Festival di Sanremo

Notizie, foto, curiosità, anticipazioni, artisti in gara, testi delle canzoni, conduttori, vallette e tutto ciò che si può sapere sul Festival di Sanremo, la kermesse canora più famosa d’Italia.


8
novembre

PIPPO BAUDO SUPER VALLETTO DELLA CLERICI PER LA FINALE DI SANREMO: COME LO VEDETE?

Pippo Baudo valletto per la finale di Sanremo 

Aggiungi un posto a tavola, che c’è un amico in più“: potrebbe essere questa la sigla dell’edizione 2010 del Festival di Sanremo, targata Antonella Clerici. L’ex “cuoca alla prova” più famosa d’Italia sembra infatti intenzionata ad allargare ancora di più il suo “open party” per la conduzione di Sanremo. La Clerici, si sa, è una “prima donna” capace di una conduzione affabile ed educata, ma ben lontana dall’essere un “animale da palcoscenico” sullo stile di Fiorello e dello stesso Bonolis, inspiegabilmente non confermato all’Ariston dopo i successi dello scorso anno.

Sarà quindi perchè la Clerici è una ragazza non egocentrica e volenterosa di dividere il suo palco con amici e conoscenti, sarà perchè il flop di “Tutti pazzi per la tele” è suonato un pò come un campanello di allarme in vista del gravoso impegno sanremese, la lista di nomi papabili all’affiancamento della formosa conduttrice è lunga quasi quanto i possibili concorrenti dell’ “Isola dei Famosi“. Confermata la formula per cui quest’anno non ci saranno vallette mute, ma solo “valletti d’eccezione” del mondo dello spettacolo, si vocifera di un “nuovo asso da calare” direttamente per la serata finale (fonte: Avvenire).

Ai vari Bonolis, Fiorello, Greggio, De Sica, Bova, Garko, Argentero, ecco che si aggiunge il nome di un “valletto” che Sanremo l’ha sempre vissuto in prima persona: Pippo Baudo (che in verità si era candidato come direttore artistico). Record-man assoluto per numero di conduzioni del Festival, il nome di Baudo, al pari degli altri, deve essere ancora confermato ma la sua candidatura appare quanto mai “coerente” con quello che è l’avvenimento più nazional-popolare della televisione italiana.




2
novembre

RAI UNO E RAI DUE NEL 2010: DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA

Novità 2010 RAI

E’ ancora il Giornale di Vittorio Feltri ad anticipare, in un articolo di Laura Rio, le prime indiscrezioni sui palinsesti 2010 delle prime due reti Rai. Mauro Mazza e Massimo Liofredi avranno l’arduo compito di massimizzare gli ascolti e i guadagni pubblicitari con produzioni dal basso costo o dal successo assicurato, affinchè si argini il debito che incombe sull’azienda pubblica e che ha già influenzato il Piano di Produzione 2009 e 2010 di RaiFiction.

Tanti ritorni, molte conferme, poche facce nuove e nessun vero big: questo in sintesi il palinsesto di RaiUno che il neo Direttore sta definendo e che proporrà presto al DG Mauro Masi e al consiglio di amministrazione. A dicembre seconda sperimentazione per il talent lirico Mettiamoci all’opera, già visto la scorsa estate sulla stessa rete e apripista di un genere che piace a Mauro Mazza. I venerdì post-natalizi saranno in mano ai Raccomandati di Pupo, con la co-conduzione (in forse) di Valeria Marini ed Emanuele Filiberto, che lasceranno il posto, in garanzia, ad Eleonora Daniele (già alla guida di UnoMattina con Michele Cucuzza) e al suo show nostalgia Ciak si Canta!, vera rivelazione (in ascolti) dello scorso gennaio.  La discussa 60esima edizione del Festival di Sanremo, condotta dalla brillante Antonella Clerici (con le guest star non confermate Paolo Bonolis e Rosario Fiorello) avvierà ufficialmente a febbraio le danze degli ascolti.  Al sabato confermatissimo Ballando con le stelle, forte del successo riconquistato nel 2009, seguito – dopo la fatica sanremese – da Antonella Clerici e il  babytalent Ti Lascio una canzone. Pausa scontata per Affari Tuoi a marzo ma non per Endemol Italia che, in coproduzione con la Rai, riproporrà I soliti ignoti, alla cui guida si vocifera possa approdare Pino Insegno.

