Festival di Sanremo

Notizie, foto, curiosità, anticipazioni, artisti in gara, testi delle canzoni, conduttori, vallette e tutto ciò che si può sapere sul Festival di Sanremo, la kermesse canora più famosa d’Italia.


23
luglio

FESTIVAL DI SANREMO 2011. GIANNI MORANDI: “IO SUL PALCO DELL’ARISTON? UNA BELLA BUFALA”

Gianni Morandi

Gianni Morandi - Il cantante smentisce la sua conduzione del Festival di Sanremo 2011

C’era da aspettarselo, anzi, in realtà ce lo aspettavamo tutti e puntuale come un orologio svizzero la prima smentita “sanremese” è arrivata. A sconfessare a distanza di soli 2 giorni la notizia de La Repubblica che voleva il trio Rodriguez-Ranieri Morandi alla conduzione della Kermesse canora, è proprio Gianni Morandi:

Io a Sanremo? Siamo d’estate e questa è una bella bufala. I giornali devono scrivere qualcosa […]Io non ne ho mai sentito parlare, nessuno mi ha detto nulla [...] se è vero che Gianmarco Mazzi sarebbe il direttore artistico del Festival di Sanremo 2011, come l’anno scorso, me lo avrebbe chiesto o mi avrebbe accennato qualcosa. [...]Conosco Gianmarco Mazzi da 30 anni, da quando era il giovanissimo segretario della nazionale di calcio dei cantanti, ci sentiamo spesso, che ne dice, magari una telefonata me l’avrebbe fatta, no?”.

E all’ipotesi che lo voleva alla conduzione per compensare una Canzonissima mai riproposta, risponde: “Ma quale compenso? Non ho chiesto niente in cambio. A Sanremo i cantanti ci vanno per cantare. Ogni volta che ho avuto un pezzo adatto ho partecipato volentieri. Il Festival resta un punto di riferimento per chiunque faccia musica in Italia”.

Nessun premio di consolazione, quindi, per il cantante di Monghidoro e mentre in casa Rodriguez si parla solo di cadute di “Corona”, in quella di Ranieri tutto tace.




21
luglio

BELEN, MORANDI E RANIERI A SANREMO? UN PLEBISCITO DI “NO” DAI BAMBINI DEL GIFFONI FILM FESTIVAL

Belen Rodriguez, Playboy

Si dice che i bambini siano la “bocca della verità” e i baby giurati del Giffoni Film Festival di schiettezza ne hanno da vendere. Poco importa alle piccole menti se “oggetto” di discussione sia una bellezza statuaria del calibro di Belen Rodriguez. Le taglienti lingue under 13 non le mandano certo a dire e si improvvisano, inconsapevolmente, piccoli critici e primi commentatori della notizia che vede in pole position per la conduzione del prossimo Festival, il trio Rodriguez, Morandi, Ranieri.

Antonella Clerici ci era piaciuta tanto l’anno scorso… Ti lascio una canzone è un bel programma. Belen? E’ bella ma non mi è tanto simpatica [...] può fare solo le pubblicità. Se ne fa di meno, è ancora meglio”, sentenziano i bambini.

Parole che fanno sorridere, come quelle di Marco, 10 anni, che collega, con un pizzico di fastidio, il nome di Belen al ricordo delle numerose interruzioni delle partite dei Mondiali a favore dello spot che vede protagonista la bella argentina. A chiudere il plebiscito di “no” il commento di una piccola donnina di 10 anni che, con fare tipicamente femminile, parla poco e “insacca bene”:

“La Clerici mi era piaciuta tanto, perché non glielo fanno rifare?!? Belen chi è, quella della pubblicità?”.

Non sfuggono alle critiche neppure Gianni Morandi e Massimo Ranieri che, nonostante la distanza generazionale li renda quasi dei perfetti sconosciuti agli occhi dei baby commentatori, a furor di (piccolo) popolo verrebbero volentieri sostituiti con Ligabue o Tiziano Ferro. Ma se i due storici (e un po’ d’epoca) cantanti risultano sconosciuti ai più piccini, ben noti sono invece ai genitori che nonostante non neghino la loro immensa bravura, poco apprezzano l’idea di vederli alla conduzione della kermesse canora.


