6
maggio

CELI MIO MARITO: UN POSTO BUIO…PRIMA DI UN POSTO AL SOLE!

Celi mio marito

Rapida e indolore la prima puntata di Celi mio marito, nuovo programma di Rai 3 con Lia Celi visibilmente emozionata…con le mani più sudate di Maria De Filippi alla prima puntata di Amici, quand’era ancora un talk show di ragazzi! Chi si aspettava il ritmo della diretta ha visto, piuttosto, tanta confusione ed enormi discontinuità nel racconto del programma, che attorno a Twitter ha saputo costruire ben poco, limitandosi a leggere in diretta qualche cinguettio.

Il tema è stato il tradimento ma anche il lavoro. Si inizia parlando di Ilaria che confessa di essere stata prima a cena e poi a casa di un ragazzo e che, qualche attimo dopo, si è ritrovata al campanello la sua ex. La ragazza, collegata con Lia Celi, chiede aiuto sul come comportarsi, se andare da quella ragazza e dirle, in parole (davvero) povere, che il suo fidanzato è uno stron*o. Una sorta di posta del cuore, sì ma degna di un blog di periferia, dalla grafica picassiana! Tutto ci aspettavamo fuorché il tono moraleggiante di un programma che ha dispensato consigli (utili?) ad una ragazza qualunque che, poi, in fin dei conti, non aveva così tanto da raccontare.

Nello spazio dedicato al lavoro viene mandato un servizio con 5 pillole su come si sentano gli esodati, riflettendo e facendo (o tentando di fare?) satira sull’attuale situazione politica ed economica con la solita classifica vista e rivista. Al di là del format, la conduzione – quasi radiofonica e “ossessionata” dalla scaletta del programma -  non regge per niente il moccolo alle storie che si vogliono raccontare, allo spunto su cui si vuole riflettere, lasciando spazio a disorientamento a casa come in studio! Non è che Lia Celi sia apparsa immediatamente simpatica, ma nemmeno fastidiosa in video, come altri sanno ben fare. Un terrazzo di chiacchiere, che atterra su Rai 3 dalle 20.10 alle 20.30 dando la linea poco dopo ad Un Posto al Sole. Una scenografia statica e, per quanto tendenzialmente familiare, poco giustificata.

Il tempo riuscirà a dire se quel germe ironico e satirico decollerà, migliorandosi. Il segmento vicino alla conclusione del programma, dal titolo “L’oracolo”, una sorta di “Punto” della puntata, con una chiave potenzialmente interessante si brucia con un montaggio di film e fiction sul tradimento.

Pensiamo debba lavorarsi sulla capacità di legame tra le diverse componenti della puntata, come sulla presentazione chiara ed efficace dei personaggi in studio e/o in collegamento. Qualcuno ha capito cosa ha fatto il poeta in studio o il “potatore” di piante? Cosa avrebbe letto e perché? Idee che, tutto sommato, non ci appaiono trisavole (c’è di peggio) ma le novità sono altre e andrebbero fatte meglio.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Lia Celi
DM LIVE24: 29 APRILE 2013. MARIA CARMELA TORNA A SETTEMBRE, LIA CELI APPRODA A RAI 3


Pick Up - Umberto Broccoli
Pick Up: le Storie a 45 Giri di Rai 1 riportano al passato con semplicità e modernità


Paolo Poggio e Benedetta Rinaldi
E la chiamano (La Vita in Diretta) Estate


Veronica Maya - Quelle Brave Ragazze
Quelle Brave Ragazze: brio e rischio confusione nel mattino di Rai 1

2 Commenti dei lettori »

1. Dasmix ha scritto:

7 maggio 2013 alle 02:53

Dai era la prima puntata. Era visibilmente emozionata soprattutto all’inizio che parlava a macchinetta.
Lei a me piace, certo stasera ti metteva un po’ d’ansia.. Ma diamogli almeno tempo :)



2. Enrico ha scritto:

29 maggio 2013 alle 20:00

Non capisco come abbiano potuto pensare un programma così insulso e privo di ….tutto. A me personalmente non trasmette niente, nè emozioni nè notizie, insomma niente di niente. la conduttrice è scialba, con un tono sommesso e senza verve parla , ma non si sente, nel senso che non ti rende partecipe. Per non parlare del personaggio con la barba che si sforza di voler essere simpatico e ironico, leggendo delle facezie senza senso. Insomma le cose sono due: o la RAI3 stà raschiando il fondo del barile o c’è di mezzo chissà quale raccomandazione per far lavorare certa gente. Una cosa è certa:altre trasmissoni,condotte da personaggi più noti e famosi,dopo i primi flop sono state cancellate, questa no!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.