Max Giusti, ufficialmente nuovo volto di rete, sarà alla guida di un talent show sullo stile de I Raccomandati che contrasterà quasi sicuramente  l’adattamento italiano di Britain’s Got Talent firmato da Maria De Filippi e Gerry Scotti. Niente pausa in prima serata per Carlo Conti che,  forte del successo de I Migliori Anni, avrà campo libero e potrà coronare il sogno di uno spettacolo comico. Parlando di comici spicca ancora il nome di Pino Insegno a cui Mauro Mazza vuole affidare uno show sperimentale (fuori garanzia) in due puntate.


19
ottobre

EZIO GREGGIO AL FESTIVAL DI SANREMO 2010 ACCANTO ALLA CLERICI? IMPROBABILE!

Ezio Greggio (Festival di Sanremo)Il Festival di Sanremo 2010 è più vicino di quanto si possa credere. E mentre, da un lato, ci si adopera per scegliere i cantanti in gara, continua la ricerca spasmodica di un valletto per la conduttrice ufficiale, Antonella Clerici.

O meglio, di un co-conduttore o di una guest-star per ciascuna delle cinque serate del concorso. Infatti, se questa estate si era pensato a dei volti giovani e, per lo più, inesperti per affiancare la Antonella nazionale (qui le candidature di Accorsi, Argentero, De Luigi e Facchinetti), col passare dei mesi si è puntato decisamente più in alto. Sarà stata la paura di non reggere il confronto dell’auditel rispetto all’edizione bomba di Bonolis, sarà stata l’ingerenza del sindaco della città dei fiori, che non ha accordato piena fiducia alla conduttrice, ma i nomi che saliranno sul palco dell’Ariston cominciano ad essere davvero tanti (forse, troppi) e tutti di grande richiamo. Dopo Fiorello (qui i dettagli su un suo possibile intervento) e l’appello della stessa Clerici all’amico Bonolis, notizia di oggi è che a far parte della squadra, seppur solo per una puntata, potrebbe essere Ezio Greggio.

La notizia, però, non ci convince appieno. Nella settimana del Festival di Sanremo, Striscia la Notizia rappresenta l’unico baluardo di fronte all’emoraggia di ascolti che investe tutto il piccolo schermo. Pensare, quindi, che Striscia possa rinunciare al suo conduttore principale, solito ad abbandonare il bancone del tg satirico più famoso d’Italia proprio dopo il Festival, non lo vediamo fattibile.





5
ottobre

FIORELLO SUPER-VALLETTO A SANREMO? MAMMA RAI IN TRATTATIVA COL FIGLIOL PRODIGO

Fiorello (Festival di Sanremo)Il clamoroso flop di Tutti pazzi per la tele proprio non ci voleva. E l’infame ingiuria della cancellazione in itinere, poi, non deve aver fatto ben sperare per il futuro. E allora ecco che lassù, ai neo-vertici di viale Mazzini, pare sia già partita la spasmodica caccia al grande nome per scongiurare quanto possibile un eventuale, e quanto mai fragoroso, naufragio del prossimo Festival di Sanremo. Chi affiancare alla giappiù corazzata Clerici?

Lasciata momentaneamente da parte la ricerca del contorno (i valletti), alla Rai si starebbero organizzando per un luculliano condimento da spalmare su un inaspettatamente sbiadito primo piatto (l’Antonellina in crisi) fosse anche solo per un pasto: e chi se non Fiorello? L’ipotesi arriva dritta da Tv Sorrisi e Canzoni che, per il numero in edicola da domani, ha riservato questa succulenta anticipazione.

Al momento, tanto sono cucite le bocche a Raiuno e dintorni, quanto il settimanale sembra in vena di rivelazioni: infatti a detta della testata diretta da Alfonso Signorini, le trattative tra la tv di Stato e lo showman siculo, rimasti in buoni rapporti nonostante il di lui passaggio a Sky,  sarebbero già a buon punto, tanto avanzate da essere persino in dirittura d’arrivo. Se così fosse, il figliol prodigo arriverebbe a Sanremo per affiancare in una delle cinque serate (16 - 20 febbraio 2010) la Clerici sul palco dell’Ariston come super-valletto.


