzi a Parte - Luca e Paolo

Beh, già che c’erano, Luca e Paolo potevano parlare di Sanremino anche la nuova edizione di Scherzi a Parte. Avevano anche Gianni Morandi a calcare il palco dello studio 20 di Cologno Monzese. Meglio di così!

L’idea di una sana iniezione di varietà per lo storico formato di Fatma Ruffini era interessante. Ma se è vero che il varietà sembra essere l’unico antidoto per l’infertile tubo catodico nostrano, è altrettanto vero che una ‘assunzione non controllata’ fa si che si possa correre il rischio di un effetto boomerang; soprattutto se, come nel caso specifico, il varietà non è servito, come avrebbe dovuto, a far cambiar d’abito a Scherzi a Parte, ma ne ha cambiato proprio la sostanza, mantenendo però inalterato il titolo dello show.

Che senso ha, infatti, chiamare uno show ‘Scherzi a parte’ quando lo scherzo sembra diventato elemento di contorno ad una sorta di two men show di Luca e Paolo, probabilmente desiderosi – legittimamente – di dare una svolta al loro percorso artistico?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


2
aprile

SCHERZI A PARTE: COME ANDRA’ IL DEBUTTO DI LUCA E PAOLO SU CANALE 5?

Luca e Paolo

Finalmente! Dopo rinvii e polemiche a distanza, assisteremo questa sera all’attesissimo debutto di Scherzi a Parte con Luca e Paolo, chiamati a una vera e propria prova di maturità (clicca qui per leggere gli ospiti della prima puntata). Le ex Iene, infatti, per la prima volta nella loro carriera, saranno al timone di un programma prestigioso su una rete ammiraglia, attesi al varco da una critica che non ha esitato a definirli snob e ad accusarli di essersi montati la testa dopo le performance Sanremesi.

La loro mission, a dire il vero, non è delle più facili: al successo di ascolti – che peraltro una trasmissione come Scherzi a Parte ha sempre avuto – dovranno infatti coniugare una certa qualità per un’edizione che si preannuncia rivoluzionaria rispetto alle precedenti. Dalla diretta (fortemente voluta dai conduttori) alla presenza di un corpo di ballo formato da ginnaste (le Rhyth.mix) passando per l’orchestra diretta dal maestro Luca Colombo. Non solo burle e gag, insomma, ma come dichiarato da Paolo Kessisoglu:

Gli scherzi restano fondamentali, ma sono calati in un vero varietà. Non ci limiteremo a cucire uno scherzo con l’altro ma proporremo monologhi e sketch con gli ospiti

Dimenticate insomma la comicità demenziale, le poltrone con la scossa e i gavettoni. I due ”ex amici” di Davide Parenti aspirano a qualcosa di più alto dando spazio anche alla satira politica rivisitata attraverso un espediente originale.





29
marzo

SCHERZI A PARTE: MORANDI, SIGNORINI E ZANICCHI TRA GLI OSPITI DELLA PRIMA PUNTATA

Luca e Paolo con Gianni Morandi

Debutta lunedì sera la nuova edizione di Scherzi a Parte, storico format del Biscione che festeggia il dodicesimo anno regalandosi una veste completamente nuova. Il timone del programma sarà nelle mani di Luca e Paolo e, questa la novità più eclatante, al loro fianco non è prevista alcuna presenza femminile per sedurre il pubblico maschile come in passato hanno fatto Manuela Arcuri, Valeria Marini, Michelle Hunziker e Belen Rodriguez.

Ma la storica coppia delle Iene ha fatto di più: la scommessa è quella di trasformare Scherzi a parte in un varietà classico con dentro gli scherzi, ovvero condire i filmati con momenti musicali e monologhi dei comici. Banditi invece gli scherzi agli ospiti in studio. Proprio gli ospiti dovrebbero essere ad ogni modo il sale del programma: nella prima puntata di lunedì saranno Gianni Morandi, Giorgia Meloni, Arturo Brachetti, Alfonso Signorini, Serena Autieri e Iva Zanicchi a sedere sulle poltroncine un tempo tanto temute.

