8
marzo

FESTA DELLA DONNA 2014: L’OFFERTA DELLA RAI

Rai - Festa della Donna 2014

In occasione dell’8 marzo, Festa della Donna, il palinsesto della Rai si tinge di rosa, per raccontare attraverso programmi, approfondimenti, inchieste, film e spettacoli teatrali, l’universo femminile, le lotte per la conquista dei diritti negati ma soprattutto l’alto prezzo che troppe donne continuano a pagare. Nella reti tematiche e in tutte le testate giornalistiche e nei programmi d’approfondimento dei canali generalisti verrà dato in particolare ampio spazio alle donne vittime di femminicidio.

La programmazione dedicata al mondo delle donne ha preso il via già ieri sera con il secondo appuntamento in prima serata su Rai3 di Amore Criminale, e con Donne di ieri e di oggi, una puntata di TvSette in onda alle 23.30 su Rai1, nella quale la testata del Tg1 ha percorso un viaggio partendo dalle donne della Resistenza, delle occupazioni delle terre, sino ad arrivare alle donne dei giorni nostri.

La Festa internazionale della donna declinata in modo non tradizionale e fuori di retorica, è stato invece il tema di Settegiorni, l’approfondimento settimanale di Rai Parlamento, in onda questa mattina alle 7.05 su Rai1 che, oltre ad ospitare in studio le senatrici Emma Fattorini e Alessandra Mussolini, la sociologa Laura Zanfrini e l’imprenditrice Maria Cristina Bertellini di Confindustria, ha proposto un’intervista alla Presidente della Camera Laura Boldrini. Ma vediamo insieme tutte le proposte per questa speciale giornata.

Festa della Donna 2014 – L’Offerta di Rai Storia

Su Rai Storia lo speciale Una giornata particolare – La Giornata internazionale della Donna, proporrà una serie di filmati d’archivio, inchieste giornalistiche e ritratti che ripercorrono il processo di emancipazione femminile a partire dal secolo scorso. Dalle 14.30 alle 18.30: una serie di estratti dal programma Sapere: La questione femminile (1975) accompagneranno la programmazione pomeridiana. A partire dalle radici storiche che hanno portato alle prime rivendicazioni femminili, la famosa inchiesta realizzata nel cuore degli anni ’70 metterà a fuoco la cornice dei diversi problemi delle donne di tutto il mondo, per poi concentrarsi sulla nascita delle prime associazioni femminili, sulla partecipazione delle donne alla vita politica, sulla questione dell’educazione e sul fenomeno del femminismo che ha fortemente contribuito all’emancipazione delle donne riscrivendone il ruolo nella società, anche in riferimento alla questione del lavoro.

Accanto a questa serie di inchieste, saranno trasmessi altri significativi documenti: Marisa della Magliana (1976), un film-intervista su Marisa Canavesi, ragazza madre di origini contadine, priva di istruzione, che, dopo aver avuto due figli con uomini diversi, partecipa in prima fila alle lotte per la conquista di una casa; un estratto del famigerato film-inchiesta Comizi d’amore (1965) di Pier Paolo Pasolini, che il regista realizzò raccogliendo lungo tutto il territorio i pareri degli italiani sui temi della sessualità e, in particolare, sulla diversa considerazione che al nord e al sud la gente dimostrava di avere riguardo al senso dell’onore e al ruolo della donna all’interno della famiglia e della società; L’Aggiustamariti, uno speciale Tv7 del 1964 sul culto di Santa Rita a Palermo, secondo il quale molte donne pregavano la Santa affinché cambiasse i loro mariti rendendoli più affettuosi.

Lungo tutto l’arco del pomeriggio, saranno inoltre proposti una serie di ritratti femminili di donne più o meno celebri, distintesi in campi diversi. La cantante Maria Callas, l’antropologa Margaret Mead, la scrittrice-traduttrice Fernanda Pivano, la stilista Mary Quant, la filosofa Simone Weil, la critica e storica d’arte Palma Bucarelli, la giornalista e scrittrice Oriana Fallaci, la documentarista e fotografa Cecilia Mangini. Insieme a queste, attraverso il TG2 Dossier Donne Italiane (2011), vengono presentate altre figure femminili: Margherita Hack, Claudia Cardinale, Sara Simeoni, Emma Bonino, Rita Levi Montalcini, Mariangela Melato e Federica Pellegrini.

