Fiction


13
gennaio

CANALE 5 SOSPENDE LE REPLICHE DE IL PECCATO E LA VERGOGNA

Il peccato e la vergogna

La coppia acchiappa audience della fiction italiana Gabriel Garko-Manuela Arcuri subisce una battuta d’arresto. La serie Il peccato e la vergogna, dopo due sole puntate, è stata sospesa dalla programmazione di Canale5.

Pur trattandosi di repliche, i vertici del Biscione avevano scommesso sulla fiction Ares, che in prima visione aveva ottenuto ottimi ascolti, collocandola al martedì contro le miniserie di Rai1 e Ballarò. Dopo l’esordio poco incoraggiante del 3 gennaio (12.37%), questa settimana Il peccato e la vergogna ha raccolto solamente 2.366.000 spettatori pari all’8.82% di share, risultando meno seguita del programma Wild di Italia1. Quindi la decisione della sospensione.

Martedì prossimo andrà in onda il film La matassa: la pellicola con Ficarra e Picone è già andata in onda su Canale5 il 24 febbraio scorso.




11
gennaio

LUNETTA SAVINO: “DEL NOCE NON MI CONVOCA…. NON LAVORO IN TV DA 5 ANNI”

Lunetta Savino

Reduce dall’insuccesso della fiction di Canale5 Due mamme di troppo, rieditata senza migliori fortune con il titolo L’amore non basta…quasi mai, Lunetta Savino si consola con il teatro. Dal 10 gennaio è in scena a Milano, al fianco di Emilio Solfrizzi, con Due di noi di Michael Frayn, un ritratto agrodolce di tre disavventure coniugali. La simpatica Cettina di Un medico in Famiglia, ha recentemente spiegato sulle pagine de Il Giornale, i motivi del suo momentaneo allontanamento dal piccolo schermo, in particolare dalla Rai, azienda nella quale ha raccolto in passato grandi consensi di pubblico e critica.

“Dopo che dalla Rai è andato via Agostino Saccà – una persona con cui ho lavorato benissimo, ottenendo successi come Raccontami, il coraggio di Angela, Il figlio della luna – non mi hanno più cercato. Del Noce non mi convoca. Dipenderà dall’età: capisco che s’investe sempre meno sulle interpreti mature. Dipenderà da me: io non ho gusti facili, voglio fare solo cose belle. Sta di fatto che, a parte Due mamme di troppo per Mediaset, in tv sono cinque anni che non lavoro”.

L’attrice precisa inoltre i motivi che la spinsero a lasciare Un medico in famiglia, serie della quale sarà presto sul set l’ottava stagione, segnata dal ritorno di Lino Banfi, ma non della Savino, decisa a non tornare sui suoi passi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


11
gennaio

IL TREDICESIMO APOSTOLO: ANTICIPAZIONI DELLA SECONDA PUNTATA

Claudia Pandolfi in Il Tredicesimo apostolo

Nuovo appuntamento questa sera alle 21,10 su Canale 5 con Il Tredicesimo apostolo – Il prescelto, la fiction prodotta da Taodue con protagonisti Claudio Gioè e Claudia Pandolfi. La prima puntata, in onda lo scorso mercoledì 4 gennaio, ha totalizzato una media di ben 7.103.000 telespettatori con il 27.21% di share (30.99% nel target commerciale). Un risultato importante per la rete ammiraglia Mediaset, spesso e volentieri costretta ad accontentarsi di medie d’ascolto decisamente inferiori.

Nel primo episodio, Claudia (Claudia Pandolfi), sconvolta dal modo in cui Gabriel (Claudio Gioè) ha salvato Agata, e non potendo darsi risposte razionali, decide di indagare sul suo passato. Demetrio invece decide di non credere al nipote attribuendo il suo potere a scherzi della mente che lo stress e l’ossessione per il suo passato gli stanno causando. Crede inoltre che la causa dei suoi vaneggiamenti siano da imputare a Claudia, e per la prima volta parla di lei come una possibile minaccia per la sua carriera sacerdotale.

Gabriel si imbatte, inoltre, in circostanze così frequenti da potersi difficilmente definire casuali, e in Eugenio Muster, un uomo a cui da anni vengono attribuiti poteri medianici. Muster chiede a Gabriel di aiutarlo: una bambina morirà, e Gabriel deve impedire che questo accada. Ma soprattutto Muster si rivelerà per Gabriel ben più importante di quanto lui stesso non creda; quest’uomo conosce infatti il potere che Gabriel sta scoprendo di possedere dandogli prova di non essere un ciarlatano, a differenza di quello che suo zio Demetrio ha sostenuto affermando che la Congregazione si occupò di lui già in passato.

