13
novembre

LA CORRIDA: AL VIA I CASTING PER L’EDIZIONE DEL 2014

La Corrida

Oltre un anno fa vi avevamo messi in allerta: uno dei programmi storici del Biscione era pronto a tornare nel 2014 sui vostri teleschermi con una nuova edizione, con tanto di conduttore nuovo ma sempre con quel meccanismo tanto noto che il pubblico ha imparato ad amare tra applausi, fischi e pernacchie. Ci riferiamo ovviamente a La Corrida di Corrado e, dopo quel nostro annuncio, ora torniamo a parlarne.

La Corrida: casting aperti

I motori, infatti, finalmente si stanno scaldando per davvero. E proprio in vista di una partenza nel 2014 Mediaset apre i casting per la nuova edizione, come leggiamo da qualche giorno nei sottopancia che passano durante i programmi del daytime di Canale 5.

“Non sapete cantare, ballare o recitare? Allora scrivete a La Corrida casella postale 57 Roma Settecamini 00131, oppure mandate una email a lacorrida@corima.tv”

L’ultima edizione de La Corrida risale al 2011 e fu condotta da Flavio Insinna, appena approdato a Mediaset. Come tutto il resto della sua esperienza lontano dalla Rai, anche quella con i dilettanti allo sbaraglio non fu delle migliori: il tentativo di rivoluzionare il programma non piacque al pubblico, che gli preferì Ballando con le stelle, né al precedente conduttore Gerry Scotti, che lo giudicò con un’insolita punta di polemica. In che modo e con chi Mediaset intende adesso porre rimedio a quello scivolone?

Con un programma così nazionalpopolare, entrato nel cuore degli italiani grazie al conduttore Corrado Mantoni che lo ideò nel 1968 alla radio, l’unica è non tradire il ricordo e provare a riproporre quel sapore tanto caro al suo pubblico. Per farlo servirebbe un nuovo Corrado e, benché ciò sia impossibile, un conduttore che gli si avvicina molto per atteggiamento e popolarità c’è ed è proprio Paolo Bonolis che come vi abbiamo scritto era (lo è ancora?) in ballo per la nuova edizione.

In conduttore, infatti, attualmente impegnato nel preserale di Canale 5 con Avanti un altro!, potrebbe essere in lizza anche per il ritorno di Scherzi a parte. Insomma, ancor non vi è certezza, se non quella che La Corrida ritorna e che la produzione è già al lavoro.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


La Corrida
BOOM! AL VIA I CASTING PER “LA CORRIDA”.


Carlo Conti La CORRIDA
La Corrida in primavera su Rai1 con Carlo Conti


Einar Ortiz, cubano - X Factor 2017
X Factor 11 brucia sul tempo Amici 17: concorrenti da ogni parte del mondo


Uomo-Gatto-sarabanda
Sarabanda: al via i casting del revival. Ritornano Valentina, Coccinella e l’Uomo Gatto

22 Commenti dei lettori »

1. lisa ha scritto:

13 novembre 2013 alle 13:38

Ma Bonolis poi deve fare il nuovo scherzi a parte (per cui e’ stato gia’ contattato) e sembrava anche una nuova edizione di ciao Darwin.
Lui ha negato di essere stato contattato per la corrida!
Io ho letto che si parla di Panariello, che a questo punto mi sembra più probabile, se non ritorna Scotti….ora libero



2. Davide ha scritto:

13 novembre 2013 alle 14:15

VOGLIAMO LA D’URSO ALLA CORRIDA!!



3. Maximo ha scritto:

13 novembre 2013 alle 14:31

Intanto penso che IGT sia la versione moderna della Corrida, quindi non so se potrebbe funzionare ancora questo genere televisivo…Dire che BONOLIS “si avvicina come atteggiamento” a CORRADO, beh…forse sarebbe il caso di documentarsi meglio, prima di fare degli accostamenti così azzardati!



