7
maggio

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (29/05-5/05/2013). PROMOSSI BEAUTIFUL E AHS ASYLUM. BOCCIATI CONCERTONE E LE DEFEZIONI DI UN MEDICO IN FAMIGLIA

Valeria Marini

9 al Beautiful made in Puglia. Poco importa se per certi versi abbiamo assistito a quello che in gergo si chiama “markettone”. Le ambientazioni nostrane, oltre ad essere suggestive e inserite nel contesto narrativo, hanno portato fortuna alla soap che è riuscita a superare i 4 milioni di spettatori, dopo un periodo meno brillante sul fronte auditel.

8 ad American Horror Story Asylum. La seconda stagione della serie da brivido targata Ryan Murphy si dimostra all’altezza della precedente, sebbene si sia da questa distaccata completamente. I conflitti tra  religione e scienza, tra bene e male, o temi come la redenzione e il perdono sono stati portati sul piccolo schermo con elevate capacità di racconto. Tuttavia è innegabile che in alcuni punti la sceneggiatura si sia concessa qualche eccesso di troppo.

7 a Valeria Marini. Meno lavora e più fa parlare di sè. L’ultima “trovata” è un faraonico matrimonio, per la gioia di Domenica In e per gli “irriducibili” appassionati dei fiori d’arancio (qui tutte le foto dell’evento).

6 a Lorella Cuccarini. La sua canzone Liberi Liberi fa da colonna sonora al nuovo spot di Mediaset Premium. L’ex più amata dagli italiani “ritorna” sulle reti Mediaset rinverdendo quel passato di showgirl a 360 gradi di cui oggi si sente tanto la mancanza.

5 al Concertone del primo maggio che ha perso smalto e acquistato autoreferenzialità.

4 a La Terra dei Cuochi. Non basta Antonella Clerici al talent culinario per saziare il palato dei telespettatori. Il “primo piatto” di Ambra Multimedia è lento e il montaggio non serve ad aumentare il tanto agognato ritmo.

3 alle tante defezioni che colpiranno Un Medico in Famiglia 9. A tirar troppo la corda prima o poi si spezzerà.

2 all’atmosfera tesa in casa Mattino Cinque. Se Claudio Brachino in diretta cerca di essere accomodante, Federica Panicucci sceglie la via dell’indifferenza o quasi. Non starà esagerando nostra signora del buongiorno?

1 al frontman dei “Management del dolore post operatorio” che sul palco del Concerto del primo maggio usa il preservativo come ostia (qui il video). Sbeffeggiare i cattolici è un modo per promuovere la contraccezione? Arriverà così il messaggio ai giovani credenti?

0 a Sara Tommasi, redenta per il tempo di due ospitate.



Articoli che potrebbero interessarti


Paola Perego
Le Pagelle della Settimana TV (13-19/03/2017). Promossi i 30 anni di Beautiful e Daniele Liotti, bocciati Parliamone Sabato e la sua cancellazione


Victor Ros - Megan Montaner
CANALE 5, DAYTIME DELLE FESTE: DE FILIPPI E D’URSO GIA’ IN VACANZA, BEAUTIFUL RIMPIAZZATO DA UNA VITA


nemicamatissima - cuccarini parisi
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (2-8/12/2016). PROMOSSI L’EREDITA’ E LA CUCCARINI, BOCCIATI NEMICAMATISSIMA E CULTURA MODERNA


Valeria marini esce dalla torta
LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (15-20/02/2016). PROMOSSO BEPPE FIORELLO, BOCCIATI VITA IN DIRETTA E LA RAI CHE LASCIA ANDARE LA LITTIZZETTO

12 Commenti dei lettori »

1. BornToDie ha scritto:

7 maggio 2013 alle 11:26

io darei 10 ad American Horror Story Asylum…una delle serie più belle degli ultimi anni..ottima sceneggiatura e un cast di alto livello capitanato dalla favolosa jessica lange! aspetto con ansia la 3 serie!



2. Michele ha scritto:

7 maggio 2013 alle 11:51

Alla redenzione di Sara Tommasi ci hanno creduto solo Don Mazzi, la Cuccarini e le vecchie che seguono Domenica In, io l’ho sempre detto che era solo una trovata pubblicitaria per ripulirsi l’immagine di fronte al pubblico cattolico ed iper-moralista di Rai 1 e che in realtà la Tommasi non era pentita di niente, il tempo mi ha dato ragione.



3. Marco89 ha scritto:

7 maggio 2013 alle 12:19

Concordo con tutta la pagella, troppo buono col concerto del Primo Maggio.
Riguardo American Horror, io ho preferito la prima stagione…come è stato fatto notare, la sceneggiatura secondo me è andata un pò troppo oltre, avrei preferito una versione più ” fantasy” come la prima, questa è stata tremendamente cruda e scioccante, ovviamente dal mio punto di vista…la lampada di pelle umana, la sterilizzazione, le punizioni corporali, la ragazza amputata e sfigurata, gli esperimenti all’ orecchio a quella povera donna, il tentativo di convertire all’ eterosessualità la giornalista,i resti umani sparsi nel giardino…un pò troppo sinceramente… avrei preferito meno eccessi. Jessica Lange è comunque divina e la serie ha molti meriti, in parole povere chi l’ ha creata è geniale. Vedremo la terza stagione.
Io però, rimpiango un pò Vivien e Adelaide della prima serie.



