9
febbraio

GIORNO DEL RICORDO 2014: LA PROGRAMMAZIONE DELLA RAI

Foibe - Giorno del Ricordo 2014

Domani, lunedì 10 febbraio, si celebra il Giorno del Ricordo, una giornata dedicata alle decine di migliaia di italiani che fra il 1943 e il 1947 furono perseguitati e costretti a lasciare le loro case in Istria e Dalmazia e ai molti altri fucilati e gettati nelle voragini carsiche perché considerati “nemici del popolo” dalle milizie partigiane del maresciallo Tito. Una giornata istituita con la Legge N.92 del 30 marzo 2004 per conservare e rinnovare la memoria di una tragedia troppo a lungo coperta dal silenzio. Come ogni anno la Rai proporrà una programmazione speciale, fatta di documentari, inchieste, programmi di approfondimento e fiction dedicati ad una delle pagine più buie della nostra storia.

Giorno del Ricordo 2014 – L’informazione Rai

Ruolo centrale nelle celebrazioni della ricorrenza sarà giocato dall’informazione Rai. Oltre alla copertura di RaiNews24, anche i Tg si occuperanno della celebrazione nelle varie edizioni e nelle rubriche. Il Tg2 lunedì 10, alle 10.00, dedicherà uno spazio all’interno di Tg2 Insieme. Ampia copertura informativa anche da parte del Tg3, che ricorderà la giornata con servizi nelle varie edizioni dei telegiornali, e dalla TGR. In particolare, TGR Friuli Venezia Giulia dedicherà spazio all’evento in Buongiorno Regione, nei Telegiornali, nei Giornali Radio e nella rubrica a diffusione nazionale televisiva EstOvest.

Giorno del Ricordo 2014 – La programmazione di Rai1 – Magazzino 18

Rai1 celebrerà la ricorrenza con Uno Mattina. In seconda serata, alle 23.20, Porta a Porta presenterà l’inedito spettacolo di Simone Cristicchi dal titolo Magazzino 18, scritto con Jan Bernas e diretto da Antonio Calenda. Il monologo sarà recitato e cantato da Cristicchi con l’Orchestra Sinfonica e il Coro dei bambini del Friuli Venezia Giulia, dedicato ai 350.000 Italiani di Fiume, Istria e Dalmazia che, all’indomani del Trattato di pace del 1947, abbandonarono i propri beni per avventurarsi verso un’Italia disastrata piuttosto che restare, estranei, nella Jugoslavia di Tito, una terra di violenze e soprusi che non riconoscevano più.

Il cantautore è rimasto colpito da questa pagina di storia e ha deciso di ripercorrerla in un testo che prende il titolo proprio da quel luogo nel Porto Vecchio di Trieste dove gli esuli lasciavano le loro proprietà, in attesa di poterne in futuro rientrare in possesso: il Magazzino 18. Cristicchi partirà proprio da quegli oggetti privati, ancora conservati al Porto di Trieste, per riportare alla luce ogni vita che vi si nasconde: la narrerà schiettamente e passerà dall’una all’altra cambiando registri vocali, costumi, atmosfere musicali, in una forma di spettacolo, che si può definire “Musical-Civile”.

Giorno del Ricordo 2014 – La programmazione di Rai2

Su Rai2 la trasmissione I Fatti Vostri ospiterà alcune testimonianze in studio nel corso della puntata di lunedì 10. Nella notte (alle 01:40) la rete riproporrà inoltre la fiction Il cuore nel pozzo con Beppe Fiorello, Leo Gullotta e Antonia Liskova, che racconta il dramma delle foibe e dell’abbandono forzato della terra natale, visti attraverso gli occhi di un bambino.

Giorno del Ricordo 2014 – La programmazione di Rai3

Su Rai3 oggi alle 12:55 andrà in onda Correva l’anno – Speciale Foibe, una ricostruzione dei dolorosi avvenimenti del confine orientale. Lunedì alle 11:00 verrà inoltre trasmessa la diretta della cerimonia di commemorazione dal Senato che vedrà la presenza del Presidente Napolitano.

