Festival di Sanremo 2014


18
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: LAVORATORI MINACCIANO SUICIDIO

Sanremo 2014, tentato suicidio

L’attualità irrompe al Festival di Sanremo 2014 prima del previsto. Durante i primi minuti della kermesse, da sempre i più attesi, due uomini hanno interrotto il monologo del conduttore Fabio Fazio e hanno minacciato di lanciarsi da una balconata laterale. Un faro puntato su di loro, la tensione tra il pubblico. Il presentatore tenta di dissuaderli, ma non è facile. Nel loro gesto, la disperazione.

I due chiedono di leggere in diretta una lettera di protesta che contiene il loro disagio per la situazione lavorativa. Sono impiegati del Consorzio del bacino di Napoli e Caserta. Riprese le redini della situazione, Fazio si è dimostrato comprensivo con le ragioni dei due: “non c’è niente di più importante del lavoro” ha detto, introducendo la serata con una riflessione sulla bellezza.

Dopo l’esibizione di Luciano Ligabue, che ha aperto la serata con un omaggio a Fabrizio De André nel giorno del suo compleanno, il presentatore del Festival ha reso noto per sommi capi i contenuti della lettera, assicurandosi che i due lavoratori meridionali si fossero messi in sicurezza.




18
febbraio

SANREMO 2014, TESTI: FRANKIE HI-NRG – UN UOMO E’ VIVO

Frankie Hi Nrg Sanremo

Frankie hi nrg (foto di Alfonso Catalano)

Un artista a Km zero, così si definisce in un’intervista all’ANSA Frankie Hi Nrg, pronto a calcare il palco del Festival di Sanremo 2014 con i due brani Un uomo è vivo e Pedala, tratti dal nuovo disco Essere umani, il primo pubblicato da indipendente con la sua nuova etichetta Materie Prime Circolari.

“E’ dalla fine degli anni Novanta che sostengo che la miglior cosa che può fare un artista curioso è accorciare la filiera di distribuzione delle idee fino a diventare a Km zero: con questo disco e il festival mi sono mosso in maniera decisa in quella direzione”.

Nel nuovo album, che arriva a 6 anni dalla pubblicazione del suo ultimo disco di inediti e dalla sua ultima partecipazione al Festival della Canzone Italiana nel 2008, Frankie Hi Nrg racconta i risvolti più profondi dell’ “essere” umani. La consueta, tagliente ironia, sostiene uno sguardo rivolto all’interno, capace di cogliere i segnali di una società in crisi, a partire dalla degenerazione dei rapporti umani.

..:: Tutto su Sanremo 2014 ::..

.

Testi Sanremo 2014, Frankie Hi-Nrg – Un Uomo è Vivo

Un Uomo è Vivo

Di F. Di Gesù – C. Galbignani – F. Di Gesù – C. Galbignani – L. Beccafichi
Ed. Materie Prime Circolari – Città di Castello (PG)

Il ritorno, guardarsi intorno, come fosse il primo
giorno dopo l’inferno. Tutto è fermo in un interno,
tutto predisposto all’eterno. Sotto la polvere c’è
della cenere in quel posacenere, quello che era
di là, che è sempre stato di là, quello che usava
papà, cosa ci fa su quel tavolo? In quei giorni
tutto prende un altro posto, tutto prende un
alto costo, tutto prende un altro gusto, assai
robusto: sembra tutto meno giusto, sembra
guasto. Oggi reincontro dei mobili, gli unici
ospiti, quelli che abitano i posti che il tempo
rende muti, ma se ascoltati nei contenuti parlano.


