Amarcord


20
ottobre

I FATTI VOSTRI: PIPPO BAUDO RACCONTA LA STORIA DELLA TV TRA SCANDALI E RIMPIANTI

I Fatti Vostri

Ha condotto per 13 volte il Festival di Sanremo e per altrettante 13 volte Domenica In. Si può dire che qualche record lo può vantare anche Pippo Baudo, l’unico superstite dei “quattro moschettieri della tv”. Da ieri e ogni quindici giorni, tornerà a far compagnia al collega-amico di sempre, Giancarlo Magalli, all’interno de I Fatti Vostri, con una lunga rubrica (dura più di mezz’ora) che non poteva intitolarsi in altro modo: “Storie della televisione”.




11
giugno

NON E’ LA RAI DAY SU MEDIASET EXTRA

Non è la Rai

Ambra Angiolini, Laura Freddi, Miriana Trevisan: facile ricordare i loro nomi e i loro volti. Ma chi di voi non si è mai dimenticato di Francesca Gollini, di Pamela Petrarolo, di Alessia Cioffi o di Ilaria Galassi all’epoca grandi protagoniste ma oggi sparite dal piccolo schermo? Niente paura: per i tanti nostalgici di Non è la Rai, programma televisivo cult tra i giovani nei primi anni ‘90 ideato e diretto da Gianni Boncompagni è in arrivo una bella notizia. Un’intera giornata dedicata alla trasmissione, una vera e propria maratona televisiva prevista per domani su Mediaset Extra, dal mattino fino a notte fonda.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


20
gennaio

ETTORE SCOLA: GLI OMAGGI DI RAI, MEDIASET E SKY

Ettore Scola

Il cinema italiano ha perso uno dei suoi nomi più importanti, quello di Ettore Scola, scomparso ieri – martedì 19 gennaio 2016 – all’età di ottantaquattro anni. Ecco come le reti televisive nostrane ricorderanno il maestro, modificando in suo onore la propria programmazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,





17
gennaio

SPECIALE DOMENICA IN: IL CONTENITORE DI RAI1 FESTEGGIA 40 ANNI… SENZA MARA VENIER

Paola Perego e Salvo Sottile

Negli ultimi anni ha rischiato la cancellazione, ma alla fine è sempre riuscita a spuntarla e tornare a presidiare il pomeriggio festivo. Si tratta di Domenica In, che quest’anno compie quarant’anni e li celebra oggi in diretta su Rai1, a partire dalle 17.20 con una puntata dal titolo 40 anni, Speciale Domenica In. Un compleanno importante che, ironia della sorte, cade proprio nell’edizione che porta la firma di Maurizio Costanzo, colui che con il concorrente Buona Domenica su Canale5, sin dal 1985, e soprattutto nella seconda metà degli anni ’90 e primi anni 2000, ha dato non pochi problemi al contenitore Rai.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


21
dicembre

FANTAGHIRO’: SU MEDIASET EXTRA RITORNA LA FICTION CULT ANNI 90

fantaghirò

Alessandra Martines

Chi di voi sente la nostalgia del caschetto di Alessandra Martines? Delle maniche a palloncino della strega bianca, di Tarabas, o di Romualdo trasformato in statua di pietra? Se non siete cresciuti negli anni ’90, probabilmente tutto questo vi suonerà strano; se, invece, avete già pensato a “Fantaghirò”, preparatevi a fare un tuffo nel passato. Partirà oggi su Mediaset Extra una vera e propria maratona dedicata alla saga che ebbe per protagonisti Alessandra Martines, Kim Rossi Stuart e Brigitte Nielsen.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes





15
ottobre

ALLY MCBEAL: CHE FINE HANNO FATTO I PROTAGONISTI DELLA SERIE, IN REPLICA SU LA5? (FOTO)

Ally McBeal

Momento amarcord su La5, che sta trasmettendo in replica alle 18:00 la serie tv Ally McBeal. Un viaggio lungo cinque stagioni per un totale di 112 episodi prodotti dal 1997 al 2002, che hanno appassionato il pubblico italiano. Ma, a distanza di tredici anni dal finale, che ne è stato degli interpreti?


