Cartoni Animati


25
novembre

I GRIFFIN: UNA MORTE SHOCK PER IL CARTONE ANIMATO (SPOILER)

I Griffin - Brian

Come direbbe Blaise Pascal, la morte è l’unica certezza e, quando arriva perfino in uno degli show animati più popolari del pianeta, il duro colpo c’è e si vede. Stavolta parliamo de I Griffin, la serie animata creata dalla fantasia di Seth MacFarlane che, nell’ultimo episodio della dodicesima stagione andato in onda ieri negli Usa, ha salutato uno dei protagonisti della famiglia più irriverente d’America: Brian Griffin. Anche se la scomparsa di uno dei personaggi principali di The Family Guy era stata annunciata anzitempo dai produttori in occasione del Comic-Con, la scoperta che il defunto sia proprio il colto quadrupede dal collare vermiglio sta sollevando in queste ore numerosi interrogativi.

E’ una giornata soleggiata come tante altre a Quohog, eppure qualcosa sta per cambiare e, durante una comune goliardata con il suo fido compagno d’avventure Stewie, Brian incontra la morte a causa di un’auto impazzita che lo investe lasciandolo in fin di vita. Il tutto avviene nell’episodio intitolato Life of Brian, dove il cane, a causa delle gravi ferite riportate, disteso sul letto della sala operatoria, non può che rivolgere l’estremo saluto alla famiglia a cui è sempre stato attaccato. “Mi avete dato una vita meravigliosa, vi amo tutti” rivela prima di chiudere le palpebre e salutare, dopo ben dodici stagioni, Peter, Lois, Meg, Chris e l’amico Stewie. Dopo la sua tragica scomparsa, i Griffin daranno a Brian un funerale sentito e sofferto, per poi, un mese più tardi, cercare di superare la tragedia prendendo un nuovo cane.

Certo, la cultura e le gag con Stewie, prima fra tutte la storica restituzione dei soldi da parte di quest’ultimo e le sprangate subite che neanche in un corto con Buster Keaton, rimarranno indelebili nella memoria del telespettatori, ed è per questo che i molti fan della serie non riescono a darsi pace interrogandosi sull’anomala decisione dei produttori. Dopotutto, il rapporto d’amore/odio fra Brian e il piccolo Stewie era una delle colonne portanti dello show, così come l’amicizia che lo legava a Peter, di cui era solito burlarsi. Come saranno i Griffin senza la loro tenera bestiolina?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,




23
novembre

I SIMPSON: MASSIMO LOPEZ DOPPIERA’ HOMER (COL SOSTEGNO DEL ‘RIVALE’). ASCOLTA

Homer Simpson

Come sarebbe Maryl Streep senza la voce della sua storica doppiatrice Maria Pia Di Meo? E Leonardo Di Caprio senza Francesco Pezzulli? E, ancora, Homer Simpson senza Tonino Accolla? Quando però, una voce viene a mancare, occorre rimediare al più presto trovando un degno sostituto che renda giustizia al lavoro del suo predecessore. Ed è così che a tramandare la pesante eredità di Accolla sarà un doppiatore d’eccezione: Massimo Lopez.

Massimo Lopez doppierà Homer Simpson

Il comico marchigiano, tra l’altro già rodato nel campo del doppiaggio (ha lavorato anche in A Single Man dove prestava la voce a Colin Firth e in Austin Powers doppiando Mike Meyers), ha avuto la meglio su molti concorrenti, primo fra tutti Alberto Pagnotta, la cui personale versione di Homer era stata già caricata su Youtube riscuotendo consensi dal popolo della rete (sotto potete ascoltarlo all’opera). Per questo, all’annuncio di Italia1 di optare per Lopez, molti hanno avuto da ridire sull’esclusione di Pagnotta manifestando il proprio dissenso sui social network.

Alberto Pagnotta difende Massimo Lopez dalle critiche

Da qui la risposta di Pagnotta che non ha nascosto su Facebook il suo profondo rammarico per non essere stato scelto, ma anche la solidarietà a Massimo Lopez per il nugolo di critiche ricevute riguardo la sua performance del pater familias dei Simpson.

