20
aprile

ULISSE – SE CULTURA E AUDITEL VANNO A BRACCETTO

Alberto Angela - Ulisse il piacere della scoperta

Alberto Angela - Ulisse il piacere della scoperta

Succede che il sabato sera televisivo sia sempre più complicato per pubblico da intercettare e auditel da riscontrare. Nell’era delle grandi serate che non sempre raggiungono la soglia dei quattro milioni di spettatori, succede che un ‘gioiellino’ a Rai Tre riparta con risultati soddisfacenti! Si faccia spazio con cultura ed informazione, tra balli e canti altrove.

Notevole è quanto è riuscito a catturare il nuovo appuntamento del sabato con Ulisse, condotto da Alberto Angela. Il piacere della scoperta sì, ma anche dei dati auditel se il giorno dopo il conduttore e lo staff del programma hanno potuto leggere un numero a due cifre: share del 10,47% e 2 milioni 309 mila telespettatori che hanno seguito il programma, sabato scorso.

Un risultato che non passa inosservato visti i tempi di magra delle generaliste, tenuto conto anche dei contenuti non proprio popolari ma soprattutto storici e culturali che il programma affronta ogni sabato sera, da diversi anni.

Se certamente il flop di Rai Uno con Altrimenti ci Arrabbiamo può aver contribuito a dare una “spinta” agli ascolti di Rai 3, è fuor di dubbio interessante scoprire che un tema come l’Australia, tra canguri e storie di un continente giovane, abbia calamitato un buon numero di telespettatori. 

Allora il binomio cultura-auditel è possibile?

Per conoscere tutti gli appuntamenti di Ulisse – Il piacere della scoperta, clicca qui

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Ulisse, guida tv del 2 aprile 2011
ULISSE RIPARTE QUESTA SERA ALLA SCOPERTA DEL QUIRINALE


Salvo Sottile, Mi manda Raitre
Mi manda Raitre: Salvo Sottile dà i numeri e fa vincere i telespettatori – Video


Carlo-Conti
Rai 3: arrivano Carlo Conti, Manuel Agnelli e Antonio Albanese. Gramellini conduce Cyrano


Ricchi e Poveri, Gad Lerner
Ricchi e Poveri: Gad Lerner mostra le disuguaglianze e cerca i contrasti. Ma la soluzione non c’è

3 Commenti dei lettori »

1. Carlo ha scritto:

20 aprile 2013 alle 11:54

Questa è una bellissima notizia per l’intero staff di Ulisse. Sono numeri ben meritati.
Continuate così..

saluti
un fans di Alberto Angela



2. pedro(round2) ha scritto:

20 aprile 2013 alle 12:02

Beh, secondo me dipende dal tipo di cultura. Se è cultura “popolare”, cioè una cultura che non annoia, e “facile da digerire” per tutti i palati, il binomio cultura-auditel, certo che è possibile.



3. raffa ha scritto:

20 aprile 2013 alle 12:44

si,possibilissimo se fatto bene.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.