20
luglio

SANREMO 2011: MORANDI, RANIERI E BELEN A UN PASSO DALL’ARISTON. FORSE UN RITORNO DEL DOPOFESTIVAL CON MAIONCHI E FACCHINETTI

Gianni Morandi Belen Rodriguez e Massimo Ranieri

L’eterno ragazzo, lo scugnizzo e la soubrette tutto fare. Sanremo dà grande spettacolo, soprattutto finchè non comincia. Anche quest’anno a tenere tutti sulle spine nei mesi che precedono lo show è il walzer del toto conduttori. DM sta seguendo il balletto con attenzione e vi aggiorna, come sempre, in tempo reale. Dopo l’indiscrezione che a presentare la kermesse 2011 potesse essere la triade Belen-Facchinetti-Greggio, oggi spuntano nuovi nomi che cambiano le carte in tavola ma danno anche un’importante conferma. Attenzione: a fare gli onori di casa sul palco dell’Ariston potrebbero esserci Gianni Morandi, Massimo Ranieri e Belen Rodriguez. Stavolta a riportarlo è il quotidiano Repubblica, che avanza i nomi con certezza, senza nemmeno adottare il condizionale d’obbligo. In effetti questo trio potrebbe suonare strano (nonostante sia composto da due bravi musicisti), ma bisogna ammettere che ha comunque una sua logica.

Gianni Morandi e Massimo Ranieri, oltre alle indiscusse doti canore, in passato hanno dimostrato di possedere qualità di intrattenimento durante la conduzione di programmi Rai in prima serata. Per la prossima stagione televisiva, l’eterno ragazzo di Monghidoro aveva anche firmato un contratto per “Canzonissima”, trasmissione poi cancellata per problemi di budget (queste le motivazioni ufficiali). La sua partecipazione a Sanremo potrebbe essere quindi letta anche come una sorta di risarcimento per il mancato programma. Poi c’è Belen, sulle cui doti artistiche abbiamo già speso diversi post. La ragazza si è rivelata un talento tuttofare, capace di spaziare con abilità dall’ intrattenimento al gossip da copertina, allo spot pubblicitario. A Sanremo dello scorso anno, nella serata dei duetti, Belen aveva cantato assieme a Toto Cutugno dando prova delle sue potenzialità vocali. La soubrette, inoltre, fa parte della scuderia di Lucio Presta, che anche quest’anno riuscirebbe ad ‘allungare le mani’ sul Festival.

La buona riuscita della kermesse 2011 sarà un’impresa che coinvolgerà l’intera Rai e andrà oltre la settimana di fuoco del festival. Pare infatti che anche Lorella Cuccarini darà una mano a Sanremo, ospitando nella sua Domenica in le selezioni delle giovani proposte canore. Ci sono poi due conferme: quella di Gianmarco Mazzi come direttore artistico e quella di Marco Sabiu. Il Maestro d’orchestra, distintosi nella scorsa edizione del Festival per l’estro e i bizzarri colpi di scena (durante una gag aveva distrutto un violino in diretta), sarà presente sia all’Ariston sia nel programma domenicale. Tra le indiscrezioni che circolano, anche quella di un possibile ritorno del Dopofestival, con il coinvolgimento di Mara Maionchi e Francesco Facchinetti.  





12
luglio

FESTIVAL DI SANREMO 2011: BELEN, FACCHINETTI E GREGGIO IN POLE

Festival di Sanrem 2011: Belen Rodriguez, Francesco Facchinetti ed Ezio Greggio i probabili conduttori.

Ed ecco che puntuale come un orologio svizzero arriva il toto conduttori per la prossima edizione del Festival di Sanremo. Ad aprire le danze è Tv Sorrisi e Canzoni che azzarda tre nomi belli e buoni. Anzi, bella e buoni! All’appello sembra siano stati chiamati a rispondere Francesco Facchinetti, Belen Rodriguez e Ezio Greggio.

Se gli ex isolani di Mona Nostra giocherebbero in casa (l’uno è al timone di XFactor, l’altra è fresca di passaggio sulla TV di Stato), beneficiando di un fulmineo avanzamento di carriera, Ezio Greggio sarebbe invece uno “scippo” alla concorrenza che spesso e volentieri presta alcuni suoi artisti in nome del più istituzionale dualismo per la più celebre manifestazione del BelPaese.

Per il conduttore di Striscia la Notizia si tratterebbe, tra l’altro, di un debutto in piena regola: non ha mai condotto un programma in Rai e soprattutto non è al timone di una trasmissione in prima serata dai tempi di Paperissima dei primi anni ’90.

Festival di Sanremo 2011: ti piace l'ipotetico trio alla conduzione della kermesse?

Vedi i risultati

Loading ... Loading ...


