In evidenza


11
giugno

BOOM! SALTA “IO BALLO”. AL SUO POSTO I MARMOCCHI DI SCOTTI CON “IO CANTO”

Milly Carlucci se la riderà di gusto. La povera Panicucci un po’ meno. Il tanto chiacchierato Io Ballo, show di Canale5 liberamente tratto dal Ballando con le Stelle della concorrenza, non si farà. O quanto meno non si farà in autunno come era stato annunciato.

Vi avevamo paventato solo pochi giorni fa la possibilità di una sostituzione last minute delle starlette ballerine di Federica con i marmocchi canterini di Gerry Scotti, e pare proprio che sia cosa fatta. Io Canto dovrebbe prendere il via ad inizio stagione, in diretta concorrenza con il Ti Lascio una Canzone di Antonella Clerici. Duelli all’ultima nota, tanto per intenderci.




9
giugno

BOOM! NIENTE LOTTERIA ITALIA PER TI LASCIO UNA CANZONE. SARANNO I MIGLIORI ANNI A TRAGHETTARE I TELESPETTORI SINO AL 6 GENNAIO 2011

Sembrava tutto definito ed invece ecco il fulmine a ciel sereno. Che siamo pronti a svelare in anteprima, naturalmente.

Se sino a pochi giorni fa sembrava certo che fosse Ti Lascio una Canzone il programma destinato a ”prendere in carico” i seguaci della dea bendata, pare sia intervenuto un repentino cambio di programma. A traghettare sino al 6 gennaio 2011 i possessori dei biglietti della Lotteria Italia, infatti, saranno I Migliori Anni di Carlo Conti.

La notizia nella notizia riguarda la durata degli show in questione: se è vero come è vero che l’esser partner dei Monopoli di Stato prevede la realizzazione di un numero ben definito di prime serate, è ragionevole ritenere che quella che si preannunciava come un’edizione monstre di Ti Lascio una Canzone tornerà alla propria originaria durata. Spetterà, al contrario, all’abbronzatissimo conduttore dell’Eredità  accompagnare i telespettatori sino all’estrazione finale dell’Epifania.


9
giugno

ALESSIA MARCUZZI CONFERMATA AL GRANDE FRATELLO. NIENTE DA FARE PER MARIA CARMELA.

E’ diventata ormai una costante al termine di ogni stagione tv che si rispetti. Una puntuale bufala che vorrebbe un cambio di conduzione per il reality show più celebre del pianeta. E i papabili sono sempre gli stessi: Maria Carmela D’Urso, Paola BaraleIlary Blasi e talvolta pure Paola Perego. Ma stavolta la fonte era decisamente più attendibile: Alfonso Signorini nel suo Alfonso Signorini show su Radio Montecarlo. Un’ipotesi quasi avvalorata dalla stessa Maria Carmela che, in diretta telefonica, non ha certamente smentito.

Peccato (o per fortuna) che a smentire ci abbia pensato Mediaset, che ha tenuto a ribadire la conduzione dell’attuale padrona di caaasa anche per il prossimo Grande Fratello.

D’altronde la Marcuzzi è perfetta. Si, perfetta per un direttore di rete e per gli addetti ai lavori perchè, a meno che non ci sfugga qualcosa, è difficile riscontrare quello stile inconfondibile, spontaneo ed equilibrato come lo etichetta il Biscione proprio nel comunicato con cui riconferma la biondissima protagonista di Così fan tutte al timone del reality show. Uno stile che a noi sembra quasi meramente esecutivo delle menti della casa bunker di Cinecittà. Come dire, un braccio per l’occhio vigile del Grande Fratello.





9
giugno

DA SANTORO AL REINTEGRO DI RUFFINI, QUANTI GRATTACAPI IN RAI. E IL PREMIER SI SFOGA: SI CAMBI O NON FIRMO IL CONTRATTO DI SERVIZIO

O la Rai cambia o non firmo il contratto di servizioBerlusconi spara il siluro, lancia l’aut aut che tanto fa discutere, e il primo ad incassare il colpo è Mauro Masi. Le parole pronunciate ieri dal premier, in perfetta sincronia con l’inizio del Cda di Viale Mazzini, pare abbiano fatto fischiare le orecchie al Direttore Generale. Infatti, secondo alcuni, lo sfogo di Silvio sarebbe da leggersi come come un avvertimento al dirigente, un messaggio in codice che lo esorta a prendere il mano la situazione. O, addirittura, un avviso di sfratto.