18
febbraio

SANREMO 2014, TESTI: ARISA – CONTROVENTO

arisa testi sanremo 2014

Arisa (copertina del suo ultimo album)

Arisa è nata televisivamente a Sanremo e col piccolo schermo diciamo che ci sa fare. Certo, anche lei è caduta nel “trappolone” nella sesta edizione di XFactor, non riuscendo a contenere la rabbia (contro Simona Ventura e il televoto) di fronte alle telecamere, ma dopo le “tante scuse” e un periodo di riposo, è arrivato il momento di tornare in tv, proprio dove aveva iniziato: sul palco dell’Ariston. Al Festival di Sanremo 2014 rincontrerà, tra l’altro, Noemi, con la quale ha avuto modo di incrociarsi a Sanremo 2010 e a Sanremo 2012, entrambe sono state protagoniste di XFactor e entrambe sono state giudici di un talent show. Qui vi presentiamo Controvento, scritta dal suo ex compagno Anastasi.

..:: Tutto su Sanremo 2014 ::..

,

Controvento

di G. Anastasi
Ed. Pipshow/Giuro/Universal Music Italia – Milano – Roma – Milano

lo non credo nei miracoli, meglio che ti liberi meglio che ti guardi dentro
Questa vita lascia i lividi questa mette i brividi certe volte è più un combattimento
C’è quel vuoto che non sai, che poi non dici mai, che brucia nelle vene come se
Il mondo è contro te e tu non sai il perché, lo so me lo ricordo bene
lo sono qui
Per ascoltare un sogno
Non parlerò
Se non ne avrai bisogno
Ma ci sarò
Perché così mi sento
Accanto a te viaggiando controvento






18
febbraio

SANREMO 2014, TESTI: GIUSY FERRERI – TI PORTO A CENA CON ME

Giusy Ferreri

Tra i 14 artisti big in gara al Festival di Sanremo 2014 c’è Giusy Ferreri. Un gradito ritorno sulla scena musicale quello della cantante palermitana, prima talent italiana a sfondare nel mercato discografico. Il suo tormentone “Non ti scordare mai di me”, d’altronde, l’ha lanciata a X Factor e le ha fatto spiccare il volo nel mondo della musica, ottenendo con questo singolo un successo senza precedenti per una esordiente.

Ora ci riprova e, dopo aver calcato il palco del Teatro Ariston nell’edizione del 2011, si rimette in gioco nella storica kermesse di Rai 1. Non a caso il suo prossimo album, in uscita il 25 marzo, si intitola “L’attesa”; quella che molti suoi fans vivono da tempo. Nel disco, chiaramente, sono inclusi i due brani sanremesi: “Ti porto a cena con me” e “L’amore possiede il bene”.

..:: Tutto su Sanremo 2014 ::..

,

Testi Sanremo 2014, Giusy Ferreri – Ti porto a cena con me

Ti porto a cena con me

di R. Casalino – D. Faini – R. Casalino
Ed. Universal Music Italia/Universal Music Publishing Ricordi/
MZQ Ed. Mus. Milano – Roma

Ti porto a cena con me
Il tuo passato non è invitato
Lascia a casa le pene
Se me lo sono un pò meritato
Ti porto a cena perché
Vorrei che tu mi togliessi il fiato
Riaverlo indietro da te
Come se fosse il mio compleanno
Il mio regalo


18
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: LA SCALETTA DELLA PRIMA SERATA

Festival di Sanremo 2014 - la scaletta della prima serata

Festival di Sanremo 2014 - la scaletta della prima serata

Ancora qualche ora e sarà Festival di Sanremo 2014. Questa sera, in diretta su Rai 1 subito dopo il telegiornale delle 20.00, Fabio Fazio e Luciana Littizzetto si apprestano al bis all’Ariston, nella speranza che gli ascolti confermino il successo di dodici mesi fa. Ma cosa accadrà nella prima serata? Chi canta nel primo blocco e chi nel secondo? E poi gli ospiti, i presenter e molto altro, prima del via al DopoFestival intorno a mezzanotte. Curiosi di scoprire cosa accadrà? Ecco la scaletta della prima serata.