Dalle 18.30 alle 19.30 verrà invece proposto un collage di servizi giornalistici che dimostra come l’emancipazione femminile abbia portato le donne a conquistare posizioni di vertice in politica. Da Sonia Ghandi a Michelle Obama, da Aung San Suu Kyi a Margaret Thatcher, Angela Merkel, Hillary Clinton e molte altre ancora.

Dalle 21.15 alle 22.45 andrà in onda il film documentario Vogliamo anche le rose (2007) di Alina Marazzi, che, attraverso l’esperienza di tre donne cresciute in ambienti sociali e culturali diversi tra loro, racconta la nascita e lo sviluppo del movimento femminista nell’Italia degli anni ’70, protagonista di dibattiti come quelli sull’aborto, il divorzio, i rapporti di coppia, il lavoro della donna, la sessualità femminile, che hanno portato ad una profonda trasformazione dei rapporti di ‘genere’ nella nostra società.

Dalle 23.40 alle 24.30 infine, andrà in onda il film documentario La pazza della porta accanto (2013) di Antonietta De Lillo, un ritratto della poetessa Alda Merini, che racconta la propria vita in una narrazione intima e familiare, oscillando continuamente fra pubblico e privato e soffermandosi sui capitoli più significativi della sua esistenza.

Festa della Donna 2014 – L’Offerta di Rai Movie

Anche su Rai Movie il cinema sarà all’insegna della Festa della Donna, con una programmazione che esplora le molteplici sfaccettature dell’universo femminile attraverso lo sguardo di tre registi, Carlo Mazzacurati, Pedro Almòdovar, David Schwimmer. Questa mattina alle 8.50 si è partiti con una riflessione sull’emancipazione femminile ne La giusta distanza di Carlo Mazzacurati. Si proseguirà con Trust, il film diretto da David Schwimmer, in onda alle 13.50. Nella pellicola la quattordicenne Annie è alle prese con i pericoli nascosti dietro la sua prima storia d’amore nata in rete. Alle 19.20 infine, primo piano sulla femminilità matura e complessa raccontata da Pedro Almodóvar ne Il fiore del mio segreto (La flor de mi secreto), una fra le opere più riuscite del regista.

Festa della Donna 2014 – L’Offerta di Rai Premium

Rai Premium, ieri sera e questa sera alle 21.15 propone la miniserie in due puntata Anita con Valeria Solarino nei panni di Anita Garibaldi. La fiction è incentrata sul racconto di dieci anni d’amore tra una donna straordinaria, combattiva e coraggiosa, e l’eroe dei due mondi, uniti da passione e ideali. Ma anche dai pregiudizi di una cultura patriarcale e maschilista.

Festa della Donna 2014 – L’Offerta di Rai5

Rai5 proporrà invece, in prima serata alle 21,15, Ferite a Morte, lo speciale televisivo di Serena Dandini. La conduttrice, insieme a Maura Misiti, incontra i responsabili della Casa delle donne di Roma per farsi raccontare le difficoltà e i successi di un lavoro complesso e delicato, in un viaggio che si snoda attraverso intense interpretazioni attoriali, piccoli momenti di riso amaro e approfondimenti sul tema in uno stile documentaristico.

Nato come un progetto sul femminicidio, scritto e diretto da Serena Dandini, il programma è una sorta di antologia, ideato sulla falsariga della famosa “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Master, e realizzato con la collaborazione di Maura Misiti, ricercatrice del CNR. I testi attingono alla cronaca e alle indagini giornalistiche per dare voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”. L’autrice ha letto decine di storie vere e ho immaginato un paradiso popolato da queste donne e dalla loro energia vitale. Sono mogli, ex mogli, sorelle, figlie, fidanzate, ex fidanzate che non sono state ai patti, che sono uscite dal solco delle regole assegnate dalla società, e che hanno pagato con la vita questa disubbidienza.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Monica Maggioni
Monica Maggioni: «La Rai non è al tracollo e gli ascolti di Fazio non sono flop»


Rosario Fiorello
Fiorello: «Potrei tornare in Rai con un varietà all’ora del ‘rutto’»


Roberto Fico, Vigilanza Rai
Vigilanza Rai: approvata la risoluzione contro il conflitto d’interessi degli agenti delle star. Ecco cosa prevede


Castelluccio di Norcia
Terremoto Centro Italia: la Rai ricorda il sisma con un palinsesto speciale

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.