30
luglio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (22-28/07/2013). PROMOSSI I 10 ANNI DI SKY E TV2000. BOCCIATI ARBORE E DIVIETO DI SOSTA

Sky

9 a Grey’s anatomy. Pazienza per la piega del racconto che ormai sfiora il surreale, la serie ospedaliera con Ellen Pompeo è risultata la più vista in assoluto sul satellite in 10 anni di Sky (qui le anticipazioni sulla decima stagione del medical drama).

8 a 10 anni di Sky. Non è tutto oro quello che luccica ma va detto che la pay tv satellitare ha ricoperto un ruolo di spicco nel sistema televisivo italiano imponendo un modello di governance contemporaneo e internazionale che ha influenzato inevitabilmente spettatori e concorrenza. Dal 2003 ad oggi abbiamo assistito ad alcune produzioni impeccabili (ad esempio Romanzo Criminale e Masterchef) supportate da un ottimo marketing (anche se a lungo andare la comunicazione aggressiva potrebbe rivelarsi un boomerang). Peccato poi per la realizzazione di politiche di palinsesto non sempre coerenti e all’altezza che hanno portato ad ascolti in linea di massima non eccezionali.

7 a Tv 2000. La rete diretta da Dino Boffo ha seguito con estrema attenzione la Giornata mondiale della gioventú di Rio de Janeiro raggiungendo sabato 27, nella fascia oraria in cui è stata trasmessa la veglia di papa Francesco, il primo posto tra le tv italiane. Lo  speciale Nel cuore dei giorni, tra le 0.30 e le 2.00, ha registrato uno share del 6.90% con picchi che hanno toccato l’8.46% (per maggiori info clicca qui).

6 a Carlo Cracco, protagonista assoluto di Hell’s Kitchen Italia. La scelta di Sky Uno e Magnolia è ricaduta su uno chef evidentemente adatto al ruolo ma il rischio è quello di saturare, oltre al genere cooking show, anche il personaggio.

5 al Music Summer Festival. Partito discretamente, quello che doveva essere il ‘nuovo Festivalbar’  ha dovuto fare i conti con ascolti in calo, precipitati nell’ultima serata al 13.73% con poco più di 2 milioni di spettatori.  Riuscirà prima o poi Fascino ad azzeccare un programma che non abbia Maria De Filippi nel cast?

4 a Fabio Fazio e Lucia Annunziata richiamati dall’Agcom (per maggiori info clicca qui). “A chi tocca nun se ngrugna”.

3 al riscontro discografico dei talenti di The Voice. Elhaida Dani e Timothy Cavicchini per ora faticano ad imporsi sul mercato. Ci vorrà del tempo o solo “la voce” non conta?

2 a Renzo Arbore. Al Festival di Giffoni il musicista lascia da parte il savoir faire per smentire quella che tra l’altro era una non notizia, ovvero la sua partecipazione alla Domenica In di Mara Venier (per maggiori info clicca qui).

1 a Divieto di Sosta, ennesimo flop di Rai2. Spiace per Chiara Lico, meno per Rai2. Come si dice? Chi è causa del suo male pianga se stesso.



Articoli che potrebbero interessarti


fabrizio-corona, pagelle
PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (14-20/01/2013). PROMOSSI OPRAH E D’AMICO, BOCCIATI TOMMASI A LE IENE E CORONA


Fabio-Fazio
Pagelle TV della Settimana (1-7/05/2017). Promosso Big Little Lies. Bocciati Briatore e Fazio


MARIA DE FILIPPI
LE PAGELLE DELL’ANNO 2016: I PROMOSSI


tatangelo-pagelle about love
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (20-26/04/2015). PROMOSSI IL SEGRETO E FAZIO, BOCCIATI AMBRA BANIJAI E ABOUT LOVE

37 Commenti dei lettori »

1. Max86 ha scritto:

30 luglio 2013 alle 19:00

Non sono d’accordo, in America Mastercard, hell’s kitchen e cucine da incubo sono tutti condotti da ramsey



2. shiver ha scritto:

30 luglio 2013 alle 19:02

Arbore con questa spocchia e puzza sotto il naso non si rende conto che l’ universo tv non ruotava attorno a lui, manco l’ avesse inventata lui la tv, di bei programmi (erano anche altri tempi, altri budget) non ne ha fatti solo lui, la Venier può certamente rimpiazzarlo facilmente per una sola ospitata che volevano proporgli, ad esempio con la Carrà che già ebbe come ospite negli anni 90 e non credo farà tutte queste moine

Il MSF alla fine è stato quasi un flop, un conto è iniziare bassi e crescere alti, ma l’ inverso cioè partire altri e crollare drasticamente alla fine è una sconfitta, indipendentemente dalla media di share gonfiato dalle primissime puntate. Poi vabbè qualcuno mi ucciderà ma la Marcuzzi non è ancora una conduttrice di punta



3. Drew ha scritto:

30 luglio 2013 alle 19:10

Grey’s surreale??



