Fiction


19
aprile

BARLUME: I ROMANZI DI MARCO MALVALDI ARRIVANO IN TV

Marco Malvaldi

Dai vertici delle classifiche dei libri più venduti alla prima serata di Rai1, seguendo le orme de Il Commissario Montalbano. Potrebbe essere questo il percorso di nonno Ampelio, dell’intellettuale Aldo, del pensionato di destra Rimediotti, e di Del Tacca del Comune (per distinguerlo da altri tre Del Tacca), i simpatici vecchietti pisani che, insieme al barista Massimo, animano i fortunati romanzi scritti da Marco Malvaldi e editi da Sellerio (la stessa casa editrice delle opere di Andrea Camilleri).

La Palomar di Carlo Degli Esposti, cui si deve la versione televisiva de Il Commissario Montalbano, ha, infatti, recentemente acquistato i diritti dei romanzi del BarLume (La briscola in cinque, Il gioco delle tre carte, Il re dei giochi, La carta più alta) e sta già lavorando alla stesura delle sceneggiature e alla scelta del cast. Ad interpretare uno dei quattro vecchietti arzilli e impiccioni, potrebbe esserci Carlo Monni, visto di recente in Manuale d’amore 3, mentre il protagonista, il barista Massimo, potrebbe avere il volto di Valerio Mastandrea.

Le opere di Malvaldi hanno conquistato negli anni milioni di lettori, pronti a questo punto a trasformarsi in altrettanti telespettatori, curiosi di vedere in carne e ossa i loro beniamini. Se nella saga di Camilleri troviamo la Sicilia di Vigata, in quella dello scrittore pisano, lo scenario altrettanto immaginario ma realissimo, è quello di Pineta, cittadina sul litorale toscano.




18
aprile

LE TRE ROSE DI EVA: CHI HA UCCISO DON RICCARDO?

Le tre rose di Eva

Il mistero s’infittisce sempre più tra le tranquille, si fa per dire, colline toscane che fanno da sfondo a Le tre rose di Eva. Nel terzo appuntamento della nuova fiction Mediavivere, qualcuno ha brutalmente ucciso Don Riccardo (Kaspar Capparoni). L’aitante parroco era venuto a conoscenza – grazie alle confessioni di Angela (Sara D’Amario), la moglie del maresciallo Corti (Edoardo Sylos Labini), fuggita dalla casa di cura in cui era stata ricoverata – di alcune informazioni legate all’omicidio di Luca Monforte (Mario Lucarelli).

Alessandro (Roberto Farnesi) non crede ad una morte casuale del fratello come invece pensa il maresciallo Corti. C’è inoltre di mezzo un biglietto anonimo che spiega come anche la vita di Aurora (Anna Safroncik) sia potenzialmente a rischio. Alessandro decide di avvisare la ragazza del presunto pericolo.

I due s’incontrano proprio il giorno della vigilia delle nozze di lui con Viola (Victoria Larchenko). Ringraziandolo per averla messa in guardia, Aurora dice ad Alessandro che il giorno dopo lo aspetterà proprio nel posto dove si ritrovavano quando erano giovani e innamorati.


18
aprile

AGOSTINO SACCA’ TORNA IN RAI COME PRODUTTORE DI FICTION: AL VIA LA LAVORAZIONE DI STIRPE DI VIPERE E ELEONORA D’ARBOREA

Agostino Saccà

Archiviate le polemiche e le inchieste legate alle intercettazioni con l’allora premier Silvio Berlusconi, che gli costarono il posto di dirigente di RaiFiction, Agostino Saccà è pronto a tornare in quel di Viale Mazzini nella nuova veste di produttore. Con la sua Pepito Produzioni, realizzerà, infatti, per la tv di Stato, ben due fiction, entrambe di taglio storico.

Con soggetto a firma di Diego Cugia, inizieranno nei prossimi mesi le riprese di Stirpe di Vipere (il titolo potrebbe anche diventare “Il piccolo imperatore”), una serie in sei puntate avente per protagonista Corradino, l’ultimo degli Svevi. La fiction narrerà le avventure del piccolo imperatore, sceso in Italia a sedici anni, a capo di un esercito, per riconquistare l’Italia dei padri. Con lui rivivranno tutti quelli che l’hanno preceduto, da Federico Barbarossa a Federico II.

Chissà che le avventure del prode Corradino non possano avere maggiori consensi di pubblico e critica rispetto al Barbarossa, recentemente protagonista della sfortunata miniserie diretta da Renzo Martinelli. La pellicola, oggetto di numerose controversie per via dell’origine politica del progetto, era comparsa proprio in una delle intercettazioni telefoniche del  2007, tra Saccà e Berlusconi.





