Don Matteo


26
settembre

DON MATTEO 9: CHI SONO LE NEW ENTRY

Nadir Caselli

Tra poco meno di un mese tornerà su Rai 1 il prete più famoso della tv, quello che tra una preghiera ed una predica indaga e risolve misteri meglio della Signora in giallo. Lui è naturalmente Don Matteo e se vi sembra di non averlo mai perso di vista, è solo per le repliche che l’azienda pubblica ci propina di continuo. Ma l’ottava serie è terminata il lontano 8 dicembre del 2011 e il 24 ottobre 2013 finalmente arriveranno i nuovi episodi.

L’attesa è grande come anche il sospetto. Sospetto che Don Matteo 9 non sia all’altezza delle precedenti serie visto il cambio di location (da Gubbio a Spoleto) e vista la discussa e discutibile scelta di eliminare uno dei personaggi principali, quello di Patrizia Cecchini (Pamela Saino). Ma per una che va in tre nuovi arrivano: Giorgia Surina, Andres Gil e Nadir Caselli entrano a far parte del cast e siamo in grado di dirvi qualcosa in più sui loro personaggi.

Don Matteo 9 – Nuovi Personaggi: Giorgia Surina è il Pubblico Ministero Bianca (Bibbi) Venezia

Ad opporsi all’onnipresenza investigativa del personaggio interpretato da Terence Hill in questa serie sarà il pubblico Ministero Bianca Venezia detta Bibbi (Surina), vecchia amica del capitano Tommasi con il quale ha condiviso il percorso di studi. La donna arriverà annunciando le sue nozze ma poi, complice il carattere non proprio facile, avrà problemi col promesso sposo, e chissà che questo non l’avvicini in modo diverso al capitano, rimasto solo dopo l’uscita di scena della moglie Pamela.




6
settembre

DON MATTEO 9 A FEBBRAIO 2014

Nino Frassica e Terence Hill

UpdateDon Matteo 9 è stato rinviato, sarà trasmesso a partire da febbraio 2014.

Con la messa in onda delle repliche degli ultimi due episodi dell’ottava stagione, si conclude quest’oggi l’appuntamento del mezzogiorno di Rai1 in compagnia di Don Matteo. Il prete detective anche all’ennesima riproposizione (l’ottava stagione è stata replicata lo scorso inverno), è riuscito a riconfermare un buon successo d’ascolti, portando a casa in diversi episodi delle medie di oltre 2.500.000 spettatori. I tanti fan della serie che già sentono nostalgia di Terence Hill e Nino Frassica, possono però stare tranquilli: Parroco e Maresciallo torneranno, infatti, molto presto su Rai1 con gli episodi inediti della nona stagione.

Don Matteo 9 arriva il 24 ottobre su Rai 1

L’appuntamento con il nuovo capitolo della serie prodotta dalla Lux Vide è per giovedì 24 ottobre in prima serata sempre su Rai1. Stando ai palinsesti forniti da Rai Pubblicità, la messa in onda della fiction proseguirà sino al 28 novembre, occupando con un doppio episodio a sera soltanto sei settimane. Considerando che la serie è composta di 26 episodi, non ci si può non domandare che fine faranno i restanti appuntamenti.

La risposta è presto data. Visto il successo da sempre riscosso da Don Matteo, la Rai avrebbe pensato di non sprecare i nuovi episodi fuori dalla garanzia pubblicitaria, aspettando dunque i primi mesi del 2014 (partenza del nuovo periodo di garanzia) per mandare in onda le restanti puntate. L’idea è quella di sfruttare al meglio le potenzialità della fiction, destinando le strenne natalizie a produzioni di minor appeal o dal riscontro incerto, come avvenuto del resto lo scorso anno con L’Isola, fiction tenuta per anni in frigorifero e scongelata per tenere compagnia al pubblico, tra un brindisi ed un altro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes


10
luglio

DON MATTEO: PROSEGUONO LE REPLICHE, ASPETTANDO L’”AZZARDO” DEL NONO CAPITOLO

Terence Hill

Vederlo scorrazzare in giro per le viottole di paese in sella alla sua bicicletta è ormai un’abitudine per milioni di telespettatori, che non perdono un episodio di Don Matteo da ormai tredici anni. Di pedalate, il prete biondo dagli occhi di ghiaccio a cui dà il volto Terence Hill, ne conosce due tipi: quella serafica di chi passeggia in libertà salutando tutti quelli che incontra e quella spedita, urgente, di chi deve salvare una vita, impedire un omicidio o aiutare qualcuno a redimersi prima che sia troppo tardi.

