3
settembre

GALLERY GIRLS: UNA DOCU-SERIE STILE SEX AND THE CITY SU SKY ARTE

Gallery Girls

Avete presente Charlotte York, il personaggio di Sex And The City interpretato da Kristin Davis? Tra le quattro amiche protagoniste del telefilm più glamour della storia della tv era quella dal carattere più mite e dai sogni più lontani dall’ambiente super moderno e spregiudicato della serie, quella che voleva solo un marito e dei figli. Ma, soprattutto, era un’esperta d’arte che lavorava in una galleria tutto il giorno e poi la sera si tuffava nella vita mondana.

Gallery Girls da questa sera su Sky Arte alle 21:10

Ora immaginate di avere ben sette Charlotte York, magari con sogni e desideri diversi dai suoi ma con la sua stessa quotidianità, e avrete grosso modo l’idea di quello che dovrete aspettarvi se questa sera, alle ore 21:10, sintonizzerete il vostro televisore su Sky Arte. Debutta oggi, infatti, Gallery Girls, la docu-serie statunitense andata in onda su Bravo che segue passo passo la vita di un gruppo di galleriste che cercano di farsi largo nell’ambiente vario ed esigente della Grande Mela.

Gli otto episodi da quarantacinque minuti ciascuno prodotti finora raccontano le avventure di Chantal, Claudia, Maggie, Liz, Karry, Amy e Angela, tutte ragazze ambiziose e spesso provenienti anche da famiglie ricche e ambienti già extra lusso che arrivano a New York col desiderio di aprire una galleria d’arte contemporanea, che ormai sembra essere la tendenza più chic e alla moda possibile. Un modo semplice per abitare in un luogo divertente e prendere parte ad eventi, feste, aperitivi e serate varie ma anche un modo per trovare un buon lavoro, certo. Ci riusciranno?

Possiamo anticiparvi che sarà un successo quasi per tutte, ma dovranno faticare sodo. Perché, anche se nella loro vita le scarpe e i vestiti hanno una grande importanza e gli spettatori potranno goderne guardando le puntate, la carriera che si sono scelte non è affatto facile: la concorrenza è spietata e i clienti molto difficili da accontentare. A guidarle in quest’avventura facendo loro, anche se forse non volontariamente, da mentori, Sharon Coplan Hurowitz, esperta di multipli e delle grafiche d’autore, ed Eli Klein, la cui galleria d’arte è tra le più importanti nel trattare artisti dell’Estremo Oriente.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Dago in the Sky
Dago in the Sky: la divulgazione cambia estetica, l’effetto è lisergico


Masterchef (2)
Intrattenimento Sky 2017/2018: i programmi in palinsesto su SkyUno, FoxLife e SkyArte


Master-of-Photography
MASTER OF PHOTOGRAPHY: DA STASERA ISABELLA ROSSELLINI CONDUCE IL TALENT EUROPEO SULLA FOTOGRAFIA


Dago in the Sky
DAGO IN THE SKY: UN ‘SELFIE’ EFFICACE, NON SOLO CAFONAL DIGITALE

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.