14
febbraio

SANREMO 2014: DUCCIO FORZANO PROMETTE UNA REGIA CINEMATOGRAFICA

Fabio Fazio e Duccio Forzano

Manca ormai una manciata di giorni alla partenza del Festival di Sanremo 2014, il cui sipario si alzerà martedi 18 febbraio. Tempi stretti e ritmi di lavoro serrati per tutto il cast artistico capitanato da Fabio Fazio, ma anche per quello tecnico, guidato da Duccio Forzano. Il regista, al suo quarto festival promette una regia cinematografica:

“La regia deve seguire lo stile, la musica e l’ambientazione. Quest’anno tenteremo di raccontare la bellezza e proverò una regia più cinematografica, senza troppa frenesia. Racconterò i protagonisti, i cantanti, con primi piani e seguendo la loro gestualità corporale, facendo vedere come si muovono e reagiscono nelle espressioni, senza essere inutilmente ansiogeni o troppo ritmati. Certo darò un taglio più incalzante all’inquadratura in qualche brano, ma tenendo sempre presente il carattere del protagonista”.

Rispetto alle passate edizioni della kermesse vi saranno alcune importanti novità anche dal punto di vista prettamente tecnologico.

“Grazie agli sforzi della Rai, l’anno scorso ho inserito un Techno Crane, un braccio meccanico con un pistone periscopico lungo fino a sette metri. Quest’anno ho introdotto un carrello che ho battezzato Godzilla, in omaggio al vecchio mostro del film degli anni ’50: è un piccolo dolly che ha sulla schiena una macchina da presa che si alza fino ad un metro. E poi ho due Spidercam 2d poste di fronte all’orchestra”.

Forzano, che ha lavorato in regia ai festival di Antonella Clerici, Gianni Morandi e, per l’appunto, Fabio Fazio, dichiara di lavorare con grande complicità al fianco del conduttore savonese, con cui divide anche il successo di Che Tempo che Fa.

“Con Antonella e Gianni c’è stata grande collaborazione e trovo anche che siamo riusciti a fare belle cose. Con Fabio, lavorando insieme anche a ‘Che tempo che fa’ dal 2005, c’è una sorta di grande complicità costruita negli anni. C’è molta libertà nello scrivere la regia e grande confronto sulla scelta delle grafiche. In questi anni con Fabio ho avuto la possibilità di crescere molto: lavorare con un professionista che si fida di te senza preoccuparsi è un privilegio che non tutti ti donano”.

A riguardo di Che tempo che fa, a cui lavora dal 2005, il regista si dichiara felice della nuova collocazione in palinsesto.

“È una bella mossa. Stiamo tornando alla prima serata di un tempo, quando cominciava alle 20.10 per avere poi una vera seconda serata. Per i programmi di quella fascia sarebbe più giusta quella collocazione invece di cominciare al limitare della mezzanotte. Siccome si tratta di un ritorno a com’era una volta il prime time, direi che l’attuale collocazione di ‘Che tempo che fa’ sia la più naturale”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Champions League, Tv Compound
CHAMPIONS LEAGUE: ECCO IL TV COMPOUND E LA CABINA DI REGIA DELLA FINALE (VIDEO E FOTO)


Ferrari Formula 1
FORMULA 1, LE ROSSE NON INQUADRATE SCATENANO L’IRA DEL TELECRONISTA RAI MAZZONI: E’ UN ORDINE DI ECCLESTONE. LA FERRARI SMENTISCE


Festival di Sanremo 2014
SOTEL: BOCCIATO IL FESTIVAL DI SANREMO 2014. BENE TV TALK, REX 6 E IL TG5. IL TREDICESIMO APOSTOLO MERITA UN’ALTRA OCCASIONE


Fabio Fazio, Luciana Littizzetto Che tempo che fa
SANREMO 2014, FABIO FAZIO VS DOMENICA IN. LITTIZZETTO: L’ANNO SCORSO ERAVAMO GENI, ORA COGL*ONI

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.