4. Peppe93 ha scritto:

13 novembre 2013 alle 14:33

Secondo me andrà nell’autunno prossimo. Penso comunque che sarebbe sbagliato mettere nella stessa stagione Igt e la Corrida



5. MissMartin ha scritto:

13 novembre 2013 alle 14:52

Premetto che io ho sempre amato vedere la corrida ma anche io penso che IGT sia l’evoluzione della corrida.
Soprattutto nelle ultime edizioni (forse la penultima più di tutte) si è voluto puntare anche sugli spazi comici (per fortuna!)
quindi non so se sarebbe una buona cosa mettere i due programmi nella stessa stagione.
o addirittura la messa in onda sarebbe da ripensare… la vedrei come un involuzione.



6. Stefania Stefanelli ha scritto:

13 novembre 2013 alle 15:48

@Maximo: che documentazione mi serve per dire che tra tutti i conduttori moderni Bonolis è quello che ricorda di più Corrado, con le sue faccette, l’aria apparentemente distaccata e l’ironia imperante? Bada che non sto dicendo che Bonolis è alla sua altezza, non lo penso minimamente.



7. veritas ha scritto:

13 novembre 2013 alle 16:07

noto che questo blog trabocca di amore per flavio insinna…complimenti!



8. Nina ha scritto:

13 novembre 2013 alle 17:06

Stefania: concordo con te su Bonolis, è l’unico che riesce a farti ridere con la gente comune.



9. Davide Maggio ha scritto:

13 novembre 2013 alle 17:13

veritas: non siamo ancora arrivato al punto di distorcere i datidi fatto per i fan, come te :D



10. Stefania Stefanelli ha scritto:

13 novembre 2013 alle 18:25

@veritas: personalmente Insinna mi sta pure simpatico, ma un flop è un flop.



11. Sanfrank ha scritto:

13 novembre 2013 alle 18:26

Concordo pienamente con l’autrice del post, in quanto, anche quando Corrado era in vita, spesso i critici televisivi lo accostavano a Bonolis.
Sicuramente quest’ultimo ha un proprio modo di porsi col pubblico, ma i suoi modi di fare sono molto simili all’indimenticabile Corrado Mantoni.
Peraltro Bonolis ha anche collaborato con Corima ai tempi di Tira e Molla e non mi stupirei affatto se decidesse di proporsi con La Corrida (più nelle sue corde, a mio avviso) e non con Scherzi a Parte, che da anni viene proposto in una veste talmente low-cost da far rimpiangere addirittura le due edizioni (le più brutte in assoluto) condotte da Claudio Amendola & Co..



12. Sanfrank ha scritto:

13 novembre 2013 alle 18:34

A me l’edizione con Insinna piacque molto.
Peraltro ricordo che le prime puntate andarono anche bene (ricordo il 25% di share, ma magari sto ricordando male), poi calò leggermente.
Sono abbastanza certo di poter dire che la Corrida con Flavio Insinna non fu un flop, mentre andò malissimo il programma nel preserale di cui non ricordo il titolo (solo perché non l’ho mai visto … lavoravo a quell’ora).
Se Canale 5 non ripropose la Corrida negli anni seguenti, fu perché puntò tutto su IGT, visto il successo internazionale che stava avendo in molti paesi.
Vado a fare una piccola ricerca in rete (sui dati auditel della Corrida di Insinna) e torno …



13. Sanfrank ha scritto:

13 novembre 2013 alle 18:44

Trovati!!! (fonte Wikipedia, andrebbero presi con le pinze ma sono quelli che anch’io ricordo)

Stagione 2011
Puntata Data Telespettatori Share
1 08 gennaio 2011 5.287.000 24,84%
2 15 gennaio 2011 5.077.000 24,02%
3 22 gennaio 2011 5.061.000 22,64%
4 29 gennaio 2011 4.992.000 22,03%
5 05 febbraio 2011 4.967.000 21,11%
6 12 febbraio 2011 4.637.000 20,69%
7 26 febbraio 2011 3.994.000 17,49%
8 05 marzo 2011 4.089.000 18,34%
9 12 marzo 2011 4.431.000 19,81%
10 19 marzo 2011 3.841.000 17,37%
11 26 marzo 2011 4.253.000 21,27%
12 02 aprile 2011 3.829.000 17,91%
13 09 aprile 2011 3.726.000 18,46%
14 16 aprile 2011 4.147.000 19,57%

Media 4.453.000 20,40%

Ci sono programmi che accenderebbero tanti ceri in tante chiese per avere quella media e quello share. Per giunta si scontrò con Ballando che andava forte quell’anno.



