In evidenza


6
agosto

BOOM! SONIA GREY IN ANTEPRIMA A DM: “ECCO LA MIA DOMENICA IN… AMORI”

Sonia Grey, conduttrice di Domenica In... amori

Pensavate che la prossima Domenica In fosse appannaggio esclusivo di Massimo Giletti e Lorella Cuccarini? Vi sbagliavate! DM vi svela in anteprima che a fare da “spartiacque” tra i due segmenti del contenitore domenicale arriverà una Sonia Grey fresca di promozione. L’ex padrona di casa di Uno Mattina Weekend sarà, difatti, al timone di un autonomo spazio nel pomeriggio del dì di festa di Raiuno: 30 minuti, tra le 15.55 e le 16.25, che vedranno la conduttrice riappropriarsi del piccolo schermo con un impegno importante, tutto dedicato al costume. Il titolo (provvisorio) è tutto un programma: Domenica In… Amori. Ci siamo fatti raccontare da Sonia Grey, appena tornata dagli States, la sua nuova avventura domenicale.

Sonia, farai da trait d’union tra Massimo Giletti e Lorella Cuccarini?

Si. Condurrò la fascia centrale di Domenica In. Il programma partirà con Massimo Giletti che mi lascerà la linea alle 15.55 e poi andrò avanti io sino alle 16.25, quando sarà la volta di Lorella Cuccarini.

C’è già un titolo?

Lo stiamo decidendo. E’ possibile che ogni segmento del programma si chiami “Domenica In” con l’aggiunta di  un sostantivo o un aggettivo. La mia fascia dovrebbe essere “Domenica In… Amori”.

Con cosa intratterrete il pubblico?

Si tratterà di uno spazio leggero, accattivante, mai volgare, nel quale si parlerà di attualità rosa.

In un’unica parola, gossip?

 Il Direttore mi ha detto: “non usate mai la parola gossip perché può dar luogo a fraintendimenti”. Diciamo che ci occuperemo di costume in generale, il nostro raggio d’azione – tra l’altro – sarà abbastanza ampio. 

Sei consapevole che si tratta di un impegno serio?

Certo. Domenica in è già di per sé un impegno serio, la mia fascia, poi, è particolarmente complicata. E’ un momento in cui gli ascolti delle dirette concorrenti sono abbastanza forti.

Stai buttando le mani avanti?




6
agosto

ANTONELLA CLERICI E IL CACHET MILIONARIO: IL CDA RAI NON CI STA E SOSPENDE IL CONTRATTO

Antonella Clerici e i capricci da star per il cachet (milionario)

E’ una delle conduttrici più amate dal pubblico, e una delle più pagate. Dopo un Festival di Sanremo coi fiocchi e il successo di Ti lascio una canzone, Antonella Clerici alza il tiro. Per il ritorno quotidiano alla Prova del cuoco, prime serate autunnali e primaverali ed altri eventuali speciali in prime time, la Clerici ha chiesto ben 2 milioni di euro (o più). E da questa cifra pare essere irremovibile. Già a giugno vi avevamo parlato di un contratto non ancora firmato, motivo per cui Antonella si rifiutò di partecipare alla presentazione dei palinsesti Rai. Un occhio attento avrebbe dovuto prestare attenzione ad un’anteprima come quella.

Ma tant’è, i vertici Rai sembrano non avere intenzione di cedere alle richieste della Clerici e del suo agente Lucio Presta. Il Cda riunitosi ieri ha rinviato l’approvazione del contratto della bionda conduttrice per divergenze sul compenso. L’azienda è disposta a sborsare “solo” 1,8 mln di euro. Partirà una querelle nel bel mezzo dell’estate per una differenza di 200.000 euro? E pensare che l’esordiente Elisa Isoardi si accontentò della metà, vale a dire 100.000, per sostituire la Clerici tra i fornelli di Rai1. Un accordo si dovrà trovare al più presto, almeno prima della partenza della nuova stagione tv.

Lasciando da parte discorsi moralisti e populisti, la Clerici avrà un bel da fare nel prossimo autunno: oltre all’impegno quotidiano di sei giorni su sette con La prova del cuoco (dal 13/9), guiderà per la quarta volta il baby talent Ti lascio una canzone, che con ogni probabilità dovrebbe andare in onda dall’Auditorium Rai di Napoli (inizialmente si parlava di un ritorno dello show a Roma), costringendo così Antonellina a fare da spola tra gli studi della Dear di Roma e la città partenopea. Ma non è tutto…


5
agosto

BOOM! IMPRESE TITANICHE

Scopri la nuova anteprima di davidemaggio.it

SOLUZIONE: A Natale la Sanguinaria trasloca a Settecamini.

