Amici di Maria De Filippi

Tutto su Amici con i concorrenti, professori e prove del talent show di Maria De Filippi in onda su Canale5. Dirette web con commenti a caldo e foto.


8
marzo

AMICI: ARRIVA LA DOPPIA LAVAGNETTA E VINCONO I BLU. IN LIBRERIA IL SEXY-LIBRO COL “TACCO 15″ DI ZANFORLIN (VIDEO)

Amici 8 - Vola Via con Me

Nuova puntata domenicale, nuove regole per “Amici di Maria De Filippi”. In un’edizione all’insegna delle continue variazioni in corsa, e non solo per quanto concerne umori e preferenze degli insegnanti, stavolta è il metodo di votazione a cambiare: non una ma addirittura due lavagnette, sulle quali apporre un giudizio da 1 a 10 sia per il valore artistico che per quello dell’esibizione in sé.

Parte la sigla che segna irrimediabilmente l’avvicinamento alla finale: soltanto tre componenti per la Squadra Blu (come gli avversari Bianchi) che, si arrangiano, come possono, tra canto e ballo. Il primo a sperimentare sulla propria pelle, ma verrebbe da pensare anche sulla propria chioma, visti i selvaggi colpi di piastra, è il favorito Valerio Scanu. Canta dignitosamente “Always” ma è solo l’inizio delle polemiche, dettate dai nuovi parametri di giudizio che fanno acqua da tutte le parti: per la Di Michele artisticamente vale 4.5 mentre per l’esibizione abbonda a 7. Tutt’altro che coalizzati gli altri: Palma 7 e 8; Scalise: 7 e 5; Jurman 8 e 9; Mari 8 e 10; Patrick 7 e 6; Garrison 7 e 4; Maura 6 e 6; Celentano: 9 e 10; Steve 7 e 6. Ma non sono i numeri deliranti ad incidere sull’esibizione quanto i concetti a metà tra l’ibrido intrappolato nell’adolescenza e, addirittura, “la vispa Teresa” pronunciata dal pubblico in studio.

Neanche il tempo di riprendersi che si tocca un nuovo “caso umano-artistico”, quello del ballerino Pedro. L’agile cubano, dopo aver disdegnato la supervisione di Paparo e Garrison, ne subisce gli inevitabili svantaggi nonostante le difese della “padrona di casa”, tra voti bassi e prevedibili diatribe tra l’insegnante americano e la Celentano. Ci si ricompone, per modo di dire, con “Stella incantevole” che è il titolo dell’inedito di Alessandra Amoroso che, in un trend positivo, vede spiccare i due 10 di Garrison. Per Valerio, però, non si tratta di un’improvvisa stima quanto di un tentativo dell’insegnante di danza per accalappiarsi le simpatie di Alessandra e destabilizzare l’equilibrio della Squadra, considerati i voti positivi che la cantante leccese ottiene anche quando balla sulle note di “These Boots Are Made For Walking”. A precedere quest’ultima esibizione, ci pensa Pedro che fa il bis con “La camisa negra”. E’ poi la volta dell’angolo marchetta, inevitabile spartiacque tra le due squadre, ed a beneficiarne sono Alexia e Mario Lavezzi che ripropongono la sanremese “Biancaneve”.




5
marzo

AMICI 8, OTTAVA PUNTATA: CIAO CIAO MARTINA

Amici 8 (Maria De Filippi, Mario Nunziante e Valerio Scanu)

Vincono i Bianchi che riescono, in un solo colpo, a mettere a segno una doppia impresa: pareggiare il numero dei componenti della squadra avversaria e mandare a casa un osso duro come l’interprete di “Due cose importanti”, Martina Stavolo. A tre settimane dall’elezione del vincitore della ottava edizione di “Amici di Maria De Filippi” la gara entra (finalmente!) nel vivo con duello all’ultima polemica tra i sopravvissuti. Sin dall’apertura, una puntata particolarmente attesa, dopo la sfuriata della padrona di casa, indirizzata agli incoerenti docenti, nel corso dell’ultimo speciale domenicale. La De Filippi, in tal proposito, si scusa per la forma, ma non per il contenuto, annunciando nuovi parametri nelle votazioni ai quali si ricorrerà da domenica prossima. A sostenerla, una Platinette cosparsa di mimose, omaggio dell’imminente “festa della donna”. Ospite in studio, il critico musicale Marco Mangiarotti.

