1
dicembre

LUCIGNOLO 2.0, PIPPO BAUDO REPLICA A BEPPE GRILLO: DOPO L’ATTACCO AI SOCIALISTI FECE SANREMO

Pippo Baudo, Lucignolo 2.0

Pippo Baudo parte ancora all’attacco. Prosegue così il confronto a distanza tra il conduttore Rai e Beppe Grillo, innescato la settimana scorsa da alcune dichiarazioni del popolare presentatore. “Sono andato via dalla Rai a causa di Grillo, per una sua battuta pepata che riguardava i socialisti al tempo di Craxi” aveva dichiarato Baudo in un incontro pubblico, ribadendo il concetto su La7. E la replica del comico genovese non si era fatta attendere. Ora, a distanza di giorni, Pippo ha rincarato la dose e lo ha fatto davanti alle telecamere di Lucignolo 2.0.

Pippo Baudo replica a Beppe Grillo

Il programma di Italia1, in onda stasera alle 21.30, ha raggiunto Baudo per “prestargli soccorso” (con tanto di ambulanza), ironizzando sul fatto che Grillo – nella sua replica – gli avesse diagnosticato la “pippite“, una “malattia dell’animo…”. Il presentatore Rai1 si è così prestato al gioco di Lucignolo 2.0, ma al contempo è tornato nuovamente sulla polemica. 20 anni fa sono stato affetto da pippite, ho fatto accertamenti e mi hanno dato un medicamento formidabile e sono guarito completamente” ha scherzato.

Poi, sotto forma di replica, nuovo attacco a Beppe Grillo.

Adesso, siccome siete a Roma, approfittate del fatto che avete fatto questo viaggio, fate dietrofront, andate in Parlamento e andate a trovare Grillo, perché Beppe è affetto da grillite acuta, allo stato apicale

ha detto Baudo agli inviati di Lucignolo 2.0, aggiungendo un’ulteriore chiosa alle invettive del comico:

Pippo Baudo su Beppe Grillo: dopo l’attacco ai socialisti andò a Sanremo

“Beppe ha dichiarato che dopo che lui ha attaccato i socialisti in televisione è stato mandato via per sempre dalla tv di Stato. Non è vero, un anno dopo e l’anno dopo ancora è andato a Sanremo, quindi è un caso di grillite straordinaria”

Parole, queste, pronunciate in replica al comico, che aveva detto di essere stato cacciato dalla Rai mentre Baudo “slinguò Bottino Craxi“. “Il pippismo non esiste, il grillismo è attuale…che la sua memoria venga lucidata, ne ha bisogno per sé e per i suoi elettori” ha concluso in popolare presentatore.

Lucignolo 2.0:  argomenti e protagonisti della puntata del 1 dicembre 2013

Il servizio integrale verrà trasmesso stasera nel programma di Italia1 condotto da Marco Berry ed Enrico Ruggeri. Nella puntata odierna, Lucignolo 2.0 racconterà a modo suo l’attualità, intervisterà Naike Rivelli (recentemente ritratta in foto hot) e proporrà un particolare faccia a faccia con Cecilia Capriotti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Pippo Baudo, Beppe Grillo
BEPPE GRILLO CONTRO PIPPO BAUDO: IO FUI CACCIATO DALLA RAI, LUI SLINGUO’ CRAXI


Mika al Festival di Sanremo
Fermi tutti! Per Sanremo 2018 spunta l’ipotesi di Mika e Virginia Raffaele con… Pippo Baudo!


Monica Leofreddi
I «trombati» Rai dai Palinsesti 2017/2018


Mara Carfagna e Alessandra Mussolini
Dalla tv alla politica: ecco la lista di chi è passato dalle telecamere alla Camera

4 Commenti dei lettori »

1. Luigi ha scritto:

1 dicembre 2013 alle 12:08

Vediamo un po’. Beppe Grillo è mancato alla Rai dal 1986 al 1988. Pippo Baudo è mancato alla Rai dal 1987 al 1989. Allora di che stiamo parlando? Mi sa che uno ha la pippite e l’altro la grillite.



2. Luigi ha scritto:

1 dicembre 2013 alle 12:13

Comunque, rileggendo l’articolo precedente, Grillo non ha detto di essere stato “mandato via per sempre dalla tv di Stato”, ma di essere stato cacciato (senza affermare di non esserci più ritornato). Semmai Grillo voleva evidenziare che mentre lui è stato cacciato, Pippo Baudo se ne è andato volontariamente, come lo stesso ha ammesso nell’altro articolo. Quindi penso che la pippite sia più forte della grillite.



3. Giuseppe ha scritto:

1 dicembre 2013 alle 14:33

Né Baudo né Grillo hanno tratto nocumento dal loro esilio catodico. Anzi hanno protratto così a lungo la propria carriera da star ancor oggi a rompere i co…nsolidati schemi della comunicazione mediatica e quelli di chi ne è fruitore con queste non indispensabili polemiche.



4. Michele ha scritto:

1 dicembre 2013 alle 19:10

A me Baudo non piace molto però gli riconosco che se deve criticare qualche ”potente”, troppo abituato ad essere slinguazzato da tutti (sia che si tratti di Berlusconi, Grillo o la De Filippi), lui lo fa e senza edulcoramenti di sorta, quindi non è certo un pavido od un affetto da Vespite (visto che siamo in tema di ”malanni”).

Per quanto riguarda le conseguenze avute dallo sketch di Grillo ricordo che entrambi pagarono dazio: Baudo dovette passare a Canale 5 visto che l’allora presidente della RAI Manca (socialista) voleva la sua testa e Grillo fu esiliato per due anni e tornò in scena al Sanremo 1989 e dopo di questo tornò per l’ultima volta in tv con il Beppe Grillo Show, spettacolo di prima serata record d’ascolti in quattro puntate trasmesso su Rai 1 nel 1993 dove però praticamente s’innimicò ogni potentato che ci fosse in Italia ed infatti da allora non ha fatto più un programma in nessun canale generalista italiano.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.