Si tratta di semplici interpretazioni, certo è che in questi ultimi tempi l’azienda pubblica è stata protagonista di scossoni, dibattiti interni e colpi di scena che si sarebbero evitati volentieri, almeno per quieto vivere. In tutto questo Masi avrebbe perso il controllo della situazione, spazientendo non poco il premier. Il caso-Santoro, il reintegro di Ruffini, lo show di Fazio e Saviano pronto a partire tra qualche polemica: sembrerà una visione semplicistica, ma il destino degli organigrammi della tv pubblica si deciderà anche a partire dall’esito di questa serie di eventi.

Il primo grattacapo di Masi si chiama Michele Santoro. Da qualche mese il conduttore di Annozero ha trascinato la Rai nella bufera, denunciando un clima ostile al suo lavoro, tra diffide e ostacoli vari. Settimane fa il Dg sembrava convinto di poter mettere fuori gioco il giornalista grazie ad un accordo firmato dal Cda e raggiunto tramite la mediazione dell’agente Lucio Presta. Peccato che su quell’intesa mancasse la firma definitiva, un piccolo dettaglio che ha permesso alla vipera Michele di spiazzare tutti, ribaltando la situazione nel giro di pochi giorni. Così, alla conferenza di fine Annozero dell’altro ieri, Santoro non ha ufficializzato l’accordo -come alcuni si aspettavano- ma anzi ha rimesso tutto nelle mani dei dirigenti Rai.


8
giugno

FACELOOK, CONSIGLI DI STYLE PER I VOLTI DEL PICCOLO SCHERMO. DA DOMANI, SU DM

Non potevo più trascurare le quote rosa in redazione. Ora, fortunatamente, il pubblico maschile di questo blog non avrà più di che lamentarsi. Tre giovani fanciulle, una più preparata dell’altra, sono pronte, infatti, ad affiancare la nostra Valentina Segatori. Tre promettenti astri nascenti della moda italiana, tre amiche che, in una sera di fine maggio -complice un pinot grigio, mozzarelle e culatello a volontà- hanno partorito con DM la brillante idea: FaceLook, una nuova rubrica, al via da domani, con la quale le Tre Grazie (finalmente ce le ho pure io) forniranno consigli di style alle star del piccolo schermo. Roba da far allisciare i capelli a Franca Sozzani.

Elena Cannatelli (prima a sx nella foto), Elena Giulia Ricchena (terza) e Cristina Serrani (seconda) sono i tre nuovi acquisti che passeranno al setaccio le mise degli abitanti del tubo catodico nostrano e suggeriranno, con tanto di styling, valide alternative per essere sempre alla moda. Le tre grazie di DM, infatti, non sono mica delle sprovvedute. Conosciamole più da vicino e, se volete, chiamatele pure Signorine BuonaSeta.

Elena Cannatelli, classe 87, nasce a Milano sotto il perfido segno dello scorpione il 7 novembre e dopo i primi 2 anni vissuti tra un aereo ed un altro per andare a trovare papà nella Capitale, si trasferisce in un piccolo paese a pochi km dalla città che le ha dato i Natali. Chiamata anche Gaia o Esa dalla mamma e dalle amiche più intime, da sempre è affascinata dalla moda. Dopo essere rimasta imbambolata per anni - da piccola - dinanzi alle vetrine più chic dei negozi d’abbigliamento, inizia a consigliare le scarpe alla sua mamma ed ogni occasione era buona per provare a camminare sui tacchi! Da “grande” si diploma al liceo artistico, si laurea in Design di Moda allo IED e termina il ciclo di studi con un Master in Fashion Luxury Goods Communication. Le sua icona è sempre stata Coco Chanel.





8
giugno

A GENTILE RICHIESTA: MARIA CARMELA ALLE PRESE CON I SOLITI TEMI E DIBATTITI DI POMERIGGIO 5, STRIZZA L’OCCHIO AI “SOLITI IGNOTI” CON IL GIOCO L’APPARENZA INGANNA

Maria Carmela D’urso ha deciso di non andare in vacanza, almeno per questo inizio d’estate 2010. Ad andare in vacanza sembrano essere state le idee. A gentile richiesta, nuovo preserale del Biscione sotto l’ “egida” di Videonews, infatti, sa di già visto e la freschezza che si richiede a un programma “estivo” forse manca. Almeno questo è quanto emerso nella prima puntata. Aggiustamenti in corso d’opera potrebbero migliorare la trasmissione che nel complesso risulta comunque gradevole.

Stessa conduttrice e stessa squadra non potevano non far ricordare Pomeriggio 5 e l’immancabile caso del giorno. Non a caso ad inaugurare il nuovo show sono state le ”Mamme a tutti i costi” e tra fecondazione assistita e mamme in difficoltà sono spuntati i volti più che noti di Meluzzi e Poletti, habituè dei programmi della D’urso. E in un dibattito che si rispetti non potevano mancare voci e commenti che si sovrapponevano insistentemente. Insomma, per chi ha acceso il televisore poco dopo le 18 non avrà trovato poi tanta differenza con i pomeriggi di qualche settimana fa.