18
aprile

LE TRE ROSE DI EVA: DON RICCARDO E’ IN PERICOLO!

Kaspar Capparoni in Le tre rose di Eva

Si rinnova, questa sera alle 21.10 su Canale5, l’appuntamento con Le Tre Rose di Eva, fiction diretta a quattro mani da Raffaele Mertes e Vincenzo Verdicchio, in grado di catturare nei suoi primi due episodi una media di oltre 5 milioni di spettatori, pari al 18,50% di share. Difficile per il pubblico femminile, ma non solo, resistere all’intreccio tra intense passioni e continui misteri, pronti ad animare anche il terzo appuntamento in onda quest’oggi.

Nella seconda puntata la vigna della famiglia Taviani a Prima Luce è stata fortemente danneggiata da un incendio doloso. Nonostante la disgrazia, Aurora (Anna Safroncik), Tessa (Giorgia Würth) e Marzia (Karin Proia) riescono a portare avanti la loro vendemmia. A dare loro una mano, arriva Bruno Attali, un aitante agronomo, cui dà il volto l’ex tronista Francesco Arca. Ma chi ha appiccato il fuoco nella vigna? I sospetti sembrano ricadere su Edoardo (Luca Capuano), il giovane rampollo di casa Monforte.

Nel frattempo, complice la sexy pigiatura dell’uva, fatta da Aurora durante la festa della vendemmia, Alessandro (Roberto Farnesi) non riesce a non pensare alla ragazza e alla forte passione che li ha uniti per anni. Ben altri pensieri tormentano suo fratello Riccardo (Kaspar Capparoni).


17
aprile

HELENA E GLORY: BARBORA BOBULOVA VITTIMA DELLA PROSTITUZIONE NELL’ULTIMO FILM DEL CICLO MAI PER AMORE

Barbora Bobulova in Helena e Glory

Questa sera alle 21,10 su Rai1 quarto ed ultimo appuntamento con Mai per Amore, il ciclo di film prodotti dalla Ciao Ragazzi di Claudia Mori con cui si è cercato d’indagare in profondità sui temi legati alla violenza delle donne, svelandone almeno in parte le ragioni, le cause, le distorsioni, che ancora oggi portano troppo spesso a considerare le donne solo dei corpi da usare e sottomettere.

Nel film Helena e Glory, con protagoniste Barbora Bobulova e Hester Ortega, il regista Marco Pontecorvo, già dietro  la macchina da presa in Ragazze in Web, racconta la storia di un’amicizia tra due donne nata nel non facile mondo della prostituzione e cementata nei momenti più difficili. Le due ragazze, diversissime tra loro, hanno un punto in comune: il coraggio di ribellarsi.

Glory, interpretata dalla spagnola Hester Ortega, è una donna esuberante, allegra, con la musica nel sangue. E’ una prostituta libera, venuta in Italia per guadagnare in fretta dei soldi avendo nel suo paese un debito e dei familiari da mantenere. Helena, che ha il volto di Barbora Bobulova, è invece una giovane rumena dal carattere chiuso e diffidente, vittima del racket della prostituzione per colpa di Cristian (Vanni Bramati), il suo ex-fidanzato, ora aguzzino e sfruttatore  ma anche padre del suo bambino.





16
aprile

UNA GRANDE FAMIGLIA: I RENGONI STRIZZANO L’OCCHIO A BROTHERS AND SISTERS E CONVINCONO

Stefania Sandrelli in Una Grande Famiglia

Non è certo la prima volta che un nucleo familiare si trova al centro di una serie televisiva. Allargata, patriarcale, piuttosto che tormentata da mille sventure, la famiglia ha fornito negli anni molteplici spunti a sceneggiatori e registi di fiction e serie tv. Trovare una chiave originale per narrare le gesta di una nuova dinastia potrebbe dunque non essere sempre così semplice e la tentazione di strizzare l’occhio alle fortunate produzioni d’Oltreoceano è dietro l’angolo.

E’ il caso di Una Grande Famiglia, serie prodotta da Magnolia Fiction che “riecheggia” Brothers and Sisters, celebre serial statunitense, trasmesso per cinque fortunate stagioni dalla Abc. Nella fiction in sei puntate, diretta da Riccardo Milani, troviamo i Rengoni, ricca famiglia d’industriali brianzoli ritrovatasi improvvisamente alle prese con problemi economici derivanti dalla misteriosa scomparsa del figlio Edoardo. Difficoltà finanziarie vissute anche dalla famiglia Walker di B&S, alla morte del patriarca William. Ad accomunare i Rengoni con la famiglia californiana, anche la presenza di cinque figli, di carattere ed età differenti, e di una madre, impegnata quotidianamente nel cercare di mantenere unito il nucleo familiare.