Il prete investigatore di Rai 1, che fa impazzire il capitano dei carabinieri di turno aiutato dal fedele Maresciallo Cecchini (Nino Frassica), sta facendo compagnia al suo pubblico ogni giorno dalle 11.25 con le repliche delle vecchie stagioni, sempre apprezzate e seguite perché coniugano alla perfezione il mistero che tanto va di moda e quel clima familiare di cui c’è sempre bisogno nella fiction italiana. Nelle otto serie andate in onda finora Don Matteo e il suo team di autori non hanno mai deluso il pubblico, rispettando quel patto implicito che prometteva consuetudine e pochi sconvolgimenti.

Il patto, però, potrebbe venire meno in occasione della nona stagione della serie, che andrà in onda in autunno sulla rete ammiraglia dell’azienda pubblica. Come vi abbiamo già raccontato, non sarà presente nel cast Pamela Saino, ovvero Patrizia Cecchini, diventata negli anni la protagonista della storia d’amore che fa da sfondo alle avventure di Don Matteo: la figlia del maresciallo si è infatti innamorata del capitano Tommasi (Simone Montedoro) e nel finale dell’ottava annata i due si sono sposati. Come giustificare adesso la sua uscita di scena, visto che lui invece ci sarà ancora?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





14
maggio

DON MATTEO 9, AL VIA LE RIPRESE. ED E’ GIA’ FESTA A SPOLETO

Pippo (Francesco Scali) sul set di Don Matteo 9 a Spoleto (foto: Corriere dell'Umbria)

Sono iniziate ieri le riprese della nona stagione di Don Matteo, fortunata fiction con Terence Hill e Nino Frassica, il cui set da quest’anno si è trasferito a Spoleto abbandonando la storica ma a quanto pare costosa Gubbio. Il primo ciak, come riporta il Corriere dell’Umbria, ha visto impegnato il sagrestano Pippo (Francesco Scali) alle prese con la ragazza madre Laura Belvedere a cui dà il volto Laura Glavan, giunta nell’ottava stagione e dunque riconfermata nel cast.

Nota curiosa: l’attrice ha un ruolo anche in Che Dio ci Aiuti, serie nata da un crossover proprio con Don Matteo e dunque ha uno sdoppiamento di identità nell’universo filmico raccontato. Cosa da poco, comunque, se consideriamo per esempio che l’ex protagonista Milena Miconi, presente nella quarta e nella quinta serie col ruolo del sindaco Laura Respighi, era già comparsa in un ruolo minore e del tutto diverso nella prima serie della fiction.

Il primo blocco di riprese andrà avanti fino al 13 giugno nella città di Spoleto, la cui quiete è stata ovviamente sconvolta dall’entusiasmo dei fans d’annata, pazzi per Terence Hill ma soprattutto delle giovanissime che si sono ritrovate per strada Andrés Gil, l’attore argentino che da quest’anno entra a far parte del cast insieme a Giorgia Surina.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


4
aprile

DALLA PRIMA LETTERA DI DON MATTEO AGLI EUGUBINI

Terence Hill in Don Matteo

Come annunciato nelle scorse settimane, la nona stagione di Don Matteo cambierà location. Le avventure del prete detective più amato della tv abbandoneranno la storica cittadina di Gubbio per approdare a Spoleto. Una scelta di natura prettamente economica quella attuata dalla casa di produzione Lux Vide, che non poteva non lasciare di stucco gli Eugubini, ormai affezionati al personaggio interpretato da Terence Hill. Lo stesso attore del resto si è da sempre dichiarato molto legato a Gubbio e ai suoi abitanti, e proprio in occasione di questo improvviso trasloco, come riportato dal Corriere dell’Umbria, ha voluto ancora una volta rinnovare il proprio affetto alla città.

