Davide Maggio TV


14
ottobre

NICOLETTA, “ALZATI E FAI UN…”? SCONCERTO AL TG1 PER LA MANZIONE, DESTINATARIA DI UN “PIZZINO” IN DIRETTA TV

TG1 NICOLETTA MANZIONE GAFFE

Nicoletta Manzione è ormai il volto fisso del Tg1 delle 13:30, e da qualche tempo accompagna le news dell’ora di pranzo con una curiosa pronuncia zoppicante delle consonanti. Ma su questo soprassediamo volentieri.

Quello che ci interessa raccontarvi oggi è il “mistero del pizzino del Tg1“, un accadimento oltremodo interessante verificatosi a metà telegiornale, quando la giornalista è stata protagonista di una gaffe che i telespettatori non avranno potuto fare a meno di notare. Il momento è di quelli catartici; per l’ennesima volta veniamo informati sui malanni di stagione, forme influenzali e l’ormai celeberrima e temutissima “influenza A”, con un servizio quanto mai superfluo di Manuela Lucchini. Le immagini si fermano, si torna in studio e la Manzione volta letteralmente pagina, aspettandosi di trovare sul foglio di fronte a lei la prossima notizia del giorno.

E così senza esitare legge: “Alzati e fai un…”. Sconcerto. Una voce fuori campo biascica qualcosa, la giornalista esita di nuovo su quell’”alzati“, che suona come un suggerimento, o piuttosto un ordine perentorio che richiama alla memoria il caro vecchio Lazzaro, anche se in questo caso riteniamo che l’ordine non avesse a che fare col camminare, e poi prosegue con le notizie dall’estero. Che fra le interessantissime notizie su influenza e Columbus Day sia stato infilato senza remora alcuna un pizzino destinato alla bionda telegiornalista? Che quell’ordine di alzarsi e far qualcosa (ma poi cosa?) sia stato messo lì di proposito per comunicare un messaggio che certamente non andava letto all’intera nazione?

Guarda il video dopo il salto.




11
ottobre

C’E’ POSTA PER TE OSPITA ROSARIA MANNINO: LA RETE PRODUCE PICCOLI CULT, LA TELEVISIONE LI ACCOGLIE?

ROSARIA MANNINO C'E' POSTA PER TE

Diciamocelo, la rete è avanti. Se le notizie passano per il web, prima che sulle riviste, i nuovi fenomeni mediatici partono dalla rete per arrivare in tv.

E così capita che un video postato su youtube diventi un piccolo cult per numero di visite e commenti, che a quel video ne seguano altri e che questa piccola serie di perle trovi ampia diffusione tramite facebook e gli altri social networks. E’ il caso di Rosaria Mannino, l’ormai celebre signora di “febicum (questa la pronuncia della parola facebook secondo la simpaticissima Rosaria), arrivata a C’è Posta per Te in veste di (improbabile) corteggiatrice di Giorgio Panariello, novello (e anch’egli improbabile) tronista per una sera.

E’ la stessa Maria De Filippi ad ammettere di aver cercato due delle protagoniste del momento dedicato al comico toscano, e di aver chiamato la Mannino per la sua capacità di cantare facendo lo “strascico della vocale”. Fenomeno da baraccone? A nostro avviso semplicemente uno dei tanti “talenti incompresi” (e particolari) che abitano la rete, già protagonista de La Corrida ai tempi di Corrado, che oggi conta migliaia di contatti su youtube (il suo video più visto è stato cliccato più di 50mila volte) e un numero di fans su Facebook che sfiora quota 10mila affezionati.

(Dopo il salto guarda il video che ha reso famosa Rosaria)


9
ottobre

VITE SPIATE: LEONARDO TUMIOTTO E UN CORTEGGIATORE DI MARIA SONO I PRIMI A NUDO PER IL WEB

Vite Spiate (Leonardo Tumiotto, Franco Villa)

Vip e persone comuni in vetrina, pronte a farsi spiare dagli internauti che realizzano quel desiderio proibito, già centrale nella poetica hitchcockiana de La finestra sul cortile, ovvero guardare senza essere visti, una sorta di sublimazione della voglia di potere che sempre di più domina il fruitore audiovisivo. Lele Mora lancia questa ennesima proposta mediatica, destinata sicuramente a far discutere, realizzando un contenitore web di microreality che mette il voyeurismo in primo piano, e dal titolo eloquente Vite Spiate.