14. Mattia Buonocore ha scritto:

13 novembre 2013 alle 18:48

@sanfrank come leggi dai dati all’inizio la Corrida andò benissimo sia per la novità sia per una concorrenza non fortissima, con l’arrivo di Ballando il programma è calato molto. Non è stato un flop ma di certo non possiamo definirla un successo.



15. Sanfrank ha scritto:

13 novembre 2013 alle 19:44

@Mattia
Per la prima volta non concordo pienamente con te, in quanto ci sono tanti motivi per cui un programma possa aver un successo convincente o possa rasentare il flop; tra queste possiamo citarne alcune, le più importanti:

- il programma durò ben 14 puntate (e non solo 9 come IGT) per cui il pubblico “alla lunga” si stufa;

- la contro programmazione in televisione è fondamentale e quell’anno la Rai propose “Attenti a quei due – La Sfida” contro le prime sei puntate e “Ballando con le Stelle” contro le ultime sei puntate (nella prima sfida vinse sempre “La Corrida”, nella seconda, contro la settima edizione di Ballando, vinse sempre il programma della Carlucci);

- inoltre da diversi anni a questa parte Canale 5 non supporta in maniera degna i suoi programmi di punta, utilizzando i successi all’interno della settimana per puntellare un palinsesto povero e al risparmio, in quanto quello che conta è la media settimanale. Mi spiego meglio … sacrificano il bacino d’utenza (che cala miseramente, bruciando anche i successi più evidenti come I Cesaroni, Zelig, Grande Fratello …) si decide di accontentarsi di uno share settimanale tra il 16 e il 17%, puntando su un paio di serate a scapito di tutte le altre (vedi quanto accade la domenica, ormai da anni) e incrociando le dita che di tanto in tanto ti capiti una botta di culo che ti dia una terza serata settimanale dignitosa (vedi la prima serie de’ “Le tre rose di Eva”).

Ovviamente poco possono fare i programmi televisivi che restano schiacciati tra il bacino d’utenza che cala sempre più per simili scelte scellerate (vedi palinsesti estivi e natalizi e prenatalizi) e un’offerta televisiva sempre più ampia per il pubblico (viste le tante reti che affollano i nostri ricevitori DTT).
E pensare che basterebbe spremersi un po’ le meningi per pensare a qualche programma a basso costo (tipo Candid Camera, Paperissima o Techetechetè, ossia programmi che riutilizzano in maniera diversa i “depositi di magazzino”) per creare serate alternative, con uno share degno di una rete ammiraglia o pseudo tale.



16. Mattia Buonocore ha scritto:

13 novembre 2013 alle 20:01

@Sanfrank il pubblico si dovrebbe appassionare non stufare trattandosi di una novità (capisco poi che si stufi alla dodicesima, non alla sesta), il terzo punto in questo caso non c’entra (e all’epoca la strategia di Canale 5 non era ancora così low cost). Se poi guardi gli ascolti della Corrida di Gerry e degli altri sabati sera di Canale 5 (C’è posta, Amici, Igt e persino Io canto prima edizione che andava contro Ballando) il confronto (per quanto sia da fare con le pinze) è impietoso.



17. Sanfrank ha scritto:

13 novembre 2013 alle 20:56

@mattia (scusami se ti rompo le scatole, ma non lo farei se non ti stimassi!!!).
Oggi ho un po’ di tempo libero e faccio qualche piccola ricerca in rete.
Il 2011 fu proprio l’anno in cui Canale 5 iniziò la strategia suicida indicata nel terzo punto, propinando uno dei programmi più brutti mai andati in onda e cioè “Stasera, che sera” con la D’Urso alla domenica.
Poi il resto della settimana era abbastanza pieno con “Grande Fratello” il lunedì, “Amici 10″ il martedì e, dopo sole due puntate, a soppiantare la D’Urso la domenica, “Paperissima” il mercoledì, le fiction il giovedì, “Zelig” il venerdì e “La Corrida” il sabato.