Il tutto sarà trasmesso per la prima volta in diretta e con la presenza in studio di un’orchestra e un corpo di ballo di ex-ginnaste professioniste. Dopo una serie di rinvii (la partenza era inizialmente prevista a febbraio) è finalmente arrivata l’ora del debutto previsto per lunedì sera.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


3
febbraio

FERMI TUTTI! SCHERZI A PARTE SLITTA A MARTEDI 20 MARZO

Luca e Paolo

Luca e Paolo possono attendere. Ebbene si, DM è in grado di rivelarvi che l’attesissima nuova edizione di Scherzi a Parte, condotta dal duo ligure, slitta di un mese. Lo storico programma di Fatma Ruffini previsto su Canale 5 per fine febbraio, al termine della settimana festivaliera, prenderà il via martedi 20 marzo per un totale di 8 o 9 appuntamenti in prima serata.

Trattasi dell’ennesimo dietrofront inerente alla messa in onda del varietà comico: prima prevista a febbraio, poi a marzo, poi nuovamente fissata a fine febbraio (con tanto di copertina questa settimana su Tv Sorrisi & Canzoni) e adesso di nuovo a marzo (sarà quello definitivo?). Non si conoscono ancora i motivi dello spostamento, anche se è ipotizzabile che alla base ci siano logiche di palinsesto o inconvenienti legati alla messa a punto dello show che quest’anno si prospetta assai più ardua.

Per Scherzi a Parte Luca e Paolo hanno progettato una vera e propria rivoluzione (per maggiori info clicca qui). Bizzarri e Kessisoglu stanno lavorando per fare della trasmissione di Canale 5 un vero e proprio varietà, in onda per la prima volta in diretta, con un’orchestra di trenta elementi accompagnata dalle voci di Marco Evans e (probabilmente) Valentina Cenci, un corpo di ballo composto da ex ginnaste professioniste. Novità anche per quanto riguarda gli ospiti: alle vittime degli scherzi si aggiungeranno personaggi del mondo dello spettacolo disposti a mettersi in gioco.


30
gennaio

SCHERZI A PARTE, LUCA E PAOLO PROMETTONO: “DIRETTA, GABER E STOP AI GAVETTONI”. SARA’ L’EDIZIONE DELLA RIVOLUZIONE?

Scherzi a Parte

L’edizione della rivoluzione. Dopo ben tre anni di assenza (è la prima volta in dodici edizioni che il programma si concede una pausa così lunga) torna su Canale5 Scherzi a Parte con una formula che – almeno stando a quanto dichiarato dai due nuovi conduttori, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu – promette di rompere col passato. L’ambizioso obbiettivo è quello di affrancarsi dalla qualifica di programma di mero intrattenimento per assurgere a “varietà classico con dentro gli scherzi“.

Una mission delicata per il duo comico, atteso all’esame di maturità dopo l’addio alle Iene (a proposito su Sorrisi i due hanno ribadito di aver lasciato il programma per incompatibilità con l’autore Davide Parenti) e il successo al Festival di Sanremo 2011, dal momento che i tanti cambiamenti potrebbero far correre il rischio di far perdere alla trasmissione quei caratteri distintivi che ne hanno decretato il successo (l’ultima edizione del 2009 con Amendola, Mammucari e Belen ottenne una media di ben 5.780.000 spettatori per uno share del 23.91%) e una longevità che dura da ben dodici edizioni.

Da Elenoire Casalegno a Belen passando per Manuela Arcuri e Alessia Marcuzzi, infatti, per la prima volta (salvo sorprese in extremis) nessuna “bonazza” affiancherà i presentatori (ma qualche sospetto noi continuiamo a nutrirlo) al timone del programma mentre una novità assoluta sarà anche la messa in onda in diretta:

La televisione precotta, quella del pubblico pagato che ride a comando, oggi non funziona più“.