30
aprile

GRAFFITI: SETTIMANA DAL 28 APRILE AL 4 MAGGIO. CHI L’HA VISTO?, QUELLI DELLA NOTTE, HUNZIKER E AMBRA IN FUGA DALLA TV

Ambra Angiolini e Michelle Hunzicher

Michelle Hunziker e Ambra giovanissime e in fuga dagli show del sabato sera, la nascita di programmi cult della tv come Quelli della notte e Chi l’ha Visto?, Claudio Lippi pronto a sostituire Vianello nel quiz preserale della Rai, e poi ancora gli ascolti del 1989. Anche questa settimana con la rubrica Graffiti, siamo pronti a fare un tuffo nel passato del piccolo schermo. Vediamo insieme cosa è accaduto in tv dal 28 aprile al 4 maggio.

28 aprile 1980: cambio della guardia nel preserale della Rete1, Lippi al posto di Vianello

Lunedì 28 aprile 1980 cambio della guardia per Sette e mezzo, primo fortunato gioco preserale in onda dalle 19,20 alle 19,45 sulla Rete1 (Rai1). Claudio Lippi subentra a Raimondo Vianello, padrone di casa per le prime tre settimane. La staffetta era già prevista da tempo, lo stesso Vianello, come riportato dal quotidiano La Stampa, dichiarava in conferenza stampa:

“Non riesco a prendere questo gioco troppo sul serio. Io sarò presente per tre settimane e lo dico subito per evitare che dopo si creda che ho lasciato perché il quiz non andava bene o perché non mi hanno aumentato il cachet.”

Il quiz, firmato da Perani, Clericetti e Domina, vede ogni settimana tre concorrenti alle prese con prove di memoria (lunedì), ragionamento (martedì), prontezza (mercoledì), abilità (giovedì). Il venerdì si gioca invece il vero e proprio gioco del sette e mezzo. Alla trasmissione, diretta da Silvio Ferri (storico regista di Ok, il Prezzo è giusto), partecipa nel ruolo di valletta una giovanissima Gabriella Golia. Sette e mezzo, a tutti gli effetti uno dei primi giochi preserali della tv, riscosse un ottimo successo di pubblico, portando a casa ascolti spesso superiori ai 7.500.000 di spettatori.

29 aprile 1985: al via Quelli della Notte

Lunedì 29 aprile 1985 alle 22,50 prende il via su Rai2 Quelli della notte, la nuova trasmissione di Renzo Arbore. Il programma, che lo showman dedica ai faccendieri, agli sfaccendati, ai nottambuli e agli scombinati, è ambientato in una casa, dove vanno e vengono in piena libertà amici e ospiti. Tra questi Andy Luotto, Giorgio Bracardi, Marisa Laurito, Nino Frassica, Simona Marchini, Riccardo Pazzaglia, Roberto D’Agostino, Maurizio Ferrini, il gruppo Senza Vergogna, che si occupa del repertorio musicale degli anni ‘40, la New Pathetic Orchestra, per la parte musicale dal ‘40 al ‘60, e il duo Antonio e Marcello, per le canzoni moderne. Il programma ottiene di puntata in puntata un successo crescente. Destinate a diventare celebri la sigla di apertura Ma la notte no e quella di chiusura Il Materasso. Nonostante il successo, Arbore chiude il programma dopo solo 33 puntate, il 14 giugno 1985.

30 aprile 1989: nasce Chi l’ha Visto?

Scheda per segnalare casi di scomparsa a Chi l'ha visto?

Per la serie “Chiama in diretta RaiTre” Donatella Raffai e Paolo Guzzanti sono sulle tracce di persone scomparse in Chi l’ha Visto?. Domenica 30 aprile 1989 alle 20.25 prende, infatti, il via la storica trasmissione di Rai3. Il programma è ideato da Lio Beghin e diretto da Eros Macchi. Le interviste filmate sono invece a cura di Fiore De Rienzo. La prima stagione è composta di 9 puntate, ed è divisa in due parti, intervallate dal Tg3 della sera, in onda alle 22,00.

