13
maggio

MARCO CARTA: QUEL POCO CHE HO FATTO LO DEVO ALLE DONNE DELLA MIA VITA, COMPRESA MIA MADRE

Marco Carta con Lorella Cuccarini a Domenica In

Marco Carta con Lorella Cuccarini a Domenica In

Nel giorno della festa della mamma Marco Carta si racconta a Domenica In Così è la vita. E rinunciando alla sua notoria riservatezza confida a Lorella Cuccarini il grande dolore della sua vita, mai approfondito neanche durante la lunga esperienza ad Amici: la perdita della mamma, quando era ancora troppo piccolo per capire cosa volesse significare.

“A dieci anni non capisci che una malattia possa portare via un eroe: tua madre”.

Il cantante, che ha vinto il talent di Canale 5 nel 2008 e poi il Festival di Sanremo l’anno successivo, rivela di essere stato circondato da donne che lo hanno sostenuto: la nonna, le zie e le madri delle fans che lo hanno “adottato” creandogli addirittura un forum tutto loro. E’ sereno nel raccontare le fasi del suo lutto e non si commuove neanche una volta.

“Io piango molto raramente. Non piango guardando i film… implodo. E’ proprio una cosa mia. Mi viene un po’ l’occhio lucido, ma è molto difficile che pianga. Perché ho pianto troppo forse, mi ha indurito un po’ questa cosa (la perdita della madre ventottenne a seguito di una lunga malattia, ndDM) ma non negativamente”.

Come sottolinea l’empatica e plurimamma Lorella, sua madre sarebbe fiera di lui. E Marco ci scherza su, ma è d’accordo: a ventisette anni ha già vinto due manifestazioni importanti e si è comprato una casa, seppur con sacrifici. Quindi, strappo emotivo ed irricucibile a parte, il suo bilancio è positivo.

“Ho avuto tante mamme e hanno fatto un compito bellissimo, come i miei zii e i miei nonni, devo dire la verità. Io oggi quel poco che ho fatto nella mia vita lo devo a loro (alle donne della sua vita, compresa la mamma, ndDM)”.

Nel frattempo, dopo il suo quarto album Necessità lunatica uscito nel 2012, Marco inizierà il nuovo tour in giro per l’Italia che segue il quarto singolo, Ti voglio bene, che Carta ha cantato anche ieri davanti ad un pubblico commosso e che, tempismo perfetto, è dedicato proprio alla mamma.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Marco Carta
SpongeBob taglia il traguardo delle 200 puntate. Marco Carta canta la sigla – Video


Isola Dei Famosi 2016 - Marco Carta eliminato
ISOLA DEI FAMOSI 2016: MARCO CARTA VIENE ELIMINATO E ALFONSO SIGNORINI SI SCAGLIA CONTRO IL GIOCO DI POTERE DEI SOCIAL


Marco Carta
ISOLA 2016, GIORNO 51: MARCO HA DA RIDIRE SU JONAS E CRISTIAN CHE BISBIGLIANO ALLE SUE SPALLE


Cristian Gallella
ISOLA 2016, GIORNO 49 – CRISTIAN VS PAOLA: “QUA DENTRO NON CI DEVE PIU’ STARE”. GIACOBBE SVIENE

17 Commenti dei lettori »

1. greta ha scritto:

13 maggio 2013 alle 07:53

Grazie Davide Maggio per l’ articolo su Marco Carta. Un artista rimasto umile e vero, boicottato dalle radio e dai media in quanto ha pagato e sta pagando l’ essere uscito da quella trasmissione che lo ha usato e poi messo da parte e intralciato che è Amici.



2. Dona ha scritto:

13 maggio 2013 alle 08:41

Bellissima ospitata, Lorella ha dato modo a Marco di mostrarsi per quello che è e che è diventato, lo ha messo a suo agio, e si è visto, interpretazione commuovente di una bellissima canzone



3. kellen ha scritto:

13 maggio 2013 alle 09:35

Un ospitata che mi ha emozinato molto, Marco , con il suo singolo dedicato alla mamma , brano dolce e struggente e l’intervista della bravissima Lorella, che hanno messo in luce un ragazzo semplice, segnato dalla vita ma che ha saputo reagire dedicandosi a quello che più ama fare, cioè cantare, senza piangersi addosso. Bravo Marco, lo stimo tanto sia come cantante, la sua voce mi travolge e sia umanamente.



4. alex ha scritto:

13 maggio 2013 alle 09:50

nelle ultime puntate domenica in ha virato più su cose leggere ed é più piacevole,io confermerei Lorella.Ha un garbo ed un eleganza unica,la Venier farà la solita caciara piena di sfottò allusioni e doppi sensi,ma forse la gente preferisce queste cose.



5. angela C. ha scritto:

13 maggio 2013 alle 09:59

Gran bella ospitata!



6. alessio ha scritto:

13 maggio 2013 alle 11:13

ospitata ricca di emozioni



7. Marco89 ha scritto:

13 maggio 2013 alle 11:33

Marco Carta a me non piace più di tanto però devo dire che nell’ ultimo album ci sono delle ottime canzoni, e lui è cresciuto nel corso degli anni, ha trovato una strada e una maturità artistica non trascurabili. Se non fosse il ragazzetto di Amici per la maggior parte della stampa, ci sarebbero ottime recensioni su di lui.