Informazioni generali su Il Tredicesimo Apostolo

Trama, foto e personaggi de Il Tredicesimo Apostolo





10
gennaio

IL RESTAURATORE: LA FICTION PARANORMALE CHE PARE NORMALE

Lando Buzzanca in Il Restauratore

Un 2012 all’insegna del paranormale. Dopo Il tredicesimo apostolo, la fiction record d’ascolti di Canale5, il soprannaturale è approdato domenica sera su Rai1 con Il Restauratore, la miniserie in dodici puntate (sei serate), con protagonista Lando Buzzanca. La fiction diretta da Giorgio Capitani e Salvatore Basile, si presenta come una contaminazione di stili. Da una parte un canovaccio tipico della serialità italiana, con indagini di taglio poliziesco e momenti di commedia, dall’altra il (poco) riuscito tentativo di svecchiare formule e generi, offrendo ai telespettatori il tema del paranormale attraverso le visioni o meglio “le luccicanze” del restauratore Buzzanca.

Pur consapevole di rivolgersi ad un pubblico generalista, la serie tv offre alcuni spunti interessanti, che strizzano inevitabilmente l’occhio a produzioni straniere di successo come MediumGhost Whisperer. Basti pensare che proprio in quest’ultima serie tv, la protagonista Melinda Gordon – capace fin da bambina di comunicare con le anime dei morti – interpreta il ruolo di una giovane imprenditrice che gestisce un negozio di antiquariato. Inutile specificare, però, come il prodotto nostrano non riesca a bissarne le atmosfere, sprofondando spesso e volentieri in una grottesca surrealtà.

Buona la prova d’attore del carismatico Buzzanca, volto ormai familiare della fiction Rai. L’ex protagonista delle commedie sexy all’italiana, risulta credibile e a suo agio sia nelle scene più drammatiche che in quelle dal tono più leggero. Apprezzabili ma non certo degni di nota gli sforzi fatti da Martina Colombari, abituata a destreggiarsi più con spazzolini e dentifrici, che nelle vesti di restauratrice. Non va meglio con la poliziotta  Caterina Guzzanti, le cui continue smorfie del viso riportano col pensiero alla fantomatica soap Gli occhi del cuore della serie Boris.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


9
gennaio

GRANDE FRATELLO 12 vs LA FIGLIA DEL CAPITANO: VANESSA HESSLER CI RIPROVA!

Vanessa Hessler in La Figlia del Capitano

Vanessa Hessler ci riprova. Per la terza volta in due mesi, una fiction che vede protagonista l’attrice romana sfida la banda di Grande Fratello 12 guidata da Alessia Marcuzzi. I due precedenti sono entrambi a favore della bionda di Viale Mazzini, che ha di fatto aperto la crisi autunnale del reality di Canale 5 prima ancora dell’uragano Fiorello.

Lo scorso 31 ottobre, col finale di Cenerentola, ha strapazzato con quasi 7 milioni di spettatori (27.94% di share) la seconda puntata del reality di Canale 5, ferma a poco più di 3 milioni e mezzo (17.28%). E sette giorni più tardi, nei panni de La ragazza americana, la storia si ripete: Rai 1 a quota 6.135.000 spettatori (22.28% di share) contro la terza puntata del Grande Fratello seguita da 4.378.000 (19.69%).

Questa sera, su Rai 1 a partire dalle 21.10, la Hessler tenta il “colpaccio” con La Figlia del Capitano (per maggiori info clicca qui), miniserie in due puntate con Primo Reggiani ed Edwige Fenech. In contemporanea, dalle parti di Cologno, nella sponda romana di Cinecittà, sei nuovi concorrenti sono pronti a varcare la porta rossa ed entrare ufficialmentre a far parte del Grande Fratello 12 (leggi qui il menù della dodicesima puntata in onda stasera).





9
gennaio

LA FIGLIA DEL CAPITANO: LA MINISERIE IN COSTUME CON VANESSA HESSLER E PRIMO REGGIANI

Vanessa Hessler in La figlia del Capitano

Non c’è due senza tre. Dopo il successo di Cenerentola e La ragazza Americana, Vanessa Hessler torna questa sera e domani in prima serata su Rai1 con La Figlia del Capitano, miniserie liberamente ispirata all’omonimo romanzo di Aleksander Sergeevic Puskin. La coproduzione, RaiFiction e Immagine e Cinema, vede la bella Hessler nei panni dell’eroina Mascia, Primo Reggiani nel ruolo di Pjotr Grinev, e Edwige Fenech – tornata sul set dopo una lunga assenza – nelle vesti della Zarina Caterina II di Russia. Nella cast della serie, scritta da Alessandro Sermoneta e Elena Bucaccio, anche Nini Salerno (Savel’Ic), Ludovico Fremont (Svabrin) e Francesca Chillemi (Kitty).