4. Marco89 ha scritto:

7 maggio 2013 alle 12:23

Scusate, ma non trovate squallido e di cattivo gusto ignorare e non considerare la persona che ti fa lavorare? La signora abituata a chiamare Lucio, è sotto testata Videonews, quindi se non le sta bene il direttore, può anche andarsene, credo ci sia la fila per lei.
Ma d’ altra parte, lei con Lucio può tutto…che tristezza, quando ci libereremo dalla tv di gente che addirittura schifa chi ti fa lavorare? E’ protetta in modo vergognoso, stesso livello della D’ Urso.



5. Bianca ha scritto:

7 maggio 2013 alle 12:34

x 4. Marco89
E a causa di Lucio e Federica, Paolo (Del Debbio) ha dovuto rinviare il debutto nell’access contro la Gruber dal 15 al 22 aprile: in questo modo ha regalato a La7 il monopolio sulla Corsa al Quirinale, evento che poteva essere una occasione per lanciare il programma quotidiano di Rete4. Invece, a causa del rinvio, la Gruber ha potuto tirare un sospiro di sollievo perchè lei si è presa il “monopolio” e quindi temo che a settembre Del Debbio o rinuncia al quotidiano oppure deve sperare nelle elezioni anticipate per avere una salita di ascolti (si noti che la Gruber sale dal 6.1 al 9.1 quando ci sono “i grossi casini” tipo quello del Colle in quella settimana: se Del Debbio fosse stato su Rete4, almeno 1 di quei 3 “punti extra” sarebbe andato su Rete4).



6. fabulous ha scritto:

7 maggio 2013 alle 12:45

quoto totalmente il primo commento di borntodie. io ho preferito la seconda serie di american horror,alla prima



7. fabulous ha scritto:

7 maggio 2013 alle 12:50

per quanto riguarda il voto 1 al leader della band,penso che se la chiesa si prende la libertà di dire in paesi afflitti dall’aids,come il terzo mondo,non usate il preservativo che è peccato,oppure lasciare che omosessuali vengano uccisi in medio oriente senza dire mezza parola,perchè non si possa lanciare un messaggio positivo,come quello della concettrazione,sbeffeggiando un po i riti di questi “portatori presunti della parola del signore”?



8. Nina ha scritto:

7 maggio 2013 alle 13:20

fabulous: perchè è solo un pretesto quello del preservativo. Capito? E’ il mezzo non il fine.



9. fabulous ha scritto:

7 maggio 2013 alle 13:32

dici che era solo una provocazione,a prescindere dal messaggio per usare il preservativo?



10. Michele ha scritto:

7 maggio 2013 alle 16:46

Ma come mai c’è questo gelo tra la Panicucci e Brachino? Si sono lasciati male dopo il fiasco della loro Domenica 5?



11. tony ha scritto:

8 maggio 2013 alle 12:00

il concertone sarebbe stato più giusto non farlo! spendere tutti quei soldi per festeggiare il 1° maggio quest’anno era come fare la festa di compleanno ad una persona defunta.

mi rincuora che la terra dei cuochi non vada molto bene. la cucina anche in prima serata proprio nun se po’ vedè e digerìììì.

rallegrarsi di risentire la voce della cuccarini che canta in tv grazie ad uno spot mediaset mentre lei sta in rai limitandosi a fare interviste, la trovo una cosa molto desolante oltre che emblematica dell’attuale situazione artistica della cuccarini.

ma perchè in Italia dobbiamo sempre spremere queste fiction fino ad arrivare a distretto di polizia10, don matteo9, un medico in famiglia8, ecc… com’è triste questo sedersi sempre sugli allori in mancanza di idee!

da come rispondeva alle domande, sono sicuro che sulla Tommasi non ci avrebbe scommeso un centesimo di euro nessuno, nè i telespettatori nè tantomeno Don Mazzi, la Cuccarini e quelli di così è la vita che hanno tentato di ricavarci qualcosa che forse speravano potesse durare per continuare a seguire un caso che invece a quanto pare è irrisolvibile

e uno zero a domenica in prima e a la vita in diretta poi per l’assenza di immagini del matrimonio Marini no? ci sta tutto!



12. Nina2 ha scritto:

8 maggio 2013 alle 15:06

@Michele .Scusa Michele quando parli delle vecchie che quardano “Domenica in” non potresti scrivere “le persone piu’ mature”Io non mi sento vecchia e non guardo “Domenica in” strutturata in questo modo, non mi piace.Ci vuole cosi poco ad essere garbati e scrivere quello che si pensa.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.