4. Mattia Buonocore ha scritto:

30 luglio 2013 alle 19:14

@Max86 Ramsay non è Cracco e l’America non è l’Italia. Poi parlo di rischio, non di certezza.



5. Max86 ha scritto:

30 luglio 2013 alle 19:21

Be anche ramsay prima di hell’s kitchen non era ramsay :-) e in masterchef è diverso da come è in hell’s quindi boh, vedremo
;-)



6. Mattia Buonocore ha scritto:

30 luglio 2013 alle 19:26

@Drew surreale forse no ma di certo hanno calcato un pò troppo la mano su alcune situazioni



7. kalinda ha scritto:

30 luglio 2013 alle 20:56

Arbore è stato poco carino con la Venier.



8. Marco89 ha scritto:

30 luglio 2013 alle 21:50

Concordo soprattutto sui bocciati. Proprio ieri sera ho sentito dal vivo Elhaida, le manca tanto per poter sfondare, la voce non è riconoscibile e in italiano canta maluccio, le doppie non sempre le pronuncia. E’ più adatta per l’ inglese, per questo credo che nel mercato italiano faccia molta fatica ad inserirsi, era prevedibile.
Concordo sul 5 e su Arbore. Riguardo la Lico, a me è sempre stata antipatica e poco comunicativa, quindi sono di parte, ma era bella da vedere che il programma avrebbe floppato. E pure peggio della Bianchetti, gravissima la cosa. Non riesco a capire con che criterio si compongano programmi, palinsesti e conduttori. E soprattutto, dagli errori non si impara niente, niente e niente.



9. Sanfrank ha scritto:

30 luglio 2013 alle 22:02

Grey’s Anatomy, se non ricordo male, fu definita in questo modo in un’intervista da qualcuno del cast, indeciso se continuare a recitare nella stessa oppure decidere di lasciare il set. Forse proprio lo stesso Patrick Dempsey



10. mugnezz ha scritto:

30 luglio 2013 alle 22:08

La prima edizione di hell’s kitchen era completamente diversa , molto tranquilla . Poi e’ uscito il personaggio che vediamo ora . Quindi come per cucine da incubo italia , anche questo HK italia sara’ la caricatura dell’americano , oltre a essere completamente finto



11. Andrea ha scritto:

31 luglio 2013 alle 08:03

Max, infatti a furia di vederlo in ogni dove e in tutte le salse su mille canali diversi io ora Ramsay non lo posso più vedere… :P

Grey’s Anatomy ormai non è niente più che una soap con personaggi stravolti e musiche tremende.



12. Ina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 08:08

Quel 2 ad Arbore mi puzza di bacchettamento per reato di lesa maestà alla Venier. Da quando è diventato mancanza di savoir faire smentire bugie? Mi sembra di capire che ci sia un forte astio perché è andata a monte una manovra per cercare di ripulire l’immagine della Venier per le sue conduzioni caciarone ma un trattore non potrai mai camuffarlo in una Roll Royce, trattore è e trattore rimane.



13. Nina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 09:36

Brava Ina!



14. Mattia Buonocore ha scritto:

31 luglio 2013 alle 10:20

@Ina quale manovra poteva esserci dietro un’ospitata?



15. Ina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 11:14

@Mattia non occorre scomodare Sherlock Holmes per capire che dietro questo risentimento ed attacchi ad Arbore ci sia la delusione per un no grazie ricevuto. Quando sono iniziati a circolare i titoli che volevano Arbore a Domenica in, la smentita doveva partire dalla stessa Venier visto che non era stato raggiunto alcun accordo.Questa sarebbe stata correttezza mentre invece abbiamo visto tutti come è andata e a quel punto come non poteva essere inevitabile la smentita di Arbore?
Ho letto commenti fuori di testa contro Arbore colpevole di non avere accettato l’invito della Venier e se questo è il suo pubblico a maggior ragione Arbore ha fatto bene a prendere le distanze.



16. Mattia Buonocore ha scritto:

31 luglio 2013 alle 11:19

@Ina io tutti questi titoli di giornale che davano Arbore nel cast di Domenica In non li ho mai visti. Ho letto solo delle dichiarazioni della Venier sul desiderio di voler Arbore in trasmissione alla prima puntata perchè ha fatto la storia della tv.