“Sono tristissimo per questo cambiamento, credo, dovuto a fattori economici. Sono troppo affezionato a Gubbio e agli eugubini per non sentire uno strappo fisico che mi fa svegliare con ansia durante la notte. Solo ora mi rendo conto quanto sia forte e profondo questo legame. Dopo 15 anni, la maggior parte dei quali ho trascorso a Gubbio, lavorando e creando rapporti più che affettuosi con i suoi abitanti, non potrebbe essere diversamente. Questo legame non si può spezzare. Vorrei ringraziare tutti dal mio cuore. Vostro. Terence Hill”.

Sentimenti a parte, la macchina di Don Matteo si è già messa in moto. I primi ciak della nuova stagione, che vedrà l’ingresso di diverse new entry come Andrès Gill e Giorgia Surina, sono partite lo scorso 2 aprile negli studi di Cinecittà a Roma. Le riprese spoletine, invece, dovrebbero articolarsi in tre tranche per 12 settimane complessive, dal 13 maggio all’8 giugno, dal 16 luglio all’8 agosto e dal 20 settembre al 20 ottobre.





26
marzo

DON MATTEO 9: GIORGIA SURINA E ANDRES GIL NEL CAST. FUORI LA FIGLIA, ARRIVA LA NIPOTE DEL MARESCIALLO

Giorgia Surina

Fervono i preparativi per la nona stagione di una delle fiction più fortunate e longeve degli ultimi anni che, presumibilmente in autunno, tornerà a far compagnia agli spettatori di Rai1 a distanza di due anni dalla messa in onda in prima tv dell’ottavo ciclo di episodi. Stiamo parlando, ovviamente, di Don Matteo le cui riprese inizieranno il 2 aprile in Umbria - precisamente a Spoleto dove il set della serie tv si sposterà dopo anni di onorato servizio in quel di Gubbio – e saranno caratterizzate dall’ingresso di new entry davvero interessanti.

Il primo nuovo acquisto della fiction targata Lux Vide sarà il vincitore di Ballando con le Stelle 2012 e secondo classificato della prima edizione di Pechino Express Andrès Gil che proprio stanotte via twitter ha annunciato la propria partecipazione a Don Matteo 9 ottenendo i complimenti e le felicitazioni dell’attivissima Milly Carlucci e dell’ex compagna di reality Anastasia Kuzmina. Il suo ruolo sarà quello di Ettore, un 25enne bello e dannato con tanti problemi da risolvere.

Ad arricchire il tasso estetico della produzione, invece ci penserà Giorgia Surina che interpreterà Bianca detta ‘Bibbi’, pubblico ministero presso il Tribunale del luogo. Secondo Avvenire, che ha dato la notizia dell’ingresso della moglie di Nicolas Vaporidis, alle riprese della nona stagione di Don Matteo parteciperà anche un altro personaggio femminile.


14
marzo

NINO FRASSICA A DM: COLPI DI SCENA E NEW ENTRY FEMMINILI IN DON MATTEO 9

Nino Frassica

E’ il commissario Cecchini in Don Matteo e in primavera lo vedremo anche tra i protagonisti di Casa e bottega, una nuova fiction con Renato Pozzetto in onda su Rai1. Di successo in successo, Nino Frassica prosegue la sua carriera di attore e comico, grazie ad una ironia sempre originale, fatta di arguzie e nonsense. Ne sanno qualcosa anche i telespettatori de I migliori anni, lo show del sabato sera condotto da Carlo Conti, in cui Nino veste il ruolo di ‘guastafeste’…

Quest’anno abbiamo deciso di ripercorrere la storia dei quiz televisivi, che poi è il pretesto per fare della comicità surreale. Nonostante l’età ci divertiamo come dei ragazzini e cerchiamo di far ridere, senza la pretesa di trasmettere chissà quale messaggio. Carlo mi dà carta bianca ed io ho la comodità di avere l’intera settimana a disposizione per pensare alle mie battute.

Qual è l’aspetto comico che ritrovi nei quiz di oggi?

