4
giugno

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (27/05-2/06/2013). PROMOSSI AMICI E THE VOICE, BOCCIATO IL DIETROFRONT DI GRILLO E COLORADO

Maria de Filippi

9 allo “storico” incontro tra Antonella Clerici e Benedetta Parodi che ha chiuso l’ennesima edizione fortunata de La Prova del Cuoco. La primadonna di Rai1, forse consapevole del suo peso specifico, si fa beffe della presunta rivalità con l’”avversaria” e anzi è pronta ad ammettere tutte le abilità catodico-culinarie della più giovane sorella Parodi. Allo stesso tempo quest’ultima spicca per la naturalezza e la compostezza di sempre, consapevole del fatto che anche un’ospitata su Rai1 può servirle per il proseguo della sua carriera attualmente senza certezze.

8 ad Appunti di un giovane medico, serie di Sky Arte – tratta da un romanzo di Michail Bulgakov – che mescola humor inglese e toni surreali. Bravi gli interpreti: Jon Hamm, meglio conosciuto come Don Draper di Mad Men, e Daniel Radcliffe alias Harry Potter dell’omonima saga.

7 ex aequo a Amici 12 e The Voice. Lo show di Canale 5 riesce a preservarsi dall’usura del tempo plasmandosi all’insolita collocazione del sabato sera. Tuttavia a furia di strizzare l’occhio ad un nuovo pubblico, si è perso di vista il vecchio snaturando per certi versi quello che era il format originario. Parimenti il trend degli ascolti dimostra che Amici per quanto si vesta di varietà rimane un “programma chiuso”.

A The Voice, invece, riesce la sfida di portare un grande show su Rai2, ma il programma – complice un meccanismo ripetitivo e l’atavica ostilità del pubblico nostrano verso i talent show nudi e crudi – pur avendo ottenuto risultati lusinghieri, non spacca.

5 a Beppe Grillo che – dopo il mezzo flop alle amministrative -, scagliandosi contro “le Gabanelli e i Floris” che hanno osato attaccarlo, dà il via libera alle ospitate in tv per alcuni dei membri del Movimento Cinque Stelle.

4 all’intervista rilasciata al Corriere della Sera in cui sembra che Maria de Filippi “rinneghi se stessa”. La conduttrice rinuncia a “difendere” Uomini e Donne ammettendo che avrebbe voglia di fare altro ma l’azienda non ne vuole sentire. Comprensibile la stanchezza ma è improbabile che il suo potere di mercato all’interno di Mediaset non le consenta nessun tipo di sperimentazione.

3 a brodcaster e personaggi noti pronti a riempirsi la bocca parlando dell’importanza del web salvo poi metterlo da parte quando si tratta di dover selezionare i media. Paura o ipocrisia?

2 alle dichiarazioni del prete Don Merola su Maria de Filippi. La conduttrice, secondo il prelato anticamorra, sarebbe la vera cattiva maestra d’Italia. Affermazioni forti che dette da un prete suonano ancora più ingenerose.

1 a Mediaset e Italia1 che sono riuscite ad usurare pure Colorado.

0 a Fabio Troiano. D’accordo, a The Voice il conduttore non conta e i colleghi Facchinetti e Cattelan non è che abbiano chissà quali peculiarità, ma – sarà per timore o inesperienza – al Ghiro dei Ris sono mancate proprio la verve e la disponibilità a mettersi in gioco. Da sostituire.



Articoli che potrebbero interessarti


Pagelle TV 2014
PAGELLE TV DEL 2014: I PERSONAGGI (PROMOSSI)


Gerry Scotti
PAGELLE TV DEL 2013: I PERSONAGGI


Maria de Filippi, pagelle dell'anno
LE PAGELLE DEL 2012, I VOLTI NOTI. PROMOSSI CONTI E BONOLIS, BOCCIATI PARODI E LUCA E PAOLO


maria de filippi
AMICI 11 vs E’ STATO SOLO UN FLIRT?: A CHI ANDRA’ IL SECONDO ROUND?