17. Ina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 11:33

@Mattia basta una piccola ricerca e li troverai. Mi sono sentita in dovere di esprimere la mia opinione su questo argomento perché arrivare ad attaccare un grande Maestro quale è Arbore per non avere accettato un invito a Domenica in mi è sembrato doveroso, data la statura e caratura del personaggio.



18. Sanfrank ha scritto:

31 luglio 2013 alle 12:06

@Ina
Anch’io ho criticato il comportamento di Arbore, certo non per non essere andato a Domenica In, ma per come ha seccamente smentito una semplice ospitata, auspicata in un’intervista dalla Venier, per i festeggiamenti per i 60 anni della tv.
Peraltro vorrei ricordarti che quel “trattore” (evviva la solidarietà femminile) credo piacesse ad Arbore, visto che, con lei, ha avuto una lunga relazione sentimentale negli anni novanta. Ed era proprio questo il motivo per il quale io ho definito un comportamento poco signorile da parte di un uomo che ritengo un gentlman. Credo sia stata per lui un’inaspettata caduta di stile, a mio parere.



19. Nina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 13:00

Sanfrank: mi pare che tu stia mettendo insieme cose che non c’entrano niente. Innanzitutto cosa c’entra la solidarietà femminile? E poi il fatto che Arbore e la Venier siano stati insieme non c’entra niente con il lavoro. E meno male che è così.



20. Ina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 13:05

@Sanfrank penso di aver argomentato esaurientemente la questione e non intendo offendere la tua intelligenza rimandandoti a rileggere quanto ho già espresso così da renderti conto che non basta arrampicarsi sugli specchi per giustificare una bugia. Le verità fanno male ma le preferisco alle bugie.



21. shiver ha scritto:

31 luglio 2013 alle 14:20

Visto che lo difendete tanto, sappiate che Arbore si è comportato come un cafone vero e proprio. E a me la salottiera Venier non è mai piaciuta, spesso mi sta antipatica. Ma qui ha ragione, inutile arrampicarsi sugli specchi. Vedrete che la Venier lo rimpiazzerà facilmente, non l’ ha fatta solo lui la tv. Fare tutte queste moine e comportamenti da prima donna con la puzza sotto il naso solo perchè la Venier desiderava averlo come ospite una puntata (sarà pure libera di esprimere cosa desidera fare nel suo programma in un’ intervista, che deve per forza attenersi a quello che è sicuro? dove sta scritto?) l’ ha rivelato cafone nei confronti di una signora che aveva espresso indirettamente un attestato di stima, e una primadonna snob.



22. Nina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 15:04

Sarebbe stato cafone se avesse speso parole malevole nei confronti della Venier.



23. Andrea ha scritto:

31 luglio 2013 alle 15:10

Infatti è semplicemente stato acido.



24. Nina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 15:14

Macchè acido! Cosa doveva dire, forse che a lui Domenica In piace tanto però non vi parteciperà? Ha solo detto che non è vero, non ha espresso giudizi nè negativi nè positivi.



25. Andrea ha scritto:

31 luglio 2013 alle 15:18

Dire “non parteciperò”, “è una bugia clamorosa che io partecipi”, “purtroppo non parteciperò” sono tre modi diversi per dire la stessa cosa e in ognuno si può leggere un giudizio (neutro/negativo/positivo).



26. Mauro ha scritto:

31 luglio 2013 alle 16:18

Che coda di paglia e quanta frustrazione nei fans della Venier. Va bene che Arbore ha ragione da vendere senza se e senza ma e non sono nemmeno da specificare i motivi che sono così evidenti ma state rendendo un pessimo servizio alla vostra beniamina perché chi legge, se non si fosse ancora capito, ora lo capisce chi è il pubblico di questi programmi. Accanto alla Venier stanno benissimo i Calà, i Giurato, i Casella … per un’offerta di comicità spicciola e pecoreccia. Arbore è stato fin troppo garbato e gentile con la smentita.



