1
settembre

SEGRETI DI FAMIGLIA: MADRI BARBUTE E CUGINI INNAMORATI NEL SABATO SERA DI REAL TIME

Segreti di Famiglia

Segreti di Famiglia è il programma che potrebbe essere considerato la versione docureality delle favole. C’era una volta qualcuno con una storia triste che poi finisce con il vivere felice e contento. Il programma va in onda il sabato sera alle 22:10 su Real Time. Dal titolo avevamo immaginato qualcosa di completamente diverso. Una sorta di incursione pettegola nelle famiglie americane per scoprire cosa si nasconde dietro vite all’apparenza normali e tranquille. Il ricordo della serie Brothers&Sisters, il cui sottotitolo era appunto Segreti di Famiglia, deve averci in parte influenzato.

Segreti di Famiglia: Real Time o Italia sul 2?

Il programma lo possiamo definire kitch e trash nella stessa percentuale. Storie lacrimevoli, ambientazioni fasulle, ricostruzioni che l’unico aggettivo che troviamo per definire è raccapriccianti, immagini che in confronto i direttori della fotografia delle telenovelas brasiliane meritano l’Oscar senza nemmeno dover entrare nel novero delle nomination. Per quanto riguarda la scrittura invece le storie raccontate in Segreti di Famiglia se la battono ad armi pari con quelle delle peggiori sceneggiature di… Caracas. Il protagonista reale fa da voce narrante della propria storia, su cui poi vengono montate delle immagini che la rappresentano. Ve le ricordate le mini fiction di Italia sul Due? Ecco, esattamente così. E non è un complimento. Dal titolo è evidente che si tratti di cose di famiglia.

Segreti di Famiglia: le storie

Il titolo originale del programma è però più esplicativo, Shocking family secret. Cose scioccanti di famiglia. Tipo che un figlio che credeva di essere stato abbandonato dalla mamma, scopre in realtà di essere stato rapito dal padre all’età di tre anni (sfiga delle sfighe è che il padre è violento e alla fine lo abbandona in un motel). La scoperta vera però, in realtà, è che la madre è famosa per essere un’attrazione del circo. La donna barbuta. E qui sarebbe potuto partire il cross over con Malattie imbarazzanti. O con Io e la mia Ossessione, in senso lato. O ancora che la ragazza borghese si innamora di un ragazzo non del suo stesso ceto e che oltretutto è pure sposato. Rimane incinta, i genitori la chiudono in un ospedale di lusso per farla abortire, ma lei rifiuta. Così la mandano in un ospedale statale che sembra quello di American Horror Story dove partorisce la sua bambina e decide di farla adottare. Torna a casa proprio mentre i genitori stanno dando un cocktail party e scopre che loro hanno detto a tutti che era stata in Africa. Ma tutto è bene quel che finisce bene. La ragazza torna dal suo amore che intanto ha divorziato e poi dopo 40 anni ritrovano anche la figlia data in adozione. Roba che dopo Real Time solo Rosamunde Pilcher.

Non vi basta ancora? No, perchè c’è anche la storia di un padre che dopo essere rimasto vedovo parte per un viaggio in moto e una volta tornato comunica ai figli di volersi trasferire in Georgia, perchè si è innamorato di sua cugina di primo grado e lì il matrimonio tra cugini è consentito.

Il confezionamento del programma originale americano, che già di suo raggiunge livelli di bassezza imbarazzanti che nemmeno un buon tacco 12 riuscirebbe ad alzare viene, se possibile, peggiorato dal doppiaggio e dall’adattamento dei dialoghi in Italia. Cose che fanno venir voglia di cambiare canale per sempre o da rimanere “sadicamente” incollati allo schermo, attratti dal mefistofelico trash…

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Imma Polese - Matteo Giordano
Il Castello delle Cerimonie: la nuova boss Imma, figlia di Don Antonio, dà il via alla sesta stagione


discovery italia
Discovery, palinsesti 2017/2018: le novità di Real Time, DMAX, Focus, Giallo, Discovery Channel ed Eurosport


Take Me Out
Gabriele Corsi a DM: «Take Me Out è divertente nonostante il conduttore. Torno a Carta Bianca? Lo spero vivamente»


REAL TIME_Cose da non chiedere_3
Cose da Non Chiedere: come «maneggiare con cura» i luoghi comuni

2 Commenti dei lettori »

1. MisterGrr ha scritto:

1 settembre 2013 alle 12:10

voglio immediatamente lo spostamento di domenica alle 22 prima di Io e Le Mie Ossessioni.



2. savesigita ha scritto:

28 settembre 2013 alle 23:16

se ti approcciassi ai programmi senza immensi pregiudizi forse faresti delle recensioni realistiche! questa è solo un vomito di veleno su un programma tutto sommato interessante e che se visto con i giusti occhi può insegnare a capire meglio il prossimo.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.