22
gennaio

STELLE NERE: I PROTAGONISTI DELLA CRONACA RACCONTATI ATTRAVERSO IL DISEGNO

Stelle Nere - Rai3

C’è chi ha scelto la formula del talk, chi quella delle indagini sul campo, altri ancora si sono affidati alle docu-fiction, ai reportage. C’è chi, come Un giorno in Pretura, ha portato le telecamere all’interno delle corti di giustizia italiane, e chi, come Franca Leosini, sottopone i protagonisti delle sue “storie maledette” a dei veri propri interrogatori. La cronaca nera rappresenta senza ombra di dubbio un argomento di grande richiamo, al punto da spingere il piccolo schermo a trovare sempre nuove declinazioni per raccontare fatti e personaggi coinvolti in episodi i cui lati oscuri e morbosi, da anni appassionano il pubblico.

Tra le tante forme di racconto si aggiungerà, dal prossimo 1° febbraio, il disegno. Sarà, infatti, una matita a tracciare le linee delle storie protagoniste di Stelle Nere, il nuovo programma di Rai3 in onda nella seconda serata del sabato. Storie in cui sesso, desiderio, passioni e perversioni hanno trasformato i protagonisti, spesso emblematici, in vere e proprie Stelle Nere. Il programma nasce da un’idea di Marco Marra, autore di documentari per La Storia siamo Noi e di testi teatrali che, oltre a firmare la trasmissione, con la sua voce narrante accompagnerà i telespettatori, mentre sullo schermo scorrerà la matita di Chiara Fazi, disegnatrice formatasi presso l’Accademia delle Belle arti di Roma. Il nero della china darà corpo a personaggi e situazioni, mentre il racconto delineerà le vicende di sangue a loro legate.

Protagonista principale di ognuna delle puntate, scritte con la collaborazione di Michele Alberico, sarà un antieroe, che mostrerà allo stesso tempo anche un’altra faccia, quella della vittima. Una vittima di un’esistenza di abusi, drammi e dolori, incapace di affrontare la realtà. La trasmissione, diretta da Luca Mancini, sarà composta da un totale di sei appuntamenti.

Stelle Nere – Foto

Stelle Nere – i casi

Nella prima puntata si ricostruirà la tormentata vita di Anna Casati Stampa. Era il 30 agosto 1970, quando in via Puccini a Roma venne ritrovato il suo cadavere, insieme a quello del marito, il marchese Camillo Casati Stampa, e del suo amante, il giovane Massimo Minorenti. Sembrava un banale dramma della gelosia, ma la scena del delitto rappresentò solo il sanguinoso epilogo di una storia dai colori a dir poco torbidi. Il secondo appuntamento sarà invece incentrato su Doretta Graneris che, a Vercelli nella notte tra il 13 e il 14 novembre del 1975, uccise brutalmente, con la complicità del suo fidanzato Guido Badini, padre, madre, fratello e nonni materni. Nella terza puntata la “stella nera” sarà invece Gigliola Guerinoni, conosciuta alle cronache degli anni Ottanta come la “mantide di Cairo Montenotte”, finita in galera perché accusata dell’omicidio dell’amante, il farmacista Cesare Brin.

Per quanto riguarda, invece, le puntate incentrate sulle “black star”, il programma ripercorrerà la storia di Marlon Brando, celebre attore dalla vita a dir poco movimentata, di Charles Manson, uno dei più efferati criminali americani, e di John Holmes, un tormentato por*o attore molto noto negli anni 80, grazie al suo enorme pe*e (veniva chiamato Mister 35 cm), che – ci permettiamo di aggiungere – difficilmente entrerà in unica tavola della disegnatrice.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Gruppi XF11 - Sem & Stènn
X Factor 2017: ecco i 12 concorrenti – Foto


Veronica - GF Vip 2017
Grande Fratello Vip 2017, giorno 38. Jeremias vuole abbandonare: «Non mi diverto più. Che ca**o devo stare a fare qua?» – Foto


Veronica - GF Vip 2017
Grande Fratello Vip 2017, giorno 37. Corinne parla ancora di Serena Grandi: «Mi correva dietro e mi voleva menare. Ma che corri che non ce la fai?!» – Foto


Il Paradiso delle Signore 2 - 32
Il Paradiso delle Signore 2: anticipazioni ottava puntata di martedì 24 ottobre 2017

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.