Si passa subito alla gara, con una prima prova di canto che vede Valerio sfidare Mario sulle note di “Se ne dicon di parole”: non c’è storia, vince il cantante sardo dei Blu. Decisamente più accesa è la successiva “Prova prof” a causa, tanto per cambiare, delle differenze di vedute tra Di Michele e Jurman. Protagonisti, di nuovo, Valerio e Mario sulle note di “Greatest love of all” di Whitney Houston: il primo, davvero molto bravo, viene fortemente sostenuto platealmente da Jurman. Altrettanto non può dirsi di Mario che non conosce il brano ed arranca in mezza strofa, presto mozzata. Imbarazzo ma exploit dal televoto che, paradossalmente, gli conferisce la vittoria. Uno pari tra Bianchi e Blu. “Stili a confronto” è la nuova sfida di ballo che, tra differenze di generi, regala più di un bel momento di spettacolo, che testa il buon livello raggiunto da Pedro che, però, nulla può contro una virtuosa Alice.

E’ il momento della “Staffetta”: mentre i Blu rinunciano ad ogni agevolazione precedentemente maturata, la commissione fa partire per primi i Bianchi ma è la “Cenerentola” Martina a sorprendere grazie ad un’insperata rinascita, a dispetto del logorato rapporto con l’ex coppia pigmaliona Scalise/Di Michele, ideali replicanti delle sorellastre Genoveffa e Anastasia. Le fa eco la sua compagna Alessandra, a suo agio con “No woman no cry” di Bob Marley che, poco dopo, esegue sufficientemente Luca Napolitano che riesce a far rimontare i Bianchi. La felice tendenza continua con Alice che batte Pedro (che adesso prepara le prove con una videocassetta che sostituisce Garrison, Paparo e compagnia bella).


4
marzo

DM LIVE24: 4 MARZO 2009

DM Live24 - 4 marzo 2009
Live Comment on davidemaggio.it

Non sai cos’è DM Live24? Leggi qui

Dal diario di ieri…

  • Amici e i professori “rifiutati”

Kiara ha scritto alle 16:22

Pomeridiano di Amici: confronto tra squadra blu e professori “rifiutati”, nello specifico Maura Paparo, Garrison e Fioretta Mari. Martina, come al solito, starnazza con toni eccessivi… senza capire che c’è sempre modo e modo di esporre le proprie motivazioni.

Kiara ha scritto alle 16:34

Pedro afferma che d’ora in avanti intende prepararsi le coreografie da solo. Luca Zanforlin, con gli stessi toni duri di Maria, sostiene che la protesta dei ragazzi è più che lecita. La Squadra Bianca, visibilmente preferita dalla maggioranza dei professori, condanna aspramente lo sciopero indetto dai compagni blu.

Mari 611 ha scritto alle 16:52

Valerio: “Io non voglio più far lezione con Michael Jackson con il carré”. Carinissima rivisitazione della Paparo.

Kiara ha scritto alle 17:04

Commovente confronto tra Celentano e Pedro. Lei gli rinnova stima e affetto e lui mormora “temevo di averla persa tra i meccanismi della trasmissione”. La Celentano ribadisce per l’ennesima volta che anche Valerio è fortemente nel suo cuore… e il cucciolo sardo, tutto gongolante, afferma di avere anche lui un bellissimo collo del piede.





1
marzo

COLPO DI SCENA AD AMICI: MARIA LA FURIBONDA CONTRO I DOCENTI DEL TALENT SHOW (FINALMENTE)

Maria De Filippi - Amici, 1 marzo 2009

Alla fine l’inevitabile è accaduto e l’ultima puntata domenicale di “Amici” si è trasformata in un’accesa resa dei conti orchestrata da una sempre più insofferente Maria De Filippi. I destinatari? Ma i professori, naturalmente, sempre più protagonisti di un talent show che, almeno sulla carta, avrebbe dovuto conferir loro un ruolo più marginale. Un ruolo che, però, mai come quest’anno non sembrano assolvere nel migliore dei modi ed è stata la stessa padrona di casa a tuonare con eloquenti considerazioni: “La credibilità si perde di domenica in domenica”, facendo riferimento all’ambiguo ruolo degli insegnanti nei confronti dei partecipanti.

Un rapporto ai limiti di un’indigesta ipocrisia. Sudore e vene gonfie sul collo della conduttrice, stanca di dover far finta di nulla e finalmente convinta autrice di uno sfogo che porta il gelo in sala. Ma anche tanti applausi da parte del pubblico parlante, i cui commenti, un tempo ritenuti surreali o fuori luogo, oggi sembrano coincidere con le sensazioni dei componenti di entrambe le squadre. “Voi avete il dovere di fare chiarezza e onestà di giudizio nei confronti dei ragazzi e avete l’obbligo di dire chi ce la può fare e chi no – aggiunge la De Filippi, continuando – avete generato confusione, il vostro voto sembra tarocco”.