Nessun plagio, però, perchè, al di là del fatto che l’idea di Brothers and Sisters non sia poi così originale, Ivan Cotraneo, Stefano Bises e Monica Rametta, sceneggiatori della serie con all’attivo il successo di Tutti pazzi per amore, sono riusciti nell’impresa di realizzare un prodotto di ottima fattura, decisamente superiore alla media delle produzioni made in Italy. In Una Grande Famiglia le dinamiche interne ed esterne alla famiglia, dalla crisi di coppia al bullismo, riescono a colpire l’interesse e la sensibilità di un pubblico trasversale.


15
aprile

UNA GRANDE FAMIGLIA: TUTTI I PERSONAGGI DI CASA RENGONI

Una Grande Famiglia - Le donne di casa Rengoni

Questa sera e domani in prima serata prendono il via su Rai1 le avventure di Una Grande Famiglia, la fiction in sei puntate, diretta da Riccardo Milani, con protagonisti tra gli altri Stefania Sandrelli, Stefania Rocca, Primo Reggiani e Alessandro Gassman.

La serie che racconta gioie e dolori de I Rengoni, una ricca famiglia d’industriali brianzoli del settore mobiliare, uniti di fronte ai tragici eventi della vita, è prodotta da Magnolia Fiction, di ritorno su Rai1 dopo il flop de Il segreto dell’acqua con Riccardo Scamarcio, e il tiepido risultato della miniserie Violetta, con protagonisti Vittoria Puccini e Rodrigo Guirao Diaz. Ma conosciamo meglio il nutrito cast di personaggi che animeranno questo nuovo romanzo familiare, destinato con buona probabilità a trovare un ottimo consenso tra i fedeli spettatori delle fiction della  prima rete Rai.

ERNESTO RENGONI (Gianni Cavina)
Capostipite della grande famiglia, Ernesto è un punto di riferimento per tutti i Rengoni. A causa di problemi di salute, Ernesto ha lasciato da qualche anno al primogenito Edoardo la direzione dell’azienda. Colpito quanto gli altri dall’incidente del figlio, reagisce però in modo decisivo: convinto che Edoardo non sia morto, ma piuttosto responsabile della sparizione dell’enorme somma di denaro nei conti aziendali, Ernesto farà in modo di agire per scoprire la verità.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


15
aprile

UNA GRANDE FAMIGLIA: DA QUESTA SERA SU RAI1 LE VICENDE DI CASA RENGONI, CON SANDRELLI, GASSMAN E ROCCA

Una Grande Famiglia

La famiglia torna protagonista in tv. Non allargata in stile Medico in famiglia o I Cesaroni ma decisamente più tradizionale. Da questa sera alle 21,30 su Rai1 prende il via Una grande Famiglia, fiction in 6 puntate incentrata sulle vicende de I Rengoni, una stirpe d’industriali della Brianza. La serie, prodotta da Magnolia per RaiFiction, vede alla regia Riccardo Milani mentre la sceneggiatura porta la firma di Ivan Cotroneo, Stefano Bises e Monica Rametta, i tre artefici del successo di Tutti pazzi per amore, di cui proprio Milani aveva diretto le prime due stagioni. 

Girata tra Milano, Bergamo, Como e Monza, la fiction vanta un nutrito cast di grandi attori, raro per una produzione italiana: da Stefania Sandrelli a Gianni Cavina, passando per Alessandro Gassman, Stefania Rocca, Valentina Cervi e Piera Degli Esposti. Una Grande Famiglia si presenta come un romanzo familiare dei giorni nostri, nel quale i toni della commedia romantica si fondono con quelli del drama e del mistery. Attraverso gli intrecci di affetti, i segreti e i dolori dei Rengoni, si raccontano le inquietudini e le contraddizioni dell’Italia toccando temi come il lavoro, l’adozione, la fede e  il divorzio.

Grande soddisfazione è stata espressa dal direttore di RaiFiction Fabrizio Del Noce che, durante la conferenza stampa di presentazione della serie, ha dichiarato:

“Sono molto soddisfatto ed è merito degli sceneggiatori che hanno realizzato una storia molto intersecata con temi forti, odi ed amori, classico, e mistery. Una serie dal finale aperto, che darebbe la possibilità di realizzare un eventuale sequel.