... & Dintorni


22
febbraio

PRODI : ADESSO SI AL CONFRONTO CON BERLUSCONI

Un’agenzia di qualche minuto fa riporta delle affermazioni INCREDIBBBBBBIIIILIIIIIII di Romano Prodi che adesso dice si al confronto televisivo con Silvio Berlusconi.

Sentite però a quali condizioni… tenetevi forte :

  • Il Confronto dovrà essere con le “Tre Punte” della Casa delle Libertà
  • Il confronto dovrà tenersi sulle reti Mediaset
  • Emilio Fede dovrà esserne il moderatore
  • Resta ferma la PRETESA di una rinuncia del Presidente del Consiglio alla Conferenza Stampa di fine campagna elettorale sulle reti Rai (come già stabilito dall’Autority delle Telecomunicazioni)

Il delirio di “questi signori della Sinistra” ormai incalza. Mossa astuta, però, a mio parere, quella del Professore…

Che in considerazione delle sue scarse doti comunicative e in previsione, quindi, di una probabile triste, noiosa e fiacca (come direbbe la BBC) figura si sia voluto cautelare cercando altri ”spunti” interessanti per giustificare la sua posizione?!?

Oppure che con queste ardue e coraggiose scelte il Nostro (anzi Vostro)  voglia convincere gli italiani del suo carisma e dell’incredibilità e della assoluta necessità del suo miracoloso programma elettorale tale da poter affrontare un confronto a siffatte condizioni?!?

Preparate un po di zucchero… si preannunciano TEMPI AMARI!




22
febbraio

TELECOM ITALIA LA PAGA CARA!!!

Questa volta è Telecom Italia a dover pagare la “bolletta”. E la bolletta è stata emessa su richiesta di altri operatori di telefonia fissa.

L’ex monopolista, infatti, dovrà pagare una multa per abuso di posizione dominante che l’Antitrust le ha inflitto anche se in misura ridotta rispetto a quella inizialmente chiesta. Telecom Italia dovrà pagare una “bolletta” di 115 milioni di euro. Il Consiglio di Stato, ribaltando l’annullamento della multa dei mesi scorsi del TAR, ha infatti accolto in parte l’appello dell’Authority Garante della Concorrenza e del Mercato, di Assoprovider, Wind , Fastweb, Albacom, Colt Telecom e Tiscali.

Si tratta della multa più elevata mai emessa da un’Autority.

La multa dell’Antitrust, all’epoca presieduta da Giuseppe Tesauro, era stata comminata nei confronti di Telecom per un’offerta ritenuta anticoncorrenziale con la quale Telecom Italia si era aggiudicata la Gara CONSIP del 2002 per la fornitura di servizi telefonici alla Pubblica Amministrazione.

Dove stava l’anticoncorrenzialità!?! Nel fatto che Telecom Italia ha proposto dei prezzi che erano addirittura più bassi di quelli praticati agli stessi operatori “alternativi” che, di fatto, erano impossibilitati a presentare un’offerta concorrenziale.

Per la cronaca… il nuovo bando Consip è stato vinto da FastWeb che di fatto rompe il “fidanzamento” di Telecom Italia con la pubblica amministrazione.

Così commenta Fulvio Sarzana di Sant’Ippolito, legale di Assoprovider : 

‘Oggi grazie alla sentenza del Consiglio di Stato, Assoprovider e altri operatori hanno possibilità di rientrare sul mercato partecipando a gare pubbliche di servizi di telecomunicazioni. Con comportamenti che avevano privato la concorrenza della possibilità di fare mercato Telecom si era aggiudicata una gara per la fornitura di servizi alla pubblica amministrazione nel 2002. Assoprovider e altri operatori avevano denunciato questo comportamento all’Antitrust: di qui l’inchiesta e la sanzione. Oggi siamo soddisfatti perché da ora tutti gli operatori hanno la possibiità di partecipare a gare pubbliche dato che i vincoli economici derivanti dalle offerte di Telecom non ci sono più”.


21
febbraio

CHE RISTORANTE DEL…

Ragazzi… questa è davvero incredibile. La Cina non finisce mai di stupire.  Leggete il post di River nel suo Blog.

Questo l’indirizzo





21
febbraio

ECOMOSTRO ADDIO!!! E IL PETRUZZELLI?!?