Maggiori info cliccando qui

 





4
agosto

MAURIZIO COSTANZO E GIANCARLO MAGALLI A DM: SE NON CI APPROVANO “HO UNA NOTIZIA PER TE”, LO PIAZZIAMO ALTROVE!

Maurizio Costanzo e Giancarlo Magalli, capisquadra di Ho una Notizie per Te

[Davide Maggio per TV Sorrisi e CanzoniMaurizio Costanzo c’ha preso gusto. Se è vero che a partire da settembre condurrà in coppia con Giampiero Galeazzi la puntata del venerdì di Bontà Loro, è altrettanto vero che non c’è due senza tre. Costanzo ha da poco registrato la puntata zero di un nuovo quiz che vede al timone non uno ma ben tre “cerimonieri”. 

Ho una notizia per te”, questo il titolo provvisorio del gioco, potrebbe segnare il ritorno in video di Claudio Lippi affiancato da due capisquadra d’eccezione come Maurizio Costanzo e Giancarlo Magalli. Ma se per Lippi v’è più d’un dubbio, i capisquadra sarebbero invece già pronti per andare alla conquista dell’access prime time della domenica di Raiuno.

Tratto dal format inglese “Have i Got News for You” della Bbc, rete sulla quale viene trasmesso da vent’anni, il gioco potrebbe portare una ventata di allegria sulla rete ammiraglia della Rai. Abbiamo chiesto ai due capisquadra Maurizio Costanzo e Giancarlo Magalli di svelarci i retroscena. 

Maurizio e Giancarlo, in cosa consiste il programma?

Magalli: E’ un info-game, un quiz che si basa sull’informazione, sempre però in modo divertente. Vengono fatte  domande, anche con supporto video e foto, su temi di attualità, politica e costume. Come dire, notizie vere presentate sotto forma di gioco. E, soprattutto, con il sorriso.

Costanzo: Descrizione perfetta, ma sottolineerei che è una produzione interamente RAI, cosa che garantisce un abbassamento dei costi.

Com’è andata la puntata test?

GM: Ci siamo divertiti e siamo tutti molto soddisfatti. Ci ha confortato molto il fatto che il pubblico ridesse. Il pubblico è facile farlo applaudire ma se non vuole ridere c’è poco da fare. Maurizio era entusiasta come un ragazzino. Ha detto “se non lo fa la Rai, lo produco io”.

MC: E’ vero, il divertimento che c’è stato è il dato di fatto più sicuro. Quando si divertono i conduttori, anche se non più giovani, vuol dire che qualcosa c’è. Proprio per questo ho detto: “Se non lo fa la Rai, cerchiamo di venderlo altrove”. Anche a Mediaset.

Lo vedremo presto in onda?


2
agosto

BOOM! CHI VUOL ESSERE MILIONARIO SI RINNOVA: ECCO LE NOVITA’ PREVISTE PER SETTEMBRE

Chi Vuol Essere Milionario, le novità previste a settembre.

Lo sappiamo bene, il preserale di Canale5 non trova pace. Complice una fortissima “Eredità” e tanti esperimenti poco riusciti, tanto vale puntare su una “rinfrescata” al Milionario, unico quiz in grado di far salire la colonnina… dell’Auditel!

Se da una parte, infatti, prosegue come da tradizione la ricerca “del sostituto natalizio” di Chi Vuol Essere Milionario, ad aprire la stagione di Canale5 sarà comunque il decennale quiz di Gerry Scotti che tornerà puntualmente in onda. Ma DM annuncia in anteprima dalle pagine di TV Sorrisi e Canzoni (domani in edicola) che il deus ex machina del quiz show presenterà due modifiche al regolamento che porteranno un po’ di suspense in più a partire da settembre.

Tanto per iniziare, al bando domande iniziali banali e risibili. Si farà sul serio sin dall’inizio e si proseguirà con ancora più rigore. La vera novità, infatti, è un’altra: nell’edizione entrante verranno eliminati i “traguardi – salvezza” della scalata verso il milione (quelli che, una volta raggiunti, fanno si che il concorrente non perda quanto guadagnato sino a quel momento) e verranno sostituiti da un unico “safe” che verrà scelto dall’aspirante milionario e dovrà, chiaramente, essere raggiunto nel corso del gioco. In caso contrario, si tornerà a casa con l’interessante cifra di ZERO euro.





2
agosto

BOOM! COSTANZO E MAGALLI ALLA CONQUISTA DELL’ACCESS DOMENICALE DI RAIUNO

Ho una notizia per te, versione italiana di "Have i got news for you" della Bbc

La notizia è di quelle ghiotte. Prendete la puntata zero del game testato alcuni giorni fa da Lippi, Costanzo e Magalli, aggiungeteci la nostra anteprima criptata (la trovate qui) ed il gioco è fatto.

