17
giugno

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (10-16/06/2013). PROMOSSI EDICOLA FIORE E MENGONI, BOCCIATI PUPETTA E DAVID DI DONATELLO

Belen Rodriguez (da fb)

9 a Edicola Fiore. Solo la forza mediatica e il talento di Fiorello potevano riuscire a trasformare in un evento, con grandi ospiti e tanta comicità, una trasmissione web. Peccato per la qualità dello streaming, non all’altezza degli ambiziosi obiettivi.

8 ai 3 anni di Mara Venier a La Vita in Diretta. Quando si parla di salotto televisivo, non esiste forse conduttrice più capace della bionda veneta della tv. Eppure i vertici della tv pubblica hanno scelto di imprimere un nuovo impulso al già fortunatissimo talk show quotidiano che dal prossimo anno dovrà fare a meno degli attuali conduttori.

7 a Marco Mengoni. L’anno d’oro del cantate di Ronciglione prosegue con la vittoria di due premi di spicco alla prima edizione degli Mtv Awards Italia.

6 a Simona Ventura che dà l’addio al calcio in tv. Decisione tanto saggia quanto inevitabile dopo il sonoro fallimento di Cielo che Gol.

5 ai David di Donatello. L’appassionato di cinema Giancarlo Leone sceglie coraggiosamente di riportare in prime time su Rai1 il premio cinematografico ma toppa completamente nella scelta dei due conduttori. Come prevedibile, Lillo e Greg si rivelano assolutamente inadeguati a portare avanti un compito così arduo.

4 a Pupetta – Il Coraggio e la Passione, solito capolavoro di bruttezza targato Mediaset. Questa volta però c’è l’aggravante di aver romanzato e “mitizzato” una donna dal passato assai discutibile.

3 a Belen che dichiara: “A me Emma piace tanto, ma la vita (!) ci ha portato a questo, il pubblico vuole vedere Eva contro Eva (!). E pensa che io canto pure le sue canzoni…” (per maggiori info clicca qui). Ah come usa i media l’argentina, non lo fa nessuno.

2 ai continui rinvii per l’approvazione dei palinsesti Rai, segno che nemmeno i tecnici sono riusciti a quietare le acque in quel di Viale Mazzini.

1 all’eclettismo di Fabio Troiano premiato al Premio Margutta (clicca qui per maggiori info).



Articoli che potrebbero interessarti


Gerry Scotti
PAGELLE TV DEL 2013: I PERSONAGGI


Alessia Marcuzzi con le Donatella)
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV SPECIALE ISOLA DEI FAMOSI 2015.


Pagelle TV 2014
PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (PROMOSSI)


bacio emma belen
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (6-12/10/2014): PROMOSSI PALLAVOLO E RITORNO DI TWIN PEAKS, BOCCIATE EMMA, BELEN E GUZZANTI

25 Commenti dei lettori »

1. Dursiano ha scritto:

17 giugno 2013 alle 18:46

E certo diamo pure i voti per gusto personale,Pupetta sta piacendo al pubblico e ci sono gli ascolti a dimostrarlo. Così come l’otto alla venier ma vabbè ahahahah



2. Mattia Buonocore ha scritto:

17 giugno 2013 alle 18:58

@dursiano e devo darli a tuo gusto?



3. Fafo1970 ha scritto:

17 giugno 2013 alle 19:10

specifichiamo per favore: Pupetta puo’ giusto piacere ad un certo target che apprezza una fiction dai daloghi ridicoli, dalle sequenze banali e assurde e dalla recitazione parrocchiale



4. Davide Maggio ha scritto:

17 giugno 2013 alle 19:15

A me Pupetta piace tantissimo. Mi fa ridere più di Zelig.



5. Davide ha scritto:

17 giugno 2013 alle 19:46

Condordo anche a me pupetta piace tantissimo il tempo passa come quando guardavo l’isola con la ventura…



6. tania ha scritto:

17 giugno 2013 alle 19:51

Bene l’8 alla Venier e il 4 a poveretta- il coraggio di fare l’attrice.Non capisco il voto 1 al nulla :) .
Peccato per i David di Donatello,un occasione persa!!!