Giorno del Ricordo 2014 – La programmazione di Rai5

Rai5 ha trasmesso venerdì 7 febbraio in prima serata, alle 21:15, il documentario Trieste la contesa di Elisabetta Sgarbi, un film che, con i racconti della sua gente, compone un ritratto della città affacciata sull’Adriatico, al confine tra l’Oriente e l’Occidente europei: un territorio coinvolto nella tragedia della Shoa con la Risiera di San Saba, e testimone degli eccidi che insanguinarono il suo entroterra, nella metà degli anni quaranta del secolo scorso, con le stragi delle foibe. Il documentario sarà replicato domani alle 16:15 e l’11  febbraio alle 12:00.

Giorno del Ricordo 2014 – La programmazione di RaiStoria

RaiStoria ha destinato al Giorno del Ricordo l’appuntamento di Mille Papaveri Rossi, in onda lunedì 10 alle 15:30, nel quale verrà riproposto lo Speciale Tg2 dal titolo Orrore dimenticato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Giro d'Italia 2017
Giro d’Italia 2017: diretta tv e radio dal 5 al 28 maggio. Ecco dove e quando seguire la 100° corsa rosa


Mondiale 2017 Formula 1
Formula 1, Mondiale 2017: tutte la gare in diretta su Sky. Alla Rai nove gran premi (uno in meno dello scorso anno)


Paralimpiadi Rio 2016
PARALIMPIADI RIO 2016: DIRETTA TV SU RAISPORT 1 E RAI 2 FINO AL 18 SETTEMBRE. ECCO GLI ORARI


Rio 2016
OLIMPIADI RIO 2016: LA RAI ACCENDE RAI 2 E RAISPORT, TUTTO IL GIORNO E TUTTI I GIORNI. L’ELENCO DEI COMMENTATORI TECNICI

3 Commenti dei lettori »

1. Giuseppe ha scritto:

9 febbraio 2014 alle 11:38

Sicuramente occorre tener conto che le risorse della Rai in questo periodo di crisi sono quel che sono, ma sull’argomento sarebbe auspicabile uno sforzo produttivo in più. Il cuore nel pozzo non è malaccio, però occorre qualcosa di nuovo. E di meglio.



2. Marco89 ha scritto:

9 febbraio 2014 alle 12:14

Finalmente si muove qualcosa, buon segnale lo spettacolo di Cristicchi, che è pure stato contestato mentre era in corso, uno di questo giorni. Robe da non credere. Quella delle foibe è una tragedia immane che non si può sicuramente raccontare con qualche rubrica o qualche testimonianza; è stata una pagina oscura e tremenda perchè avvenuta quando tutto il paese festeggiava per la fine della guerra, gente dimenticata e umiliata, trattata come la peste quando si spostava per emigrare. La Rai dovrebbe fare di più, concordo, per il momento accontentiamoci. Onore comunque a Cristicchi. Trasmettere Il cuore nel pozzo a quell’ ora però è inverosimile, che senso ha?
Ve lo dice uno che 5 anni si è fatto la tesina sulle Foibe, leggendo decine di libri, tra cui quello di Pansa, visto altrettanti documentari e che è stato a Basovizza, se uno non vede non crede. Ed è un peccato che ancora un sacco di italiani ignorino e non abbiano neppure la curiosità di sapere cosa avvenne nelle foibe.
Speriamo in futuro qualcosa cambi verso questa direzione, che a scuola si occupi del tempo per capire che cosa sia successo e che non sia oggetto si un semplice approfondimento della Seconda guerra mondiale.



3. Nina ha scritto:

10 febbraio 2014 alle 13:31

Di sicuro non mi perderò Cristicchi, visto che non ho potuto vederlo dal vivo.

PS: per Marco, hai letto anche Marco Pirina?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.