Cucine da Incubo


9
giugno

Cucine da Incubo 3: Cannavacciuolo va alla Vecchia Stazione. Ecco com’è oggi il ristorante

Cucine da Incubo 3 - Vecchia Stazione

Cucine da Incubo 3 - Vecchia Stazione

La sesta puntata di Cucine da Incubo 3, in onda il 9 giugno 2015 su FoxLife, è ambientata a Rocca di Papa, in provincia di Roma, dove si trova un ristorante a conduzione familiare che ha bisogno dell’aiuto di Antonino Cannavacciuolo per contrastare un momento di stallo e un calo di popolarità che sta demoralizzando lo staff. Il suo nome è Vecchia Stazione.




9
giugno

Cucine da Incubo 3: La Foggia di Alberobello ha bisogno di Cannavacciuolo. Ecco com’è oggi il ristorante

Cucine da Incubo 3 - La Foggia

Cucine da Incubo 3 - La Foggia

Ad Alberobello c’è un ristorante che ha bisogno dell’aiuto di Antonino Cannavacciuolo: La Foggia, gestito da un fratello ed una sorella incapaci di comunicare. Questo ristorante è il protagonista della quinta puntata di Cucine da Incubo 3, in onda in prima tv su Fox Life il 9 giugno 2015.


2
giugno

Cucine da Incubo 3: Cannavacciuolo beve alla Fontanina. Ecco com’è oggi il ristorante

Cucine da Incubo 3 - La Fontanina (da TripAdvisor)

Cucine da Incubo 3 - La Fontanina (da TripAdvisor)

Per la terza puntata della terza stgione di Cucine da Incubo, in onda su Fox Life il 2 giugno 2015, Antonino Cannavacciuolo va a Centocelle, prendendo a cuore il destino di due fratelli, gestori del locale romano La Fontanina, in cui è possibile trovare anche menù per celiaci.





2
giugno

Cucine da Incubo 3: L’Antica Toscana accoglie Cannavacciuolo. Il ristorante oggi è chiuso

Cucine da Incubo 3 - L'Antica Toscana (da TripAdvisor)

Cucine da Incubo 3 - L'Antica Toscana (da TripAdvisor)

Il 2 giugno 2015 Antonino Cannavacciuolo tenta su Fox Life di dare speranza ad una famiglia e al ristorante che gestisce, in difficoltà per gli attriti interni e per una sorta di conflitto generazionale. Tutto questo avviene nella quarta puntata di Cucine da Incubo 3 e a Capannori, in provincia di Lucca, dove ha sede L’Antica Toscana.


26
maggio

Cucine da Incubo 3: Cannavacciuolo da Sabatino. Ecco com’è oggi il ristorante

Cucine da Incubo 3 - Sabatino com'era - da Facebook

Cucine da Incubo 3 - Sabatino com'era - da Facebook

Antonino Cannavacciuolo torna per la terza stagione a salvare Cucine da Incubo su Fox Life, e nella prima puntata in onda il 26 maggio 2015 arriverà ad Anguillara Sabazia, in provincia di Roma, per rimettere in sesto Sabatino, ristorante gestito da un titolare poco incline alle critiche e poco avvezzo a delegare. Due difetti che sembrano non garantire un futuro alla sua attività.





26
maggio

Cucine da Incubo 3: A’ Lanterna di Don Gallo va salvata. Ecco com’è oggi il ristorante

Cucine da Incubo 3 - A' Taverna (da TripAdvisor)

Cucine da Incubo 3 - A' Taverna (da TripAdvisor)

Per la seconda puntata di Cucine da Incubo 3 Antonino Cannavacciuolo va a Genova, al ristorante A’ Lanterna, nato nel 1979 e struttura della Comunità di San Benedetto al Porto fondata da Don Andrea Gallo. Punto di riferimento per la gente del posto nonché per gli amici famosi di Don Gallo (tra cui Fabrizio De André a Vasco Rossi), il locale ha iniziato a decadere dopo la morte di Don Gallo.


26
maggio

CUCINE DA INCUBO 3: TORNA QUESTA SERA SU FOX LIFE LO CHEF ANTONINO CANNAVACCIUOLO

Cucine da Incubo 3

Provare a rifare un programma guidato da un personaggio forte come Gordon Ramsay non è semplice. Lo sa bene Carlo Cracco, che nel suo Hell’s Kitchen ha provato ad emularlo forzandosi con grida e scatti che poco gli si confacevano, serafico e glaciale come lo abbiamo conosciuto a MasterChef. Meglio dunque non tentare la via dell’imitazione ma sfruttare la propria personalità, specie quando da sola basta a fare show.

Cucine da Incubo 3: da stasera su Fox Life

E una personalità del genere ce l’ha Antonino Cannavacciuolo, l’imponente chef napoletano – prossimamente new entry proprio nelle cucine di MasterChef – che da questa sera alle 21:00 torna su Fox Life con la terza stagione del suo Cucine da Incubo, ovvero la versione italiana dell’originale Kitchen Nightmares. Chef Cannavacciuolo torna a visitare ristoranti sul’orlo del fallimento, dove i problemi di cucina e di gestione abbondano, e proverà a rimetterli in sesto dando preziosi consigli e cercando anche di “lavorare” sul personale.

Rispetto alla precedenti stagioni, però, il patron del ristorante Villa Crespi dovrà vedersela non con semplici attività a conduzione familiare, bensì con delle realtà più complesse, talvolta con attività nate in seno a delle comunità e dunque con tutti i problemi che ne possono derivare. Problemi che lui tenterà di risolvere portando i protagonisti fuori dal ristorante e mettendoli alla prova in posti nuovi come per esempio un istituto per ciechi, o un molo o una cava di marmo. E tra le realtà più particolari indagate quest’anno dal programma Endemol c’è quella del ristorante A’ Lanterna di Genova – nato in seno alla Comunità di San Benedetto al Porto di Don Andrea Gallo - che vedremo proprio questa sera nella prima puntata.

Cucine da Incubo 3: ecco i ristoranti protagonisti della prima puntata