7. Marco89 ha scritto:

17 giugno 2013 alle 20:22

Anche a me piace Pupetta, mi rendo conto che sia un prodotto che non brilla di qualità ma così è. La trama è movimentata, l’ Arcuri supertrash e almeno non ci si annoia.
@ Fafo: non è che devi specificare a che tipo di pubblico piace Pupetta. Perchè allora per ogni prodotto di successo bisogna fare delle considerazioni, i numeri sono numeri. Tu schifalo pure ma gli ascolti sono buoni e confutare la frase ” Pupetta sta piacendo al pubblico”, permettimi, non è obiettivamente corretto. Perchè allora lo si deve fare sempre, con ogni tipo di programma.
Ai David di Donatello avrei dato anche meno: va bene che Lillo e Greg facevano pena, però i numeri sono stati comunque pietosi, neanche Sgarni ha fatto così male, e ci ricordiamo che trasmissione ha fatto Sgarbi.
All’ uno avrei aggiunto anche il flop della Carlucci, che è stato premiato.



8. Pippi ha scritto:

17 giugno 2013 alle 21:02

Invece sarebbe ora di cominciare a specificare a che tipo di pubblico piace una cosa come Pupetta.
Gli alti numeri in questo caso non li vedrei come una cosa positiva, ma triste, molto triste.
Basta che qualcuno della redazione guardi le curve degli ascolti e subito ci saprà dire l’età, la scolarizzazione, l’appartenenza sociale medi e tante altre cose riguardo a chi trova bella e segue una brutta cosa come questa.
Non c’è affatto da andare orgogliosi se cose come queste (e moltissime altre) fanno ascolti.



9. Marco89 ha scritto:

17 giugno 2013 alle 21:15

Ma cosa c’ entra sto discorso? So già dalle analisi che tipo di pubblico uscirebbe, il mio discorso è un altro. Nel complesso la fiction ha successo, punto, il 19 è il 19, non sono io a dirlo. Non mi permetto di compiere analisi riguardanti bellezza, bruttezza, positività o negatività affini a risvolti sociologici. Piacerà a un tipo di target ma il numero complessivo che ne esce, è quello. Si deve fare lo stesso discorso allora per un programma di 5 milioni seguito solo da pubblico colto, se si deve essere settali.



10. Peppe ha scritto:

17 giugno 2013 alle 21:49

Certo che .. quando vi accanite contro qualcuno in questo blog è la fine.
Che senso ha dare un 4 alla Arcuri che fa pure il 20% di share e sta portando canale 5 ad ascolti meno flop, e poi date 5 al premio Donatello che faceva davvero schifo ed è stato pure un super flop.



11. Pippi ha scritto:

17 giugno 2013 alle 22:00

Per me centra eccome questo discorso. Qui stiamo parlando di una fiction che si meriterebbe anche meno di 4. E questo dipende solo dal pessimo gusto del 19 % degli spettatori.
Spettatori, che come ha detto Fafo, apprezzano una fiction dai daloghi ridicoli, dalle sequenze banali ed assurde e dalla recitazione parrocchiale.
Allora andiamolo ad analizzare sto pubblico a cui picciono queste oscenità e che non permette alla fiction italiana di evolversi continuando a guardare brutture come queste.
E certamente io sono per l’analisi delle curve di ogni cosa venga mandata in tv, il target di ogni programma.
Qui stiamo parlando di Pupetta e gli ascolti che fa sono SCANDALOSI.



12. Marco89 ha scritto:

17 giugno 2013 alle 22:40

Premesso, che se anche uno ha delle certezze, il rispetto verso chi segue una qualsiasi cosa dovrebbe comunque esserci sempre, continuo a ribadire che il mio discorso è un altro. Si può trattare di pubblico che ama l’ orrido, lo scandaloso, senza cultura, senza titolo di studio, ma è un pubblico che esiste. E questo pubblico ha permesso a Pupetta di vincere, punto. E poi se uno vuole si può scandalizzare, inorridire etc. Non si può però dire che non ci sia il successo, solo questo intendevo.
Io non faccio nessuna analisi e non vado fiero di nulla. Come si dice che ha successo un qualsiasi programma che fa il 19, la regola vale anche per Pupetta, anche se per alcuni fa schifo. Penso di esser stato chiaro, a me poco cambia se uno schifa Pupetta, lo continui pure a fare. Io ho dormito ieri notte e pure stanotte farò lo stesso.