Quattro canali a disposizione degli utenti per guardare dal buco della serratura virtuale e per chattare: Production Channel, Vip Channel, People Channel, Business Channel. Ogni canale ospiterà personaggi diversi, ognuno in una location specifica. Il primo ad aprire le porte della sua casa alle telecamere sarà l’ex naufrago Leonardo Tumiotto, che a partire dal 14 ottobre dalla sua villa alle porte di Milano concederà il suo flusso di vita agli spioni, che potranno anche interagire con l’ex nuotatore.

A motivare la scelta dell’apparentemente riservato ex isolano ci sarebbe la voglia di darsi senza tagli, senza possibilità di fraintendimenti e interpretazioni date da montaggi spettacolarizzati ad arte. Un intrattenimento senza barriere , queste le testuali dichiarazioni- aspirazioni del primo spiato vip, che poi lascerà il posto ad altri personaggi dello spettacolo in quota Mora.





9
ottobre

DE GRANDE FRATELLO HISTORIA UNIVERSALE/ 8: GERMANIA

Grande Fratello Germania

Obiettivo puntato su Big Brother Germany, oggi, per la prima tappa del mini-tour continentale che precede l’apertura dell’edizione celebrativa del nostro Grande Fratello 10. I teutonici vicini di casa hanno una storia mediatica molto simile alla nostra, avendo aperto anch’essi le loro frontiere al reality già nel 2000. Nove edizioni già alle spalle dunque, tutte trasmesse dalle reti RTL.

Gli autori tedeschi hanno lavorato molto sul continuo aggiornamento dei meccanismi per rendere sempre più stimolante il programma, e in particolare dalla sesta edizione hanno configurato in maniera abbastanza peculiare la location della reclusione creando il Big Brother Village, composto da cinque case e una fattoria. La critica si è espressa in maniera critica su questa scelta, vista anche la durata immane dello show, considerando questo meccanismo come nient’altro che la riproposizione, a tratti inquietanti, del villaggio in cui veniva intrappolato Jim Carrey in Truman Show

Il 2006 fu un anno rivoluzionario per l’audience tedesca che assistette anche a un’introduzione di non poco rilievo: i partecipanti durante la permanenza sono stati impegnati in lavori veri e propri che fruttavano guadagni da portare con sé all’uscita dalla casa (una sorta di campo lavoro in omaggio allo slogan Arbeit macht frei?). Un aneddoto particolare, riguardante sempre quest’ edizione, è la messa in onda con una formula aperta, che ricorda un po’ l’Unanimous defilippiano. La produzione non ha posto il classico limite di durata lasciando alla resistenza dei concorrenti il destino del gioco, fermatasi poi a 363 giorni. Hanno preso parte a questa speciale edition no limits più di 60 concorrenti con un’età compresa tra i 18 e i 41 anni.


5
ottobre

L’ONORE E IL RISPETTO: MARIA PERRUSI IN LIZZA PER UN POSTO ACCANTO A GABRIEL GARKO NELLA TERZA SERIE

MARIA PERRUSI CON GABRIEL GARKO IN L'ONORE E IL RISPETTO

Ha appena vinto Miss Italia ed è già in corsa per realizzare il suo sogno più grande, quello di diventare un’attrice. No no, “non vi scherziamo”, stiamo parlando di Maria Perrusi, che al concorso di Salsomaggiore si era fatta notare per la sua altezza di un metro e ottantadue, e per una dizione che i detrattori del concorso, dall’auto-dichiarata vena “talent“, avevano usato per screditare proprio le parole di Milly Carlucci, convinta del fatto che il concorso avrebbe premiato la bellezza solo se supportata da una predisposizione al mondo dello spettacolo. Peccato che la statuaria Maria ci aveva messo del suo, inciampando sulla grammatica e sulla sintassi come fossero grosse buche sul percorso che l’hanno portata alla famigerata corona.