27. Sanfrank ha scritto:

31 luglio 2013 alle 16:27

@Nina
Mentre credo che Ina sia un’estimatrice di Renzo Arbore e, con veemenza, cerca di difendere una piccola caduta di stile (e niente di più, a mio parere) del personaggio da lei amato, in te credo che il parere negativo nei confronti della Venier non ti lasci la razionalità necessaria per giudicare oggettivamente l’accaduto e tutto questo mi stupisce in quanto, pur non conoscendoti personalmente, ho letto spesso i tuoi commenti e mi sono sembrati sempre molto pertinenti.
Stando a quanto ho letto nel presente blog (e in altri lidi), la Venier rilascia un’intervista nella quale dice che nella sua Domenica In troveranno spazio l’edicola di Fiorello (che conferma la proposta avvenuta tempo fa, ma declina l’invito avendo cambiato idea circa la proposta al grande pubblico dell’EdicolaFiore) e i festeggiamenti per i 60 anni della televisione e i 90anni della radio. Per quest’ultimo spazio, immagino anche considerando che i due si conoscono bene e si stimano reciprocamente, la Venier dichiara “Mi piacerebbe inaugurarla proprio con Arbore, visto che dovrò raccontare la storia della televisione per il suo 60° compleanno” (fonte DM blog del 27/06/2013, autore Fabio Fabbretti); dunque, semplicemente auspica che nella prima puntata, dovendo inaugurare lo spazio dedicato ai festeggiamenti della tv, ci fosse l’ex compagno Renzo Arbore, grande musicista e uomo di quella televisione di qualità, che oggi tanto manca al grande pubblico. Al Giffoni Film Festival Renzo Arbore, per tutta risposta, dichiara “E’ una bugia clamorosa che io faccia ‘Domenica In’. Ritornerò, invece, con il programma di Caterina Stagno, ‘L’Altra’, sabato sera su Rai 1 in seconda serata” (fonte DM blog del 27/07/2013, autore Fabio Fabbretti) che, neanche tanto tra le righe, al mio paese significa che definisce bugiarda l’ex compagna Mara Venier. Tutto il resto lo sappiamo già, ossia gran bagarre tra gli estimatori di Renzo Arbore e quelli di Mara Venier.
Io, che non seguo nessuno dei due, dico semplicemente che il signor Arbore, che si è sempre distinto per essere un gentiluomo, ha avuto una caduta di stile dando della bugiarda a una persona che aveva semplicemente espresso il desiderio di averlo nel suo programma, a maggior ragione considerando la stima reciproca tra i due e la loro relazione sentimentale anni fa.
Il discorso della solidarietà femminile, invece, l’ho tirato in ballo perchè nei commenti precedenti viene fatto un accostamento tra la Venier ed un trattore e ti cito il commento giusto per chiarirti a cosa mi riferivo “… le sue conduzioni caciarone ma un trattore non potrai mai camuffarlo in una Roll Royce, trattore è e trattore rimane”.
Credo che si debba giudicare onestamente, indipendentemente dal fatto che un personaggio possa piacere oppure no.



28. Nina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 17:35

@Sanfrank: mi spiace se pensi che io parli solo per antipatia, di solito cerco di non farlo. Infatti volevo solo dire che secondo me la Venier è stata un po’ incauta e ingenua. Una come lei, donna di grande esperienza avrebbe dovuto sapere il clamore che avrebbero suscitato certe uscite. Ci sta che la controparte replichi con stizza. Per quanto riguarda il fatto del trattore secondo me non è giusto buttarla sul tema della solidarietà femminile perchè Ina parlava del modo di condurre e questo giudizio lo puoi fare anche per un uomo.



29. Ina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 17:42

@Sanfrank in primo luogo non è corretto interloquire con Nina inserendo opinioni su di me.Per tutto ciò che mi riguarda devi avere il coraggio di contestarmelo personalmente anche se in questo caso mi sono già ripetuta più di una volta e la chiudo qui. In secondo luogo è ovvio che sono un’estimatrice di Arbore ma non ho gli occhi foderati di prosciutto e se davvero ci fosse stata una sua caduta di stile sarei stata la prima ad esprimere sorpresa e delusione perché non mitizzo nessuno. Per quanto riguarda la metafora del trattore, non c’entra nulla la solidarietà femminile perché la solidarietà la offro alle cause che meritano e non a chicchessia solo perché di sesso femminile.Anche in questo caso hai estrapolato la metafora dal contesto e non è corretto perché questo accade quando si vuole manipolare un concetto.Non ti sto bacchettando ma nella mia scala di valori la correttezza è ai primi posti.



30. shiver ha scritto:

31 luglio 2013 alle 18:33

Mauro: sei tu che stai difendendo il tuo beniamino che ha già fatto una figuraccia, io invece in questo caso sto dalla parte della Venier per semplice obiettività, lei non mi piace proprio nè ho mai seguito una puntata di un suo programma.

