C'è Posta per Te


17
settembre

TI LASCIO UNA CANZONE SFIDA C’E’ POSTA PER TE: ANTONELLA ‘SISTEMA’ LA PUBBLICITA’, MARIA CHIAMA GARKO. CHI VINCERA’ IL SABATO SERA?

Antonella Clerici e Maria De Filippi

Antonella Clerici e Maria De Filippi di nuovo una contro l’altra: sul campo di battaglia non si fronteggiavano dall’autunno del 2007 quando il Treno dei desideri deragliò dopo aver incontrato il people show della sanguinaria. A distanza di quattro anni, la signora delle tagliatelle riprova a far breccia nella corazzata defilippica puntando questa volta sui giovani talenti di Ti lascio una canzone.

E’ certo che nel corso degli anni C’è posta per te sia diventato uno spauracchio anche per i personaggi più celebri e affermati del piccolo schermo. Nel 2001 Fiorello e il suo Stasera pago io impiegarono tre puntate e una valanga di ospiti per mettere a segno il sorpasso sullo show di Maria: 8.148.000 (33.5%) per Rai1, 7.884.000 (32.5%) per Canale 5. L’anno seguente, nel 2002, fu la volta di un incredibile testa a testa con Gianni Morandi: il suo show Uno di noi partì alla grande (7.305.000 telespettatori con il 36,93% al debutto) ma dovette fare i conti con un inaspettato recupero di C’è posta che lasciò il rivale letteralmente in mutande alla terza puntata.

Nel 2003 alle storie della gente comune, il pubblico del sabato sera preferì le gag di Giorgio Panariello: a Canale 5 non rimase che giocare in difesa con C’è posta al 26.95% contro il 33.78% di Torno sabato..e tre. La stessa sfida ma c0n esiti differenti si è ripetuta nel 2004: Maria De Filippi ha riconquistato pubblico e share, tornando a sfiorare il 31% in un autunno nero per Canale 5. Il 2005 fu invece l’anno dell’ultima consistente vittoria dell’ammiraglia Rai nel sabato sera autunnale.




17
settembre

C’E’ POSTA PER TE E LA MANIA DEL RITO: SI RIPARTE ANCORA DA GABRIEL GARKO

C'è posta per te- Gabriel Garko

Perfetto emblema di quello che la letteratura televisiva definisce surrogato di ritualità, specchio di un’Italia periferica dolente che vive ai margini dei cambiamenti  e delle transizioni o che, peggio, subisce nella forma più drammatica realtà ormai consolidate come separazioni e allontanamenti, divorzi e abbandoni, trasgressioni di tutto quel codice di valori su cui C’è Posta per te basa da ormai 14 edizioni la sua forza narrativa. Novità in vista? Forse solo quella di Gianfranco Apicerni come nuovo postino.

Difficile trovare in televisione una trasmissione d’intrattenimento rimasta così uguale a se stessa. Indenne all’usura del tempo e della frammentazione Maria De Filippi ritorna nelle famiglie italiane, quelle che il sabato sera lo trascorrono in casa, con le storie di sempre e lo schema fortissimo di azione. Antonella Clerici, costretta a scendere in campo in controprogrammazione, ha già messo le mani avanti parlando del suo Ti Lascio una Canzone come format indebolito.

La Sanguinaria intanto non concede nulla (nonostante le voci sempre più insistenti che la accoppiano virtualmente alla Clerici sul palco dell’Ariston) e, grazie alla comodissima formula modulare del programma che le consente di calibrare al meglio la propria scaletta, gioca un bruttissimo scherzo alla boccolosa di Raiuno mettendogli contro la sua ossessione, l’incubo e la nemesi che l’ha strapazzata più volte: Gabriel Garko, più volte ospite di Maria, l’unico ad aver osato l’inosabile di mettere eroticamente in imbarazzo la ‘conduttrice meno narcisa della tv’ con un bacio in puntata.