Il primo a doversi confrontare con “Maria la giustiziera” è Luca Jurman che riesce a dimostrare, con discorsi e fatti, di esser coerente con le sue parole, nonostante l’unica colpa di aver dato troppe sufficienze al cantautore Mario che, in realtà, sarebbe più vicino ad un voto mediocre. Ancora peggio per la storica insegnante di recitazione e dizione Fioretta Mari: per lei soltanto contestazioni per le valutazioni giudicate azzardate ed esagerate, tanto da provocarle qualche sentita lacrimuccia. Ma la De Filippi non risparmia neppure la Di Michele, ricollegandosi all’arcinota vicenda legata a Marco Carta, pur non riconoscendola come unica detrattrice di un artista prima bistrattato e poi trionfatore di tutto ciò che poteva vincere: Amici, Sanremo e dischi di platino.


26
febbraio

AMICI, 7^ puntata: VINCONO I BIANCHI. ADRIANO E’ FUORI MA PEDRO VORREBBE USCIRE AL SUO POSTO

Amici 8 (Maria De Filippi e Adriano Bettinelli)

I Bianchi accorciano le distanze dai Blu e vincono la settima puntata di “Amici di Maria De Filippi”. A farne le spese è il bel ballerino Adriano Bettinelli, designato dai concorrenti come secondo nome candidato all’uscita e non salvato dai professori.

La puntata si apre con una vera e propria videostoria dedicata all’exploit di Marco Carta: dagli improbabili esordi, fino alla vittoria dell’edizione passata del talent show e quella, ancor più prestigiosa, dell’ultimo Festival di Sanremo. Non male per un ex parrucchiere col “cruccio” delle sette note: Maria De Filippi lo introduce, saluta e accoglie come un ospite internazionale (per la gioia dell’ex pigmalione Luca Jurman, più volte ripreso dalle telecamere con gli occhi lucidi) e “con amore e con onore“.

Dopo i convenevoli di turno, si passa alla prima prova, si tratta de “I giardini di Marzo” di Battisti, cantata dai sempre più rivali Luca e Valerio che si cimentano anche nella seconda prova, con la notevole “E poi” Giorgia. Il pubblico da casa conferisce una vittoria a testa. Debutta in serata il ballo, con una coreografia di Garrison che vede Alice in gran forma frenata ingiustamente da Adriano che riporta i Blu in vantaggio. La prova “Staffetta”, con tanto di sorteggio, vede partire i Blu per primi, senza grandi risultati, visto che i Bianchi fanno incetta di consensi anche se, sul finale, recupera Alessandra sulle note di un vecchio successo dei Police. Tra una prova e l’altra, a mettersi in luce è ancora una volta Alessandra Celentano ed un probabile nuovo scheletro nell’armadio: una vecchia partecipazione ad uno spot per una nota marca di assorbenti. Imbarazzo e grandi risate, condivisi con la cugina Rosita Celentano presente in studio. Tra gli ospiti in commissione, si segnala la presenza del giornalista Paolo Giordano, insperatamente in controtendenza nei confronti dei deliri verbali emessi da Platinette.





25
febbraio

AMICI: QUESTA SERA MARCO CARTA TORNA ALLA CORTE DI MARIA. I BIANCHI PARTONO IN VANTAGGIO

Marco Carta e Maria De Filippi - Finale Amici 7 - 16 aprile 2008

Gli strascichi della fortunata esperienza sanremese per Maria De Filippi non potevano sicuramente ridursi ai brevi rimandi all’interno dello speciale di domenica scorsa: questa sera, per la gioia degli afficionados del suo talent show, ospiterà Marco Carta. Un doppio vincitore per il pubblico “defilippiano”, con all’attivo sia la penultima edizione di “Amici” che del Festival di Sanremo.

Il cantante sardo, infatti, rappresenta un particolare motivo d’orgoglio per gli ideatori del programma essendo la prova vivente che, alle volte, al posto della tanto contestata “fabbrica di illusi” può venir fuori un promettente asso della musica leggera italiana. E le prime classifiche lo dimostrano: “La forza mia”, titolo di album e singolo, è già vendutissimo sui canali di vendita dei download. Ed è già prevedibile un’accoglienza alla corte di Maria in grande stile, se non altro per assistere alle reazioni dell’ex pigmalione Luca Jurman e dell’acerrima detrattrice Grazia Di Michele che, proprio negli ultimi giorni, è stata al centro di un inatteso scontro a mezzo stampa con Pippo Baudo con oggetto, non troppo velato, Carta.

Tornando alla gara, invece, partono in vantaggio i Bianchi con un voto percentuale in più sul risultato finale e la cosa potrà aiutarli a sopperire alla minoranza numerica della squadra. 3 contro i 5 dei Blu. Ai fini dello spettacolo, sono assicurati momenti di qualità grazie alla possibilità che è stata data a tutti i partecipanti di presentare prove che li vedrebbe in gran forma. Riusciranno i Bianchi a ridurre le distanze dai Blu? Le premesse ci sono e Pedro ed Adriano già tremano.