1° maggio 1999: Segreti e… Bugie per Michele Cucuzza

Sabato 1° maggio 1999 prende il via su Rai1 il primo appuntamento con Segreti e… Bugie, il nuovo varietà ideato da Raffaella Carrà e condotto da Michele Cucuzza con Katia Ricciarelli e Gianfranco D’Angelo. In diretta dall’Auditorium del Foro Italico si svelano i segreti più singolari e le bugie più clamorose dell’ignaro pubblico presente in sala, vero protagonista della serata. Si gioca anche con le verità nascoste di alcuni personaggi famosi. Gianfranco D’Angelo veste i panni di un investigatore privato, mentre Riccardo Rossi quelli del suo fido assistente. Insieme, vanno a caccia di segreti nel mondo dei vip. Ospiti della prima puntata sono Raffaella Carrà, Enzo De Caro, Gaia De Laurentiis, Anna Falchi, Emilio Fede, Giampiero Galeazzi, Elisabetta Gardini, Alessandro Greco, Tullio Solenghi, e i Pooh.

2 maggio 1978: sulla Rete1 Storie della camorra

Martedì 2 maggio 1978 alle 20,40 sulla Rete1 (Rai1) va in onda il primo appuntamento con Storie della camorra, uno sceneggiato in sei episodi che racconta il “pianeta camorra” dai primi anni dell’ ‘800 agli anni 70. Diretta da Paolo Gazzara, con soggetto liberamente ispirato al libro La camorra di Vittorio Paliotti, lo sceneggiato vede nel cast tra gli altri, Massimo Ranieri, Isa Danieli, Ida Di Benedetto, Lucio Allocca, Marzio Honorato, Luigi De Filippo, e Carlo Taranto.

3 maggio 1980: Funari lascia tutti Aboccaperta

Trionfatore indiscusso del venerdì sera in tv è Gianfranco Funari, padrone di casa di Aboccaperta: gli italiani che hanno qualcosa da dire. La trasmissione, in onda su Rai2 alle 20,30 dallo studio 3 della Rai di Milano, vede in ogni puntata due tribune particolarmente animate, affrontarsi su argomenti di varia natura.

4 maggio 1996: Michelle Hunziker e Ambra in fuga dal sabato sera

Guerra tra prime donne nei due appuntamenti del sabato sera televisivo. Su Rai1 va in onda la quarta puntata della terza stagione de I Cervelloni, trasmissione condotta da Paolo Bonolis con la partecipazione della diciannovenne showgirl svizzera Michelle Hunziker. Il feeling tra i due non sembra essere dei migliori, e si mormora che Bonolis vorrebbe di nuovo al suo fianco Wendy Windham, sua partner nell’edizione precedente. La prosperosa californiana, inizialmente costretta a rinunciare al programma perché impegnata nelle riprese del film Gratta e Vinci, sarebbe disposta a tornare, ma a condizione che le “tolgano di mezzo” la Hunziker.

Il conduttore, impegnato in quei giorni a Sanremo con la conduzione degli Oscar Tv, non rilascia dichiarazioni. A parlare è Marco Luci, uno degli autori del programma, che propone come soluzione ideale una convivenza delle due ragazze in ruoli non sovrapponibili. Wendy, con il suo italiano ricco di strafalcioni, interagirebbe con Bonolis, Michelle sarebbe una valletta classica. Luci dichiara a Il Corriere della Sera:

“Avremmo piacere che Wendy tornasse, Bonolis in testa. Ma lei ci ha risposto che preferisce non entrare a programma iniziato. Noi comunque non abbiamo perso le speranze di riaverla. Tra Bonolis e la Hunziker non c’ e’ attrito, ma non c’e’ nemmeno feeling.”

La speranza è l’ultima a morire e, infatti, Wendy accetta di tornare e dividere la scena con Michelle, cercando di smorzare (in parte) le polemiche.

“Non c’e’ stata alcuna polemica. E soprattutto non c’e’ rivalità tra noi. Abbiamo ruoli diversi. Io sono Wendy e ormai ho un mio ruolo nei “Cervelloni”, farò anche delle scenette con Bonolis. Lei fa la valletta. Non ho accettato subito, perché ero impegnata con le riprese di un film. Ora ho terminato e le loro insistenze mi hanno convinto a tornare.”