15
giugno

BELEN ACCHIAPPATUTTO: ANCHE SANREMO 2011 CON DE SICA?

Mancano ancora nove mesi alla partenza del festivalone nazionale, ma di Sanremo, si sa, si parla, come da consuetudine, dai primi di gennaio fino a Natale, tra ipotesi conduzioni, vallette, ospiti stranieri praticamente dati per certi che poi, chissà per quale strano caso del destino, alla vigilia del debutto del mega evento targato Rai non mettono, il più delle volte, neanche piede.

L’ultima nuova che ci arriva in queste ore, riportata dal settimanale Diva e donna in edicola domani, vedrebbe come papabili alla conduzione della 61esima edizione del festival la coppia formata da Christian De Sica e, udite udite, dalla sua collega degli spot tormentone targati Tim, quella Belen Rodriguez per la quale, se la notizia venisse confermata, dopo il grande successo ottenuto negli ultimi due anni, il palco dell’Ariston rappresenterebbe la vera e propria consacrazione.

Nell’attesa di conferme o smentite dall’entourage della bella argentina, arriva al riguardo un laconico e prudente: “E’ vero, se ne sta parlando” che, come si usa in questi casi, lascia presagire al riguardo trattative che potrebbero portare alla realizzazione del progetto, salvo imprevisti dell’ultim’ora.





2
marzo

L’ISOLA DELLE IENE IN LIBERA USCITA. LA CAPOTONDI, PRINCIPESSA CENERENTOLA. BRENDA LODIGIANI INFOIATA PER BOVA

Gabriella Sassone per Diva e Donna, in edicola domani.

Isola dei Famosi 7, la caduta di Simona Ventura1- E’ soddisfatto Mauro Perfetti, l’astrologo prediletto di Simona Ventura, con lei anche su RadioUno in “Ventura Football Club”. Lui, al grido di “le stelle indicano ma non determinano”, aveva predetto in tempi non sospetti, alla 1a edizione di X Factor, il successo del baby Tony Maiello. “Sei dei Pesci: vincerai Sanremo nel 2010”. La reazione della sua produttrice, la “pasionaria” Mara Maionchi? “Uhè, bello, io lo devo fa’ lavorà prima!”. “Sì, ma solo nel 2010 avrà il successo”, ribadì serafico Perfetti. Che ha già fatto l’oroscopo anche alla nuova Isola dei Famosi. “Sarà l’edizione migliore e più sofferta: lascerà il segno. I naufraghi s’ammazzeranno tra loro: sono delle Jene in libera uscita! Aldo Busi? E’ la pettegola che aizzerà uno contro l’altro”. Previsioni incoraggianti, non c’è che dire, visti anche gli incidenti della prima puntata. Chissà se il buon Mauro aveva previsto anche il capitombolo della SuperSimo e il maldestro lancio dall’elicottero dei morti di fama, vivi per miracolo?

2- La principessa Sissi Cristiana Capotondi, naso rosso dal raffreddore e mal di testa, esce di casa controvoglia per il compleanno di un press-agent. “E’ una festicciola tra amici al sushi bar Shinto”, le ha detto lui. Allora arriva in jeans e struccata, bellissima pure acqua&sapone. Ma trova super stuccate e in tiro la “Sophia Loren di Paternò” Margareth Madè, l’esile ex top Eva Riccobono e la procace Carolina Facchinetti. Le guarda, le saluta, fa gli auguri al festeggiato e poco dopo se ne va senza toccare cibo. Inviperito, il press-agent esce e urla ai paparazzi che presidiano il locale di andarsene: “Sennò la Capotondi va via, è senza trucco”. Bugia: Cristiana li aveva salutati educata, spiegando che sarebbe andata via presto perché non si sentiva bene. Immancabili i commenti maligni dei presenti: “Si è sentita a disagio in mezzo alle altre truccate e vestite da sera: sembrava Cenerentola, altro che Sissi!”. Brava Cristiana, così si fa: snobbali tutti che te lo puoi permettere! E poi scusa: se questi son gli amici, viva i nemici!


27
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2010: MARCO MENGONI E NOEMI PRIMI NELLE CLASSIFICHE DI VENDITE, QUINTO VALERIO SCANU MENTRE IL TRIO DELLE POLEMICHE…

Il Festival di Sanremo è solo il “primo tempo”, è nel post-Festival, il “secondo tempo”, che potremo aver contezza del reale successo dei 15 Artisti in gara, decretando il reale vincitore. Un primo quadro viene già fornito dalla classifica ufficiale FIMI sugli album e i singoli più acquistati dal 15 febbraio al 21 febbraio 2010.

