9
settembre

LA BOTOLA DI BOCCI E’ NEL CAMPO DEL VASAIO DI MONTALBANO E AD APRIRLA ARRIVA… BELEN!

Belen Rodriguez

Marco Bocci incrocerà Belen Rodriguez. Sarà per questo che girano voci della rottura tra il vice questore antimafioso e la cantante salentina? Bocci, infatti, dopo i bagni e gli scambi di effusioni con Emma, è tornato dentro la botola da dove finalmente stasera uscirà nella prima puntata della nuova stagione di Squadra Antimafia, in onda su Canale 5. Una mano che apre la botola, il sole che filtra e colpisce gli occhi di Bocci e poi lei. Belen. Se riuscite a fare uno zapping coordinato vi sembrerà infatti che sia stata proprio lei ad aprire la botola. In realtà invece sta facendo la piaciona con il commissario Montalbano su Rai 1, nella puntata dal titolo Il campo del vasaio.

Belen su Rai1, Marco Bocci su Canale 5

Pensateci però potrebbe essere un cross over straordinario. Si scopre che Rosy Abate è in realtà figlia illegittima di Don Balduccio Sinagra. Il questore Bonetti Alderighi decide quindi di mettere il vice questore Calcaterra tra i cabasisi di Montalbano per costituire una squadra antimafia a Vigata. A Montalbano però, si sa, piace lavorare da solo e allora dà appuntamento a Calcaterra alla tonnara e gli consiglia di chiedere a Catarella informazioni per arrivarci. E fu così che Bocci arriva nel campo del vasaio e casca nella botola. Montalbano che alla fine è un buono, preso dal senso di colpa, manda Belen a salvarlo. Poi arriva Emma e nella botola ci butta Montalbano. E gli mette pure Calore a tutto volume amplificato.

Scherzi a parte, le strade, o meglio le puntate, che vedranno protagonisti Belen su Rai 1 e Marco su Canale 5 proseguiranno parallele nell’etere. I due non arriveranno mai a guardarsi occhi negli occhi, anzi Belen, che ormai non sa più cosa inventarsi per convincere un prete qualsiasi a sposare lei e Stefano, ha ufficialmente promesso che semmai dovesse capitarle di aprire una botola e trovarci dentro Marco Bocci la chiuderà immediatamente. Aprirà solo le botole in cui dentro c’è Stefano De Martino. Tanto loro sono così innamorati che possono tranquillamente fare due cuori e una botola. L’importante è che ci sia il wi-fi per postare le foto su Instagram.

Comunque, l’appuntamento con le due fiction, che sicuramente hanno in comune la trasmissione del messaggio che la mafia deve essere combattuta, è per stasera, 9 settembre. Entrambe alle 21:10. Una dopo Affari Tuoi, l’altra dopo Paperissima Sprint. Squadra Antimafia in prima visione, Il Commissario Montalbano – il campo del vasaio in seconda, ma considerando il numero di repliche a cui gli episodi tratti dai romanzi di Camilleri vengono sottoposti, ha il sapore di una prima tv. Quello del piatto perfetto necessario per non soccombere davanti grandissimo successo di Squadra Antimafia.

E voi, cosa guarderete tra Squadra Antimafia e il Commissario Montalbano?

#TeleRatti2013 DM Premia il peggio della Tv

Chi merita il social ratto (peggior vip sui social network)?

Belen Rodriguez o Emma Marrone — Per votare clicca qui?



Articoli che potrebbero interessarti


Il Commissario Montalbano
IL COMMISSARIO MONTALBANO: QUESTA SERA ULTIMO APPUNTAMENTO IN ATTESA DEI NUOVI EPISODI NEL 2012.


Il Commissario Montalbano
IL COMMISSARIO MONTALBANO: 4 NUOVI CASI PER LUCA ZINGARETTI DA QUESTA SERA SU RAI 1


Lino Guanciale Mia
MIA 2017: l’Italia della fiction si presenta all’estero puntando (ancora) sulla mafia


Andrea Camilleri
Montalbano non morirà, parola di Andrea Camilleri

3 Commenti dei lettori »

1. lca ha scritto:

9 settembre 2013 alle 14:39

A me piace molto il modus scribendi di Valeria.. e le faccio i complimenti. Ma alcuni articoli non capisco proprio che utilitá abbiano (senza offesa..).



2. Antonio ha scritto:

9 settembre 2013 alle 14:46

Che post imbarazzante e inutile!! Voleva far ridere ed essere ironico?! Bah…Valeria Carola come al solito non ci è riuscita!



3. marita ha scritto:

9 settembre 2013 alle 20:20

Nel post non mancano le informazioni essenziali sulle due fiction; non credo che lo scopo sia quello di far ridere nè quello di suscitare riflessioni di alto profilo: si tratta di uno scherzo che, forse, coglie la tendenza dei produttori a ignorare, anche per ruoli minori, gli allievi più promettenti delle scuole di recitazione per puntare sui personaggi più in vista per motivi del tutto estranei al merito!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.