8
settembre

FESTIVAL SANREMO 2010: IL SINDACO DELLA CITTA’ GLIELE CANTA ALLA CLERICI. E TI LASCIO UNA CANZONE APPRODA A ROMA

Antonella Clerici (Festival di Sanremo - Ti Lascio una Canzone)Avevamo lasciato Antonella Clerici bella e beata alla conduzione de Il Festival di Sanremo 2010. Abbiamo pure scoperto negli ultimi giorni che la conduttrice presterà la sua voce al mondo della musica ed a quello del doppiaggio, rispettivamente, incidendo un album con le sigle più note degli storici show del sabato sera e quale protagonista del film d’animazione Disney “Biancaneve e gli 007 nani”, in arrivo sul grande schermo i primi di ottobre. Se oggi, invece, incontrassimo la regina di recente incoronata, la troveremmo, di certo, un tantino adirata.

Eh sì, perché se già avevamo avuto sentore che la sua conduzione non fosse gradita proprio a tutti (qui qualche iniziale, sospetta dichiarazione), scopriamo che c’è un ‘ma’. Ed il ’ma’ arriva dal sindaco della città dei fiori, Maurizio Zoccarato, che ieri si trovava nelle stanze dei bottoni di Mamma Rai a discutere, con il direttore artistico Gianmarco Mazzi, tutti i dettagli del Festival della Canzone Italiana. Ecco quanto avrebbe detto il sindaco, stando a quanto riportato dal Secolo XIX:non possiamo permetterci un passo indietro rispetto all’ultima edizione targata Bonolis“, questo il suo pensiero di base.

Non discuto certo bravura e professionalità della Clerici, confermate proprio con il successo di Ti Lascio una Canzone. E lei ha dimostrato di essere un’amica di Sanremo”.Ma - ecco arrivare l’affondo di Zoccarato - il festival, lo sappiamo, è un evento speciale, la gente si attende molto, il grande nome, il superospite, i suoi beniamini in gara. Ho chiesto alla Rai che Antonella Clerici sia affiancata da personaggi di livello internazionale, che non ci si limiti alla costruzione di un normale varietà del sabato sera. Insomma, Sanremo si aspetta adeguati investimenti, in linea con il sessantennale della manifestazione“.





4
settembre

FESTIVAL DI SANREMO 2010: ANNUNCIATA LA REGINA, AGLI ALTRI PRETENDENTI IL TRONO NON INTERESSA PIU’. PER I VALLETTI, INVECE, C’E’ ANCORA TEMPO

Sanremo 2010 Antonella Clerici

Che il Festival di Sanremo possa far gola a qualunque presentatore o valletta che bazzichi sul piccolo schermo sembrerebbe cosa arcinota. Proclamata conduttrice Antonella Clerici per l’edizione 2010, verrebbe solo da pensare che gli altri pretendenti al trono, coda fra le gamba, tacciano per pudore, manifesta invidia o buon senso.

Niente di tutto questo! E, come nella favola de “La volpe e l’uva” scopriamo oggi che il palco dell’Ariston non è, poi, così interessante come noi poveri nip potevamo pensare. O, almeno, così dicono i cosiddetti vip. Leggiamo, allora, una ridda di dichiarazioni, tutte arrivate in via tempestiva. Sì, giustappunto a regina già incoronata.

Iniziamo con lei, la nostra amata Bislacca di Cologno; amata non proprio da tutti, vista l’ancora irrisoluta querelle con Paola Perego (qui e qui maggiori info). “Complimenti ad Antonella e le auguro un buon lavoro – afferma la D’Urso – Tutti sognano di approdare sul palcoscencio dell’Ariston, questa volta è mancato poco, ma sono ancora giovane, ne ho di tempo“. Evidentemente, la cara Barbara - l’unica ad aver rilasciato una dichiarazione realmente sincera, ci sembra - sperava di non rimanere un altro intero anno completamente prigioniera del Biscione. Sperava male, però.