“Caro Massimo, anche se non ci conosciamo o non ti ricordi di me, ci tenevo a scriverti. Io sarei stato il tuo presunto ‘rivale’ in questo rush finale per il ruolo di Homer. Volevo solo dirti che mi dispiace per quello che molti ti stanno scrivendo sulla pagine, a volte in maniera poco rispettosa, per mostrarsi a favore mio… Per me è stato un onore immenso arrivare a questo punto con un artista del tuo calibro. Ti ho sempre ammirato da quando ero bambino e cinque anni fa ho avuto l’occasione di complimentarmi con te all’uscita del Teatro Vittoria. Conosco tuo fratello Giorgio, che ha avuto occasione di provinarmi. Inutile dire che per me dare la voce ad Homer Simpson sarebbe stato il coronamento di un sogno, l’occasione di una vita, in quanto nutro da 15 anni un amore sviscerato per il personaggio ed ho in qualche modo assimilato la caratterizzazione dettagli dal grande Tonino Accolla, colui che mi ha dato l’ispirazione per avvicinarmi a questo mondo. Che dire… è senz’altro dura vedere il sogno che svanisce ad un passo dalla vittoria… Ma rispetto la scelta e, ripeto, è stato bello arrivare fin qua con te, davvero. Un abbraccio e buon lavoro, Alberto”.

Come avrà risposto Massimo Lopez?


10
novembre

SOFIA, LA PRINCIPESSA: NUOVE MAGICHE AVVENTURE IN ARRIVO SU RAI2

Sofia - La Principessa

Un nuovo appuntamento ricco di sogni e magia attende le piccole telespettatrici di Rai2. Da lunedì 18 novembre alle 7.40, all’interno del contenitore mattutino Cartoon Flakes, prenderanno il via le fantastiche avventure di Sofia, la principessa, ultima arrivata nella famiglia delle principesse Disney. La serie, il cui titolo originale è Sofia the First, è stata creata da Craig Gerber e diretta da Jamie Mitchell. Realizzata in computer grafica 3D, racconta la vita di Sofia, una bimba che diventa principessa quando la mamma sposa il re. La piccola si trova così catapultata nella fantastica ma anche caotica vita del palazzo reale insieme a due nuovi fratellastri, Amber e James.





2
ottobre

SIMPSON SHOCK: UN PERSONAGGIO PRINCIPALE MORIRA’

I Simpson

“Ohhhhh, The Simpsons”. Così recita, da più di venticinque anni, la sigla della famiglia gialla più controversa d’America che, quest’anno, subirà una grave perdita fra le sue schiere. La conferenza stampa della nuova stagione de I Simpson, partita domenica scorsa in America, ha infatti rivelato, per bocca del produttore esecutivo Al Jean, che, a Springfield, un altro personaggio uscirà definitivamente di scena. Non sappiamo né chi sia il personaggio in questione, né in che modo passerà a miglior vita e, soprattutto, né la puntata in cui esploderà questa novità.

Simpson – chi morirà?

L’unico indizio che Al Jean ha dato ai giornalisti e ai numerosi fan della serie targata Fox è che “l’attore che dà la voce a questo personaggio ha vinto un Emmy Award per avergli dato la voce”, il che non significa assolutamente niente dal momento che l’elenco dei doppiatori vincitori del riconoscimento per i Simpson è più lungo di quello della Death Note degli Shinigami. Sarà forte lo squinternato commerciante Apu, doppiato da Hank Azaria? Il peggior nemico di Burt dopo il bulletto Nelson, Telespalla Bob? La controversa e cinica Professoressa Caprapall? O sarà, addirittura, un membro dei Simpson?

Lisa? Bart? Marge? Homer? In realtà, speriamo davvero che questo destino infausto risparmi almeno i protagonisti della serie, concentrandosi, magari, su un personaggio minore, come quello di Maude Flanders, moglie del buonista e devoto Ned, scomparsa nell’undicesima stagione dei Simpson. Far morire un personaggio basterà al network per infiammare gli ascolti, ormai calanti, del popolare cartone animato?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


21
agosto

E’ SCOPPIATA LA PEPPA PIG MANIA!