36 Commenti dei lettori »

1. Norat ha scritto:

4 giugno 2013 alle 14:26

0 a Troiano lo trovo un minimo ingeneroso. Al limte un 4 dai. Lo avete messo nella medesima categoria delle psuedo-vocazioni mistiche della Tommasi.



2. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 14:29

@Norat ovvio che c’è un peso diverso. E cmq 4 mi sarebbe sembrato troppo generoso!



3. Luca ha scritto:

4 giugno 2013 alle 14:36

Cattelan è formidabile come conduttore…



4. liberopensiero ha scritto:

4 giugno 2013 alle 14:50

io continuo a preferire xfactor ,e la ventura che è stata la prima continua ad essere la migliore come giudice,rispetto a tutte le altre a mio parere.



5. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 14:50

@luca per me è bravo, ma non formidabile. Pur volendo peraltro il format non gli permette di esprimersi a 360 gradi.



6. Groove ha scritto:

4 giugno 2013 alle 14:52

Questi voti mi sembrano veramente esagerati! Neanche certi professori sono così cattivi nel dare voti. Secondo me Amici 12 e The Voice non sono minimamente paragonabili, quindi a mio parere non meritano lo stesso voto. Amici si merita almeno 8 perché quest’anno è stata una edizione memorabile, che ha saputo ben coniugare qualità e ascolti, mentre The Voice si merita la sufficienza e non di più, visto è stato piuttosto noioso e ripetitivo,e visto che gli ascolti pur essendo buoni non sono stati di certo quelli che la Rai si aspettava,e a dimostrazione di questo la mancata promozione sulla rete ammiraglia,per la quale Leone nutriva grandi aspettative. Non condivido nemmeno l’1 a Colorado, che Mediaset non ha usurato. Gli ascolti sono stati inferiori rispetto all’autunno, questo è vero, ma vorrei ricordare che è andato in onda in un periodo diverso,con conduttori diversi e con una concorrenza diversa. The Voice ha tolto pubblico a Colorado,visto che il target di riferimento è lo stesso. Lo zero a Troiano poi è davvero troppo. Non ha brillato come conduttore, ma almeno ha fatto una figura migliore di altri che forse nemmeno sapevano in che trasmissione erano. Almeno poi ci ha provato…io gli avrei dato almeno 5. Gli altri voti più o meno nel bene o nel male li condivido.



7. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:02

@groove sono d’accordo Amici e The Voice non sono paragonabili e infatti il voto è lo stesso ma la motivazione è ben diversa. Edizione memorabile di Amici? Bah.. Se la Rai fosse stata certa degli ascolti di The Voice l’avrebbe collocato direttamente su Rai1. Colorado ha quasi sempre avuto una grossa concorrenza ma solo stavolta non ha brillato.



8. Groove ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:13

Mattia Buonocore: Colorado non ha brillato ma non è nemmeno andato male,visto che la media è superiore alla media di rete. Per quanto riguarda Amici l’edizione di quest’anno è stata particolarmente positiva, e tutti comunque ne hanno parlato abbastanza bene. Trovo un pò di ostilità verso Amici solo in questo blog a dire il vero… e comunque ribadisco che lo zero a Troiano è davvero esagerato



9. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:22

@groove e 7 è un voto negativo? Vogliamo parlare della differita di Amici? Io ho scritto che Colorado è stato usurato non è che stato un mega flop.



10. Marco89 ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:23

Il voto a Troiano è forte, ma giusto perchè detesto il buonismo.
Concordo anche che Cattelan non è straordinario. Il 3 a chi sarebbe riferito per la precisione? Io non l’ ho capita…
Riguardo Uomini e donne beh, non dico che Maria sia vincolata alla dirigenza però forse trovando muro contro muro, non insiste, si renderà conto pure lei di quanto business quel programma, comporta.
Amici quest’ anno è stato uno show meraviglioso, frenato però dalla minor componente talent che appositamente si è voluta dare.
Riguardo al buon prete…se la prenda coi genitori se i figli crescono in un certo modo, non con la tv. Ma mi sembra sia recidivo l’ astio verso la De Filippi.



11. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:36

E’ come se la De Filippi volesse piacere per forza anche al salotto buono, cosa comprensibile ma la verità è che dovrebbe non dico fregarsene ma quasi. Una volta avrebbe spiegato perchè Uomini e Donne ha un senso così come le liti ad Amici, ora invece – probabilmente stanca delle troppe critiche (spesso ingenerose) – preferisce in qualche modo “assecondare” i detrattori. Poi ci saranno sicuramente la stanchezza e la percezione che qualcosa stia cambiando alla base delle sue scelte e/o dichiarazioni.



12. osservatore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:49

Ma come si fa a dare lo stesso voto ad un noioso The Voice e ad Amici?
Davvero ..e lo dice uno che non risparmi critiche alla De Filippi. Ma meglio che abbia tolto il trash e dato spazio ad un coreografo come Peparini. Show di livello assoluto ed internazionale grazie soprattutto a quello coreografie. Qui non si tratta di salotto buono ma di fornire allo spettatore un qualcosa di livello. Quest’anno il serale di Amici è stato di livello medio-alto. Poi i puristi potranno storcere il naso e rimpiangere Garrison, le litigate di Platinette oppure i Dondoni ma francamente meglio che non ci siano più..



13. osservatore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:53

Buonocore..ma vedendo la diretta di sabato ( sempre che tu l’abbia vista) non ti sei reso conto del perchè della scelta della differita? Ha tagliato tutti i tempi morti che quelle coreografie difficili e complicate richiedevano. Nelle prime puntate i ballerini erano molti di più e si esibivano uno dietro l’altro… e non è che Peparini avesse un corpo di ballo con 100 elementi a rotazione. Mi pareva chiara la scelta… per non attendere 5 minuti tra una esibizione di ballo e l’altra dilatando i tempi



14. osservatore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 15:55

Certo che stroncare la De Filippi quando ti propone una delle migliori Edizioni di Amici, quando fa numeri record con IGt e quando vince con C’è posta salvando di fatto Canale5 dal baratro allora la critica diventa surreale…



15. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 16:04

@osservatore e dove sarebbe stata stroncata la De Filippi? Roba da matti.



16. osservatore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 16:07

Leggo un 4 alla De Filippi perchè “rinnegherebbe se stessa” ed un voto ad Amici pari a quello di The Voice davvero che non esiste…



17. lordchaotic ha scritto:

4 giugno 2013 alle 16:11

non capisco il 2 al don. che la De Filippi con i suo programmi non sia un buon esempio questo si sa da anni



18. Franco2 ha scritto:

4 giugno 2013 alle 16:12

“Da sostituire”

…ma non con Facchinetti. – Aggiunta doverosa. ;)



19. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 16:20

@osservatore giudizi ben differenti per Amici e The Voice che sono due programmi differenti, in onda su due reti differenti e con una storia ben diversa alle spalle. La De Filippi dice che vorrebbe cambiare Uomini e Donne ma Mediaset non glielo permette. Io esprimo dei dubbi sul fatto che la conduttrice conti talmente poco da non trovare nemmeno una via di mezzo con l’azienda. Non ho apprezzato il fatto che in questa intervista ha dato implicitamente ragione ai suoi detrattori. Forse dovevo bocciarla perchè dice praticamente di fare un brutto programma?
Personalmente non ho mai amato i talent show in generale: nè Amici, nè X Factor, nè The Voice. Ma ho sempre riconosciuto i loro meriti.
In queste stesse pagelle assegno un voto negativo a Don Merola perchè la definisce cattiva maestra, se avessi voluto stroncarla non l’avrei fatto.