2
settembre

FESTIVAL DI SANREMO 2010: IL SOGNO DELLA CLERICI DIVENTA REALTA’. TUTTO SUO IL PALCO DELL’ARISTON

Antonella Clerici (Festival di Sanremo)Il Festival di Sanremo ha finalmente un volto. La Rai ha sciolto le riserve, dopo le assurde ipotesi e proposte accumulatesi nei mesi precedenti, e ha comunicato ufficialmente, tramite il direttore di rete Mauro Mazza, le scelte per la complessa organizzazione della kermesse canora, di cui quest’anno ricorre il prestigioso sessantesimo anniversario, in programma nella cittadina ligure dal 15 al 20 febbraio 2010.

La nota odierna della Rai conferma l’indiscrezione che già vi avevamo dato tempo fa: il palco dell’Ariston sarà tutto per Antonella Clerici. E forse non poteva essere altrimenti dato che alla bionda e frizzante conduttrice Raiuno deve i più importanti nuovi marchi degli ultimi anni. A prescindere dalla querelle intorno a  La prova del cuoco, perché pare scontata ormai la considerazione che la Antonellina, come la apostrafava stridulamente Anna Moroni, sia stata determinante nel costruire l’identità e il successo della trasmissione.

Proprio sulla ribalta del teatro sanremese in realtà la conduttrice di Legnano si è guadagnata la possibilità di reggere le sacre sorti del Festival, suo sogno proibito, come del resto di ogni personaggio catodico, producendo quel successo indiscutibile che risponde al nome di Ti lascio una canzone, sempre più corazzata di ascolti per la sua capacità di far sorridere ed emozionare il pubblico con la sua caratura di festa della canzone italiana.


14
agosto

PIPPO BAUDO SI CANDIDA PER L’ARISTON: “SE A SANREMO HANNO BISOGNO DI UN DIRETTORE ARTISTICO…”

Pippo Baudo

Sembra aver preso spunto dal suo segmento televisivo domenicale, Ieri Oggi e Domani, l’intervista che Pippo Baudo ha rilasciato a Libero, nella quale parla molto apertamente del passato, di una tv che oggi giudica severamente, e di ipotesi future, sempre in nome dell’amore per la Rai.

Ieri, un grande rimpianto, quello di non aver capito il talento di Fiorello, bocciandolo ad un provino. Eppure lui, il Pippo Nazionale, di talenti ne aveva scovati tanti durante l’avventura di Settevoci, quello che definisce il primo talent-show della Rai. “A metà degli anni ‘60 lanciai personaggi come Al Bano, Orietta Berti, Massimo Ranieri. All’epoca i giovani concorrenti arrivavano preparatissimi in trasmissione, avevano timbriche e voci uniche” – racconta – “Oggi, ad Amici o X-Factor, si crea una fiera dell’illusione che rischia di trasformarsi in fiera della delusione. Si inventano artisti professionalmente deboli“. Rosario Fiorello debole non lo era affatto, ma Pippo faticò a capirlo. “Non me lo perdonerò mai” – confessa ricordando quel provino – “Diede vita ad un’esibizione eterna. Gli dissi: sei bravino ma non hai i tempi giusti. E lo bocciai!“.

Oggi, una televisione che va cambiata. Per Baudo Skyha i soldi ma non le idee” per sfidare la tv generalista, e dunque proprio Fiorello ha fatto male ad accettare la sua proposta, così come Mike Bongiorno che “vuole riproporre un format (Rischiatutto) che si rivelerà datato“, e il pubblico va letteralmente violentato con la cultura, come aveva già anticipato a noi di DM. E’ critico in modo pungente Pippo quando parla di una televisione che propone “programmi con tette al vento e Belen in vetrina“, e il fatto che chiami la show-girl per nome è indicativo di quanto questa sia diventata per lo storico conduttore una sorta di simbolo della tv facile. E alle forme della bella ex-isolana si risponde con “il cinema, il bel teatro e la musica, innalzando il livello culturale della televisione” – perchè secondo Baudo cultura e grandi ascolti possono convivere, e per avvalorare la sua tesi aggiunge – “Lo scorso anno costrinsi Alessandro Gassman a riproporre durante Domenica In una lunga sequenza della piéce che stava proponendo a teatro. Fece il 30% di share“.