28
maggio

LA GRANDE GUERRA: LA RAI RICORDA IL CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE CON UN PROGETTO LUNGO 5 ANNI

2014 – 2018 Centenario della prima Guerra Mondiale

In occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, la Rai ha deciso di realizzare un importante progetto, attraverso il quale ricordare, raccontare e riflettere sulla storia sanguinosa del primo conflitto mondiale che sconvolse il continente europeo. Il progetto, dal titolo 2014 – 2018 Centenario della prima Guerra Mondiale, sarà curato da Rai Educational, la testata diretta da Silvia Calandrelli, e durerà un intero lustro. Cinque anni di programmazione sulla Grande Guerra che Rai Storia offrirà al pubblico italiano.

Il canale 54 del digitale terreste proporrà una serie di programmi televisivi, appuntamenti settimanali e quotidiani, produzioni nazionali e coproduzioni internazionali, per comprendere e ripercorrere insieme fatti, personaggi, cultura e società del tempo. Cronaca, documentari, inchieste, dibattiti, approfondimenti, rassegne stampa e brevi cortometraggi pensati non solo per la televisione ma per il mondo dei nuovi media digitali, a partire dal portale web www.grandeguerra.rai.it.

In questi mesi che precedono il centenario dello scoppio del conflitto, è già in onda Il Tempo e la Storia, l’approfondimento storico quotidiano condotto da Massimo Bernardini, nel quale, tra i tanti temi trattati, ci si è occupati anche dell’avvicinamento al conflitto, oltreché dell’attentato di Sarajevo, e della disfatta di Caporetto. All’interno del programma Eco della Storia, condotto da Gianni Riotta, sono stati invece affrontati i dibattiti sulle conseguenze del conflitto in Europa e in Italia.

Rai Storia sta inoltre compiendo il restauro in alta definizione dei film-documentari del passato sulla Grande Guerra e nuove realizzazioni in 3D, destinate anche alle video-installazioni museali. L’offerta prevede inoltre nuovi documentari biografici, come quelli su Cesare Battisti, in onda il 31 maggio alle 21.15, e su Gabriele D’Annunzio. A partire dal 28 giugno, data dell’attentato di Sarajevo, Rai Storia presenterà una programmazione sempre più intensamente dedicata alla commemorazione del Conflitto, che avrà come testimonial e narratore lo scrittore Carlo Lucarelli.

Storie della Grande Guerra

Pochi minuti al giorno per tenere sempre in evidenza il Centenario della Grande Guerra con lettere dal fronte, pillole sulla vita al fronte e nelle retrovie, collezioni preziose, cortometraggi sui musei e sui sacrari; brevi riflessioni degli storici, ogni giorno dal 28 giugno sino al 27 luglio, giorno dello scoppio della guerra. Inoltre una rassegna stampa storica settimanale costruita con le più importanti testate di tutti i Paesi in guerra.

I Diari della Grande Guerra

Lucarelli introdurrà anche I Diari della Grande Guerra: un’importante produzione televisiva internazionale in 8 episodi che intrecciano le vite di uomini e donne di tutta Europa coinvolti nella catastrofe.

Grande Guerra – Cento anni dopo

Da settembre partirà invece Grande Guerra Cento anni dopo, una serie per raccontare i cinque anni della guerra in 20 puntate, presentate da Paolo Mieli, narrate da Carlo Lucarelli, con la consulenza storica di Antonio Gibelli e Mario Isnenghi e la partecipazione in video degli altri storici che fanno parte del nostro comitato sulla Grande Guerra.

Testimony 1914-18 e La Guerra Bianca

In seguito la programmazione di Rai Storia si arricchirà di nuove produzioni che punteggeranno il palinsesto in concomitanza di ricorrenze importanti legate al conflitto. Tra queste, Testimony 1914 – 18, un documentario, un sito web e un’App con le testimonianze della Grande Guerra ritrovate negli archivi televisivi europei, in collaborazione con EBU e altri broadcaster europei. A partire dal 24 maggio del 2015, in concomitanza con l’entrata in guerra dell’Italia, sarà presentata invece la serie in 3 puntate La Guerra Bianca, in coproduzione con la televisione austriaca ORF e in collaborazione con EBU. Lo scontro sulle Alpi raccontato, assieme, dai due Paesi che allora si fronteggiarono.



Articoli che potrebbero interessarti


Piersilvio Berlusconi
Piersilvio Berlusconi vs Rai: botta e risposta su pubblicità e ascolti. L’AD Mediaset annuncia una stagione di reality permanente su Canale 5


Milena Gabanelli e la redazione di Report
Milena Gabanelli, addio alla Rai: «Proseguirò il mio mestiere su un altro mezzo. Penso di avere chiuso con la TV» – Video


Federica Angeli
Rai, giovedì 16 novembre staffetta tv per i giornalisti minacciati


Flavio Insinna, spot Brio Blu Rocchetta
Flavio Insinna risponde a Rocchetta: «La richiesta danni è infondata. Io sono stato danneggiato»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.