4
luglio

LEONE: INFORMAZIONE IN PRIMA SERATA CON GILETTI E ITALIAN TABLOID. LITTIZZETTO A SANREMO? FAZIO DOVRA’ CONVINCERLA

Giancarlo Leone

Ad ognuno la sua strategia. Mentre a Mediaset si punta su una netta distinzione tra le tre reti generaliste, con  l’intento di trasformare Rete 4 nel canale dell’informazione, in casa Rai tale genere ammicca ovunque: alla prima serata di Rai 3, che conferma Ballarò, a quella di Rai 2, che punta su Virus, e anche a Rai 1, decisa a voler fare informazione nella pregiata fascia del prime time.

A pochi giorni dalla presentazione dei palinsesti, infatti, il direttore della rete ammiraglia di Viale Mazzini, Giancarlo Leone, anticipa – a margine della presentazione di  Superquark – la volontà di portare l’informazione in prima serata con un programma di infotainment affidato a Massimo Giletti. Non solo, in arrivo c’è anche Italian Tabloid (questo, al momento, il titolo scelto), il nuovo format fatto in casa e pronto a debuttare nel 2014. Ecco -  come riporta L’Avvenire – di cosa si tratta:

Una serie di docu-fiction d’inchiesta – precisa Leone – realizzate da grandi documentaristi, che racconteranno con un linguaggio moderno i grandi misteri e i segreti degli ultimi decenni della storia”.

Ed è proprio la voglia di un nuovo linguaggio il fattore chiave sul quale punterà maggiormente Rai 1 nella nuova stagione. E’ il caso dell’altra novità rappresentata da Ritorno da me, un ciclo di quattro puntate, in cui non esiste studio televisivo: due vip/conduttori saranno protagonisti di ciascuna puntata, nella quale ognuno dei due porterà l’altro nella propria città d’origine, raccontando sul “set” della loro vita ricordi e aneddoti che hanno segnato la personale esperienza. Il tutto, come sottolinea il direttore, al fine di brillare alla voce costi e novità:

“E’ la crisi, insieme alla necessità di trovare titoli nuovi, che ci spinge a sperimentare”.

Non è ancora svanito, inoltre, il sogno di proporre una serie di prime serate d’intrattenimento della durata di un’ora e poco più, così come è più viva che mai la speranza (e convinzione) che Luciana Littizzetto affiancherà il Fazio-bis al Festival di Sanremo 2014:

“Lei non ha ufficializzato niente ma Fabio è stato confermato direttore artistico anche quest’anno e sono sicuro che farà in modo di convincerla.



Articoli che potrebbero interessarti


Angela Lansbury oggi
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (19-25/09/2016). PROMOSSI ZALONE E GILETTI, BOCCIATI IL DAYTIME DI RAI1 E CLEMENTE RUSSO


L'Arena
L’ARENA: MASSIMO GILETTI TORNA NELLA DOMENICA DI RAI 1 INSIEME A CARLO CONTI


Il-Volo
AUTUNNO 2016: RAI1 “FRAMMENTA” IL SABATO SERA. SI PARTE CON IL VOLO


Massimo Giletti
I DUELLANTI: GILETTI RIEVOCA STORICHE TELERISSE NELLA SECONDA SERATA DI RAI1

5 Commenti dei lettori »

1. teoz ha scritto:

4 luglio 2013 alle 11:23

Penso che Sanremo 2014 con fazio debba dare qualcosa di più del 2013. Riproporre lo stesso canone con la letizzetto non mi soddisfa e forse non mi basterebbe. Mi piacerebbe che entrasse nel duo un’altra figura (non la valletta ovviamente), una loro amica, una persona di spirito che possa stare al gioco delle battute della litizzetto e che possa fare da spalla al duo. Io ci vedrei benissimo Maria de Filippi. Non l’avrei mai detto di dirlo ma è così… loro 3 assieme potrebbero far esplodere l’auditel del prossimo sanremo. Calcolate il bacino della Maria sommato al successo dell’anno scorso.



2. Davide ha scritto:

4 luglio 2013 alle 12:05

Anche io vedo una star come la De Filippi o Jovanotti….



3. lele ha scritto:

4 luglio 2013 alle 12:57

interessante sto italian tabloid, giletti un po’ meno! :-)



4. iki ha scritto:

4 luglio 2013 alle 13:21

Basta con sto Giletti.
È peggio della D’Urso



5. Peppe93 ha scritto:

4 luglio 2013 alle 13:33

Per me i programmi senza studio andranno male. Per il resto trovo interessante Italian Tabloid



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.