Le cose non sono migliorate con i siparietti di Corazzon e l’idea del tribunale popolare con televoto annesso. Ma a prescindere dalla novità di dar ”voce al popolo”, il tema è ancora una volta trito e ritrito: l’Islam e la condizione delle donne. Curiosità, invece, aveva destato L’apparenza inganna, il game che chiude il nuovo appuntamento e che, dati auditel alla mano, ha visto – a differenza di quanto accade con i preserali tradizionali – un calo d’ascoltatori: soltanto poco più del 14% di traino al Tg5. Ed anche l’effetto curiosità è ben presto svanito…


7
giugno

SANTORO CONTRO TUTTI: “IN RAI MOBBING E VIOLENZA CONTRO DI ME”. E GARIBERTI SUL FUTURO DEL PROGRAMMA:”ANNOZERO PUO’ COMINCIARE”

Michele Santoro

Peggio di una vipera, col dente avvelenato pronto ad infilarsi nelle carni degli alti dirigenti Rai. Un Michele Santoro senza peli sulla lingua quello apparso stamattina in Viale Mazzini nell’attesa conferenza stampa di chiusura del suo Annozero. Un Santoro che, come si poteva prevedere, non le ha mandate a dire, inoltrando critiche all’azienda, ai politici di destra e sinistra, e persino a Bruno Vespa. Tanto polverone, anche se in concreto il futuro del conduttore è ancora tutto da decidere: solo Garimberti e il Cda  possono sbloccare la situazione. Le alternative, per il giornalista, sono sostanzialmente due: continuare con Annozero ancora per un anno oppure firmare l’accordo con l’azienda. Di sicuro Michele non vuole rimanere chiuso in una stanza per due anni senza far nulla. Piuttosto fa le valigie e va dove lo porta il cuore.

Tra applausi, brusii e fischi, in una sala conferenza che a tratti sembrava quasi una curva ultrà, stamane Santoro ha denunciato il pesante clima che lo ha visto coinvolto in quest’ultimo anno in Rai. Un periodo caratterizzato da minacce, diffide, avvertimenti dai piani alti, che hanno reso il suo lavoro ”difficile se non impossibile”. Michele, a proposito, ha rinfacciato di aver comunque proseguito, contribuendo a promuovere Rai2 come terza rete nazionale e superando il diretto competitor (Italia1) di uno 0.38% di share (di cui lo 0.30% è attribuibile al suo talk del giovedì sera).

Risultati e cifre a parte, Santoro ha poi indossato i comodi abiti della vittima, ritornando sul tema della libertà di informazione. “Una cosa è lo scontro politico ed editoriale altra cosa è lavorare in un’azienda che trama per metterti fuori gioco” ha dichiarato. Poi ha messo alle strette Rai, accusandola di essere un’azienda sempre più divisa tra criteri industriali e politici. Un esempio su tutti il caso Dandini. La conduttrice di “Parla con me” con ogni probabilità sarebbe stata ridimensionata per far spazio a un programma sui 150 anni dell’Unità d’Italia. Una scelta sbagliata secondo Santoro, che  dirotterebbe le celebrazioni patriottiche su un canale del digitale terrestre per ’salvare’ la collega, le sue interviste, la sua satira scomoda soprattutto alla maggioranza di governo.


7
giugno

CHI HA INCASTRATO PETER PAN AL VIA DA SETTEMBRE.

Era l’ultimo tassello mancante. Ma difficilmente si sarebbe potuto rinunciare a risultati da record come quelli ottenuti dalla recente nuova edizione di Chi ha incastrato Peter Pan.

Sarà stata questa elementare considerazione ad aver determinato la volontà di proporre su Canale5 un nuovo ciclo di puntate del baby show di Paolo Bonolis. E l’inizio è previsto ancor prima di quanto si possa immaginare: siamo in grado di comunicarvi in anteprima infatti che la “chiamata a raccolta” delle ”simpatiche canaglie” è prevista a partire dal prossimo settembre.

Con quest’ultimo tassello riusciamo anche a tirare le somme per il palinsesto autunnale dell’ammiraglia del Biscione per la quale, però, rimarrebbe un’unica incognita. Se, infatti, sembrano essere al momento confermati C’è Posta per Te, Paperissima e Chi ha incastrato Peter Pan, qualche incertezza sembrerebbe esserci per Io Ballo. Si dice, infatti, che lo show ballerino di Federica Panicucci se la stia giocando al fotofinish con la seconda edizione dei mini-cantanti di Io Canto con Gerry Scotti.