9
luglio

BILL COSBY ACCUSATO DI MOLESTIE SESSUALI: NBC CANCELLA NUOVA SITCOM, DISNEY RIMUOVE STATUA DAGLI STUDIOS, NETFLIX…

Bill Cosby

Per diverse generazioni non esiste probabilmente un volto più rassicurante del suo: Bill Cosby è entrato nell’immaginario collettivo come il perfetto padre di famiglia, grazie alla sua interpretazione del dottor Cliff nella serie cult I Robinson. Un padre protettivo, col quale si poteva parlare di tutto, e tanto divertente con le sue facce buffe e le battute mai scontate. E invece per i fans della famiglia Robinson c’è stata una vera e propria doccia gelata, che nonostante il caldo non porta di certo sollievo.

Bill Cosby accusato di molestie e abusi sessuali

L’attore americano in passato era stato coinvolto in un’azione legale per molestie, a seguito delle accuse ricevute dall’ex dipendente della Temple University Andrea Constand: quella causa si era però conclusa nel 2006 con un patteggiamento in termini confidenziali. Ma, stando a quanto riportato dall’Associated Press, l’attore in quel frangente avrebbe ammesso di essere stato in possesso di droghe da offrire ad alcune donne con le quali voleva consumare dei rapporti sessuali. Ci sarebbero documenti depositati in tribunale dai quali si evince che ha realizzato davvero il suo proposito, con più di una vittima.

Disney rimuove statua di Bill Cosby dagli Studios di Orlando

Le accuse sono poi piovute da più parti ma, benché molte donne abbiano detto di essere state violentate dall’ormai settantasettenne, non gli è stata ancora mossa alcuna accusa penale. Tuttavia la situazione è bastata al mondo dello spettacolo per rigettare Cosby, ormai sempre più ai margini dello star system: l’ultima notizia è che la Disney ha rimosso la statua in bronzo dell’attore dagli studios di Orlando, ma non è che la punta dell’iceberg.

Bill Cosby accusato di molestie: NBC cancella nuova sitcom

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,


7
luglio

I DUELLANTI: L’APOLOGIA DEL TRASH FUNZIONA. A QUANDO UNA VERSIONE SANREMESE?

I Duellanti

Ci sono momenti televisivi che andrebbero cancellati, dimenticati, nascosti mettendoci una bella pietra sopra per l’imbarazzo che hanno provocato ai protagonisti e ai telespettatori. E invece Massimo Giletti li ha ripescati, mandati di nuovo in onda a distanza di anni e ci ha costruito sopra un intero nuovo show televisivo finendo quasi col celebrarli. Ma il “guaio” più grande è che il tutto ci è piaciuto.

I Duellanti: l’appendice de L’Arena dà buoni risultati

La prima puntata de I Duellanti, anche dal logo dichiarata appendice de L’Arena, può dirsi promossa. Sia per il riscontro auditel – ha ottenuto il 15.15% con 1.232.000 spettatori – sia per la costruzione della serata: il padrone di casa, a suo agio ormai in questi salotti dal grilletto verbale facile, ha per prima cosa messo a confronto Aldo Busi e Alba Parietti, protagonisti di un’atroce ed imbarazzante telerissa, facendo palesemente il tifo per la seconda; poi ha accolto Vladimir Luxuria e, con Bruno Vespa in collegamento, ha rimembrato la lite occorsa tra lei e Alessandra Mussolini a Porta a Porta. Mostrando anche il momento in cui la Mussolini ha declinato l’invito a partecipare a questa insolita reunion, facendo una figura barbina.

Il risultato è stato un insieme di stilettate, battute al vetriolo e talvolta rinnovati insulti che qualcuno definirà sicuramente trash. Anzi, apologia del trash. Ma per chi sta soffrendo il caldo in città, impossibilitato ad andare al mare a rinfrescarsi, un programma del genere aiuta a sentire meno la mancanza delle chiacchiere e del pettegolezzo da ombrellone. E per i telespettatori più appassionati funge anche da nostalgico amarcord di momenti bassissimi, sì, ma che appartengono di diritto alla storia della tv italiana.

I Duellanti: sognando la versione sanremese