Punta Perotti @ Davide Maggio .it

Riporto dal sito del Comune di Bari questa “interessante” notizia sul Mostro Ecologico (e poi mica tanto mostro a mio parere) meglio noto come “LA SARACINESCA di BARI” qual è (o sarebbe) Punta Perotti… un grattacielo oggetto di un prestigioso progetto della famiglia Matarrese (foto a sinistra). Purtroppo l’abbattimento di Punta Perotti credo sia diventato una sorta di scommessa per l’attuale amministrazione barese che ha bisogno di alzare le saracinesche (anzi di abbatterle) per godere della natura incontaminata del lungomare barese (peccato che il Sindaco della Città abbia ordinato il divieto di balneazione nelle vicine spiaggie di Pane e Pomodoro e Torre Quetta).

Eh si…alla politica COSTRUTTIVA (non solo di grattacieli!!!) si preferisce quella DEMOLITIVA mentre il meraviglioso TEATRO PETRUZZELLI resta da oltre 15 anni (dall’incendio dell’ottobre del 1991) poco più che un cumulo di macerie.

Qualcuno direbbe FATTI NON PUGNETTE!!!

Ora… a voi l’articolo :

Sono stati firmati il 21 febbraio presso la Segreteria Generale del Comune di Bari il contratto e la consegna dei lavori alla ditta General Smontaggi di Novara, che si  aggiudicata l’appalto per l’abbattimento di Punta Perotti.

Se la tabella di marcia sarà rispettata, la prima delle due esplosioni dei fabbricati potrebbe avvenire già a fine marzo, al termine dei 35 giorni previsti dalla consegna dei lavori e la conseguente apertura del cantiere.

Per conoscere la data effettiva della prima esplosione, però, bisognerà attendere gli esiti del tavolo tecnico che vedrà riuniti il Comune, la General Smontaggi insieme alla capitaneria di Porto, la Polizia Municipale, la Prefettura, la Questura, i Vigili del Fuoco, le Ferrovie dello Stato e la Protezione civile : gli enti che a vario titolo sono coinvolti per garantire la sicurezza del sito durante le operazioni di demolizione.

Tutte le attività nel raggio di 200 metri dal perimetro del cantiere, infatti, dovranno essere sospese in occasione delle esplosioni. Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore all’Urbanistica Ludovico Abbaticchio, che ha dichiarato come il passaggio odierno sia frutto del lavoro costante dell’Amministrazione Comunale dall’atto del suo insediamento e rientri tra i punti qualificanti del programma di governo del centro sinistra in città.

[Segnalato su www.libero.it. Davide ringrazia!]

Teatro Petruzzelli @ Davide Maggio .it

21
febbraio

DAL GRANDE FRATELLO… AL POTERE!

Lucio Calligarich @ Davide Maggio .itE’ di ieri la notizia secondo cui Lucio del Grande Fratello dovrebbe candidarsi con l’Italia dei Valori (quei quattro valori dei quali parlava nella caaaaaasa!?!) alle prossime elezioni politiche… ed è di ieri la notizia (che confermo personalmente) di un mio improvviso mal di stomaco dopo aver letto la notiziona!!! A dire la verità il candidarsi alle politiche subito dopo essere usciti da “li dentro” sembra porti parecchia fortuna; un concorrente del GF polacco ottenne anni fa un notevole successo alle politiche polacche… però, probabilmente, non faceva di “BELLA ZIO” il motto riassuntivo dei suoi valori.

Ora… a parte la mia personale antipatia dei personaggi “alla Lucio” che hanno la presunzione (mascherata da un falso buonismo) di essere tra i pochi portatori al mondo di sani principi (sempre 4, pare che fossero!!!), devo rendermi conto che… SONO QUI A PARLARNE!!! E devo dire… BUON PER LUI… se fossi al posto suo sarei ben felice, oltre che onorato, che uno sconosciuto tarantino/barese (quale io sono) mi dedicasse un post in un altrettanto sconosciuto Blog (speriamo ancora per poco…). Mi viene da fare un’unica considerazione… Il Grande Fratello funziona (funzionalità della quale sono sempre stato convinto)… una popolarità regalata in pochi giorni che realizza i sogni di circa 15 fortunati nei confronti dei quali non posso far altro che nutrire un pizzico di sana invidia.

Detto questo, non ci resta altro che aspettare la conferenza stampa di Presentazione dei Candidati dell’Italia dei Valori in programma a Milano il 24/02 per scoprire se trattasi di una bufala o meno!!!