Festival di Sanremo 2014 – Scaletta Prima Serata

Il 64° Festival della Canzone Italiana inizia da “Sanremo e Sanromolo“. Questo, infatti, è il titolo dell’anteprima di circa cinque minuti curata da Pif, chiamato ad aprire la kermesse ogni serata alle 20.35. E poi il via ufficiale alla gara tra i 14 artisti big; in questa prima serata si esibiscono i primi 7 che scopriranno subito quale tra le due canzoni proposte passerà il turno ed entrerà definitivamente in gara.

Festival di Sanremo 2014 – ordine di uscita dei cantanti

.

Arisa canta “Lentamente (il primo che passa)” e “Controvento”
Annuncia la canzone che passa il turno Tito Stagno

Frankie Hi-Nrg canta “Pedala” e “Un uomo è vivo”
Annunciano la canzone che passa il turno Tania Cagnotto e Francesca Dallapè

Antonella Ruggiero canta “Quando balliamo” e “Da lontano”
Annuncia la canzone che passa il turno Amaurys Perez

Raphael Gualazzi ft. The Bloody Beetroots cantano “Liberi o no” e “Tanto ci sei”
Annuncia la canzone che passa il turno Luigi Naldini

Cristiano De Andrè canta “Invisibili” e “Il cielo è vuoto”
Annuncia la canzone che passa il turno Cristiana Capotondi

Perturbazione cantano “L’unica” e “L’Italia vista dal bar”
Annuncia la canzone che passa il turno Massimo Gramellini

Giusy Ferreri canta “Ti porto a cena con me” e “L’amore possiede il bene”
Annuncia la canzone che passa il turno Marco Bocci





18
febbraio

SANREMO 2014, TESTI: CRISTIANO DE ANDRE’ – IL CIELO E’ VUOTO

Cristiano De Andrè

Il Festival di Sanremo riabbraccia Cristiano De Andrè. Il cantautore, figlio del più noto Fabrizio De Andrè, torna sul palco del Teatro Ariston per la quarta volta in carriera: l’ultima fu nel 2003 con il brano “Bella più di me”. Ora ci torna con due pezzi, inseriti nella Special Edition di “Così in cielo così in guerra” in vendita dal 20 febbraio 2014.

Le due canzoni in gara al 64° Festival della Canzone Italiana si intitolano “Invisibili” e “Il cielo è vuoto“. E se il primo è un pezzo decisamente più intimo e personale, il secondo ha il sapore dell’incoraggiamento a dipingere ciascuno il proprio cielo con i colori giusti, quelli dei valori e dei sogni. Il tutto in una chiave inaspettatamente rock-orchestrale.

..:: Tutto su Sanremo 2014 ::..

,

Testi Sanremo 2014, Cristiano De Andrè – Il cielo è vuoto

Il cielo è vuoto

di D. Faini – D. Mancino – C. De Andrè – D. Faini – D. Mancino
Ed. Universal Music Italia/Nuvole Edizioni Musicali/
Universal Music Publishing Ricordi – Milano

Il cielo è vuoto, c’è soltanto il sole
Che acceca la terra e fa esplodere il grano
E noi che intanto bruciamo
Il cielo è vuoto perché aspetta il seme
Dei nostri sogni e di quello che faremo
Di quello che faremo
E’ un mantice il cielo è una strana officina
E’ Dio che si dimentica di fare tutto il suo lavoro
Si stacca l’anima e non fa più rumore
Puoi chiudere gli occhi ma non puoi più morire
E me ne frego di quale luce sei illuminata
Io sono illuminato dai lampi che sono tutto il mio sereno


18
febbraio

FESTIVAL DI SANREMO 2014: VITTORIO SGARBI DIFENDE LAETIZIA CASTA E ATTACCA POLITICI E GIORNALISTI RAI

Pippo Baudo a Sanremo

Si sentiva la mancanza delle colorite esternazioni di Vittorio Sgarbi per intensificare l’attesa per la prima serata del Festival di Sanremo 2014. Ed invece è arrivato, inserendosi nel salotto de La Vita in diretta per difendere una delle ospiti al teatro Ariston questa sera, Laetitia Casta, attaccata da molti opinionisti per il suo snobismo nei confronti dei giornalisti Rai.

