29
maggio

LOL :-): GAG DEMENZIALI E SCENE SPLATTER ALL’ORA DI CENA SU RAI2

LOL :-)

Salvo variazioni dell’ultim’ora, tra qualche tempo saluteremo LOL :-), la serie canadese di TVA – che dal novembre 2013 tiene banco nell’access prime time di Rai 2 con i suoi otto minuti circa di pillole quotidiane – dovrebbe presto passare il testimone alla francese I Nostri cari vicini. Dopo l’insuccesso dell’italianissima Una Mamma imperfetta di Ivan Cotroneo, che portò la rete ad assestarsi su uno share al di sotto del 4%, il direttore Angelo Teodoli decise di tornare alla (pseudo) risata facile già proposta la scorsa estate.

LOL :-) tra teste mozzate, bagni di sangue e conseguenti risatine

Il ritorno di LOL :-) ha risollevato lo share di qualche punticino ed ultimamente, complici alcuni sfori o prime serate di Rai2 di spicco, si stanno registrando picchi di oltre il 6.5%. Segno che la comicità demenziale, che conserva in Benny Hill e Mister Bean i suoi protagonisti più famosi, coglie ancora nel segno.

Stupisce però che l’azienda pubblica, sempre (almeno a parole) attenta alle fasce orarie e a non trasmettere immagini forti quando davanti allo schermo ci sono anche i più piccoli, mandi in onda all’ora di cena certe gag che non possiamo che definire splatter: esecuzioni in piena regola, teste mozzate che rotolano sul pavimento, prigionieri torturati con innocue schicchere sul naso che finiscono riversi in un lago di sangue nel quale vengono abbandonati senza che gli venga prestato soccorso.

Scene che possono anche turbare, benché mitigate dalle facce buffe dei cinque interpreti Réal Bossé, Antoine Vézina, Sylvie Moreau, Julie Ménard e Martin Drainville. L’intento è quello di far ridere – come dichiarano il titolo LOL, acronimo di Laughing Out Loud ovvero ridere rumorosamente, e l’emoticon che l’accompagna – ed evidentemente il pubblico lo apprezza: dal Québec la serie senza dialoghi è finita in ben trentotto paesi, ne sono state prodotte quattro stagioni e altre due sono già in produzione.

Ma il passo dalla comicità al cattivo gusto è breve e, ci viene da dire, già compiuto.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Sbandati - Logo
SBANDATI GUADAGNA L’ACCESS PRIME TIME DI RAI 2


Fatti Unici - Paolo Caiazzo e Maria Bolignano 2
FATTI UNICI: IL TEATRO RESTA (ADATTO AL) TEATRO, ANCHE SE FA SORRIDERE IN TV


Pasion-Prohibida-4
PASION PROHIBIDA: DOPPIO FLOP IMMERITATO PER LA TELENOVELA DI RAI 2. ECCO LE ANTICIPAZIONI DI QUESTA SERA


Ci Vediamo in Tribunale
Ci Vediamo in Tribunale: il pruginoso déjà-vu del pomeriggio di Rai2

12 Commenti dei lettori »

1. Matteo G. ha scritto:

29 maggio 2014 alle 18:27

Ora di cena? Mmm le 9 sono ora di cena per voi? Siete un pò bacchettoni dai. In fondo sono scene splatter contestualizzate in scene demenziali.



2. Stefania Stefanelli ha scritto:

29 maggio 2014 alle 19:48

Sarò bacchettona, ma io sento proprio fastidio fisico quando mi ci imbatto.
Ps: A che ora ceni?



3. Matteo G. ha scritto:

29 maggio 2014 alle 20:20

Sarà che sono del Nord, ma qui si cena alle 7.30, massimo 8.



4. Stefania Stefanelli ha scritto:

29 maggio 2014 alle 20:27

Ecco. Qui al sud un pochino più tardi :)



5. Maurizio C. ha scritto:

29 maggio 2014 alle 21:44

Io ceno alle 21.30, e sono di Pordenone.
Alle 7.30? Ma quando mai…



6. klappy ha scritto:

29 maggio 2014 alle 22:19

Io sono del sud e ceno verso le 21.00.. menomale che a quell’ora non mi capita di vedere Rai2!!



7. paolo b. ha scritto:

30 maggio 2014 alle 01:47

che orrore, meglio 2 ore di csi
:|



8. Lami ha scritto:

30 maggio 2014 alle 09:37

Il fulcro della questione non è a che ora uno cena o meno.. è che la Rai (al solito) ha pagato per un prodotto “marcio”… mi è capitato di vedere LOL un paio di volte e sinceramente sono rimasta basita dalla sua stupidità.., il vuoto,il nulla.



9. Federica ha scritto:

30 maggio 2014 alle 11:02

Ma davvero danno fastidio quelle scenette con trucchi da supermercato durante Halloween???? A me dà più fastidio che non facciano ridere proprio per niente…..parliamo dei vari Tg all’ora di cena,mi viene l’orticaria quando devo cenare con le immagini del tg1 di sottofondo,spero sempre che a casa di mia suocera il tv non abbia il segnale :-) Se sono a casa mia si cena con la tv spenta o al massimo con qualche replica di Real Time…..



10. Alberta ha scritto:

6 marzo 2015 alle 21:37

Sono molto affezionata alla Rai in particolare Rai due ma francamente lol non mi piace per niente e cambio canale



11. Sammy ha scritto:

7 marzo 2015 alle 08:16

Io non voglio offendere nessuno, ma trovo alquanto ridicole certe critiche che vengono mosse al programma. Fermo restando che il loro “splatter” fa ridere i polli (forse l’autore dell’articolo non ha mai guardato un film di Quentin Tarantino in vita sua), come potete cercare un significato profondo in un programmetto comico-demenziale (per l’appunto)?La sua ambizione é quello di farti ridere senza troppo impegno, con immagini immediate e facili da contestualizzare. All’ora di cena, a fine di una giornata stancante, non so quanti abbiano voglia di ascoltare Dario Fo, o la sopracitata Una mamma imperfetta ( io l’ ho seguita con piacere, il 2% degli italiani no). Può far ridere o no, ma condannare un programma che già si pone come “comicità demenziale” (quebec.com) come vanesio e privo di morale, é totalmente fuori luogo e inutile…



12. Antonella ha scritto:

19 aprile 2015 alle 01:09

polemica utilissima quella sull’orario di cena….soprattutto perchè sui tg trasmettono notizie deliranti e purtroppo vere…ma poi che vi farà mai una piccola trasmissione senza pretese, se non vi piace cambiate canale e guardatevi il segreto, fantastica serie…ma un pò di leggerezza per cortesia…vedo che invecchiando si diventa pesanti! …;
-D



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.