Peppa Pig e famiglia

La sua immagine campeggia in edicola, i suoi libri sono in cima alle classifiche di vendita da mesi, ha una sua linea di abbigliamento che spazia dalle t-shirt all’intimo, dalle scarpe ai costumi da bagno. In tv fa il pieno d’ascolti, si sa tutto della sua vita privata, e in giro non si fa altro che parlare di lei. Non si tratta di Belen Rodriguez e neppure di Valeria Marini, ma bensì di Peppa Pig. Si, proprio lei, la maialina rosa protagonista dell’omonimo cartoon, che ha ormai conquistato grandi e piccini.

Le avventure di Peppa Pig, nate in Gran Bretagna nel 2004, sono arrivate in Italia soltanto nel 2010, dove vengono trasmesse quotidianamente dai canali Disney Junior e Rai YoYo (qui le anticipazioni sui nuovi episodi). Ma cosa si nasconde dietro questo sempre più crescente successo? Spinto dalla curiosità, e per la verità dalla mancanza di grosse alternative nella programmazione televisiva di agosto, mi sono accomodato in poltrona e sintonizzato sul canale Rai dedicato al pubblico dei più piccoli per cercare una risposta. Sono bastati solo pochi minuti per avere la conferma di come dietro ad ogni importante successo editoriale si nasconda puntualmente un ottimo e attento lavoro.

Neville Astley e Mark Baker, creatori e direttori del cartoon prodotto da Phil Davies e distribuito dalla E1 Entertainment, hanno puntato tutto sulla semplicità. Dimenticate effetti speciali, giochi di luce, poteri magici o trame avveniristiche, il mondo di Peppa è uguale a quello di un qualsiasi bambino di età compresa tra i 3 e 6 anni. Peppa Pig vive con Mamma Pig e Papa Pig, e con il suo fratellino George. E’ una maialina che esattamente come tutti i bambini di quell’età è curiosa, fa mille domande. E’ involontariamente simpatica, un po’ imbranata, a volte prepotente ed anche capricciosa. Passa le giornate divisa tra la scuola, i giochi con le amiche e le visite a casa dei nonni. Insomma una vita semplice, nella quale ogni bambino riesce facilmente a riconoscersi.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes





12
agosto

TOM & JERRY: WARNER BROS CENSURA EPISODI POLITICAMENTE SCORRETTI

Tom & Jerry

La scure della censura si abbatte pure su Tom & Jerry. Ebbene si, seppur in maniera retroattiva, anche i due beniamini dei bambini di tutto il mondo, nati nel 1940 dalla matita di William Hanna e Joseph Barbera, hanno subito numerosi tagli ad alcune delle loro gag. Warner Bros ha, infatti, già da tempo iniziato a ripulire i suoi cartoon da scene politicamente scorrette, in particolare quelle in cui si prendono più o meno bonariamente in giro neri, indiani e giapponesi (come non ricordare gli scherzi e le burle ai danni della celebre Mammy “Due Scarpe”, donna afroamericana pasticciona, nonché padrona di Tom, della quale peraltro non veniva mai mostrato il viso).

Va precisato che molti dei cartoni della Warner, Tom & Jerry inclusi, vennero girati a partire dagli anni ‘30 e ‘40 in un contesto ben diverso da quello attuale, in cui in America si era ancora ben lontani dall’affermazione dei diritti civili. Anni, soprattutto quelli della seconda guerra mondiale, in cui il paese si schierò con ogni mezzo, compresi i cartoon, in difesa dei pericoli provenienti dai paesi stranieri. A riportare alla ribalta della cronaca gli episodi di censura, come riportato da Repubblica, è stata recentemente la denuncia di un gruppo di appassionati di cartoon, rimasti a dir poco delusi dopo aver acquistato i cofanetti con gli episodi di Tom & Jerry rimasterizzati per il blu ray, ed aver scoperto l’avvenuta censura.

