TG/Informazione


29
agosto

Rete 4 festeggia gli ascolti estivi e torna a regime. Domani riparte Fuori dal Coro con Giorgia Meloni

Mario Giordano (Foto US Mediaset)

Mario Giordano (Foto US Mediaset)

Dopo la partenza di Dritto e Rovescio e quella di questa sera di Quarta Repubblica (qui ospiti e temi della puntata), domani sarà la volta di Fuori dal Coro, che segna così il ritorno a pieno regime del palinsesto “titolare” di Rete 4.




28
agosto

Quarta Repubblica: Porro torna con Salvini e Renzi

Nicola Porro - Quarta Repubblica (Foto US Mediaset)

Nicola Porro - Quarta Repubblica (Foto US Mediaset)

Nei lunedì sera di Rete 4 torna in diretta Nicola Porro con Quarta Repubblica, giunto alla quinta stagione. L’informazione e l’approfondimento politico si confermano fulcro della trasmissione, che riparte da Matteo Salvini e Matteo Renzi.


26
agosto

Minutaggio politici nei tg: Lega davanti a tutti in Rai, Forza Italia domina a Mediaset (ma al Tg4 svetta il PD)

Matteo Salvini - Tg1

Matteo Salvini - Tg1

Dopo la bagarre del confronto (bloccato) a Porta a Porta tra Enrico Letta e Giorgia Meloni, il minutaggio dei politici in tv tiene banco, in particolare lo spazio che gli stessi si “prendono” nei tg nazionali durante la campagna elettorale. Quali sono i partiti che “parlano di più” nei vari telegiornali? Ma soprattutto, i tg a chi danno maggiormente la parola?





25
agosto

Agcom blocca il confronto Letta-Meloni a Porta a Porta. Delusione di Vespa, esultano Calenda e Conte

Bruno Vespa - Porta a Porta (Foto US Rai)

Bruno Vespa - Porta a Porta (Foto US Rai)

Un unico faccia a faccia in tv, quando i leader in corsa non sono soltanto due, per giunta a tre giorni dal voto, non è autorizzato. L’Agcom interviene a gamba tesa sullo speciale di Porta a Porta del 22 settembre e blocca Bruno Vespa e il confronto diretto, come da accordi, tra Enrico Letta e Giorgia Meloni.


24
agosto

Dritto e Rovescio: Paolo Del Debbio riparte da Matteo Salvini

Paolo Del Debbio

Paolo Del Debbio (Us Mediaset)

La tornata elettorale settembrina ha costretto i principali programmi di informazione ad anticipare il rientro. Paolo Del Debbio è il primo a scendere in campo in prima serata con la nuova edizione di Dritto e Rovescio. Domani, il programma di approfondimento e inchiesta torna nel giovedì sera di Rete4. Ospite del primo appuntamento, il leader della Lega, Matteo Salvini per analizzare i temi della campagna elettorale, quando ormai manca solo un mese alle elezioni.





22
agosto

Mentana ’sfida’ Vespa: chiama i leader delle coalizioni al «confronto finale a quattro su La7». Ma Letta e Meloni avrebbero rifiutato

Enrico Mentana

Enrico Mentana

La campagna elettorale si fa sempre più infuocata, anche in tv. Se Bruno Vespa farà il colpo la sera del 22 settembre, Enrico Mentana “replica” tentando il colpaccio 24 ore dopo. Il direttore del TgLa7 ha infatti proposto pubblicamente ai leader delle quattro coalizioni un confronto finale su La7 a ridosso del voto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


22
agosto

Bruno Vespa fa chiarezza: «Letta e Meloni hanno deciso di giocarsi la loro mezz’ora in un confronto tra loro che diventa di un’ora»

Bruno Vespa - Porta a Porta

Bruno Vespa - Porta a Porta

Bruno Vespa fa chiarezza sul tanto chiacchierato confronto in tv tra Enrico Letta e Giorgia Meloni, che si terrà in uno speciale di Porta a Porta in prima serata su Rai 1 giovedì 22 settembre. Il conduttore rigetta l’accusa – anche di Carlo Calenda – di violare la parità di trattamento tra i leader delle quattro coalizioni in corsa.


20
agosto

Calenda accusa la Rai per il confronto in tv Letta-Meloni: «Violazione della parità di trattamento». Porta a Porta precisa: «Sono invitati anche gli altri»

Carlo Calenda

Carlo Calenda

La notizia del confronto in tv tra Enrico Letta e Giorgia Meloni il 22 settembre a Porta a Porta, a tre giorni dalle Elezioni, ha mandato su tutte le furie Carlo Calenda, che guida la coalizione del Terzo Polo. Il leader di Azione non ci sta e accusa “una violazione della parità di trattamento che i media offrono in ogni paese democratico”.