Emittenti Televisive


4
novembre

Nuovo digitale terrestre: entro il 2022 lo switch off al Dvb T2-Hevc. 45 milioni di televisori da sostituire o ‘aggiornare’

Tv, nuovo digitale terrestre

Nove televisori su dieci saranno da cambiare entro il 2022 con apparecchi di nuova generazione. E’ l’Europa che ce lo chiede. In ossequio alle disposizioni di Bruxelles, la legge di Bilancio 2018 contiene la norma che prevede lo switch-off al DVB-T2 con Hevc, cioè un passaggio al nuovo sistema per le trasmissioni televisive, entro il 30 giugno 2022. L’evoluzione porterà allo spegnimento del vecchio digitale terrestre e così, per continuare a vedere la tv, gli italiani dovranno dotarsi di televisori in grado di sostenere la nuova tecnologia.




6
settembre

Cine Sony: il palinsesto del nuovo canale 55 del DTT. Guest star Margherita Buy, si inizia con Captain Phillips

Captain Phillips

Captain Phillips

Una pellicola tira l’altra. Dopo Iris, Rai Movie e Paramount Channel, giovedì 7 settembre 2017 alle 19 sul 55 del digitale terrestre si inaugurano le trasmissioni di un altro canale dedicato al cinema: trattasi di Cine Sony, la nuova rete free-to-air di Sony Pictures Television Networks.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


14
luglio

Canali Tv: in Italia sono 361. Negli ultimi anni l’ascesa del digitale e un lieve calo negli spettatori

Consumi Tv Radio internet

Consumi Tv Radio internet

Quanti canali tv abbiamo in Italia e qual è la loro distribuzione fra le diverse piattaforme? Quali sono gli editori a cui fanno capo? E ancora, di quali mass media facciamo maggiormente uso nella vita di tutti i giorni? Rispondendo a tali domande, e non soltanto, l’associazione Confindustria Radio Tv ha delineato un interessante ritratto dei nostri principali mezzi di comunicazione. Ecco cosa è emerso.





3
luglio

Cine Sony dal 7 settembre sul canale 55 del digitale terrestre. La programmazione

Cine Sony

Cine Sony

Sony Pictures Television Networks (SPTN) lancia Cine Sony, il nuovo canale in chiaro dedicato al mondo del cinema (l’ennesimo!), dal 7 settembre 2017 sul 55 del digitale terrestre. Dopo il recente lancio del canale kids POP, da maggio scorso sul 45 e l’uscita da Sky – che ha portato alla cancellazione dei canali AXN -, Sony Pictures Television Networks espande la propria presenza con un ulteriore investimento nel mercato italiano del Free-To-Air.


20
novembre

TI ASPETTO FUORI: SU CIELO LE CONTROVERSIE TRA COLLEGHI FINISCONO SUL RING

Ti aspetto fuori, Maurizio Zennoni

Le controversie tra colleghi di lavoro si risolvono a botte. Sul ring, senza finti sorrisi e frasi di circostanza. La soluzione manesca è quella che vedremo attuata a Ti aspetto fuori, il nuovo programma in onda in seconda serata su Cielo a partire da domenica prossima 22 novembre. Il titolo della produzione firmata Toro Media, che fa pensare ai bulletti conosciuti in età scolare, rende l’idea dei contenuti delle sette puntate previste sul canale 26 del digitale terrestre.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





11
ottobre

IL MONDO INSIEME: LICIA COLO’ LANCIA UN TALENT PER DOCUMENTARISTI SU TV2000

Il mondo insieme, Licia Colò

Ci sarà anche un talent per aspiranti documentaristi nella nuova edizione de Il Mondo Insieme, il programma dedicato ai viaggi e alla conoscenza del pianeta condotto da Licia Colò su Tv2000. La trasmissione, che tornerà in onda oggi a partire dalle 15.10, porterà i telespettatori alla scoperta del pianeta e selezionerà giovani registi interessati a raccontare il mondo con un linguaggio innovativo. Così, il format naturalista della tv dei Vescovi si prepara allo scontro diretto con il Kilimangiaro di Rai3, anch’esso rinnovato (e senza Dario Vergassola).


28
settembre

MOTOGP, FUORI ONDA PER GUIDO MEDA: “COME FACCIO A FARE PIPI’?” “EH, LA BOTTIGLIA” (VIDEO)

Guido Meda

Al Motomondiale non c’è manco il tempo per svuotare il serbatoio. E i telecronisti di Sky Sport ne sanno qualcosa. Per capire a cosa ci riferiamo, basta ascoltare lo spassoso fuori onda che ieri ha avuto come protagonista Guido Meda, voce narrante del MotoGp di Aragon assieme a Loris Capirossi. Ignorando che il proprio microfono fosse aperto, il giornalista si è consultato con il pilota sui tempi per sfrecciare dritto… alla toilette. Lo scambio di battute non è passato inascoltato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


28
maggio

LA GRANDE GUERRA: LA RAI RICORDA IL CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE CON UN PROGETTO LUNGO 5 ANNI

2014 – 2018 Centenario della prima Guerra Mondiale

In occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, la Rai ha deciso di realizzare un importante progetto, attraverso il quale ricordare, raccontare e riflettere sulla storia sanguinosa del primo conflitto mondiale che sconvolse il continente europeo. Il progetto, dal titolo 2014 – 2018 Centenario della prima Guerra Mondiale, sarà curato da Rai Educational, la testata diretta da Silvia Calandrelli, e durerà un intero lustro. Cinque anni di programmazione sulla Grande Guerra che Rai Storia offrirà al pubblico italiano.

Il canale 54 del digitale terreste proporrà una serie di programmi televisivi, appuntamenti settimanali e quotidiani, produzioni nazionali e coproduzioni internazionali, per comprendere e ripercorrere insieme fatti, personaggi, cultura e società del tempo. Cronaca, documentari, inchieste, dibattiti, approfondimenti, rassegne stampa e brevi cortometraggi pensati non solo per la televisione ma per il mondo dei nuovi media digitali, a partire dal portale web www.grandeguerra.rai.it.

In questi mesi che precedono il centenario dello scoppio del conflitto, è già in onda Il Tempo e la Storia, l’approfondimento storico quotidiano condotto da Massimo Bernardini, nel quale, tra i tanti temi trattati, ci si è occupati anche dell’avvicinamento al conflitto, oltreché dell’attentato di Sarajevo, e della disfatta di Caporetto. All’interno del programma Eco della Storia, condotto da Gianni Riotta, sono stati invece affrontati i dibattiti sulle conseguenze del conflitto in Europa e in Italia.