E se la prova del suo essere “sgrammaticata” fa bella vista di sè nei cliccatissimi video su youtube (guarda “l’incidente linguistico” dopo il salto), la Perrusi non sembra essere per niente scalfita dalla critiche. D’altra parte che sarà mai quel “mi scherzavano, mi sento un po’ in disagio” (che la consecutio temporum riposi in pace) divenuto un tormentone del web subito dopo la sua elezione? Quando nel futuro si affaccia la possibilità di quell’onore e quel rispetto di cui potrebbe godere nei panni di attrice, è proprio tempo di mettere da parte l’imbarazzo.

E proprio di Onore e Rispetto parliamo quando facciamo riferimento al suo probabile debutto sul piccolo schermo, in quella che è stata la fiction rivelazione di questa stagione, che potrebbe vedere proprio la Miss protagonista della nuova serie, già in fase di scrittura.  “La Perrusi ci ha colpito perché subito dopo aver vinto il titolo di Miss Italia ha dichiarato non solo e non tanto che voleva fare l’attrice, ma che il suo sogno è quello di recitare nella fiction al fianco di Gabriel Garko“, hanno dichiarato a Sorrisi i due produttori della fiction, Teodosio Losito e Patrizia Marrocco.





5
ottobre

DOMENICA CINQUE, LEONI PER AGNELLI: FABRIZIO PERDE LA CORONA ED ANCHE LA FACCIA

Fabrizio Corona (Domenica Cinque)

La Bislacca si starà facendo un bagno caldo. Uno di quelli riposanti, in cui non ripensare a quello che ti è successo durante le giornata. Sì, perchè se il Zequila-moment può aver strappato qualche sorriso (qui la Caporetto d’Er Mutanda), il Corona-moment ha avuto, davvero, dell’imbarazzante. Per la conduttrice, in primis.

Con l’oramai televisivamente consueto “metodo dell’arena”, di gilettiana memoria, la D’Urso mette Fabrizio Corona su una poltrona rossa. Ma la seduta inizia presto a scottare, e non già per rivelazioni shock dell’ultima ora (del tutto assenti oggi), quanto per il fuoco incrociato di accuse cui l’intervistato è costretto suo malgrado a sottostare.

Le penne parlanti non sono nè gli Enzo Biagi e nè le Milene Gabanelli, ma la Sora Lella e la Donna Mariuccia di turno. Normale pubblico, insomma, ma parlante e con tanta voglia di esserlo. Si parla di tutto e gli si rinfaccia di tutto: la speculazione su Lapo Elkann in punto di morte, la lite con Simona Ventura ed il suo entourage, il guidare contromano ed il farlo anche senza patente, gli alimenti mancati al figlio, il servizio che lo ritrae nudo assieme a Belen con foto forse concordate,  la rissa in discoteca con minacce al seguito, il circolare con denaro fasullo, il suo arrivo in macchninone a Garlasco dopo il tragico delitto, il film con un suo nudo integrale frontale (qui il nudo integrale). Tutto vecchio (e già risaputo, purtroppo).

La novità, però, sta che, questa volta, Corona sembrava l’agnello sacrificale ed il pubblico i leoni del Colosseo. Imperatore col pollice puntato sempre verso? Platinette, mai così poco democratica come oggi. Fortunatamente, ci sentiamo d’aggiungere. In un crescendo di microfoni ruggenti ed incandescenti, con qualche urla di troppo e relative risposte poco convinte e convincenti, Corona prova a barcamenarsi come meglio può e come meglio sa. Non sa, però, che, questa volta, il pubblico della D’Urso l’hanno caricato al tritolo e che Platinette, struccato, “al naturale” ed abbastanza serioso, modera solo in un verso. Col pollice verso, appunto.


