5
maggio

AUDITEL VERSO LA RILEVAZIONE DEGLI ASCOLTI TV SU PC, TABLET E SMARTPHONE

Auditel

Auditel

La prepotente presenza delle nuove tecnologie nella quotidianità ha raggiunto un risultato finora insperato: smuovere le tecniche di rilevamento dei dati d’ascolto realizzate da Auditel, ancora quasi identiche a quelle messe in atto per la prima volta nel 1984.

La novità, come ha dichiarato il direttore generale di Auditel Walter Pancini a Italia Oggi, sta nel fatto che il comitato tecnico della società e il consiglio d’amministrazione hanno studiato con una commissione tecnica la possibilità di rilevare anche gli ascolti consumati online: pc, tablet e smartphone, ormai perfettamente in grado di trasmettere programmi come un qualsiasi televisore, potrebbero cambiare gli equilibri.

Si tratta per il momento solo di un progetto e si sta verificando anche com’è affrontata la questione dagli istituti simili nel resto d’Europa; è però un primo passo verso un processo di modernizzazione dell’Auditel che, responsabile del rilevamento e della diffusione dei dati d’ascolto delle reti televisive nazionali, è il punto di riferimento per gli investitori pubblicitari.

Nuove tecnologie al centro della scena, e non solo per la questione Auditel. Dal 1° Luglio 2015, infatti, tutti i televisori prodotti dovranno adottare nei sintonizzatori integrati la nuova piattaforma Dvb-T2, quella che la Rai sta sperimentando da qualche anno in Val d’Aosta e che permetterà di aumentare del 50% la capacità di trasmissione di ciascun canale.

Questo in vista della riduzione dello spazio etere dedicato alla tv previsto per il 2020: di questo passo entro pochi anni le trasmissioni televisive sarebbero tutte in HD e potenzialmente in 3D. Bello, nuovo ma non senza riscatto: i televisori attualmente in commercio non saranno più utilizzabili se non forse con l’ausilio di una pennetta USB che permetta la ricezione del T2.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Auditel (1)
Auditel: ecco perchè i dati sono in ritardo


Guess_my_age_01
Ascolti TV Settembre 2017: Rai 1 (16.25%) davanti a Canale 5 (14.64%). Tv8 supera il 2% e surclassa Nove (1.49%)


meter_auditel
Ascolti Tv: i dati a confronto dopo l’introduzione del Superpanel


Reazione a Catena
Ascolti TV Giugno 2017: Canale5 perde quota (14.46%) e a Rai1 basta il 15.99% per la leaderhip. Rai3 terza rete (5.97%)

2 Commenti dei lettori »

1. fabulous ha scritto:

5 maggio 2013 alle 15:20

credo che questa modernizzazione ci metterà ancora un po a diventare effettiva,ma è una cosa indispensabile. attualmente infatti,il target più giovane e attivo non è rilevato,per questo vengono penalizzati tutti i programmi più giovani e moderni,a favore dei vari don matteo ecc. l’inserimento della fruizione tramite smartphone e tablet,potrebbe ribaltare molte cose



2. teoz ha scritto:

5 maggio 2013 alle 17:54

beh ma le rivelazioni auditel on-line già ci sono praticamente.
Esempio la rai attraverso le visualizzazioni youtube e rai.tv sa con esattezza quante visualizzazioni vengono viste. La pubblicità on line ha un meccanismo assai diverso da quello TV. Ho qualche riserva. A cosa servirebbe un servizio auditel web??? Darebbe più valore a un prodotto??



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.