Il ritorno della Californiana non va però giù alla svizzera, che via fax annuncia ai responsabili di lasciare il programma.

“Non si può ridimensionare così il ruolo di una persona da un giorno all’altro. Mi pare disonesto….Ho mandato un fax. Qualcuno penserà che è poco professionale, ma e’ nulla rispetto a quello che loro hanno fatto a me. Questa era la mia prima esperienza televisiva ed è stata davvero terribile, anche se mi servirà per crescere….Venerdì alle prove mi sono trovata di fronte al fatto compiuto: Wendy era tornata e nessuno mi aveva avvisato. Mi è sembrato un tradimento: quando sono stata scelta mi avevano detto che avrei dovuto condurre con Bonolis il programma, poi di colpo l’ altro ieri sarei dovuta diventare valletta.”

La Hunziker non si sente comunque tradita da Bonolis, ma dagli autori della trasmissione.

“Non certo da Bonolis con cui ho avuto un ottimo rapporto. Dagli autori (Marco Luci, Federico Moccia, Ugo Porcelli e Alfredo Cerruti). Mi avevano dato la loro parola d’onore che Wendy non sarebbe rientrata. E anche 15 giorni fa, quando erano cominciate a girare le voci del suo ritorno, hanno continuato a dirmi che era tutto falso. Invece stavano tramando alle mie spalle

Se a Rai1 volano stracci, non va certo meglio a Canale5, dove la stessa sera di sabato 4 maggio, debutta in prima serata Il Boom, varietà musicale dedicato agli anni 50 con la conduzione di Teo Teocoli, Gene Gnocchi e Ambra Angiolini. L’ex lolita di Non è la Rai non è però presente in trasmissione; è stata, infatti, esclusa giovedì sera dalla registrazione della prima puntata poiché afona. Intervistata da Il Corriere della Sera, la Angiolini dichiara però che le cose sono andate diversamente:

“E vero, ci sono stati problemi con Teo… Questo non e’ un attacco di divismo: chiedo solo il rispetto di un contratto. Il mio prevedeva la conduzione paritetica del programma con Teo Teocoli e Gene Gnocchi: improvvisamente mi sono ritrovata a fare la valletta. Non credo che un conduttore (dice Ambra riferendosi a Teocoli) abbia diritto di dire a un altro quando uscire, cosa dire, come vestirsi. Voleva farmi mettere le gonnelline, ma io a fare quella che esce in mutande non ci sto: non faccio la scenografia. Mi volevano far presentare la gara canora, ma non sono una conduttrice classica che si affida al copione, io vado a braccio. Giovedì mi sono presentata a Cologno per la registrazione. Ho preferito risparmiare la voce nella lettura del copione e a quel punto Teo ha detto che forse non era il caso che andassi in onda. Speravo di poter intervenire all’inizio per salutare il pubblico, ma dopo la prova microfono, anche se Fatma Ruffini mi sosteneva, il regista Beppe Recchia mi ha comunicato che non avrei partecipato alla prima puntata. Allora chiedo: chi è che decide? Mi sembra che il vero autore sia Teocoli. Conclusione? Lunedì c’e’ l’incontro per la seconda puntata. Se mi arriveranno delle risposte, io, come ho fatto finora, rispetterò il contratto”.

Teocoli si schermisce e sulle pagine dello stesso quotidiano risponde:

“In Italia solo Pippo Baudo ha il potere di prendere certe decisioni, altro che Teocoli. Le scelte sono di Fatma Ruffini: io ho solo espresso un’opinione. Mi sembrava piu’ giusto aprire la trasmissione spiegando che Ambra era malata, piuttosto che buttarla dentro a fare la vittima. Dal punto di vista dello spettacolo continuo a pensare che non avesse senso presentare una persona senza voce. Comunque, mi dispiace. A quella ragazza voglio bene, l’ho segnalata io per Il Boom.”