Il risultato è ribaltato: esordisce direttamente al primo posto, con l’album Re Matto, Marco Mengoni (terzo a Sanremo) mentre l’acerrimo rivale, nonchè vincitore della kermesse, Valerio Scanu (con Per tutte le volte che), deve accontentarsi del quinto posto (addirittura superato da Senza Nuvole dell’amica Alessandra Amoroso), seguito da Ricomincio da qui dell’amata Malika Ayane. Eliminati nella serata del giovedì, i Sonhora si piazzano decimi in classifica mentre sale dalla posizione 89 alla posizione 14 Noemi. Per ritrovare un concorrente di Sanremo bisogna scendere alla 24esima posizione dove si piazza Irene Grandi (Alle porte del sogno) seguita alla 26esima dal silurato Morgan (Morganicomio). Dalla 30 alla 34 è ancora Sanremo mania: Povia, Marco Mengoni (con l’album d’esordio), Nino D’Angelo, Enrico Ruggeri e la “Giovane” Nina Zilli. Male Arisa, Irene Fornaciari, Fabrizio Moro, Simone Cristicchi e il vincitore della sezione Nuova Generazione Tony Maiello (fermo alla 63esima posizione). Nessuna traccia di Italia Amore mio del trio Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici che in compenso spopola sul web con diverse parodie, in primis quella di Elio e le storie Tese.

Totalmente differente la situazione dei digital download dove Sanremo domina comunque incontrastata la top ten: al primo posto figura Noemi con Per tutta la vita seguita da Malika Ayane con Ricomincio da qui e da Marco Mengoni con Credimi Ancora. Quindi Arisa, Povia, Valerio Scanu e Irene Grandi. Ultimo, in nona posizione, Simone Cristicchi con la sua Meno male.


23
febbraio

I RISULTATI DEL TELEVOTO DI SANREMO E L’AFFIDABILITA’ DEL SISTEMA.

Televoto e democrazia televisiva. Partiamo dai dati dei flussi di voto, diffusi da Avvenire, per poi arrivare a delle riflessioni: sabato sera i televoti, arrivati dalle 20.43 alle 23.12, avevano creato la seguente classifica: Pupo e il principino con 212.482, Valerio Scanu (135.588 voti), Marco Mengoni (80.287), 4° Povia (61.125 voti), 5° Arisa (37.069 voti), 6° Irene Fornaciari e i Nomadi (36.210 voti), 7° Noemi (23.089), 8° Malika Ayane (21.668), 9° Irene Grandi (18.358), 10° Simone Cristicchi (16.031). I primi tre classificati accedono alla fase finale durante la quale il pubblico, televotando, decreterà la canzone vincitrice del Festival di Sanremo. Un votazione aperta per 53 minuti (dalle 23.39.52 alle 00.32.58) in cui ai fan del Trio patriottico – che fino a qui aveva dominato – si aggiungono soltanto 1.384 voti in più, mentre Valerio Scanu ne raccoglie ben 96.517 in aggiunta a quelli già accumulati prima. I risultati parlano chiaro: Scanu vince con 235.105 televoti, pari al 37,01% dei votanti. Dai telefoni fissi riceve 56.066 voti, dai cellulari 180.039. Pupo & company ne raccolgono 113.284 dai telefoni fissi e 100.582 dai cellulari, per un totale di 213.866, pari al 33,53%. Marco Mengoni – classificatosi terzo – ne riceve 34.866 dai telefoni fissi e 153.047 dai cellulari, per un totale di 187.913, pari al 29,46% dei voti.

Dopo la matematica una certezza: le polemiche post-elezione del vincitore del Festival di Sanremo sono una tradizione equiparabile al toto-conduttore o alle polemiche che precedono la manifestazione. Il Codacons e la Fimi (Federazione industria musicale italiana) si godono lo spettacolo in poltrona, pronti a scattare in piedi quando il sipario si chiude sullo show sanremese e a riaprirlo a suon di illazioni e accuse.

Ci sono poi le variabili, che animano il dibattito e lo rendono attinente al contesto in cui si inserisce. Negli ultimi due anni è stato il fattore talent-show a rimpinguare le polemiche: la presenza di prodotti sfornati dalle accademie televisive X Factor (Raidue) e Amici (Canale 5) e la preferenza espressa dal pubblico per questa tipologia di concorrenti ha fatto gridare allo scandalo. E al lancio di spartiti.