1
aprile

REPUTESCION, OSCAR FARINETTI: LA CUCINA IN TV? SE GESTITA MALE DIVENTA P*RN*GRAFIA AGROALIMENTARE

Oscar Farinetti, Reputescion

La proposta è tutta farina – anzi, Farinetti – del suo sacco. “Nel Sud c’è da fare un unico grande Sharm El Sheikh dove ci va tutto il mondo in vacanza“. Ospite della puntata di Reputescion in onda stasera su La3, il patron di Eataly Oscar Farinetti ha espresso così la sua idea per rilanciare il Mezzogiorno. Un progetto destinato a far discutere, se non altro per il paragone utilizzato dal noto imprenditore.

Oscar Farinetti a Reputescion

Il sud è uno dei posti più belli del mondo. Aprirei alle multinazionali che vengano a investire con enormi agevolazioni fiscali, non gli farei pagare le tasse per dieci anni. L’importante e’ che assumano tutti italiani che usino tutti prodotti made in Italy. Il problema per cui non vengono (le multinazionali a investire, ndDM) ha un nome solo: la mafia

ha spiegato Farinetti al conduttore Andrea Scanzi. Su La3, l’imprenditore ha anche espresso parole di fiducia nei confronti del premier Renzi, di cui egli è dichiaratamente sostenitore. “Quello che mi piace di Renzi è che punterà molto sul vero petrolio che abbiamo in Italia: il turismo, l’esportazione del patrimonio artistico e la scuola” ha detto, aggiungendosi al coro degli elogi preventivi. Considerato da molti un alfiere dello slow food italiano, Farinetti ha anche detto la sua sui tanti programmi di cucina che occupano i palinsesti tv.

Oscar Farinetti su Masterchef

La cucina in tv? A volte quando sono gestite male, le trasmissioni di cucina diventano p*rn*grafia agroalimentare, i nuovi Alvaro Vitali dell’agroalimentare. Masterchef non è stata così negativa, è una buona trasmissione fatta bene da professionisti

ha sentenziato il patron di Eataly. Dalla politica all’imprenditoria, passando per il cibo e la cultura, ormai sembra che il piccolo schermo non possa fare a meno del Farinetti pensiero. E qualora la discussione si spostasse dalla piazza mediatica a quella fisica, il Nostro avrebbe già una soluzione pronta all’uso:

Ne ho parlato con Renzi, l’ho proposto a lui come regalo da parte di Eataly, ma voglio farlo per tutte le grandi piazze d’Italia: un plastico di tre metri per tre in mezzo alla piazza con le spiegazioni di tutti i monumenti

ha concluso Farinetti a Reputescion. Un plastico in mezzo alla piazza: a frequentare lo studio di Porta a Porta vengono strane ispirazioni.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Andrea Scanzi - Reputescion
BISIGNANI ALLA PRIMA DI REPUTESCION CON ANDREA SCANZI


Gianluigi Nuzzi
GIANLUIGI NUZZI: “PRIMA CHE ARRIVASSI QUARTO GRADO PERDEVA ASCOLTI. ABBIAMO ARGINATO L’EMORRAGIA”


Antonio Ingroia, Reputescion
ANTONIO INGROIA A REPUTESCION: LUCA TELESE? UN POVERACCIO


Francesco Facchinetti, Reputescion
FRANCESCO FACCHINETTI A REPUTESCION: THE VOICE? LO FAREI BEN VOLENTIERI. HO RIFIUTATO XFACTOR SU SKY

2 Commenti dei lettori »

1. GiGinuLuFurbu ha scritto:

1 aprile 2014 alle 17:31

beh non poteva parlare male di Masterchef, ha fatto il giurato per l’esterna più difficile!



2. MisterGrr ha scritto:

1 aprile 2014 alle 18:34

Farinetti è un genio, per la questione Eataly, una cosa che ci voleva proprio.

Ma la dichiarazione del sud da trasformare in una Sharm El Shiekh europea è allucinante.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.