Nina: certo che è cafona quella replica stizzita a una signora che in un’ intervista ha manifestato i suoi desideri circa il programma che deve condurre, e ti ha indirettamente invitato come ospite elogiandoti, null’ altro, addirittura dicendo che è una clamorosa bugia che fa parte del cast.



31. Nina ha scritto:

31 luglio 2013 alle 18:43

shiver: non crederai mica di essere l’unico che CERCA di essere obiettivo vero?



32. Mauro ha scritto:

31 luglio 2013 alle 19:21

Shiver qui non si difende proprio nessuno ma si sta commentando questa tesi schizofrenica che se non si accetta un invito della Venier e si smentiscono quelli che al contrario la consideravano una cosa certa, qualcuno è andato fuori di brocca e sono partite le farneticazioni del tipo è spocchioso, è cafone, chi crede di essere, insomma tutto il frasario bimbominkiesco che fa decisamente sorridere anche se non fosse stato Arbore ma qualunque altro.Una cosa è certa dove c’è la Venier la caciara becera è sempre assicurata in video e nei blog. Ai trogloditi piace, agli altri no ed è giusto e democratico che vogliano sottolinearlo.



33. shiver ha scritto:

31 luglio 2013 alle 21:00

Nina: non capisco il motivo di questa domanda. C’è gente che non vuole esserlo e gente che lo è.

Caro Mauro io innanzitutto non ho la tua presunzione di dividere le persone in categorie, quelle che difendono la Venier sono bimbiminkia fanatici e quelli che difendono Arbore sono bravi e belli. La Venier non fa tv qualitativa, Arbore l’ ha fatta venti anni fa; allora chi lo difende è intelligente, colto, istruito. Ergo io sarei bimbominkia. Io personalmente il dizionario dei bimbiminkia neanche lo conosco, però mi fa sorridere molto che per definirmi tale prendi i termini da me usati :-D Non mi risulta che il dizionario della lingua italiana li associ ai bimbiminkia, che tra l’ altro dubito li troveresti in un dizionario. Qui caro mio l’ unica cosa certa è che la caciara la stai facendo tu, offendendo gli altri che non la pensano come te, compreso qualche blogger che scrive qui che, semplicemente analizzando i fatti, ha trovato nella dichiarazione di Arbore una pessima caduta di stile e una non coincidenza con quanto era stato realmente detto. Si io critico la puzza sotto il naso e l’ essere snob con veemenza, e di questo ne vado orgoglioso



34. Mauro ha scritto:

31 luglio 2013 alle 21:49

Shiver se personalità indiscusse del livello di Arbore ti creano frustrazione non è un mio problema. Ho semplicemente trovato ridicoli questi attacchi ad Arbore per le motivazioni su cui si poggiavano senza né capo e né coda e come una qualsiasi persona adulta e dotata di buon senso ho fatto delle riflessioni. Non amo l’ignoranza e tutto il becero che si porta dietro. Se lo comprendi, bene, altrimenti torno a ripeterti che non è un mio problema.



35. shiver ha scritto:

31 luglio 2013 alle 23:14

Mah, dubito da quel che dici che sai cos’è la frustrazione. Forse a te non è chiaro che qui non sto a discutere di Venier e di Arbore in quanto conduttori televisivi e i loro programmi. Vedevo anche io i programmi di Arbore da piccolino. Parlo di comportamento in relazione alle dichiarazioni fatte, non sono l’ unico a trovarlo una caduta di stile, per me è la classica dichiarazione da snob. Tutto qua.



36. Lilla ha scritto:

19 agosto 2013 alle 14:08

Ma che vespaio….signori volete mettere sullo stesso piano artistio arbore e la venier? Arbore e’ un maestro ha fatto la televisione e la rai, per quanto riguarda la venier e’ una conduttrice di trasmissioni gossippare.
Arbore e’ un grande uomo, pensate solo alle parole usate per ricordare il suo grande e unico amore Mariangela Melato, nessuno come lui. Bravo Renzo il tuo pubblico non capirebbe una tua partecipazione a domenica in……



37. Jack ha scritto:

8 novembre 2013 alle 11:13

Rileggo questi commenti che si riferiscono ad una notizia un pò vecchia, e alla luce di quello che vedo alla domenica, non si può che concordare con Arbore: mai e poi mai in un programma del genere.
Ma non tanto per la Venier, ci fosse stato chiunque! Certo è che la Venier ha dimostrato ancora una volta quanto poco lo abbia realmente conosciuto… Un altro livello, sarebbe bene che una volta per tutte se ne facesse una ragione (invece di continuare a chiamarlo in causa in qualunque intervista faccia).



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.