20. Pippi ha scritto:

4 giugno 2013 alle 16:34

Le pagelle mi trovano quasi sempre d’accordo e non ho mai nulla da dire in proposito. Buonocore sa puntare all’essenzialità delle cose.
Non reputo che la teelvisione debba essere educativa, figuriamoci, e anche condivido il pezzo di ieri di Davide sul concetto di tv che deve essere un equilibrio tra popolare e altri più “alti” propositi, però io quasi quasi un poco sarei d’accordo con il prete che esagerando si, ma ha inquadrato certi aspetti, non tutti, di certa pessima tv che la De Filippi ha creato tirando su quasi due generazioni di pubblico.

@Mattia, non ho capito invece una cosa, in che senso Amici programma “Chiuso”?



21. Lucas ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:05

Mi paragonate Cattelan a FacchiFLOPnetti e Troiano??



22. liberopensiero ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:16

Sinceramente ho trovato lo show della Defilippi gradevole ma non entusiasmante.Nessuno dei presunti talenti emozionava davvero,attraverso un quid che trascende i giri e le evoluzioni nella danza e gli acuti nel canto.Personalmente preferivo le prime edizioni,che si ispiravano alla scuola del famoso telefilm,senza le case discografiche,con la ricerca di talenti completi in tutte le discipline,senza la divisione per categorie,in quelle edizioni,si potevano vedere tutti i miglioramenti ottenuti dagli alunni con lo studio e la fatica,mi sembrava un bel messaggio.Adesso sembrano tutti già arrivati,poco inclini alla gavetta,perchè ricevono il sostegno delle case discografiche,che utilizzano il carico di pubblicità.Vedo troppi orecchini,creste e tatuaggi e spesso poca sostanza.In più prima studiavano,dizione e recitazione,e sentendoli parlare,non guasterebbe.



23. gè95 ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:18

dopo aver portato a termine una stagione straordinario battendo la concorrenza 28 volte su 28 in prime time e 169 volte in daytime, amici de sabato più uomini e donne, la de filippi meriterebbe un 10. Sempre vincente con c’è posta dopo sedici edizioni, ascolti record per igt, edizione di grande qualità e grandi ascolti di amici e ascolti ottimi in crescita rispetto allo scorso anno per uomini e donne andando in onda nel totale deserto di canale5 non credo sia giusto appigliarsi a sciocchezze pur di andare contro qualcuno



24. gè95 ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:23

9 alla clerici che ha chiuso la stagione con la umiliante sconfitta per 10a0 contro la de filippi, il sonoro flop della terra dei cuochi battuto sempre dalla concorrenza anche quando questa era in replica e gli ascolti in calo della prova del cuoco che era battuta quotidianamente da studio aperto e poi dal tg2 e dal tg5. non ho parole



25. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:30

@gè95 ma chi mette in dubbio i meriti della De Filippi.



26. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:38

@pippi per spiegartelo ti faccio l’esempio opposto Italia’s got talent è largo in quanto se non c’è altro in tv – anche se non sei uno spettatore assiduo – magari lo guardi, è adatto a diversi tipi di pubblico, puoi guardare anche solo 15 minuti e capire quello che succede. Un talent è chiuso perchè di solito ha uno zoccolo duro di telespettatori e fai fatica a entrare nel meccanismo se non lo guardi dall’inizio…



27. Nina ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:40

Pippi: tempo fa avevo letto in un blog che un giornale americano poneva la seguente domanda “: “Ci sono più idioti oggi nel mondo rispetto alla popolazione di quanti ci fossero in passato, o noi idioti sembriamo più numerosi perché attraverso la Rete abbiamo la possibilità di farci conoscere, di collegarci fra di noi e di uscire dalla nostra solitudine?” Ecco io penso che il ruolo della De Filippi sia sovrapponibile a quello della rete.

PS: non fraintendete, la parola idioti non va certo a definire il pubblico di detta conduttrice.