25
febbraio

BREVEMENTE: ARGOMENTI E OSPITI DEI PRINCIPALI PROGRAMMI DEL 25 FEBBRAIO 2009

Iva Zanicchi - Festival di Sanremo - 17 febbraio 2009
Brevemente - Ospiti e Argomenti dei principali programmi tv @ Davide Maggio .it

Iva Zanicchi ha cantato all’ultimo Sanremo il brano “Ti voglio senza amore”. La canzone era già stata più volte presentata alla giuria dalla cantante Fiordaliso, senza mai riuscire a salire sul palco, perché bocciata ai provini. Nella puntata di “Striscia la Notizia”, in onda stasera, Jimmy Ghione incontra Fiordaliso per avere delucidazioni sulla questione.

“E’ vero, io ho cantato questa canzone” –dichiara Fiordaliso- “Succede a molti bei brani che si promuovono per il Festiva di Sanremo e poi non vengono presi. Io l’ho presentata tre volte: nel ‘95, nel ‘96 e attorno al 2000. Magari se la portavo quest’ anno mi avrebbero presa”. In merito alla possibilità che la carica politica che riveste Iva Zanicchi (europarlamentare) abbia potuto influenzare la giuria, Fiordaliso dichiara: “Non so, ma non credo che abbia condizionato la scelta” .

Nella puntata di stasera un nuovo debutto: Luca Galtieri e il Mago di Azz inaugureranno la rubrica antitarocco al servizio del consumatore.

Il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro sarà ospite questa sera ad “Otto e mezzo”, alle 20.30 su LA7. Conducono Lilli Gruber e Federico Guiglia. All’interno, la rubrica “Il punto” a cura di Paolo Pagliaro.

  • Amici: alle 21.10 su Canale5

Questa sera sarà ospite del talent show di Maria De Filippi ospiterà l’ex allievo e vincitore del Festival di Sanremo Marco Carta. Seguirà apposito post.


24
febbraio

GRAZIA DI MICHELE LE CANTA A PIPPO BAUDO

Grazia Di Michele

Grazia Di Michele un’ex cantante? Niente di più sbagliato, anzi, per l’occasione torna “a cantarle”. A Pippo Baudo. “Trovo incomprensibile la sua esternazione perché, oltre a conoscere molto bene la mia carriera, Baudo sa perfettamente che continuo la mia attività professionale, e che dopo “Le ragazze di Gauguin”, sono stata per tre volte al Festival di Sanremo, uno dei quali condotto e diretto proprio da lui. Mi spiace constatare che proprio lui, che ha spesso parlato di rispetto per gli artisti, mi possa offendere in maniera così gratuita davanti ad una platea di milioni di persone. Mi spiace inoltre che le offese arrivino da qualcuno che ho sempre stimato per la sua classe e la sua professionalità. Preferisco credere ad una momentanea amnesia piuttosto che ad una vendetta trasversale di Baudo nei confronti del programma Amici contro il quale ha vivacemente polemizzato lo scorso anno“. A firmare questo sfogo, a mezzo stampa, è proprio la schiva cantautrice offesa dalle dichiarazioni di Pippo Baudo che, nel corso della sua “Domenica in“, l’ha definita una “ex cantante”. (leggi qui)

Effettivamente, negli ultimi tempi, la Di Michele più che far parlare dei suoi successi discografici “sopravvive” a livello mediatico grazie alle polemiche animate col collega-rivale Luca Jurman. Di qui, però, a definirla “ex cantante” ce ne passa: l’ultimo album della 53enne artista romana, “Respiro“, è datato 2006 ed ha portato a casa riconoscimenti del calibro del Premio Lunezia e LuccAutori.

Un successo, però, non condiviso con quel pubblico che non ha mai fatto incetta dei suoi dischi, come invece oggi accade a Marco Carta. Ed, ovviamente, anche sul fresco vincitore del Festival di Sanremo, la Di Michele non poteva non dire la propria, definendolo così a Metro: “Un cantante che non si discute, si ama. E’ diventato un personaggio. Ha delle doti, come il timbro vocale sporco, sabbiato, molto poco italiano, che arriva a prescindere, ma ha anche una storia alle spalle che intenerisce“. “Le mie critiche – aggiunge – sono sempre state di natura didattica. Marco ha delle carenze tecniche ma commercialmente è fortissimo. Un prodotto di consumo eccellente. Sabato ha sbagliato un’intonatura ma è riuscito ugualmente a tenere sui binari il pezzo e l’ha portato alla vittoria“.