La Figlia del Capitano, diretta Giacomo Campiotti, narra la storia d’amore tra Pjotr e Mascia, due giovani di estrazione sociale diversa che, per restare insieme, si troveranno a superare mille ostacoli e mille difficoltà. Una tormentata storia d’amore, dunque, ma anche di guerra, d’intrighi, lotte di potere e immancabili colpi di scena, ambientati alla fine del Settecento nella Russia di Caterina II, un paese fortemente segnato dalle lotte sociali, e dai numerosi problemi dovuti alle differenze etniche.

Non è la prima volta che l’opera di Puskin ispira sceneggiatori e registi italiani. Nel 1947 Mario Camerini, su soggetto si Steno e di un giovane Mario Monicelli, diresse una pellicola con protagonisti Amedeo Nazzari, Irasema Diliam e Vittorio Gassman. Risale invece al 1965 il fortunato sceneggiato Rai diretto da Leonardo Cortese, con il riconfermato Nazzari, Lucilla Morlacchi e Umberto Orsini. Alla nuova miniserie, prodotta da Edwige Fenech, l’arduo compito di bissare il successo delle precedenti trasposizioni.

Dopo il salto la trama della miniserie.


8
gennaio

IL RESTAURATORE: TRAMA, FOTO E PROTAGONISTI

Il Restauratore

Appuntamento questa sera alle 21.30 su Rai1 con Il Restauratore, la nuova fiction Rai diretta da Giorgio Capitani e Salvatore Basile, con protagonisti Lando Buzzanca e Martina Colombari.

Nel primo episodio intitolato Il dono, Basilio Corsi (Lando Buzzanca) esce dal carcere dopo 20 anni e inizia a lavorare come restauratore in una vecchia bottega al centro di Roma. La proprietaria, Maddalena (Martina Colombari), è in cerca di qualcuno a cui affidare la gestione dell’attività. L’ingresso nella bottega cambia per sempre la vita di Basilio: toccando alcuni oggetti, il restauratore “vede” crimini e sciagure che non sono ancora avvenute. Basilio è di fronte a un bivio: restare indifferente o intervenire per evitare che accada ciò che ha visto?

Nel secondo episodio intitolato Segreti e bugie, il contatto con un portacipria genera a Basilio una nuova luccicanza: “vede” una ragazza che usando il cosmetico resta sfigurata. Basilio indaga e risale a Sonia B (Valentina D’Agostino), una giovane cantante lanciata nel panorama discografico. Il successo di Sonia B nasconde un segreto, ma nel frattempo il portacipria passa di mano in mano: Sonia lo dona a Donatella (Ivana Lotito), la sua corista di maggior talento. Il restauratore è ingaggiato in una serrata corsa contro il tempo, per scongiurare che l’acido contenuto nel portacipria distrugga per sempre una vita.

Trama, foto e schede dei protagonisti de Il Restauratore

Dopo la ricca gallery, tutte le schede dei protagonisti:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


8
gennaio

IL RESTAURATORE: LA FICTION CON LANDO BUZZANCA E MARTINA COLOMBARI AL VIA QUESTA SERA SU RAI1

Lando Buzzanca e Martina Colombari in Il Restauratore

Lando Buzzanca è il protagonista de Il restauratore, miniserie di Rai1 che questa sera alle 21,30 inaugura il nuovo anno della fiction targata Rai. Dopo i successi de Lo scandalo della Banca Romana e Io e mio figlio, l’attore siciliano veste gli inediti panni del restauratore Basilio Corsi, in una produzione Albatross Entertainment, diretta da Giorgio Capitani e Salvatore Basile. Dodici episodi divisi in sei prime serate, nelle quali Buzzanca verrà affiancato da Martina Colombari, Paolo Calabresi, Beatrice Fazi, Marco Falaguasta e Caterina Guzzanti.

In un inedito (almeno per Rai1) contesto fantasy, immerso nel più che collaudato genere investigativo, Basilio, appena uscito di prigione dopo aver scontato una lunga pena e seguito un corso di restauro, viene indirizzato dal direttore dell’istituto in una bottega di proprietà di Maddalena Fabbri  (Martina Colombari), donna avvenente e molto legata al suo lavoro.

Basilio non è però un semplice restauratore. Ciò che lo rende speciale è un dono che lui soltanto possiede: la “luccicanza”. Quando tocca un oggetto, sente un profumo o un semplice rumore, l’uomo percepisce cosa accadrà al proprietario di quell’oggetto e, se si tratta di fatti negativi, si sente in obbligo di fare qualcosa per proteggerlo.