13. Pippi ha scritto:

17 giugno 2013 alle 22:51

Non si può portare rispetto verso chi come “pubblico” non come “persona” segue robaccia come questa e la trova anche decente o bella. Non si può.
E’ solo buonismo o ipocrisia.
Il tuo discorso è chiaro come è chiara e lecita l’osservazione che ha fatto Fafo.
Se il successo di un prodotto è fondato su criteri di ignoranza o di pessimo gusto o di qualsiasi altro fattore che permette a questo tipo di cose di andare in onda, tu puoi anche chiamarlo successo per quel 19%, io invece la chiamo “tristezza”. Come la maggior parte delle cose “elette” da certo tipo di “grande pubblico”.
Non è che per esempio se Maria con Uomini e Donne fa ascolti alti allora vuol dire che siamo davanti a un capolavoro di trasmissione…e come lei molti altri.
Anche Amici quest’anno ha fatto BOOM di ascolti, ma per me non si merita più di un 4 anche quello.
Se Buonocore ha dato 4 a Pupetta, ha valutato diverse cose credo oltre il suo personale gusto. E queste cose molto probabilmente sono sceneggiatura, regia, recitazione, fotografia, scandaloso DOPPIAGGIO di attori italiani e via dicendo.
Se una cosa brutta e peggio che mediocre fa ascolti alti questo non è un successo, questa è una sconfitta.



14. liberopensiero ha scritto:

17 giugno 2013 alle 22:55

Sicuramente Pupetta,è un successo numerico,e per molti attira come un gatto spiaccicato sull’asfalto,ma va data la libertà di dire a chi la pensa come me,che la cosa sia molto triste,infatti spesso la massa non predilige il meglio in ogni campo.Stupisce poi che chi critica artisti degni di nota,apprezzi le “doti”(e non mi riferisco a quelle fisiche) dell’Arcuri che ormai detiene il record delle espressioni,monocordi in ogni situazione,dallo stimolo intestinale,al dito nell’occhio,passando dallo sputacchio allo stupro.Avvilente.



15. Mattia Buonocore ha scritto:

17 giugno 2013 alle 23:01

@Peppe portare il David di Donatello in prime time è cosa buona e giusta, il come è stato sbagliato. Fare una fiction in cui si santifica Pupetta è sbagliato a priori e a posteriori (vista la pessima qualità della fiction).
Se io fossi un dirigente Mediaset farei (magari con qualche correttivo) fiction con Garko e l’Arcuri visto che il pubblico le segue ma questa è proprio eticamente discutibile.



16. liberopensiero ha scritto:

17 giugno 2013 alle 23:32

Comunque “Nostra Signora dell’inciucio”,Venier anche in questa occasione,viene sopravvalutata.Quei teatrini,con le solite signore del thè erano ripetitivi e urticanti.E superati.



17. Marco89 ha scritto:

18 giugno 2013 alle 00:08

Caro Liberopensiero, io non ho mai scritto di apprezzare l’ Arcuri, seguo la fiction. Son due cose ben distinte, e tu ovviamente, da persona di buon gusto, che apprezzi artisti degni di nota e inorridisci di fronte a gente come l’ Arcuri, avresti dovuto immediatamente percepire questa distinzione. Ste frecciatine che spesso mi lanci, io non le raccolgo, sappilo. Puoi farmi sembrare ignorante, surreale e piccolo di età quanto vuoi, io vado oltre. Qua mi fermo e dovresti farlo anche tu.
In più non capisco perchè parli di concessione di libertà per chi critica queste fiction, mi sembra lo facciano già in tanti, tranquillo, la libertà è garantita.