Facendo una verifica sui dati auditel dei programmi proposti ecco le medie di share e le date di messa in onda:

1) Stasera che sera (il 9 e il 16 gennaio 2011) Share medio 12,14%;
2) Grande Fratello (dal 18/10/10 al 18/04/11) Share medio 23,91%;
3) Amici 10 (dal 11/01/11 al 06/03/11) Share medio 20,06%;
4) Paperissima (dal 15/12/10 al 02/02/11) Share medio 21,91%;
5) Al di là del lago (dal 30/12/10 al 27/01/11) Share medio 14,97%;
6) Zelig (dal 14/01/11 al 01/04/11) Share medio 22,74%;
7) La Corrida (dal 08/01/11 al 16/04/11) Share medio 20,40%.

(fonte Wikipedia … da prendere con le pinze)

Mi sembra che La Corrida non sia andata male, perché mediamente è andato meglio di Amici e quasi al livello di Paperissima.



18. Mattia Buonocore ha scritto:

13 novembre 2013 alle 21:42

@sanfrank ma se un programma parte molto al di sopra della media e chiude al di sotto per me qualche problema c’è. Mi sembra che avesse un palinsesto di tutto rispetto Canale 5, di certo non pensavano che Stasera che sera sarebbe stato un flop così imponente. Ripeto non è andata male La Corrida ma non ha fatto faville. Paperissima poi chiudeva alle 22,40 quindi il paragone in share è azzardato, sei sicuro fosse così basso il dato di Amici ?



19. Sanfrank ha scritto:

13 novembre 2013 alle 22:14

Dai diciamo che La Corrida è stata in target rispetto agli altri programmi.
Va detto anche che i dati delle prime puntate furono alti per via del riscontro non esaltante della prima stagione di Attenti a quei due (share media delle 6 puntate 18,69%), anche in questo caso calante di puntata in puntata, mentre con l’arrivo di Ballando il 26/02/2011 (prima puntata share 27,58%) il programma di Insinna perse ben 3 punti di share rispetto alla puntata precedente, prima della pausa di Sanremo.
Anche in questo caso ad onor del vero ve detto che La Corrida aveva già perso il 4% di share rispetto alla prima puntata e, a quei tempi, molti blog imputavano la colpa allo stravolgimento del programma che strizzava l’occhio ad un pubblico più giovane (il target commerciale era sempre più alto dello totale individui) rispetto al solito pubblico più adulto che generalmente lo seguiva.
Ribadisco che a me piaceva!

Su Amici ti confermo il dato, in quanto fu una stagione fiacca che vide vincente Virginio Simonelli nel canto, Danny Lodi nel ballo e Annalisa Scarrone per la critica. Ecco i dati delle nove puntate:

Amici 10
Puntata Messa in onda Telespettatori Share
1 11 gennaio 2011 4.044.000[17] 19,32%
2 18 gennaio 2011 3.645.000[18] 18,06%
3 23 gennaio 2011 4.093.000[19] 19,61%
4 30 gennaio 2011 4.391.000[20] 20,04%
5 6 febbraio 2011 4.192.000[21] 19,47%
6 13 febbraio 2011 4.115.000[22] 18,64%
7 20 febbraio 2011 4.377.000[23] 20,66%
8 27 febbraio 2011 4.111.000[24] 19,11%
9 6 marzo 2011 5.206.000[25] 25,67%
Media 4.242.000 20,06%



20. barrile ha scritto:

21 novembre 2013 alle 15:39

ciò che mi viene da dire,e un appello alla corrida: Sono anni,ero molto giovane,in cui,o fatto n: 3 provini,senza mai approdare alla trasmissione.oggi notando i datytime di una nuova avventura,e arrivando al età di 71 a Febbraio,voglio provare a iscrivermi alla partecipazione del 2014.



21. davide ha scritto:

22 gennaio 2014 alle 21:16

Corrado è in Paradiso e da lassu’ ci guarda e dobbiamo farlo divertire, mettiamocela tutta ragazzi poi piu’ saremo stonati e meglio sara’ ciao Corradone buon divertimento a te



22. fede ha scritto:

28 marzo 2014 alle 01:30

io voglio partecipare alla corrida cm si fa



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.