Amarcord


29
luglio

Chiusi per Flop: Il Gladiatore di Carlo Conti scappa dall’arena televisiva

Carlo Conti

Carlo Conti

Non solo tv commerciale, anche il servizio pubblico nella sua lunga storia ha inanellato una serie di trasmissioni poco riuscite e prontamente stoppate per scarso gradimento di spettatori e critica. Quest’oggi per la nostra rubrica Chiusi per Flop ci occupiamo de Il Gladiatore, quiz di prima serata proposto da Carlo Conti nell’autunno del 2001.




20
luglio

Chiusi per Flop: Adamo contro Eva, il fallimentare quiz del mezzogiorno condotto da Gerry Scotti

Gerry Scotti

Gerry Scotti

Nuovo appuntamento con Chiusi per Flop. Quest’oggi ci occupiamo di Adamo contro Eva, sfortunato quiz del mezzogiorno di Rete4 andato in onda per sole 20 puntate nell’autunno del 1995 con la conduzione di Gerry Scotti. La trasmissione si inseriva in un progetto di rinnovamento totale della rete. I vertici Fininvest volevano, infatti, cancellare l’immagine di “canale rosa” rivolto solo ad un pubblico femminile, e ampliare il proprio bacino di spettatori con proposte che intercettassero anche gli uomini e il pubblico giovane.


19
luglio

Sbarco sulla Luna: 50 anni fa la storica diretta della Rai

Tito Stagno

Tito Stagno

Buonasera a tutti. Quelle che stiamo per vivere tutti insieme gli abitanti della Terra, sono forse le ore più importanti di questo secolo. L’uomo sta per violare il primo mistero dell’universo, sta per compiere la prima tappa nell’esplorazione del Cosmo, sta per conquistare la Luna”. Con queste parole, alle 19.28 di domenica 20 luglio 1969, Andrea Barbato dette ufficialmente il via alla lunga diretta Rai organizzata per seguire passo dopo passo il primo storico sbarco sulla Luna. A 50 anni da quel giorno, mentre tutte le tv si preparano a festeggiare l’importante avvenimento, vale la pena tornare indietro nel tempo e scoprire che in quelle ore destinate a passare alla storia la Rai, con una diretta lunga ben 28 ore, riuscì a compiere un’impresa nell’impresa.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,





17
luglio

Andrea Camilleri è morto. Addio al papà del Commissario Montalbano

Andrea Camilleri

Andrea Camilleri

Addio al papà del Commissario Montalbano. E’ morto questa mattina a Roma alle 8.20  Andrea Camilleri. Lo scrittore aveva 93 anni e dallo scorso 17 giugno era ricoverato all’Ospedale Santo Spirito in seguito ad un arresto cardiaco. Le condizioni di salute di Camilleri, indebolito oltre che dall’età anche da un’operazione per la rottura del femore, avvenuta alcuni mesi fa dopo una brutta caduta in casa, erano da subito apparse molto gravi. Appena arrivato nel pronto soccorso dello storico nosocomio romano, in stato di incoscienza, gli era stata praticata la rianimazione cardiorespiratoria che aveva permesso il ripristino dell’attività cardiocircolatoria, e subito dopo predisposto il ricovero nel reparto di rianimazione dove gli era stato dato un supporto respiratorio meccanico unito ad una terapia farmacologica. Supporto e terapia mai sospesi in tutte queste settimane di ricovero. Al momento del malore l’infaticabile Camilleri si stava preparando per esibirsi per la prima volta alle antiche Terme di Caracalla con lo spettacolo Autodifesa di Caino. Lo scorso 30 maggio è invece uscito il suo ultimo libro, Il cuoco dell’Alcyon, con protagonista ancora una volta Montalbano.


12
luglio

Chiusi per Flop: la Seratissima… sfortunatissima di Enrica Bonaccorti

Massimo Boldi e Enrica Bonaccorti

Massimo Boldi e Enrica Bonaccorti

Nuovo appuntamento con Chiusi per Flop, la rubrica che in questa estate rispolvera alcuni tra i più grossi tonfi della tv pubblica e privata. Questa settimana scriviamo di Seratissima, varietà di Canale del 1993 condotto da Enrica Bonaccorti (qui il suo nuovo impegno su Tv8), nato come risposta Fininvest alla decisamente più fortunata Serata D’Onore della Rai.





8
luglio

Caduta Libera, Nicolò Scalfi: «Mi piacerebbe partecipare a un reality. Magari L’Isola dei Famosi». Tutti i suoi record

Nicolò Scalfi

Nicolò Scalfi

Nicolò Scalfi non è più campione di Caduta Libera. La lunga esperienza nel quiz preserale di Canale5 si è conclusa sabato scorso dopo 88 puntate e ben 651.000 euro vinti. Il giovanissimo campione che, durante la sua permanenza al fianco di Gerry Scotti, ha diviso il pubblico tra ammiratori e detrattori, intervistato dal Giornale di Brescia, ha stilato un bilancio della sua fortunata esperienza televisiva, svelando il segreto del suo successo nel “quiz delle botole” e i progetti per il futuro.
Le parole crociate sono state fondamentali. Per quanto riguarda la scuola, posso dire che andavo bene. Ma c’era gente ben più brava di me. Stavo attento in classe, rileggevo e mi ricordavo gran parte delle nozioni. Andare così bene a Caduta Libera ha anche un po’ il sapore di una rivincita.”

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


30
giugno

Chiusi per Flop: Linea Continua… interrotta

Linea Continua

Linea Continua

Secondo appuntamento con Chiusi per Flop, la nostra rubrica estiva dedicata ai programmi più sfortunati della tv. Trasmissioni e fiction snobbate da pubblico e critica, prontamente sospese. Dopo esserci occupati della lunga ed infelice epopea di Senza Fine, quest’oggi parliamo di Linea Continua, la risposta delle allora reti Fininvest a Chi l’ha visto?, in onda in quegli anni con enorme successo su Rai3, ed ancora oggi uno dei titoli più fortunati e longevi della terza rete Rai (qui trenta curiosità sul programma).

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,


24
giugno

Chiusi per Flop: l’agonia «Senza Fine» di «Camilla, parlami d’amore»

Vanessa Gravina in Senza Fine

Vanessa Gravina in Senza Fine

Ci sono programmi e fiction che hanno fatto la storia della tv grazie al grande successo di pubblico e critica ottenuto, ma sul piccolo schermo non sono certo mancate altre offerte decisamente meno fortunate, passate in questo caso alla storia proprio per essere state sonoramente bocciate dai telespettatori e dagli addetti ai lavori. Con questa rubrica estiva dal titolo Chiusi per flop andremo a ripercorrere i più grandi insuccessi della tv sia pubblica che commerciale, veri e propri tonfi dai quali neppure i personaggi più blasonati della tv sono rimasti immuni.