18. Marco89 ha scritto:

18 giugno 2013 alle 00:29

E aggiungo, tanto per concludere, di lasciarmi perdere. In più di una situazione hai tentato di provocarmi, non sono scemo. Ti chiedo molto gentilmente di lasciarmi perdere, non so che cosa ci trovi. Spesso mi fai notare di essere più grande di me, e allora dimostra la tua maturità ignorandomi ed evitando in più occasioni di provocarmi, come ho già detto. Mi reputi avvilente? Fa finta che non esista.
Altrimenti penserò seriamente di ridurre al minimo i miei commenti, così almeno sarai contento e te la prenderai con qualcun altro. Spero non si debba arrivare a questo punto. Se sbaglio le mi considerazioni, ti chiedo scusa, ma non penso sia il caso.



19. shiver ha scritto:

18 giugno 2013 alle 02:44

Mattia B: però avevi dato 6 all’ iniziativa calcistica della Ventura l’ anno scorso, ora dovresti darle 4. Ho capito che la stimi molto come me, però bisogna essere obiettivi e onesti, che secondo me è la più alta forma di rispetto verso gli altri, anche se c’è chi non lo capisce :-D

Per quanto riguarda il fenomeno Pupetta va analizzato come il GF, una parte del pubblico sicuramente non sarà molto istruito e di grande intelligenza, ma un’ altra parte la guarderà proprio perchè è di bassissimo livello con questa consapevolezza per farsi due risate o per curiosità. Io per principio non la guardo, proprio perchè il personaggio che celebrano come eroe è l’ esatto contrario. Altri la penseranno diversamente ;-)



20. liberopensiero ha scritto:

18 giugno 2013 alle 08:47

Marco89,avvilente non era riferito a te,ma alla recitazione dell’Arcuri,così come del resto tutto il commento.Non lancio frecciatine,se mi rivolgo a qualcuno,faccio il suo nome,come del resto ho fatto anche con te quando è capitato.Mi spiace se involontariamente ti ho toccato,non volevo,il mio era un discorso generale,infatti quella fiction piace a tanti purtroppo.



21. Nina ha scritto:

18 giugno 2013 alle 10:35

Maddai 8 alla Venier, esagerato. Con quell’aria da: noi siamo noi e voi non siete…, noi ci incontriamo, siamo tutti amici e ci divertiamo un sacco. Voi, pubblico, ascoltate e state contenti così che queste cose le potete solo sognare, voi, inferiori.



22. Mattia Buonocore ha scritto:

18 giugno 2013 alle 10:41

@shiver e chi ha valutato Cielo che gol in queste pagelle? Dire che è un sonoro fallimento di certo non significa che vale 6. In passato credo abbia avuto 4 o comunque in un pezzo sulla Ventura non ho esitato a bollarlo come flop



23. Lele ha scritto:

18 giugno 2013 alle 10:52

Io a Lillo e Greg avrei dato ZERO!!! uno spettacolo così pietoso non l’avevo mai visto. che figuraccia ….



24. bruna ha scritto:

18 giugno 2013 alle 11:37

non vedo Pupetta perche’ immaginavo gia’ la recitazione pessima della Arcuri e di quasi tutti gli attori i dialoghi ecc.ecc. Mediaset ci ha abituati a questo cose….e per la Venier sono d’accordissimo per l’8 meglio i teatrini salottieri che le faccette della “bislacca”!!!!



25. Michele ha scritto:

18 giugno 2013 alle 16:55

Concordo con Pippi: il successo di fiction orribili come Pupetta condanna la fiction italiana a rimanere impaludata nel suo squallore attuale :(((

Fa poi il sangue amaro sapere che la fiction di Gomorra su Sky (che sicuramente sarà di alta qualità) abbia avuto ostacoli a non finire (fortunatamente però si farà) mentre questo prodottaccio di serie Z ”non” recitato dall’Arcuri (una che lavora solo perche bella e tettona, non preoccupatevi che non appena gli anni inizieranno a farsi sentire e vedere la Manuela sparirà nel nulla, come tutte le altre attrici bone e basta venute prima di lei) in cui una camorrista ed assassina perchè questo è stata Pupetta Maresca: una camorrista ed assassina e niente di più viene innalzata e celebrata come un’eroina del femminismo non abbia avuto nemmeno un problema per la sua realizzazione, nemmeno una minima protesta di qualche associazione anti-mafia……

E io che pensavo che l’Ares aveva già toccato il fondo con le fiction di quel merluzzo fritto di Garko purtroppo però avevo dimenticato che al peggio non c’è mai fine



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.