Tante le proteste sul web. C’è chi  trova inconcepibile tagliare delle scene per far si che il pregiudizio non esista, e chi più semplicemente fa presente che si tratta di dvd destinati a collezionisti, e chiede di smetterla di essere trattato come un bambino. Un portavoce di Ted Turner, attuale proprietario della Warner Bross, giustifica la censura in maniera categorica:

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


19
luglio

I SIMPSON INCONTRANO I GRIFFIN: IL PROSSIMO ANNO LA PUNTATA CROSSOVER!

Homer Simpson e Peter Griffin

Homer Simpson e Peter Griffin

Eccolo, il sogno che finalmente si avvera per molti fan. Anche perché non c’è dubbio che le due serie animate condividano parte del pubblico, che ha sempre richiesto a gran voce l’incontro ufficiale tra le due famiglie più irriverenti d’America. E nel 2014 tutto ciò avverrà: I Griffin incontreranno finalmente I Simpson. L’episodio crossover per ora rimarrà un “caso unico”, ma non è escluso che in futuro possano esserci ulteriori “strani” incontri.

In The Simpons Guy (Family Guy è il titolo originale de I Griffin), episodio in onda nel tardo 2014 su Fox (che produce entrambe le serie), e qualche mese più in là anche sulla tv italiana, Peter e la sua strampalata famiglia si concederanno un bel viaggetto per rilassarsi. Tra le destinazioni, ovviamente, non potrà che esserci Springfield. E proprio nella famosa cittadina avverrà l’incontro tra “l’albino” Peter e Homer che, manco a dirlo, diventeranno in fretta grandi amici. Così come i restanti componenti delle due famiglie, che sembreranno proprio essersi “trovati”: Stewie rimarrà estasiato nel vedere i guai che combina Bart, Lisa scruterà Meg dalla testa ai piedi per scoprire il suo talento, mentre Lois e Marge diverranno subito complici, con due mariti così dopotutto non può essere altrimenti.

Argomento di discussione tra i due capifamiglia? La birra ovviamente, che sarà il cardine dei loro dibattiti: meglio la Pawtucket – preferita da Peter – o la storica Duff – che a casa Simpson non manca mai? Una “rivalità” che comunque si affievolirà ben presto, così come si è affievolita quella tra le due serie, entrambe in onda la domenica sera in prima serata sul famoso network che fa capo a Rupert Murdoch.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,


16
luglio

PEPPA PIG: A SETTEMBRE SU RAI YOYO I NUOVI EPISODI, PUNTATE IN INGLESE E L’INCONTRO CON LA REGINA ELISABETTA

Peppa Pig e la Regina Elisabetta

La presentazione dei palinsesti autunnali di Rai Yoyo ci aveva un po’ delusi, perché non sembravano esserci novità di rilievo da segnalare. Invece, anche per il canale 43 del digitale terrestre il mese di settembre porterà dei cambiamenti che, tra un salto in una pozzangera di fango e una canzoncina cantata a scuola accompagnati dalla chitarra di Madame Gazzella, farà felici mamme e bambini.

Arriverà infatti con la fine dell’estate la nuova stagione di Peppa Pig, cartone animato inglese del 2004 che è giunto in Italia nel 2010 ed ha sbancato l’auditel del canale tematico, risultando il più visto dello scorso anno. 52 nuovi episodi per questa quarta stagione che vanno ad unirsi ai centocinquantasette già visti e plurireplicati quasi ad ogni ora, e che hanno appassionato tutti i bambini in età prescolare e qualche volta anche quelli più grandi. Tra le novità più divertenti, l’introduzione di un nuovo personaggio, Kylie Canguro, ed una puntata speciale in cui Peppa incontrerà nientepopòdimenoche la regina Elisabetta, primo personaggio umano a fare il suo ingresso nella serie.

La maialina antropomorfa, protagonista del cartoon insieme alla sua famiglia composta da mamma, papà e dal fratellino George, è infatti diventata una sorta di fenomeno di costume e il merchandising che le ruota attorno non ha eguali: abiti, scarpe, giocattoli, alimenti, dvd, libri, perfino una crociera a tema organizzata da una delle più grandi compagnie italiane e giornate a lei dedicate nei più famosi parchi giochi. E, inoltre, le novità di Rai Yoyo rispetto a Peppa Pig non sono finite.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,