..:: Tutto su Sanremo 2014 ::..

.

Festival di Sanremo 2014: per Sgarbi i politici sono pagati per non fare un caxxo

La bella francese aveva infatti rifiutato di fare un saluto ai microfoni degli inviati del programma condotto da Paola Perego e Franco Di Mare, atteggiamento già avuto ieri e che le ha procurato l’appellativo di cafona. Ebbene Sgarbi ha preso le sue difese, dicendo che i maleducati sono i giornalisti che aggrediscono le persone mentre camminano ed ha concluso con un “se mi stai sulle palle non ti saluto. E poi i politici, che vengono pagati per non fare un caxxo, intervistati col gelato (un tipo di microfono, nota diDM) non rispondono mai“.

Festival di Sanremo 2014: Baudo e la non-bellezza della Littizzetto

A parlare invece con i giornalisti “d’assalto”, benché con grande fretta, è stata Raffaella Carrà, l’altra grande ospite della prima serata, che ha minimizzato il clamore nato attorno alla sua presenza. La coach di The Voice, informata del fatto che Luciana Littizzetto si è dichiarata emozionata all’idea di esibirsi con lei, ha detto che la signora di questo Festival in realtà “la sa lunga“. Parole un po’ infelici sulla Littizzetto le ha usate poi Pippo Baudo, affermando che “parlare di festival della bellezza quando c’è la Littizzetto mi sembra una bestemmia“.


18
febbraio

BEPPE GRILLO AL FESTIVAL DI SANREMO 2014. COMIZIO FIUME CONTRO LA RAI

Beppe Grillo, Festival di Sanremo

E’ arrivato, come promesso. Alle 19.30 di oggi, Beppe Grillo è comparso fuori dal Teatro Ariston di Sanremo, accolto da uno stuolo di giornalisti e cineoperatori. Missione compiuta: il leader del Movimento Cinque Stelle aveva annunciato una sua incursione al Festival di Sanremo, e così è stato. Scortato dai cronisti, il comico genovese ha fatto il suo ingresso il sala e, davanti ai microfoni, ha dato fuoco alle polveri della polemica.

Festival di Sanremo 2014: Beppe Grillo contro la Rai

La Rai è la maggior responsabile del disastro economico, politico e sociale di questo Paese” ha denunciato Grillo, puntando il dito contro presunti favori elargiti a società esterne, in cui – ha detto – “ci sono sempre i figli degli ex dirigenti”. Poi, invettive contro il mancato ruolo del servizio pubblico, contro Fabio Fazio ed il Direttore Generale Luigi Gubitosi (“ha portato da 200 a 400milioni le perdite della Rai“). Arrivato davanti al teatro, il comico ha improvvisato un comizio fiume. “La Rai ce la dobbiamo riprendere. Ormai le star sono i giornalisti di Ballarò e di Agorà che hanno il manager. Mediaset? Me ne frego. E’ di uno che è stato mandato via a calci in culo dal senato ed è andato al Quirinale scortato dai Corazzieri“.

La politica, le energie rinnovabili, il Movimento Cinque Stelle, i giornalisti “morti viventi” e Matteo Renzi “mandato dal governo delle banche”. Beppe Grillo se l’è presa davvero con tutti, parlando indisturbato per più di mezz’ora. Ma, come si poteva intuire, le bordate più potenti sono state riservate alla Rai, che “ha 13mila dipendenti che costano 1miliardo e 700milioni, ed 1miliardo e 400milioni sono dati in appalti esterni a cinque società, le Happy Five“.

Festival di Sanremo 2014: Beppe Grillo contro Fabio Fazio

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,