Dalla seconda puntata al posto di Ambra arriva Simona Ventura, già partner femminile l’anno prima di Teocoli in Mai dire Gol. Ambra e soprattutto la sconosciuta Michelle, due diciannovenni agguerrite, che a distanza di 18 anni, a giudicare dal successo ottenuto, probabilmente erano già ben consapevoli del loro potenziale.

Ascolti – Chi vinceva la sfida Auditel 25 anni fa?

La Top Ten dei programmi più visti dal 30 aprile al 6 maggio 1989

Napoli-Stoccarda – Calcio – Rai2 – 14.471.000 spettatori

Ufficiale e Gentiluomo – Film – Rai2 – 7.341.000 spettatori

Serata D’Onore – Varietà – Rai2 – 7.324.000 spettatori

Europa Europa – Varietà – Rai1 – 7.043.000 spettatori

Il buono, il brutto, e il cattivo – Film – Rai1 – 6.978.000 spettatori

Il Ricatto – Sceneggiato – Canale5- 6.066.000 spettatori

TeleMike – Quiz – Canale5 – 5.533.000 spettatori

Quando si Ama – Soap – Rai2 – 5.395.000 spettatori

I cacciatori del lago – Film – Rai1 – 5.322.000 spettatori

Due Madri – Sceneggiato – Rai1 – 5.220.000 spettatori

Avete quesiti e curiosità legate alla tv del passato? Suggerimenti per la nostra rubrica Graffiti? Scriveteci a redazioneATdavidemaggio.it

Fonti: Archivio La Repubblica, Archivio Il Corriere della Sera, Teche Rai, Tv Radio Corriere, Tv Sorrisi e Canzoni.



Articoli che potrebbero interessarti


Bianca Balti Zelig
ZELIG 2014: LE COPPIE DI CONDUTTORI E GLI OSPITI DELLA NUOVA EDIZIONE


Michelle Hunziker  a Zelig
ZELIG 2014: MICHELLE HUNZIKER, AMBRA ANGIOLINI E BIANCA BALTI TRA I “CONDUTTORI A ROTAZIONE”


Striscia la Notizia, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti
Striscia la Notizia 2017/2018: i conduttori. Si riparte con Greggio e Iacchetti, tornano Scotti e Hunziker


Sciarelli
Le Pagelle TV della Settimana 11-17/09/2017. Promossi GF Vip e Serena Rossi. Bocciati i palinsesti del Nove e Chi l’ha visto?

4 Commenti dei lettori »

1. Michele87 ha scritto:

30 aprile 2014 alle 19:16

UAU Rai 2 che occupa i primi tre posti dei programmi più visti (oggi una cosa del genere sarebbe pura fantascienza).

Il ricatto se non sbaglio era la risposta di Fininvest a ”La piovra” della Rai; interpretato da Massimo Ranieri, ebbe un buon successo ma non andò oltre la seconda stagione, (invece La piovra avrà ben dieci miniserie, ed andrà in onda fino al 2003)

QUESTA RUBRICA E’ UNA VERA DELIZIA!!!!



2. Michele87 ha scritto:

30 aprile 2014 alle 19:21

Tra l’altro l’affaire de ”Il boom” fu la causa di una lunga inimicizia tra Ambra e la Ventura……

Ma Wendy Windham (nipote del mitico Stan Laurel, lo Stanlio di Stanlio e Ollio) che fine ha fatto? E’ letteralmente sparita dalla circolazione da anni, non ha fatto più nemmeno un’ospitata in qualche talk pomeridiano…. forse (anzi sicuramente) se ne sarà tornata in America

Potrebbe essere l’idea per un altra rubrica amarcord fissa di DM, quella sulle meteore tv, fateci un pensierino…



3. Salvatore Cau ha scritto:

30 aprile 2014 alle 19:37



4. Matteo G. ha scritto:

30 aprile 2014 alle 20:08

All’ epoca di Wendy Windham avevo 6 anni, la ricordo con piacere, mi faceva fare delle grandi risate per il suo parlare Italiano così “American”. Potrebbero rinvitarla da qualche parte..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.