30
aprile

TV TALK CAMBIA ORARIO, MA NON CONTENUTI. PURTROPPO

Tv Talk

Tv Talk

Non si tratterà di alcun test per tastare le potenzialità del programma in un’altra fascia oraria, ma di un’incombente necessità della rete diretta da Andrea Vianello per far posto al Giro d’Italia che impegnerà Rai3 e i canali sportivi di viale Mazzini fino al 26 maggio. E si sa, quando lo sport chiama non c’è palinsesto che tenga. Tv Talk da sabato sloggia dal primo pomeriggio e cambia orario per gli ultimi quattro appuntamenti di maggio: non partirà più alle 14.50 ma slitta al tardo pomeriggio, alle 17.55, in diretta concorrenza con Passaggio a Nord Ovest su Rai1 e Verissimo su Canale5.

Non c’è proprio pace per il talk televisivo condotto da Massimo Bernardini che, con la conclusione del pomeridiano di Amici 12 e la concorrenza pressoché azzerata dell’ammiraglia del Biscione, poteva avere l’opportunità di respirare e sperare di agguantare giovani spettatori dispersi. E invece no, da sabato si ricomincia contro Verissimo e i documentari della prima rete ma dovrebbe evitare i preserali delle ammiraglie, che in quella fascia, come ben sanno da quelle parti, fanno puntualmente “il pieno” d’ascolti.

Cambio d’orario ma nessun stravolgimento nella struttura del programma che quest’anno ha subìto una decisa e incomprensibile svolta. Tanta, troppa, politica con la scusa del target anziano della terza rete che, a sentir loro, non aveva molti margini di manovra contro il talent di Canale5. Sarà, fatto sta che, anche dopo la conclusione di Amici, i contenuti televisivi più leggeri, quelli d’intrattenimento, hanno avuto parecchie difficoltà a trovare spazio all’interno del programma, messi in secondo piano pure rispetto alle promozioni dei film in sala.

E pensare che, proprio nel suo annus horribilis, lo storico talk prodotto da Rai Educational ha vinto pure il suo primo Premio TV entrando nell’agognata top10. Immeritatamente?

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Rai 3, logo
RAI3, PALINSESTO AUTUNNO 2010: SI CONFERMA RETE DI SERVIZIO CON UN NUOVO DAYTIME E IL RITORNO DI GNOCCHI E BAUDO.


Stefano Coletta con Federica Sciarelli
Stefano Coletta nuovo direttore di Rai 3


Daria Bignardi rai3
Daria Bignardi, addio a Rai3: cosa ricorderemo della sua direzione


Stefano Coletta
Stefano Coletta verso la direzione di Rai3 al posto di Daria Bignardi

15 Commenti dei lettori »

1. Marco89 ha scritto:

30 aprile 2013 alle 11:55

Sicuramente non è l’ annata migliore. Io penso che loro parlino molto di politica anche perchè in tv ce n’è moltissima e perchè sperano che essendo seguita in tv, possa portare giovamento.
A me come trasmissione continua a non dispiacere, certo è che le analisi spesso e volentieri non sono del tutto azzeccate…e pure lì, c’ è un pò troppo buonismo che andrebbe eliminato.
Quest’ anno non l’ ho guardata costantemente, appunto per i motivi politici…



2. marcko ha scritto:

30 aprile 2013 alle 12:38

trovo veramente bravo e particolarmente garbato il conduttore, sarebbe adatto a condurre anche altri programmi.



3. Dasmix ha scritto:

30 aprile 2013 alle 12:53

Anche a me non dispiace.. Anzi, anche se al sabato pomeriggio non son mai davanti alla tv, le poche volte che l’ho guardato mi piaceva .



4. fabulous ha scritto:

30 aprile 2013 alle 12:58

d’accordo col fatto che ci sia troppa troppa politica. prima era più vario. altro tasto dolente è silvia motta,diventata totalmente zerbino degli ospiti,che elogia per gli ascolti,anche quando i risultati non sono esattamente brillanti (vedi d’urso o forum)



5. Peppe93 ha scritto:

30 aprile 2013 alle 13:06

Anche a me quest’anno la trasmissione sta deludendo. Concordo con l’articolo, troppa politica.



6. Daniele Pasquini ha scritto:

30 aprile 2013 alle 13:12

Ci piace ricordare la Motta quando ha evitato di citare gli ascolti della prima settimana di In Treatment. Per lei è ormai diventato tutto “buoni ascolti” con tante giustificazioni a corredo.



7. MisterGrr ha scritto:

30 aprile 2013 alle 14:13

Con tutta la mia stima per Bernardini, ho abbandonato di schianto TvTalk



8. Mattia Buonocore ha scritto:

30 aprile 2013 alle 15:08

In rete si è attaccata la Carlucci per aver definito Amici un insuccesso ma possibile che in un programma di tv, in cui dovrebbero essere tutti esperti, nessuno l’ha corretta?

Per il resto potrebbero togliere pure la parola tv dal titolo. Bernardini che chiede a Del Debbio opinioni sulla crisi politica non si può sentire.



9. Daniele Pasquini ha scritto:

30 aprile 2013 alle 15:10

Credo sia giusto precisare che le promozioni dei film sono dovute, come spiegato da Bernardini, al maggiore tempo a disposizione.

Pensate un po’, pur di non parlare di televisione si mettono a parlare di film nello spazio aggiuntivo! Roba dell’altro mondo



10. pier ha scritto:

30 aprile 2013 alle 15:58

1. Non è la 1^volta che Tv Talk cambia orario [dalle 15 alle 18] : giá nelle precedenti edizioni cambiava slot x il ciclismo

2. Condivido le “lamentele” a riguardo sui discorsi sulla politica e sui film

3. Silvia Motta é cambiata. Non è più severa [e soprattutto «vera»] come 1 volta : ricordo che tartassò l’esordio dell’ ISOLA 8 (dicendo “..è partita malissimo… il peggior dato nella storia…” ecc) mentre per ALTRIMENTI commentò semplicemente dicendo che ha una media del 15% ed era partito col 17% ma poi è sceso…. mentre una MOTTA (fino qualche tempo fa..) avrebbe dovuto mettere in estrema evidenza quel pericoloso 13% e invece… x nn parlare dell’ esaltazione dei dati della D’Urso (“..va benissimo!…”)



11. MisterGrr ha scritto:

30 aprile 2013 alle 16:34

NON è più un programma di tv.



12. Marco ha scritto:

30 aprile 2013 alle 17:32

Tanta politica a tvtalk perchè la tv di oggi è immersa di approfondimento, quindi quella di tvtalk è una scelta obbligata…di quale intrattenimento di dovrebbe parlare se è un genere quasi morto?



13. lucio voreno ha scritto:

30 aprile 2013 alle 18:28

Concordo in pieno con il senso dell’articolo



14. Markos ha scritto:

30 aprile 2013 alle 22:37

Con questo cambio d’orario è difficile che lo seguirò. E comunque non si “scontrerà” con Le Amiche del Sabato, se parte alle 17:55.



15. Dave01 ha scritto:

3 maggio 2013 alle 19:28

A me sembra un ottimo programma, che prosegue nella sua missione: analizzare la tv, tutta, sia quella d’informazione che d’intrattenimento. E la tv oggi è piena di politica in tutte le salse, dai talk alla satira. Non parlarne significherebbe nascondere le cose.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.