18
ottobre

CARLO FRECCERO: CONTRO FAZIO E CROZZA UNA STRATEGIA POLITICA PER AFFOSSARE LA RAI

Carlo Freccero

Complotto: “i berlusconiani vogliono affossare la Rai“. Parola di Carlo Freccero. Secondo l’ex dirigente televisivo, gli attacchi sferrati di recente a Fabio Fazio e Maurizio Crozzarispondono a una precisa strategia politica della destra“, di cui il centrosinistra sarebbe corresponsabile. Intervistato da Repubblica, l’esperto di comunicazione ha teorizzato l’esistenza di un movente politico dietro alla crociata di Renato Brunetta contro gli stipendi d’oro nella tv pubblica. E, a suo giudizio, tutto sarebbe cominciato nel 2002, col cosiddetto editto bulgaro di Berlusconi.

Carlo Freccero: vogliono azzoppare i cavalli di razza Rai

Oggi Brunetta e Gasparri puntano il dito sugli alti compensi di Fazio e Crozza per azzoppare i ‘cavalli di razza’ della Rai. Ma non va dimenticato che la destra berlusconiana costrinse ad andar via dall’azienda Michele Santoro, Daniele Luttazzi, Corrado e Sabina Guzzanti. Con la responsabilità di una parte della sinistra” ha detto Freccero.

Una lettura tutta politica, quella dell’ex direttore di Rai4, che ha commentato anche le recenti esternazioni di Beppe Grillo contro il servizio pubblico. Il comico – ha dichiarato Freccero – “è stupefacente, direi surreale. Dice da sempre che la Rai deve chiudere, che le tv generaliste sono al capolinea, ma ora la Rai è diventata il suo chiodo fisso“. L’autore televisivo ha inoltre commentato le discusse cifre di ingaggio di Fabio Fazio, che di recente è stato riconfermato in Rai con un contratto milionario.

Carlo Freccero: Fabio Fazio e Maurizio Crozza indispensabili per la Rai

Sì, le cifre sono importanti. Ma bisogna vedere quanto rende il suo prodotto. Il mercato è sempre scandaloso, Brunetta dovrebbe saperlo. Non fanno scandalo le cifre dei giocatori di pallone, invece è polemica sui compensi di Crozza e Fazio: ma va detto che loro sono indispensabili per la squadra di Rai1

ha affermato Freccero, auspicando che venga fatta anche un’analisi sui costi dei produttori di fiction, sui direttori generali della Rai e le loro buonuscite. Poi, un giudizio sugli attuali vertici di Viale Mazzini: “Gubitosi non è male rispetto agli ultimi direttori generali, ma potrebbe fare di più” perché è un uomo di mercato e ha gli strumenti per difendere gli uomini della Rai. La Presidente Anna Maria Tarantola, invece, “è antica, appartiene al Congresso di Vienna: allora non c’era la tv“.

L’ex autore televisivo ha infine apprezzato Crozza (“è bravissimo, l’ho portato io a Quelli che il calcio“), e si è augurato che il Presidente dalla Vigilanza Fico decida di convocarlo per un confronto sulla Rai. Per Freccero, infatti, siamo a un bivio: “se si continua con questo scempio si distruggerà la Rai. Allora, è meglio privatizzarla“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Crozza imita Freccero
MAURIZIO CROZZA IMITA FRECCERO: “VOGLIO DIRE UNA COSA FORTE…” (VIDEO)


Finalisti Sanremo 2014
FESTIVAL DI SANREMO 2014 – SERATA FINALE DEL 22 FEBBRAIO IN DIRETTA. VINCE ARISA


Gerry Scotti
PAGELLE TV DEL 2013: I PERSONAGGI


Il video hard di Belen Rodriguez
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (14-20/10/2013). PROMOSSI ALBANO E ROMINA, BOCCIATI FAZIO E IL ‘VAFFA’ DI BELEN CENSURATO

8 Commenti dei lettori »

1. Nina ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 11:11

Paura eh di perdere la kadrega? (qui la kappa ci sta)



2. io88 ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 11:29

ha perfettamente ragione frecciero…. che si occupassero di quant pagano i calciatori per esempio… vero e che la rai e una tassa statale pero solo quest anno si preoccupano degli stipendi? sono ridicoli…che guardassero nelle loro tasche brunetta e compagni e che pensassero a ridursi il loro d stipendio visto che almeno i conduttori rai lavorano loro stanno a poltrire per quasi la maggioranza del tempo e sanno solo criticare e tartasssare gli italiani… merdaccie



3. livia guglielmi ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 11:54

Freccero è intelligente e si fa ascoltare sempre con piacere quando analizza la realtà televisiva, ma sui compensi il suo giudizio è di manica larga. E’ sempre un uomo di televisione con molti amici nella scatola catodica, è un pò come chiedere all’acquaiolo se l’acqua è fresca…



4. fabrizio ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 12:23

Freccero è un grande intenditore di tv, la sua storia professionale è li a dimostrarlo. Tutto condivisibile, con un solo però: le squadre di calcio possono pagare un giocatore anche 1000 miliardi di euro e fallire, sono società private e chi se ne frega. Diverso per la Rai. Il mio distinguo, ripeto, è solo per il paragone per me sbagliato. Un conto se Mediaset strapaga un artista e deve rendere conto agli azionisti e basta, un conto è la Rai. Poi le questioni politiche non le tocco, non mi riguardano.



5. W. Raiuno ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 14:26

Per quanto riguarda la politica, nn mi interessa, la lascio fare ai politici, dico solo che Crozza x Rai 1 sarebbe stato un bel colpo ;
primo perché era un volto nuovo per la rete;
secondo poteva fare ascolti straordinari;
terzo poteva dare ossigeno alla rete ammiraglia chein questo
momento nn mi pare he sia tanto esaltante ……



6. Giuseppe ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 14:44

Continua la serie: Alla scoperta del’acqua calda…



7. Andrew ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 14:55

“….costrinse ad andar via dall’azienda Michele Santoro, Daniele Luttazzi, Corrado e Sabina Guzzanti”
Ehm… Freccero caro… Quelli da te elencati (o per lo meno il 90%) devono quasi ringraziare quell’avvenimento!!
Hanno potuto crearsi una carriera sul “lupo cattivo”, giocando a fare le povere vittime.
Detto questo, sinceramente, da che mi ricordi qualsiasi partito politico sia salito al parlamento, ha sempre giocato a dama in Rai, mettendo gente a sua immagine e somiglianza. Se poi vogliamo dirla proprio tutta, c’è una parte politica che si è ben insediata e che non scolla (e non è quella a cui fa riferimento Freccero).
Infine, ben venga che si inizi un po’ a sorvegliare sui compensi, visto che una parte dell’azienda è pubblica. Discorso diverso se fosse esclusivamente privata, in quel caso a Crozza potevano offrirgli anche una villa in platino….



8. pollon87 ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 16:11

Mr Freccero, secondo lei in Francia cosa succederebbe ad un giornalista che suggerisce le parole ad un politico che si impappina? Gielo chiedo perchè Floris ha fatto questo durante l’intervista a Bersani nell’ultima campagna elettorale in piena par condicio: vada a vedere le registrazioni se non ci crede… e poi lei, mr Freccero, si lamenta della destra berlusconiana? Certe cose neanche Fede al TG4 le faceva!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.