28. osservatore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 17:51

Liberopensiero…concordo con te avendo visto tutte le prime edizioni di Amici però osservando un po’ la deriva del programma negli ultimi 5 anni direi che questo serale è oro rispetto al recente passato



29. Pippi ha scritto:

4 giugno 2013 alle 18:03

@Mattia: ah grazie! Adesso mi è chiaro. Si, effettivamente questo tentativo di trasformarlo in varietà non lo ha reso un programma aperto e condivido anche tutta la teoria sullo smarcarsi dalla sua reputazione e di piacere al salotto buono.
Certo che se così resta uno show chiuso, figurati allora io (che come liberopensiero preferivo le vecchie edizioni in cui ognuno doveva fare tutto) lo vorrei “chiusissimo” :-)

@Nina: si interessante punto di vista e forse hai anche ragione, ma di certo tutta la tv che era venuta prima dei coniugi Costanzo forse era qualitativamente migliore o cercava di fare leva su altre cose.
Cmq sono cambiati i tempi e anche il pubblico è cambiato e mi chiedo se appunto abituandosi a certa televisione non sia regredito invece di manifestarsi tutto in un colpo.



30. Mattia Buonocore ha scritto:

4 giugno 2013 alle 18:06

@pippi ce ne fossero ora di programmi come il Maurizio Costanzo Show



31. Pippi ha scritto:

4 giugno 2013 alle 18:23

@mattia si bè non pensavo a quello, pensavo più ai contenitori. Cmq se per salvare quelli li dobbiamo paragonare alla tv scarsa di idee di oggi ok, hai ragione. Per me erano proprio brutti e quelli di oggi peggio.



32. StefySh ha scritto:

4 giugno 2013 alle 19:20

Il Maurizio Costanzo Show tutta la vita!!!!!!



33. liberopensiero ha scritto:

4 giugno 2013 alle 21:01

La Defilippi,cerca la legittimazione da parte dei critici che la massacrano e presso gli ambenti alti,ma dopo anni di trash e di introiti stratosferici,questa mancanza di coerenza non le fa onore,continui a crogiolarsi nei suoi ascolti,e non cerchi una riabilitazione che molto probabilmente avendo creato un fenomeno così ampio non avrà mai.



34. Salvo ha scritto:

5 giugno 2013 alle 14:01

gè95: ti ricordo che La prova del cuoco è ancora la trasmissione più seguita del day time, supera sempre i 2 milioni e il 17% di share e in alcune puntate ha fatto più di 3 milioni e il 20%. Dimmi tu se questo non è un successo!
Inoltre la sconfitta con la De Filippi non è stata così umiliante visto che Ti lascio una canzone ha fatto comunque buoni ascolti e dopo ha vinto contro The winner is.



35. gè95 ha scritto:

5 giugno 2013 alle 15:35

la prova del cuoco trasmissione più seguita del daytime???
ma quando mai.le trasmissioni più seguite del daytime sono uomini e donne, la vita in diretta e l’eredità (nella prima parte della stagione anche avanti un altro)
alla clerici gli va bene che si scontra contro forum che è un gran flop, senò stava al 15% fisso ogni giorno
la sconfitta contro c’è posta è stata umiliante perchè ha perso per 10 volte su 10 con un programma molto più giovane, quest’anno non aveva manco la scusa che scotti la inflazionava andando in onda nello stesso periodo



36. Salvo ha scritto:

6 giugno 2013 alle 13:50

gè95: io mi riferivo al day time che va dalle 12 alle 13:30, cioè quando va in onda la Clerici. Non puoi negare che in quell’orario la trasmissione più seguita è proprio La prova del cuoco che vince sempre.
Per quanto riguarda la sfida contro la De Filippi, è vero che ha perso 10 volte su 10 ma con un distacco minimo, quindi non è stata una sconfitta così “umiliante”. Vogliamo parlare invece della sfida contro The winner is che è stata vinta proprio dalla Clerici oppure non ti conviene?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.