A volte si sentono delle risposte balorde, oppure ai concorrenti vengono poste domande che non sono di cultura generale ma di gossip e cronaca rosa. Una volta, quando c’era Mike Bongiorno, non era così. Non voglio però dire che ho nostalgia del passato, perché anche la tv in bianco e nero aveva dei brutti programmi, solo che ce li siamo scordati.

In passato hai interpretato una gag intitolata “Disfactor”, nella quale ironizzavi sui talent show. Cosa pensi di quel mondo?

Che nessuno ha inventato niente, ma è soltanto cambiata la forma e la confezione: Italia’s got Talent, ad esempio, è come la Corrida, che a sua volta richiamava ‘Il microfono è vostro’ di Nunzio Filogamo. Io ho preso in giro questo mondo nel suo aspetto più buffo, anche se in realtà non sono contro i talent e non li demonizzo.

A I migliori anni prosegue la tua fortunata collaborazione con Carlo Conti. Pensi che la Rai lo valorizzi adeguatamente?

Carlo è un’ottima persona, dal punto di vista umano e lavorativo. Come un soldatino, fa quello che l’azienda gli chiede. Forse avrebbe voluto far riposare I migliori anni, in modo che non ci fosse un’overdose di nostalgia e di cantanti del passato, alcuni dei quali sono stati ospiti più volte. Però, per esigenze televisive, la Rai ha giocato ancora il jolly ed il programma è tornato.

Intanto, sei già sul set di Don Matteo 9

Sì, anche quest’anno abbiamo delle ottime sceneggiature, io ormai mi muovo con sicurezza perché interpreto un personaggio che conosco bene. Infatti so come sono certi marescialli di provincia, che hanno una grande carica di umanità e sono vicini alla gente. Cecchini possiede proprio queste caratteristiche, e in più si mostra anche nella sua vita privata, cioè nel rapporto quotidiano con la moglie e la figlia. Anche questa sua dimensione domestica mi piace molto.

Quest’anno Patrizia, la figlia del maresciallo Cecchini, non ci sarà. Cosa mai?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


26
marzo

LA SANA NORMALITA’ CHIAVE DEL SUCCESSO DI QUESTA STAGIONE TV

Don Matteo 8

di Massimo Dorati – [Hai perso la prima parte? Clicca qui] Abbiate pietà, so benissimo che è come farvi fare un’escursione in rafting. Vi sto facendo saltare sulle rapide degli ascolti zappingando da un argomento all’altro, ma credo sia necessario per capire certe dinamiche. Come dice il mio amico Fiorello (ancora lui…) “Chiedo Schiuma”. Io direi “Chiedo tenia”.

Ora svisceriamo l’argomento di natura sociologica, un pò pesante ma utile a capire alcune sfumature delle problematiche che stiamo trattando. E’ indiscutibile il senso di grave precarietà che ci sta attanagliando, una sorta di paura endemica si è impossessata del nostro vissuto quotidiano. Se poi ci aggiungiamo il lavoro che manca, i soldi che scarseggiano, una non visione del futuro, cosa ci resta da fare se non restare a casa la sera a guardare il vecchio caro televisore 600 pollici al plasma con 18 telecomandi che non servono a nulla? E se poi ci aggiungiamo che questa nostra povera Italia è un paese di anziani, di over 65 in continuo aumento, questo elemento chiude drammaticamente il cerchio.

La gente comune non è, per capirci, il popolo di twitter o dei social network; il “popolo” come negli anni 60 cerca in tv l’emozione, la risata, utilizza la stessa come strumento di compagnia. In definitiva la gente cerca rassicurazione, cerca storie o programmi in cui possa riconoscersi, emozionarsi, divertirsi; cerca cose che là fuori non trova perche là fuori c’è quel senso incombente di paura misto a precarietà. La gente ha bisogno di certezze, cerca quel “passato” che tanto bene conosce, e anche in tv rifiuta il futuro perchè non lo conosce mentre preferisce adagiarsi su cose già viste ma che gli infondano tranquillità e stati emotivi che non accrescano ulteriormente l’ansia del vivere.