8. gelsomina ha scritto:

13 maggio 2013 alle 11:46

Grazie per l’articolo! Grazie anche a Lorella Cuccarini che ci ha dato di vedere un grande MARCO CARTA ..rimasto semplice e umile..con una grande voce..talento e carisma!!



9. Carlo ha scritto:

13 maggio 2013 alle 12:11

Stento a crederci, mi pare sia la prima intervista nella quale non si chiede a Marco nulla di Amici, spero finalmente sia uscito da quel giro.
Lorella è bravissima e lui tenerissimo nel raccontare di sua madre.
Poi la voce per me è meravigliosa, intensa come poche.



10. giusy ha scritto:

13 maggio 2013 alle 12:18

Mi sono emozionata moltissimo, da mamma e da fans di Marco, mi ha commossa tantissimo, sempre dignitoso anche quando racconta il dolore.meravigliosa ti voglio bene, davvero toccante. Marco merita di più di quello che sta ottenendo, spero riesca sempre di più a conquistarsi lo spazio che merita, anche in radio dove passa spesso della robaccia e non passano le cose belle nemmeno su insistente richiesta degli ascoltatori. Grandissimo ,e anche il tour finalmente è arrivato!!!!



11. Vera Verrecchia ha scritto:

13 maggio 2013 alle 13:56

Sono una NONNA FANS di Marco Carta da sempre, già dalla sua prima volta all’ingresso ad Amici e, sono d’accordo con Marco89 quando dice che se, non fosse il ragazzetto di Amici (boigottato ed usato a loro piacimento, purtroppo), ci sarebbero ottime recensioni su di Lui. Dopo 5 anni di attività è cresciuto tantissimo, è un talento unico. La sua timbrica sabbiata e la sua estensione vocale, sono meno acerbe di allora ed ogni volta che l’ascolti passano i brividi. Se si usassero meno pregiudizi ed avesse più passaggi nelle radio, sarebbe considerato una delle più belle voci Italiane fra i giovani.
Mi auguro che il tempo le faccia giustizia perchè lo merita, sia come artista che come persona……….NOI FANS, non lo abbandoneremo mai!



12. stella58 ha scritto:

13 maggio 2013 alle 17:10

stupendissima…durata troppo poco,ahahaha grazie lorella,mi hai fatto vivere grandi emozioni con marco carta…un ARTISTA che si conferma in tutta la sua semplicità,una persona vera e umile…..la sua TI VOGLIO BENE è stata ricca e intensa di emozioni!!!bravo marco



13. liberopensiero ha scritto:

13 maggio 2013 alle 20:28

Bravissima la Cuccarini,in questo tipo di interviste,possiede un’umanità e sensibilità,che la Venier non avrà mai,con lei lo stesso incontro sarebbe stato molto più superficiale.Speriamo almeno in questo caso,prevalga il merito e la Cuccarini,non resti fuori dalla tv,sarebbe un peccato.Carta si è dimostrato,molto sensibile e ha la grande dote dell’umiltà.Stefania è un vero piacere leggere i tuoi post,sempre profondi e ben scritti,complimenti!!
DM,tienitela stretta!:-D:-D



14. Alessandro ha scritto:

13 maggio 2013 alle 21:40

Grande empatia di Lorella che è riuscita ad entrare dentro Marco con umiltà ….penso ci siano poche donne del mondo dello spettacolo a poter fare ciò. Ma come sempre se sei bravo/a la RAI non ti conferma…a loro interessa la caciara e le urla (tipo Venier).



15. Eva Blu ha scritto:

13 maggio 2013 alle 23:31

Uno dei migliori artisti in circolazione ….. io azzarderei il migliore e non sarebbe neanche un azzardo ma la verità … un artista completo, destinato a grandi cose, una voce unica perché con mille sfumature e colori, perché ha un carisma raro unito ad una presenza scenica e un fascino non comuni. Quando la finiranno di sottacerlo, di non passarlo in radio anche se sempre in Top Ten di ITunes, di far finta che non abbia vinto per due volte consecutive i Kids Choice of America, che i suoi 3 singoli non siano già 3 dischi d’oro, questo perché a qualcuno fa paura e giustamente oscurerebbe chiunque, forse forse tutti potrebbero accorgersi di cosa è diventato Marco Carta. Grazie per il bellissimo articolo.



16. romano lucareli ha scritto:

19 maggio 2013 alle 20:35

Marco Carta è entrato nel cuore della gente da parecchio tempo, fra un po arriverà il tempo di chi lo ha sempre denigrato, sottovalutato, deriso, nel senso che, come accade sempre in questi casi, Non mi stupirei che adesso i vari Salvadori, Venegoni, quelle vecchie cariatidi comincino a parlar bene di lui , pur di apparire e rimanere , secondo loro , ancora dei critici musicali, inconsapevoli che già da un po hanno fatto il loro tempo ovvero la “muffa”, quindi W Marco Carta e W coloro che hanno sempre creduto in lui.



17. Davide Maggio ha scritto:

19 maggio 2013 alle 20:56

romano: però ci potrebbe essere rispetto per tutti, romano.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.