Come DM anticipa dalle pagine di TV Sorrisi e Canzoni (in edicola domani), Rai1, a partire dal 12 settembre,  si “doterà” di un nuovo access prime time domenicale con tre cerimonieri d’eccezione. Ho una notizia per te, questo il nome (provvisorio) del game tratto dall’inglese “Have i got news for You“, sottoporrà ai concorrenti domande su notizie d’attualità ma presentate in chiave irriverente e divertente grazie all’aiuto di singolari contributi fotografici e video.

Se, però, per il conduttore c’è più di un dubbio, sono certi i due capisquadra che rispondono al nome di Maurizio Costanzo e Giancarlo Magalli. Il gioco, infatti, prevede la presenza di due concorrenti (vip) accompagnati da altrettanti capisquadra e capitanati dal conduttore del programma.


2
agosto

X FACTOR 4: ECCO I 12 TALENTI IN GARA

Manuela Zanier, tra i concorrenti di X Factor 4

Manca poco più di un mese alla premiere di X Factor numero 4, ma il clamore mediatico attorno al talent show di Rai2 è già alle stelle. Indiscrezioni, voci di corridoio, le prime certezze. Se qualche settimana fa vi abbiamo svelato con un’anteprima esclusiva i nuovi 4 giudici, ora grazie al forum Reality House si conoscono gli abbinamenti giudici-categoria e i 12 concorrenti in gara.

E’ tutto da verificare, ma la veterana Mara Maionchi si occuperebbe della categoria Under 24 Ragazzi mentre alla new entry più discussa Anna Tatangelo (con la collaborazione del vocal coach Adriano Pennino) sarebbero state affidate le Ragazze Under 24. Elio dirigerebbe, invece, gli Over 25 mentre Enrico Ruggeri (con il vocal coach Fabrizio Palermo) i Gruppi Vocali.

La quarta edizione di X Factor vedrà protagonista un cast variegato con ragazzi molto talentuosi e altrettanto polemici. Dal ragazzo balbuziente, alla boy band, spunta una faccia nota al pubblico del Festival di Sanremo. Eccoli (con beneficio d’inventario):

  • UNDER 24 UOMINI – Mara Maionchi

- Davide Mogavero
- Ruggero Pasquarelli
- Stefano Filipponi


1
agosto

MASI CONVOCA I DIRETTORI DEI TG: SITUAZIONE POLITICA DELICATA. LA RAI VALUTA UNA RIAPERTURA ANTICIPATA DEI TALK SHOW

Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini

Se succede il patatrac, l’informazione Rai non deve farsi trovare impreparata. Mauro Masi ci tiene, vuole tutti sul pezzo. Il Direttore Generale della tv pubblica infatti ha convocato per domani, lunedì 2 agosto, alle ore 11.00 i direttori di Tg1, Tg2, Tg3, Tgr, Rainews e Gr Radio Rai. Il motivo è presto detto: le vicende politiche di questi giorni, culminate con il divorzio tra Berlusconi e Fini, annunciano un periodo incandescente e pieno di colpi di scena, di fronte al quale i talk show e i programmi d’approfondimento della prima serata non possono attendere. Se dovessero aspettare l’autunno, campa cavallo. Non c’è tempo da perdere.

Una nota di Viale Mazzini diramata in queste ore giustifica la convocazione da parte di Masi con un bisogno urgente di “un approfondimento sugli impegni della comunicazione del gestore del servizio pubblico radiotelevisivo in relazione agli sviluppi della situazione politica nazionale“. Basta con le repliche a random e con i programmi frivoli tipici del periodo estivo, nel giro di pochi giorni i palinsesti potrebbero subire un sensibile aggiustamento in funzione di un’informazione più completa. Nel vertice di domani, cioè, si parlerà della possibilità di (ri)mettere in piedi già dalle prossime settimane alcuni programmi d’approfondimento, per raccontare meglio i futuri scenari politici del Paese.  

Giovanni Floris, da maestrino diligente, è stato il primo a rispondere all’appello: “Noi siamo pronti: se ci danno il via libera, Ballarò è pronta ad andare in onda martedì” ha detto il giornalista, il quale ha poi aggiunto “d’intesa con la rete abbiamo chiesto di fare uno speciale perché ci sembra che il momento politico lo meriti“. Floris si è poi dichiarato favorevole alla messa in onda sia dei talk serali che degli appprofondimenti da parte dei Tg perchè -ha detto- “non siamo mai stati  alternativi l’uno all’altro“. L’Usigrai, invece, non è dello stesso avviso, e vorrebbe che dell’informazione sugli avvenimenti politici di questi giorni si occupassero solo i tg.