1
ottobre

AMICI 9, QUESTIONE DI CURRICULUM : LE TALENT-RICICLATE EMMA MARRONE ED ELENA D’AMARIO

Amici 9: Emma Marrone ed Elena D'Amario

La nuova edizione di Amici, la numero 9, da sabato è trionfalmente iniziata (qui risultato ed analisi dell’iniziale 27% di share). Con quel quid in più che l’ha differerenziata dalle precedenti: ebbene, il curriculum vitae dei partecipanti non deve più essere immacolato.

Maria, infatti, cartelletta in mano e giudizio della commissione letto con piglio serio e  fermo, dichiara (e lo fa per buona parte dei cantanti e ballerini entranti) che le vecchie esperienze nello show-biz, ancorché televisive, non siano più ostative ai fini della partecipazione nella scuola di talenti più famosa del tubo catodico. In sostanza, dalle allegre feste in piazze, fino alle sagre delle salsiccie, passando per contratti rescissi, siti web vari e fan-club sorti come funghi, il passato non conta: quello che conta è il presente ed il talento.

La De Filippi, in realtà, precisa, di volta in volta, che quella determinata esperienza per quel dato allievo non possa risultare così importante poiché, col senno di poi, non gli ha particolarmente giovato in termini di notorietà. Ciò sarà pur vero, ma sinceramente almeno due tra le facce a noi già note ed entrate in Amici 9 ci lasciano un po’ perplessi.

Non Valeria Valente, la 18enne già passata dalle forche caudine di X-Factor in un televoto che premiò l’allora sconosciuta Giusy Ferreri. E nemmeno Matteo Macchioni, il tenore dalle innumerevoli partecipazioni ad ogni sorta di concorso. E ancora il cantautore-musicista Enrico Nigiotti, non nuovo agli studi di registrazione. No, non loro.


30
settembre

DE GRANDE FRATELLO HISTORIA UNIVERSALE/ 7: STATI UNITI (VIDEO)

Big Brother USA

Puntata tutta a stelle strisce per l’appuntamento settimanale della nostra rubrica sulla storia del Grande Fratello.Il Big Brother negli Usa ha infatti ben undici edizioni all’attivo con continui cambiamenti di dinamiche ma sempre la stessa presentatrice, Julie Chen, e più di 130 partecipanti in totale, impegnati nella conquista del premio, fissato in 500 mila dollari in ogni edizione.

Un tratto distintivo del broadcasting di tale format negli Usa è il minor potere attribuito all’audience popolare e la maggiore possibilità per i concorrenti stessi di infuenzare il gioco: è questo il senso di meccanismi, quali il potere di veto, assegnato a uno dei concorrenti, attraverso gare interne, per contrastare la forza assoluta del leader della casa (Head of Houseold), a cui spetta invece di scegliere i due eliminabili dai compagni. Persino la decretazione del vincitore è sottratta al pubblico ed è affidata alla cosiddetta Giuria dei sette, di cui fanno parte proprio gli ultimi sette eliminati dalla casa prima della finale, i quali, segregati in un luogo appartato, le cui vicende quotidiane non sono trasmesse, visionano solo alcune parti della vita della casa che riguardano più che altro le strategie interne e assegnano a maggioranza il megapremio finale.

Anche il live è meno democratico che altrove, essendo sottoposto a rigido controllo: la produzione infatti si riserva di trasmettere agli abbonati al servizio streaming solo alcuni degli avvenimenti nella casa evitando che le questioni più piccanti e controverse siano bruciate, in termini di ascolti, prima dello speciale in prime time dove si concentrano invece i fatti più interessanti. L’avventura nella casa è contraddistinta però da continua competizione: prove di abilità fisica e intellettuale sono richieste per determinare i ruoli di potere, le porzioni di cibo, ma anche i premi luxury (i privilegi che si possono ottenere vanno dalla visione di un film, alla vasca idromassaggio, alla stanza dei comfort, alla possibilità di leggere alcune notizie dai giornali).