17
ottobre

THE FOLLOWING: IL DEBUTTO SERIALE DI KEVIN BACON DA STASERA SU ITALIA 1

Kevin Bacon The Following

Kevin Bacon

Annunciata come una serie eventoal punto di essere offerta, praticamente in contemporanea, su entrambe la pay tv italiane nello scorso inverno –  e firmata da Kevin Williamson, già dietro i successi di serie tv come The Vampire Diaries e Dawson’s Creek nonchè di film thriller di culto come la saga di Scream, The Following debutta in chiaro su Italia1. L’emittente guidata da Luca Tiraboschi trasmetterà i quindici episodi della prima stagione ogni giovedì alle 22 in abbinamento con la nona ed ultima stagione di CSI New York che fungerà, appunto, da traino.

The Following: La Trama

Tra i motivi che maggiormente possono incuriosire lo spettatore dello show c’è sicuramente il debutto di Kevin Bacon in una serie televisiva (escludendo le partecipazioni da guest star) nei panni di Ryan Hardy, agente FBI richiamato all’indagine dopo l’evasione di Joe Carroll (James Purefoy), il diabolico serial killer che aveva arrestato 9 anni prima dopo l’uccisione di 14 studentesse. Esperto nell’analisi dei profili psicologici, Hardy si getta sulle tracce dell’assassino (che conosce meglio di chiunque altro) che in realtà viene rintracciato rapidamente.

Il problema è che Joe ha iniziato ad utilizzare i social network per alimentare una sorta di macabro culto degli omicidi seriali e inizia a sfruttare una folla di seguaci (i ‘followers‘ del titolo), disposti a tutto pur di ottenere la sua approvazione. Per fermare Carroll, il personaggio interpretato da Bacon si fa affiancare dagli agenti Debra Parker (Annie Parisse, vista in Person of Interest) e dal giovane Mike Weston (Shawn Ashmore). Nel cast anche Natalie Zea (nel suo curriculum un ruolo da protagonista in Dirty Sexy Money e da comparsa in Californication) nel ruolo di Claire Matthews, la donna contesa da Hardy e Carroll che contribuisce ad acuire la lotta tra protagonista e antagonista.

The Following: a rischio flop?

Negli States lo show si è guadagnato la conferma per una seconda stagione in seguito ai buoni ascolti registrati. Cosa succederà in Italia? La trasmissione free valorizzerà il telefilm oppure la difficile serata del giovedì farà archiviare The Following nell’infinito catalogo di flop seriali?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Blindspot 7
BLINDSPOT: NUDA, TATUATA E SENZA MEMORIA A TIMES SQUARE, CHI E’ JANE DOE?


CSI Scena del crimine
ADDIO CSI, THE FOLLOWING E REVENGE. ECCO TUTTE LE SERIE CANCELLATE. A RISCHIO ANCHE HANNIBAL


the musketeers
THE MUSKETEERS: IRONIA E IRRIVERENZA NELLA RILETTURA BBC DEL ROMANZO DI DUMAS


Mom
MOM: ARRIVA SU ITALIA1 LA SITCOM SU TRE MAMME SUI GENERIS

6 Commenti dei lettori »

1. aleimpe ha scritto:

17 ottobre 2013 alle 15:44

Kevin Bacon è quello di “Footloose” ?



2. Mattia Buonocore ha scritto:

17 ottobre 2013 alle 15:48

@aleimpe sì



3. shiver ha scritto:

17 ottobre 2013 alle 16:45

Io l’ ho già vista è molto bella, merita successo.



4. Dasmix ha scritto:

17 ottobre 2013 alle 20:03

Serie bellissima! Consigliata.
In attesa dell’annuncio della 2′ stagione ;D



5. Dasmix ha scritto:

17 ottobre 2013 alle 20:27

Rettifica: 2′ stagione usa dal 18 febbraio 2014!



6. Sanfrank ha scritto:

18 ottobre 2013 alle 01:24

Anch’io l’ho vista e confermo che ha un primo episodio degno di un triller strepitoso e che, poi, prosegue la storia in maniera coinvolgente, con continui richiami al mondo dark di Edgar Allan Poe.
Mi auguro solo che Italia 1 non la tagliuzzi, come fanno i followers con le vittime di turno. :)
Coglo l’occasione per dire che, nello stesso periodo, ho reguito anche Revolution su Play di Mediaset ed ho trovato anche questa serie davvero pazzesca. Quasi mi dispiace che la buttino via su Italia 2!!! Sarebbe splendido se Tiraboschi la proponesse su Italia 1. Avrebbe dovuto spostare la serie di Annibal Lecter, visto lo scarso riscontro ottenuto, su Italia 2 e sostituirla con Revolution.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.